Ora Grillo incita i pm a fare piazza pulita: "Spalleggiati dal M5S"

Il leader da Mentana: "Dopo la nostra visita a Expo iniziati gli arresti". E ai suoi eletti: "Una multa di 250mila euro a chi tradisce"

Che funambolo. Che acrobata. Che saltimbanco. Del resto, se non lo è lui, impareggiabile uomo di spettacolo, chi lo è? Il tour non parte tra una settimana? Le elezioni europee non avanzano a passi da paura... di bruciante sconfitta come i sondaggi lasciano presagire? E ancora, Matteo Renzi, tra slide, incontri bilaterali e visite a Berlino non sta occupando il centro del palcoscenico politico? E quindi, signore e signori, ecco a voi la giravolta: Beppe Grillo va in televisione. Lo Sciamano a Cinquestelle si reca a La7, chez Enrico Mentana. Lord Blog di Maurizio Crozza che lo tratteggia confusionario, irascibile e contraddittorio, gli ha lasciato campo libero.

Camicia button down candida per far risaltare l'abbronzatura primaverile, maniche rimboccate, capello vaporoso da shampoo, ecco spiegata la giravolta: «Non ho niente contro la televisione. Io non vado nei talk show. Sono comunicazione prefabbricata». Cose note. Mentana parte guardingo e Grillo dilaga sulla macroeconomia, l'Europa e il fiscal compact. Snocciola cifre con il suo eloquio torrenziale. Mentana prova a mettere qualche argine. E alla fine porta a casa la spiegazione del Recall, il sistema per cui gli eletti a Strasburgo che cambiassero schieramento o non applicassero il programma «dovrebbero pagare una sanzione di 250mila euro, perché noi siamo per il vincolo di mandato». Il vero scandalo è la gestione del debito con l'Europa. Grillo suggerisce di non pagarlo come hanno fatto altri Stati nei momenti di crisi, dall'Argentina all'America dopo il Vietnam. «Guardi che cosa sta succedendo per l'Expo. Ci sono le infrastrutture, autostrade e tangenziali, e non le strutture. Dove finiscono i nostri soldi. Ho fatto un comizio nella zona dell'Expo, siamo andati a vedere, e due giorni dopo la magistratura ha emesso i rinvii a giudizio». Merito suo?, incalza Mentana. «No, ma magari i magistrati adesso si sentono spalleggiati».

Davanti a un tendaggio bordeaux la regia può alternare solo primi piani, Mentana in piedi, Grillo seduto presumibilmente su uno sgabello, maniche rimboccate. Esaurita la pratica Europa, si procede a bersagli, in una visione complottarda della politica italiana, decisa fuori dall'Italia. «Io ho le prove che Bersani l'hanno mandato allo sbaraglio. Quando siamo stati invitati a pranzo dall'ambasciatore inglese a Roma, quel giorno Letta era lì al piano di sopra, in attesa di incontrarlo. Un mese prima...» che Bersani rinunciasse. Ma si procede per liste di nemici. E il colpevole numero uno, «il responsabile di questo sfacelo» è Napolitano «che si è raddoppiato la carica». Renzi non è quasi mai nominato se non attraverso epiteti: «l'ebetino di Firenze», «il bamboccio», «il pupazzo messo lì dalle banche», come Monti e come Letta. Poi la Boldrini, Chiamparino, D'Alema e i rottamati che sono «ancora lì a presentare i loro libri». Ce n'è anche per la Merkel che ha in mente «un'economia di dieci anni fa». E si torna a parlare di Europa, dove ci sono «otto Paesi indebitati e una sola economia, quella della Germania che funziona». Perciò l'M5S punta a vincere e portare «20-25 parlamentari a Strasburgo, preparati e perfetti». Anche se, come ha detto a Repubblica in un'intervista pubblicata senza enfasi a pagina 11 nessuno sa «a cosa serve il Parlamento di Strasburgo». Mentana lo fa parlare e, tra un «caro signore» e un «si figuri», lo aggira dopo che ha rispolverato l'impeachment per Napolitano: non è che la sparate sempre un po' troppo grossa? Ma, chissà, forse, può darsi. Lo stretto di Messina non si può traversare a ogni elezione. La tenuta per girovagare l'Italia in camper latita. Però, la campagna elettorale va a iniziare e la tournée pure. Magari sono la stessa cosa. «Faccio sette serate... Il mio 740 è zero». E allora la televisiùn...

Commenti

Alessio2012

Sab, 22/03/2014 - 10:31

Motivo di più per fermare la magistratura!

KARLO-VE

Sab, 22/03/2014 - 10:37

Forse i sondaggi non saranno favorevoli al vostro padrone pregiudicato ex senatore, ex cavaliere, non siete giornalisti ma servi

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 22/03/2014 - 10:56

Più realista del re (Giorgio) che ha il record dei piantaggrane nel campionato "Dividi et impera", il Grillo ha cominciato a "frinire". Prometteva bene la seconda serata di Mentana, ma il sonno ha avuto al meglio. Chi se ne frega.

Ritratto di muff@

muff@

Sab, 22/03/2014 - 11:15

Già, va sempre a finire così KARLO-VE, povero caro. C'è chi diventa ex e chi, come te, coglione era e coglione rimane.

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Sab, 22/03/2014 - 11:26

Punto primo siete degli ipocriti da far schifo, stamane avete fatto un articolo che poi e stato tolto e non diceva nulla mentre con questo fate quello che vi riesce meglio cioe' sputtanare,denigrare perche voi fate parte di quel sistema ed e inutile che cercate di far passare Grillo come uno che spara cazzate. Si e espresso in modo chiaro ma sopratutto ha fatto capire che bisogna informarsi non credere a priori e per quello che riguarda voi ma vi sembra possibile che una legge elettorale venga discussa con il sig. Verdini un pluripregiudicato ma vi rendete bene conto di quanto e grave questo fatto. Loro cioe chi comanda gioca quasi tutto sul fatto che l'Italiano e un credulone, basta guardare Renzi di che fiducia gode senza aver fatto nulla e con proposte molto discutibili.

Ritratto di ersola

ersola

Sab, 22/03/2014 - 11:40

intervista schietta che arriva a tutti complimenti a grillo.

Ritratto di mario pitorri

mario pitorri

Sab, 22/03/2014 - 12:02

Di tutte le cose interessanti e condivisibili che ha detto (fiscal compact-debito-europa-energie rinnovabili e progetti per il futuro energetico di questo paese) su questo nuovo articolo neanche l'ombra... il giornale preferisce guardarsi l'ombellico e parlare della turné e della magistratura sull'expo dove anche un bambino sa che lì la corruzione dilaga a spese anche dei vostri lettori.

agosvac

Sab, 22/03/2014 - 12:38

Ma guarda un po', la magistratura, secondo grillo, si sente "spalleggiata" dal suo movimento!!! Che c'è da dire?, evidentemente tra di loro s'intendono bene!!! I magistrati, si sa, amano molto i pentiti a cui fanno dire ciò che vogliono loro, ora, a quanto pare, amano anche i pregiudicati.

agosvac

Sab, 22/03/2014 - 12:44

Egregio karlo-ve, sarà che i giornalisti che dicono cose che a lei non piacciono siano servi, ma lei, di sicuro, che legge un Giornale scritto da questi giornalisti, è un misero deficiente: una persona dotata di un minimo d'intelligenza non legge giornali di cui non condivide l'impostazione!

agosvac

Sab, 22/03/2014 - 12:48

Egregio vendetta, a lei sfugge una cosa di grande importanza: anche grillo è pregiudicato e per un reato di non poco conto, pluriomicidio!

CALISESI MAURO

Sab, 22/03/2014 - 12:55

Io ci starei attento ai sondaggi, quelli che incontro a parte i collegati al voto di scambio, che in Romagna si sa' dove voteranno, sono veramente inc..i, forse ci potrebbe essere una sorpresa. Tuttavia ormai e' chiaro che PD/PDL sono accomunati dagli stessi interessi... ma sono totalmente fuori dalla storia. Staremo a vedere se il popolo si sveglia saranno dolori per chi ha malgestito gli ultimi 50 anni.

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Sab, 22/03/2014 - 14:04

Agosvac informati Grillo ha avuto un incidente e non ha niente a che fare con il fatto di appropriarsi di denaro altrui tramite intrallazzi vari, secondo parla proprio lei che in FI ci sono indagati e condannati in via definitiva di reati molto gravi. Sono certo che Grillo non ha commesso l'incidente con l'intenzione di uccidere, va bene ma poi a voi bisogna sempre spiegarvi tutto e comunque se lei crede di portarmi fuori tema per screditare allora guardi in FI

Agostinob

Sab, 22/03/2014 - 14:05

Se Grillo tace può incassare ancora voti ma se continua a parlare è facile che ne perda. Si è presentato una volta ai microfoni ed ha infilato una serie di cavolate che dimostrano l'assoluta inaffidabilità. La sparata più grossa è quella di pagare solo il 50% del debito pubblico, sparata detta pensando di dire una gran cosa, senza pensare che il debito pubblico è fatto da titoli di Stato che sono in mano al popolo che ha dato soldi allo Stato. Pagare il 50% vuol dire di ritornare ai cittadini metà di quanto hanno dato allo Stato. Si può dire una cosa del genere? Grillo Grillo.....!

soldellavvenire

Sab, 22/03/2014 - 14:13

agosvac - a) non occosrre "condividere l'impostazione" per sbellicarsi dalle risate; b) grillo non pretende di essere eletto prr sfuggire alle sue colpe; si può parlare dell'ambiguitá del m5s, del fatto che quando e se vincerá si dovrá dividere tra destra e sinistra o se obbedirá ciecamente ad ogni votazione interna senza perdere pezzi grossi; se il fatto che i maggiori partiti condividono ormai piú del 66% delle istanze faccia pendere la scelta degli elettori su chi "comunica meglio" ( per poi magari risultare reo di frode fiscale...)

soldellavvenire

Sab, 22/03/2014 - 14:26

quello che fa invidia é l'imbattibile fascino dell'ideologo: nulla da guadagnare ne da perdere, la soddisfazione di poter scomparire in qualsiasi momento sapendo che le idee sono più forti degli individui, l'esatto opposto del partito azienda le cui sorti sono quelle del suo padrone, passato inevitabilmente il quale o scoperto il colossale coflitto di interesse, non lascia che danni e macerie: idee? beh, una: la libertá é meglio della galera...

Giovanmario

Sab, 22/03/2014 - 17:03

non ci può essere una sanzione di 250 mila euro.. perchè anche se fosse prevista nello statuto.. risulterebbe di difficile esazione.. chi vuoi che paghi una tale somma a semplice richiesta.. ma una bella cambialetta firmata in bianco al momento della candidatura di ogni singolo deputato e senatore.. il buon ragioniere genovese saprebbe bene come metterla all'incasso..