OGGI AL MINISTERO Tavolo di emergenza contro la chiusura dell'azienda svedese

La proposta avanzata da Electrolux ai sindacati prevede una riduzione di tre euro all'ora. In termini di salario netto questo equivale a circa 8% di riduzione, ovvero a meno 130 euro mese». L'azienda svedese precisa che «è stata avanzata l'ipotesi di raffreddare l'effetto inflattivo del costo del lavoro, responsabile del continuo accrescere del gap competitivo con i paesi dell'est Europa, attraverso il congelamento per un triennio degli incrementi del contratto collettivo nazionale di lavoro e degli scatti di anzianità. Ovviamente l'azienda ha dato piena e ovvia apertura a considerare altre forme di riduzione del costo del lavoro con minori o, se possibile, nulle conseguenze sui salari». Il tavolo Electrolux è stato convocato per oggi alle 15 presso il ministero dello Sviluppo Economico. Lo presiederà il ministro Flavio Zanonato.

Commenti

angelomaria

Mer, 29/01/2014 - 12:40

salviamo pure electrolux non i nostri cittadini sempre piu'costretti a tirare la cinghia