Orlando fa pagare al Comune la sua gaffe

È andato a casa di Rosi Bonanno, la donna uccisa a Palermo dal suo ex convinente. Si è scusato con i genitori e si è impegnato a far pagare all'amministrazione comunale le spese per i funerali della ragazza. Così il sindaco del capoluogo siciliano, Leoluca Orlando, ha risposto alle dure critiche per la mancanza di rappresentanti delle istituzioni all'estremo saluto della giovane mamma. Un vuoto definito «una vergogna» dagli stessi familiari di Rosi. Il primo cittadino ha decido di andare nella frazione di Villagrazia, ha fatto visita a mamma Teresa e papà Paolo, assicurando che il Comune si farà carico delle spese per i funerali e per uno psicologo che seguirà Andrea, il bimbo di due anni figlio di Rosi e del suo assassino. Orlando ha ribadito che l'assenza di rappresentanti politici è stata dovuta al ricovero dell'assessore alle Attività sociali, Agnese Ciulla, che avrebbe dovuto recarsi in chiesa a nome di tutta l'amministrazione di Palermo.DU