Ora i grillini voglionoguidare senza patente

L'ascesa del Movimento 5 stelle parrebbe costante e irresistibile: 20,2 per cento. Roba da far strabuzzare gli occhi. Come si spiega?

Meglio ripetere che le ri­cerche demoscopiche vanno prese con le pinze, ma non sottovalutate. Sono uti­li per orientarsi. E in questo mo­mentaccio per la politica una bus­sola è necessaria. Secondo Euromedia il Pdl, da quando appoggia il governo Monti, è calato dal 27 al 20 per cento. Dal che si capisce perché fra i berlusconiani (tiepidi e caldi) serpeggi il sospetto che i tecnici, oltre a non far bene all’economia italiana facciano molto ma­le alla salute del partito del Cava­liere. Più che un sospetto, convie­ne ammetterlo, è una certezza. Che giustifica la fretta dei dirigen­ti di fare qualcosa per recuperare il terreno perduto, anche se in tut­ti c’è la consapevolezza di quanto sia difficile trovare una soluzione per risalire la china.

Transeat. L’importante è che non per­dano tempo in discussioni oziose, una co­stante nella storia della Repubblica, un freno a qualsiasi iniziativa. Secondo un al­tro recente sondaggio svolto da Swg, la débâcle dei partiti sarebbe ancora più ac­centuata. Dati impressionanti che fanno dubitare della loro fondatezza, e li riportiamo per dovere di cronaca: la fiducia de­gli italiani nel premier tocca il punto più basso, 34 per cento. L’ascesa del Movi­mento 5 stelle parrebbe costante e irresi­stibile: 20,2 per cento. Roba da far strabuz­zare gli occhi. Il Pd di Pierluigi Bersani ar­ranca: 23,2 per cento. Quanto al Pdl, la di­minuzione dei consensi è raggelante: po­co più del 15 per cento.

Si tratta di intenzioni di voto espresse a freddo, quindi, in caso di elezioni politi­che imminenti, sarebbero suscettibili di mutamenti anche assai sensibili. Ma prendiamole per buone solo allo scopo di fare un ragionamentino. Il fenomeno più preoccupante per i partiti, grandi e picco­li, è l’esplosione dei grillini. Altro che fuo­co di paglia, è un incendio. Come si spie­ga? La politica tradizionale ha disgustato per varie cause: la logomachia dei leader, la scarsa concretezza degli annunci, l’in­capacità organizzativa, la tendenza a spre­care tempo, l’indecisionismo diffuso, l’inerzia assoluta.Finché la situazione era normale, pur grottesca come sempre, la democrazia rappresentativa ha tenuto, tra alti e bassi, soprattutto bassi. Ma quan­do la crisi ha affondato i denti nelle carni già provate dei cittadini, il sistema - istitu­zionalmente vecchio, inadeguato - è salta­to.

L’antipolitica in embrione c’era già, pe­rò si era manifestata in prevalenza attra­verso i media, giornali, tivù e alcuni libri­inchiesta da cui emergeva, con tanto di do­cumenti, un Paese dissipatore, male am­ministrato, in balia della Casta arraffona e inconcludente. Poi è arrivato Beppe Gril­lo.

Rinfrancatosi con un lungo allenamen­to nell’arte ruffiana di mandare «affan» chiunque, egli ha colto l’attimo propizio per cavalcare la tigre della protesta.

E adesso, favorito dai tecnici pri­vi di tecnica, chi lo ferma più?

Chiunque non soppor­ti l­a verbosità della politi­ca e le «solite facce» da talk show, non esita a sce­gliere i grillini. Non per­ché costoro siano affidabi­li e presentino un program­ma persuasivo, figuriamoci, bensì per il piacere di fare un dispetto a quelli delle poltrone, dei rimborsi eletto­rali maneggiati da Lusi e Belsito e finiti chissà in quali tasche.Il successo di«5 stel­le » è tutto qua, e diventa gigantesco grazie all’abilità cialtronesca e predicatoria del comico ligure.

Non c’è altro da aggiungere per com­prendere la politica intorcinata dei nostri giorni. Dopo l’ora degli inetti, è scattata l’ora degli sciacalli e delle iene. Dei quali i partiti hanno terrore, ne sono addirittura paralizzati, non reagiscono se non at­taccando lo specchio - i media - che riflette la brutta realtà di cui i parti­ti stessi sono stati artefici.

È sempre stato così. Chi sbaglia, pur di non am­mettere che ha sbagliato, se la prende con chi racconta i suoi errori. Noi giornalisti non siamo esenti da colpe, per carità, ma abbiamo una attenuante mica tanto generica: non abbiamo mai governato né tentato di farlo attraverso i personaggi dei quali ci siamo occupati. Ecco perché abbiamo conserva­to un minimo di lucidità che ci consente di dire a lorsignori: trascurate Grillo - è un sin­tomo e non la malattia - e pensate a rico­struirvi una reputazione, piuttosto. Non lo affermiamo per consolarvi, ma perché abbiamo constatato un fatto: «5 stelle» a Parma ha stravinto le elezioni e imposto un proprio sindaco, un giovanotto di belle speranze e di bell’aspetto e basta, il quale a un mese dal proprio insediamento non è ancora riuscito, povero figlio, a combina­re un accidenti. Non ha composto nemme­no la giunta. È lì sperduto tra le scartoffie e non sa da quale parte voltarsi.

Un conto è raccogliere, da provetto spaz­zino, i suffragi persi dai partiti, un altro è guidare una amministrazione comunale disastrata, indebitata, in bolletta nera. Grillo e i suoi apostoli si distruggeranno da sé quando saranno chiamati a fare ciò a cui sono impreparati. Non curatevi di lo­ro. Non sprecate energie a combatterli. Il problema non sono i grillini, ma siete voi illustri politici che, invece di ascoltare la gente- e noi siamo la gente- vi affannate a difendere il vostro miserabile potere, con poltrone annesse.

Commenti

gentlemen

Sab, 09/06/2012 - 17:59

E' giusto dare tempo e spazio ai volti nuovi . E' davvero un problema il fatto che il nuovo sindaco di Parma stia impiegando più tempo dei soliti, consumati ,amministratori? Imparerà ,come impareranno tutti i volti nuovi che inevitabilmente occuperanno la scena nelle prossime elezioni.

Izdubar

Sab, 09/06/2012 - 18:09

L'analisi di Feltri è convincente, ma ci lascia senza speranza. I politicanti ladri e cialtroni non si auto-riformeranno mai e temo che i grillini siano solo l'ennesima illusione. Siamo nel guano fino al collo e non s'intravede nemmeno il minimo barlume di luce in fondo al tunnel. Se la Nazione non saprà esprimere le sue migliori forze morali e spirituali, andremo a picco, e sarà un viaggio senza ritorno.

WSINGSING

Sab, 09/06/2012 - 18:03

La gente è così sfiduciata che oggi crede più ad un comico che alla vecchia classe politica. Semplice, no? Soprattutto quando ascolta (ancora) Berlusconi che in merito alle prossime iniziative ed al presidenzialismo ha affermato: "Farò quello che mi indicherà il partito".

Stranamore

Sab, 09/06/2012 - 18:13

La china discendente del PdL è iniziata molto prima di Monti. Monti non è che la continuazione della politica fiscale di Tremonti. La maggior parte delle tasse erano già state decise dal governo Berlusconi: tasse sui risparmi, sugli immobili, accise varie. Il fallimento del centro destra deriva dal semplice fatto che non ha mai fatto l'unica cosa che doveva fare e che i governi sani di centra destra fanno: tagliare la spesa pubblica. Oggi Berlusconi e l'accozzaglia socialista e fasciocomunista dei suoi scagnozzi non hanno più credibilità alcuna. Possono fare quello che vogliono. Ma io non tormerò giammai a votare per facce da c..lo come Alemanno, la Polverini, Cicchitto e i vari sacerdoti della spesa pubblica. Tanto varrebbe votare per la sinistra.

fabriziokk

Sab, 09/06/2012 - 18:29

Certo che anche Voi de "Il Giornale" se ve ne uscite con questi articoli dimostrate di essere qualunquisti come tutti gli altri..d'accordo difendere i vostri "poteri", ma insomma qui state andando oltre. Pizzarotti inizierà la sua prima seduta giovedì 14 giugno annunciato ormai da più giorni e la squadra di assessori è praticamente pronta a parte qualche ultimo ritocco. Certo che il suo concorrente del PD in confronto aveva una "macchina da guerra" con poltrone super assegnate, incarichi e logiche di potere ben inquadrate e con una campagna elettorale di ben 300.000 Euro contro i poco più di 6.000 di Pizzarotti..ma a voi che ve ne frega...nemmeno lo menzionate questo aspetto...Vi interessa invece denigrarlo SOLO perchè inizierà i lavori qualche settimana più avanti..ma se pensate che la gente sia così sprovveduta ho come l'impressione che gli ingenui siate voi che ancora NON avete capito del perchè del secondo posto del Movimento 5 Stelle a livello Nazionale.

Censore71

Sab, 09/06/2012 - 18:41

Il governo Monti sta solo cercando di riportare la barra dritta dopo 10 anni di governo berlusconi che ci ha portato ad un passo dal baratro. I consensi del pdl calano perchè in 10 anni non hanno combinato niente se non leggi ad personam (in particolar modo penali) che adesso però usano tutti....per tutti i reati che cadono in prescrizione non possiamo far altro che ringraziare il pdl e berlusconi

Censore71

Sab, 09/06/2012 - 18:38

Veramente ridicolo. Il calo dei consensi sarebbe dovuto all'appoggio al governo Monti. Si è mai chiesto feltri se forse arraffare tutte le poltrone possibili, mandare liberi dei ladri come de gregorio (a detta dei magistrati) forse c'entra con il calo di consensi?

Censore71

Sab, 09/06/2012 - 18:39

Forse i consensi calano, non per l'appoggio a Monti ma perchè in parlamento il pdl fa di tutto per affossare una seria legge sulla corruzione, il che fa proprio pensare che lo faccio per interesse. Sarà per questo che calano nei consensi?

tucidite1

Sab, 09/06/2012 - 18:43

Quasi tutti quelli che hanno votato per Grillo, lo hanno fatto per dimostrare il loro spregio verso la classe politica che li ha ha spregiati da decenni. La capiranno i nostri eroi? Ne dubito.

Ritratto di Tuula

Tuula

Sab, 09/06/2012 - 18:48

Sicuramente se non fanno le riforme istituzionali e la riforma elettorale,io non andrò a votare. Marino

marcosss

Sab, 09/06/2012 - 19:06

Certo vi rode che il movimento di grillo stia sfondando in Italia,sinceramante non mi interessa molto di cosa sanno fare quello che interessa e mandare a casa questi ladri di destra e di sinistra.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Sab, 09/06/2012 - 19:01

E' intuibile che gli scontenti del PDL e della Lega alle prossime elezioni o staranno a casa o voteranno per Grillo come segno di protesta e scontento sia nei confronti dell'attuale governo ma soprattutto nei confronti dei due partiti citati. Berlusconi, nel suo ultimo governo, ha collezionato un mare di c****te con un comportamento personale moralmente inaccettabile ed emanando leggi e decreti nell'interesse suo, di suoi ministri o di suoi collaboratori lobbisti, ma non del suo elettorato. In particolare la classe media che l'aveva votato è furente per troppe scelte fatte o non fatte che hanno messo in ginocchio intere categorie professionali. Perché, ad esempio, non ha provveduto il suo governo a consentire la compensazione tra debiti e crediti con lo Stato, parzialmente effettuata poi da Monti ? Oppure, perché non ha pensato ai crediti delle imprese nei confronti delle P.A. insolventi per mesi o per anni ? E delle semplificazioni di Calderoli, qualcuno se n'è accorto ?

geronimo65

Sab, 09/06/2012 - 19:13

Visto che abbiamo aspettato 30 anni prima di giudicare e renderci conto che la classe politica tutta è corrotta, in malafede, cura solo i propri interessi ed è contro i cittadini, non crede, gentile sig. Feltri, che bisognerebbe aspettare un po' più di 30 GIORNI prima di giudicare l'operato di un nuovo "politico", in questo caso sindaco di una città con un buco di bilancio di circa UN MILIARDO di euro lasciato dalle precedenti amministrazioni (pdl) ??? Diamogli tempo, almeno 3-6 mesi, sarà già un successo se riuscirà a non far aumentare il buco incredibile ereditato dalle precedenti amministrazioni. Rivolga il suo scetticismo sig. Feltri ad altri ben più colpevoli personaggi.

umberto schenato

Sab, 09/06/2012 - 19:13

Egregio Sig Vittorio complimenti per la sua splendida analisi. Certo e' che l'attuale classe politica ne ha fatto di troppe. Bisogna trovare i mezzi per buttarli fuori tutti. Necessitiamo di una voce autorevole che attraverso la televisione ,parli chiaramente alla gente, senza eccitazioni , mettendo Tutti di fronte alla situazione e invitando ad una seria collaborazione nazionale.

pietrom

Sab, 09/06/2012 - 19:14

Il problema piu' grosso e' che sono decenni che non abbiamo una classe politica capace di darci quelle infrastrutture necessarie per poter competere, cioe' vivere decentemente. Abbiamo un sistema politico dove anche se si volesse, non si puo' realizzare nulla di sostanzioso. E cosi' quando il mondo superera' questa crisi, ci sara' chi sara' pronto a ripartire e chi continuera' a strisciare nello status quo. L'Italia sara', aime', in questo secondo gruppo.

apterix

Sab, 09/06/2012 - 19:17

Feltri sostiene che

Wolf

Sab, 09/06/2012 - 19:46

La storia si ripete, Mussolini e Hitler andarono democraticamente in Parlamento cavalcando l'antipolitica e la crisi finanziaria......di pietro, vendola, grillo sono dei perfetti nazistoidi.

alllessay

Sab, 09/06/2012 - 19:59

Scrivi qui il tuo commento

gianfranco199

Sab, 09/06/2012 - 20:01

Pizzarotti ha trovato in una città importante, ma di provincia con un buco da un miliardo di euro,causato dal classico demente sindaco pdl ed ora tenta dal nulla di fare cose non affrettate e non con logiche di partito.Che i grillini siano al 20% con potenzialità concrete di arrivare ad essere il primo partito è naturale.Siamo stati governati da un delinquente plurindagato e pluriprescritto,malato da curare,come detto più volte dalla ex moglie,circondato in parlamento da delinquenti condannati e sempre salvati dalla casta o da pupazzi servili e da un malato in canottiera, che si credeva il capo di topolinia ladrona,con una opposizione pietosa,che grazie a gente come d'alema colluso con B. ha fatto disastri.Se dovesse cadere Monti,Grillo porterà la sua gente a liberare il parlamento, anche con i forconi,da questi inetti delinquenti.

il consumatore

Sab, 09/06/2012 - 20:02

Chi pensa di votare per Grillo e la sua armata brancaleone, non deve fare come quel marito che si taglia gli zebre dei per fare un dispetto alla moglie. Vogliamo che un domani l'Italia abbia dei governanti come il neo eletto sindaco di Parma che non Sto arrivando! Ancora come fare uno straccio di Giunta?

pincopallinoqua...

Sab, 09/06/2012 - 20:03

e và bene, quasi certamente i "grillini" saranno profani di tutto ciò che ruota attorno all'amministrazione di un Paese, comunque partono con il piede giusto, avranno bisogno di un periodo di riflessione o adattamento come accade a chiunque si approcci ad un lavoro nuovo e sopratutto da riformare in toto. I politici hanno lasciato una situazione disastrosa a livello locale ed ancorpiù a livello nazionale quindi (e ne abbiamo le prove col governo "TECNICO") non è semplice trovare soluzioni in breve tempo, criticare è sicuramente costruttivo se non è il mero frutto di denigrazione gratuita per ormai obsoleti fini politici. Attaccare Grillo in quanto personaggio "comico" può anche passare ma per quanto concerne quelli che veramente dovranno trarre conclusioni utili al paese... critichiamoli in base all'operato svolto... ma diamogli il tempo. P.S. (fior di luminari mi pare non abbiano fatto molto in tempi più lunghi... e stiamo ancora aspettando).

BENNY1936

Sab, 09/06/2012 - 20:21

Bravo Feltri, la chiusa dell'articolo è magistrale. Costoro si distruggeranno da soli, diamogli un pò di tempo. Ricordiamoci gli entusiasmi dei leghisti della prima ora e confrontiamoli con il nulla ( o quasi nulla ) che hanno prodotto. Anche i grillini imbarcheranno con il tempo cani e porci, magari qualche tesoriere alla Belsito e Lupi, magari con qualche trota locale. Non c'è nulla come il potere con pochi controlli e pochissime sanzioni che produce corruzione.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 09/06/2012 - 22:14

E' chiaramente un invito a desistere da GRILLO. Quello che sostiene il FELTRI potrebbe essere anche vero. Il fatto è però che non tiene conto di quanto è stato fatto al popolo, agli artigiani , alle piccole imprese ed ad altri da questo Governo insensato ed iniquo MONTI che ha paralizzato la vita di tutti e dello stesso Stato con la complicità primaria del Capo del Colle che ora, guarda caso, cerca anche LUI in qualche modo di farsi perdonare in merito alle sue esternazioni del fu di Praga. Ma il problema più grave sta nel PDL che si è fatto INTONTIRE e SOTTOMETTERE da questo "Colpo di Stato" SENZA REAGIRE MINIMAMENTE a dispetto anche del suo elettorato.Ora gli ex elettori (Distrutti in ogni senso) lo ripagano come merita buttandosi anche fra le braccia di Grillo che appare l'unico possibile a togliere questo MARCIO di questa fatiscente Repubblica. Censura pure, quando si parla di GRILLO.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 10/06/2012 - 00:13

La gente vota Grillo per disperazione, perche' non ne puo' piu', perche parte dell'elettorato del pdl ormai odia Berlusconi per il massacro a cui la banda dei loden sottopone l'elettorato di cdx e guarda il berlusca che non batte chiodo quando potrebbe spedire a casa i golpisti della bce. Comunque il cavaliere stia tranquillo, nel 2013 non arrivera' al 10%. Non ho mai visto in politica una linea cosi' folle e autodistruttiva.

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Dom, 10/06/2012 - 03:11

tutto giusto caro Feltri; pero' da aggiungere due cose: tutti i giornali sono contro Grillo non per profonda scelta ma perche' nel su oprogramma c'e' l'abolizione del miliardo di euro l'anno di sostegno all'editoria. Soldi tutti nostri senza i quali chiudereste tutti. Magari un piccolo conflitto d'interesse? Secondo: una persona onesta puo' imparare a fare un lavoro (o forse no) ma un ladro patentato o un incapace patentato sicuramente no.

Ritratto di john galt

john galt

Dom, 10/06/2012 - 04:22

Vi State Sbagliando .... La Patente C'e' L'hanno Eccome E Non C'e' Maggior Controllo Ed Entusiasmo Di Quello Che Puo' Creare La Rete ............... Benvenuti Nel Terzo Millennio !!! La Democrazia Diretta Sara' Possibile Nel Giro Di Soli 15-20 Anni E Nulla Sara' Come Prima ....... L'anno Mille E' Definitivamente Finito. Illuminismo E Oggettivismo Stanno Vincendo Come' La Liberta' Dopo La Servitu' Della Gleba ........ Perche' ? Perche' E' La Legge Naturale Dell'uomo Visto Come Individuo E Non Come Classe Sociale. John Galt -ayn Rand - Il Pensiero Libero Vivra' Per Sempre.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Dom, 10/06/2012 - 07:01

Caro Feltri, lei e' un acuto osservatore della realta' italiana e capisco la sua preoccupazione nel vedere che gente inesperta prenda le redini del potere politico (da distinguere dal potere REALE che tutta un'altra cosa!). Comunque Parma e' un laboratorio, che sicuramente non sara' analizzato dai giornalisti in modo indulgente, visto che lo statu quo mediatico e' contro Grillo, nemmeno santoro lo vuole. Tuttavia, dovese aver Pizzarotti un governo decente credo che alle elezioni dl 2013 Grillo passera' lo straccio alla fecci@ politica che abbiamo. Detta classe politica non e' recuperabile, e questo Grillo lo sa, mi creda.

umberto nordio

Dom, 10/06/2012 - 07:10

E vi domandate come si spiega? Quando si sentono circolare certinomi,Santachè,Sgarbi, Scotti... lo stesso Alfano non è che abbia un grande appeal,non c'è proprio di che stupirsi.In realtà Grillo non propone se stesso,vuole solo cacciare a pedate tutti i presenti politici.E non ha torto.

luan

Dom, 10/06/2012 - 07:48

Si spiega coi i Verdini e gli Scajola che sono sia a destra che a sinistra

vince50_19

Dom, 10/06/2012 - 07:54

Il guaio è che l'attuale parlamento fa finta di niente e, dunque, l'onda dei grillini s'ingrossa. Se questo è un modo per levarsi di torno tutta questa classe politica o la maggior parte di essa che ragiona solo in funzione di se stessa va bene, però governare un paese e relazionarsi nella Ue è altra cosa. Il movimento di Grillo non dimostra capacità sufficienti in tal senso. Infatti uno "tsunami" ha solo caratter distruttivo, però resta il fatto che dalle maceria potrebbe certo sortire qualcosa di buono. Almeno lo spero.

uliclin

Dom, 10/06/2012 - 08:03

Ben detto feltri, siamo in balia della Casta arraffona e inconcludente. Quindi, meglio qualcuno come Pizzarotti che ci mette un pò a partire (anche perchè non deve essere facile trovare quelli giusti) che rieleggere gli arraffoni e inconcludenti.

linoalo1

Dom, 10/06/2012 - 08:16

Purtroppo,siamo un popolo di ignorantoni,che invece di ragionare con la testa,ragioniamo con i sentimenti!Proprio come fanno le donne!Il brutto di tutto questo,è che gli ignorantoni non si rendono conto che stanno distruggendo l'Italia!Non potranno più dare la colpa a Berlusconi!Sarebbe meglio che qualcuno gli aprisse gli occhi!Non Certo Grillo ed affini!Lino.

xbando

Dom, 10/06/2012 - 11:57

Direi che Grillo offre di più che il cambio della guardia. Propone anche il processo a questi criminali avidi ed arroganti. Ed in questo momento di tasse per tutti (a causa di questi che hanno rovinato l'italia) è una ipotesi molto attraente. Penso ai titolari di multipensioni (esempio il topastro Amato) che le hanno solo grazie a contributi virtuali. Se noi abbiamo pensioni calcolate sui contributi versati, anche a questi venga applicata la regola. E direi di più...con effetto retroattivo e restituzione dei denari avuti immeritatamente. Tranquilli che non moriranno di fame. Amato dovrà rinunciare ai suoi 30.000/mese ed accontentarsi di soli 7000. Sappiamo tutti le porcate fatte da Amato. e 7000 al mese sono già un premio immeritato!

xbando

Dom, 10/06/2012 - 11:57

Direi che Grillo offre di più che il cambio della guardia. Propone anche il processo a questi criminali avidi ed arroganti. Ed in questo momento di tasse per tutti (a causa di questi che hanno rovinato l'italia) è una ipotesi molto attraente. Penso ai titolari di multipensioni (esempio il topastro Amato) che le hanno solo grazie a contributi virtuali. Se noi abbiamo pensioni calcolate sui contributi versati, anche a questi venga applicata la regola. E direi di più...con effetto retroattivo e restituzione dei denari avuti immeritatamente. Tranquilli che non moriranno di fame. Amato dovrà rinunciare ai suoi 30.000/mese ed accontentarsi di soli 7000. Sappiamo tutti le porcate fatte da Amato. e 7000 al mese sono già un premio immeritato!

stefano leoni

Dom, 10/06/2012 - 12:45

Forse il sig. feltri ha dimenticato chi sono stati gli artefici della situazione di Parma Dovevamo forse votarli di nuovo ?

killkoms

Dom, 10/06/2012 - 14:05

#26johngatt,la patente?pare glie l'abbiano ritirata almeno una volta,quando per fare lo spaccone con un fuoristrada sulla neve,causò la morte di alcune persone in macchina con lui!