Oscar, l'uomo nerodella Repubblica

In un libro il ruolo dell’ex presidente Scalfaro durante Mani Pulite: bloccò Amato e Ciampi in cerca di una soluzione politica

L’Italia del cruciale ventennio 1992-2012 è il cuore di «Ascesa & declino della Seconda Repubblica», il nuovo libro del giornalista Lodovico Festa (240 pagine, Edizioni Ares), presentato ieri alla Camera dei deputati. Pubblichiamo ampi stralci del paragrafo «L’uomo nero degli anni Novanta» sul ruolo di Oscar Luigi Scalfaro.

Alla fine il vero «uomo nero» nella crisi della Repubblica è Oscar Luigi Scalfaro: lui blocca Amato e Ciampi impegnati a cercare una via per uscire politicamente da Mani Pulite, lui accetta i diktat di Borrelli, lui acconsente al martirio di Andreotti, lui impedisce (...) «la verità» sia sui passi di Conso sul 41bis, sia sui fondi del Sisde. Lui assiste alla incredibile persecuzione «preventiva» di Berlusconi perché e entrato in politica, lui chiude gli occhi di fronte a «proclami» e «offese» al Parlamento da parte del Pool. Lui salva la Lega dal voto anticipato, pasticcia contro la sovranità popolare, non aiuta D’Alema che cerca di trovare un assestamento della Repubblica finendo aggredito da qualcuno dei soliti pm. Non c’è spiraglio per uscire dalla intricata crisi dello Stato che non sia chiuso da Scalfaro. Poi, lasciato il Quirinale, stancamente diventerà il santone della più ipocrita conservazione, continuando a ostacolare attivamente tutti gli sforzi - talvolta peraltro obiettivamente maldestri - di innovare la Costituzione.
In fin dei conti Scalfaro era un esponente del moderatismo liberal-cattolico impostato in Italia da Luigi Sturzo e sviluppato da un democratico coerente, capace di assumersi dure responsabilità come Mario Scelba: da queste radici avrebbe potuto derivare un ben altro impegno per il bene della nazione.
Invece è prevalsa una visione meschina, chiusa, priva di prospettive. Al fondo aveva ragione Nilde Jotti che nel 1992 si oppose, nella direzione del Pds, alla scelta di Scalfaro come presidente. La vedova di Togliatti, particolarmente autorevole e libera grazie al peso della sua storia personale, non ebbe dubbi nel denunciare il carattere incapace di aperture del candidato al Quirinale. Ed è su questo punto che si deve riflettere per capire che cosa sia avvenuto.
Finita la fase delle «certezze» nelle quali Scalfaro si schiera prima contro le aperture al Psi negli anni Sessanta, poi contro quelle al Pci negli anni Settanta, con gli anni Ottanta si apre una fase di movimento in cui non è più semplice definire che cosa sia la tranquilla «conservazione» e che cosa il fastidioso «progresso». Scalfaro assolve senza dubbio con scrupolo il ruolo di ministro dell’Interno nel governo Craxi, grazie anche alla leale amicizia di Vincenzo Parisi, che lui nominerà capo della Polizia. Ma sono evidenti le contraddizioni anche psicologiche che quella stessa fase determina: il leader socialista è un innovatore, vuole la Grande riforma; i veri conservatori sono i comunisti che non vogliono si tocchi la Costituzione (e innanzi tutto il sistema proporzionale). La fine della Guerra fredda apre questioni in cui combinare morale e politica, dopo una fase così ben ordinata dalla lotta tra comunismo e democrazie liberali, diventa complicato.
In questo contesto una personalità chiusa - come con sagacia aveva spiegato la Jotti - trasforma il suo conservatorismo etico (le sgridate alle donne sbracciate) e politico (pur nobile nella versione scelbiana), in un mero conservatorismo istituzionale. Naturalmente una certa mediocrità politico-culturale (d’altra parte quel grande partito che era la Dc non gli aveva mai dato ruoli significativi e agli Interni arriva più come uomo degli apparati che come politico) pesa in modo decisivo: al dunque quando la storia sta svoltando, la capacità di immaginare il nuovo diventa fondamentale e se non ce l’hai, non te la puoi dare.
Questo è il processo che trasforma Scalfaro nel leader del parlamentarismo più integrale, quello che ancora adesso trascina nel baratro la Repubblica. Lo fa diventare il principale antagonista di Cossiga che, pur con qualche confusione, cerca di indicare vie nuove per le istituzioni. Lo fa incontrare con un Pannella che tanto è geniale nel suo movimentismo nella società, tanto è deleterio nel suo disgregare quel minimo tessuto politico-istituzionale che può consentire una riforma coerente dello Stato. Lo fa essere al momento giusto nel punto giusto quando Craxi, Forlani e Andreotti non comprendono la gravità della crisi e si concentrano in litigi tra loro, la mafia decide di colpire Andreotti e la situazione precipita. (...).
Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 28/06/2012 - 08:54

Ieri Scalfaro: "non ci sto". Oggi Monti: "voi ci doveste stare". Ma noi siamo stufi, di Scalfaro, di Napolitano, di Monti, di Bersani, di Casini e persino dell'innocuo Alfano. Non ci stiamo.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Gio, 28/06/2012 - 09:52

solo per dirvi che oggi non vi leggo( e non sono l'unico ): non reggo alla vista di questa foto!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Gio, 28/06/2012 - 09:52

solo per dirvi che oggi non vi leggo( e non sono l'unico ): non reggo alla vista di questa foto!

cotoletta

Gio, 28/06/2012 - 10:22

scalfaro, napolitano: l'emblema della sinistra "INDEMOCRATICA".

cotoletta

Gio, 28/06/2012 - 10:22

scalfaro, napolitano: l'emblema della sinistra "INDEMOCRATICA".

Sapere Aude

Gio, 28/06/2012 - 11:10

Su Scalfaro le concedo lo scalpo: politico insignificante. Sulla mafia che decide invece le consiglio di leggere la storia 1989-1993 non proprio romanzata di 'Geronimo' sul Foglio di ieri. Il 1989 è un'anno cruciale per il mondo. E' da li che bisogna partire per capire chi in Italia ha fatto che cosa. Basta ripercorrere quei convulsi anni per decifrare cos'è avvenuto e voilà...la verità affiora chiara, lampante e senza ambiguità.

Sapere Aude

Gio, 28/06/2012 - 11:10

Su Scalfaro le concedo lo scalpo: politico insignificante. Sulla mafia che decide invece le consiglio di leggere la storia 1989-1993 non proprio romanzata di 'Geronimo' sul Foglio di ieri. Il 1989 è un'anno cruciale per il mondo. E' da li che bisogna partire per capire chi in Italia ha fatto che cosa. Basta ripercorrere quei convulsi anni per decifrare cos'è avvenuto e voilà...la verità affiora chiara, lampante e senza ambiguità.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 28/06/2012 - 11:18

Totò l'ho aveva ben catalogato: UOMO SENZA ONORE

bobsg

Gio, 28/06/2012 - 11:20

Più che nero, sporco.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 28/06/2012 - 11:18

Totò l'ho aveva ben catalogato: UOMO SENZA ONORE

gulliver

Gio, 28/06/2012 - 11:24

Cosa c'è da commentare su un verme nella fossa? I Presidenti della Repubblica in Italia sono santi aureolati inviolabili, indiscutibili e infallibili più del Papa, rappresentanti e difensori della Costituzione, per la quale non hanno mai fatto nulla, per poterla aggiornare ai tempi che il popolo vive, ma l'hanno resa sempre più vecchia e decrepita come loro, con pannoloni e mutandoni. Da noi, se non si superano gli ottant'anni, non si può essere Presidente della Repubblica!!!!!!! . La cosa più grave è che mai si è sentito qualche parlamentare, se non erro, affrontare questo problema. Voglio sperare che passi la sacrosanta proposta di far eleggere il Presidente dalla maggioranza del popolo italiano.

bobsg

Gio, 28/06/2012 - 11:20

Più che nero, sporco.

tommy1950

Gio, 28/06/2012 - 11:28

L'ho sempre pensato. Quando parlava o appariva il TV mi veniva una reazione che partiva dallo stomaco.Nonostante gli sforzi non resistevo ad ascoltarlo più di qualche secondo ma non capivo il perchè.Quando si dice l'istinto....!!

Cinghiale

Gio, 28/06/2012 - 11:29

Quest'uomo non si può più difendere, non dico cosa penso di lui solo per questo motivo. Non mi è mai piaciuto e nessuno me lo farà mai piacere.

gulliver

Gio, 28/06/2012 - 11:24

Cosa c'è da commentare su un verme nella fossa? I Presidenti della Repubblica in Italia sono santi aureolati inviolabili, indiscutibili e infallibili più del Papa, rappresentanti e difensori della Costituzione, per la quale non hanno mai fatto nulla, per poterla aggiornare ai tempi che il popolo vive, ma l'hanno resa sempre più vecchia e decrepita come loro, con pannoloni e mutandoni. Da noi, se non si superano gli ottant'anni, non si può essere Presidente della Repubblica!!!!!!! . La cosa più grave è che mai si è sentito qualche parlamentare, se non erro, affrontare questo problema. Voglio sperare che passi la sacrosanta proposta di far eleggere il Presidente dalla maggioranza del popolo italiano.

tommy1950

Gio, 28/06/2012 - 11:28

L'ho sempre pensato. Quando parlava o appariva il TV mi veniva una reazione che partiva dallo stomaco.Nonostante gli sforzi non resistevo ad ascoltarlo più di qualche secondo ma non capivo il perchè.Quando si dice l'istinto....!!

Cinghiale

Gio, 28/06/2012 - 11:29

Quest'uomo non si può più difendere, non dico cosa penso di lui solo per questo motivo. Non mi è mai piaciuto e nessuno me lo farà mai piacere.

marco@

Gio, 28/06/2012 - 11:44

fortunatamente è passato all'altro mondo speriamo che non faccia danni anche là la figlia marianna può dire quello che vuole lo può difendere come vuole ma si deve ricordare che è stato il peggior presidente della repubblica che noi italiani abbiamo avuto se poi la dolce e casta marianna vuole onorare la memoria di suo padre si vada a rileggere la storia di suo padre di quando era giudice durante il periodo fascista.

marco@

Gio, 28/06/2012 - 11:44

fortunatamente è passato all'altro mondo speriamo che non faccia danni anche là la figlia marianna può dire quello che vuole lo può difendere come vuole ma si deve ricordare che è stato il peggior presidente della repubblica che noi italiani abbiamo avuto se poi la dolce e casta marianna vuole onorare la memoria di suo padre si vada a rileggere la storia di suo padre di quando era giudice durante il periodo fascista.

mattb51

Gio, 28/06/2012 - 11:41

non ce' parola che possa dare un significato a questo LOSCO FIGURO, checche' ne dica la sua verginale figliola

mattb51

Gio, 28/06/2012 - 11:41

non ce' parola che possa dare un significato a questo LOSCO FIGURO, checche' ne dica la sua verginale figliola

cast49

Gio, 28/06/2012 - 11:47

#7 gulliver , d'accordo su tutto, bravo

cast49

Gio, 28/06/2012 - 11:47

#7 gulliver , d'accordo su tutto, bravo

lenzed

Gio, 28/06/2012 - 11:48

Quando si dice, un vero difensore della Carta... si, quella igenica!

lenzed

Gio, 28/06/2012 - 11:56

Un viscido ipocrita disgustoso bigotto e baciapile.

lenzed

Gio, 28/06/2012 - 11:48

Quando si dice, un vero difensore della Carta... si, quella igenica!

lenzed

Gio, 28/06/2012 - 11:56

Un viscido ipocrita disgustoso bigotto e baciapile.

enrico10

Gio, 28/06/2012 - 12:10

senza dubbio il peggiore presidente della repubblica, il più ipocrita, falso, bigotto, trafficone e arrogante. un uomo ridicolo , fino a 90 anni ultra reazionario e poi a 90 anni girotondino e sinistrorso, insomma un vero buffone.

enrico10

Gio, 28/06/2012 - 12:10

senza dubbio il peggiore presidente della repubblica, il più ipocrita, falso, bigotto, trafficone e arrogante. un uomo ridicolo , fino a 90 anni ultra reazionario e poi a 90 anni girotondino e sinistrorso, insomma un vero buffone.

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 28/06/2012 - 12:51

Non mi piaceva da vivo. Ora che è morto rimango della mia opinione.

migrante

Gio, 28/06/2012 - 12:59

" lui blocca Amato e Ciampi impegnati a cercare una via di uscita politica da mani pulite "...questa affermazione mi "sconvolge"...Amato e Ciampi ?...due soldatini di ventura al soldo dell'organizazione transnazionale che tutto modella stoppati nei loro intenti ?...mah !!!

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 28/06/2012 - 12:51

Non mi piaceva da vivo. Ora che è morto rimango della mia opinione.

migrante

Gio, 28/06/2012 - 12:59

" lui blocca Amato e Ciampi impegnati a cercare una via di uscita politica da mani pulite "...questa affermazione mi "sconvolge"...Amato e Ciampi ?...due soldatini di ventura al soldo dell'organizazione transnazionale che tutto modella stoppati nei loro intenti ?...mah !!!

piertrim

Gio, 28/06/2012 - 13:35

E' morto, dimentichiamolo come ben ha meritato! E sopratutto non parliamone più.

piertrim

Gio, 28/06/2012 - 13:35

E' morto, dimentichiamolo come ben ha meritato! E sopratutto non parliamone più.

Ggerardo

Gio, 28/06/2012 - 13:51

Be', meno male che li ha bloccati. Cosa vuol dire soluzione politica ? Che se un politico ruba non va in galera ? Bravo Scalfaro, hai fatto benissimo a impedire questa vergogna

Ggerardo

Gio, 28/06/2012 - 13:51

Be', meno male che li ha bloccati. Cosa vuol dire soluzione politica ? Che se un politico ruba non va in galera ? Bravo Scalfaro, hai fatto benissimo a impedire questa vergogna

guidode.zolt

Gio, 28/06/2012 - 13:49

e' stata la causa di varie mie orticarie...

guidode.zolt

Gio, 28/06/2012 - 13:49

e' stata la causa di varie mie orticarie...

Dreamer66

Gio, 28/06/2012 - 14:06

"...una via per uscire politicamente da Mani Pulite." Chiamiamo le cose col loro nome: si trattava del classico "colpo di spugna" invocato dai tanti politici disonesti incappati nelle maglie della giustizia. Casomai quello che mi dispiace è che l'opera di pulizia non sia stata portata a termine, e che i disonesti di allora, insieme a coloro che ne hanno usufruito a favio titolo, sono ancora in parlamento...

Dreamer66

Gio, 28/06/2012 - 14:06

"...una via per uscire politicamente da Mani Pulite." Chiamiamo le cose col loro nome: si trattava del classico "colpo di spugna" invocato dai tanti politici disonesti incappati nelle maglie della giustizia. Casomai quello che mi dispiace è che l'opera di pulizia non sia stata portata a termine, e che i disonesti di allora, insieme a coloro che ne hanno usufruito a favio titolo, sono ancora in parlamento...

Ritratto di romy

romy

Gio, 28/06/2012 - 14:18

In quell'epoca,fu dato molto potere ad uomini che non ne avevano le capacità,Scalfaro non fu l'unico.......,ci fù chi fece anche di più in negativo,forse un giorno si conosceranno le verità,anche se non succederà nulla d'importante,chi ha data ha dato e chi ha preso ha preso.

Ritratto di romy

romy

Gio, 28/06/2012 - 14:18

In quell'epoca,fu dato molto potere ad uomini che non ne avevano le capacità,Scalfaro non fu l'unico.......,ci fù chi fece anche di più in negativo,forse un giorno si conosceranno le verità,anche se non succederà nulla d'importante,chi ha data ha dato e chi ha preso ha preso.

citt

Gio, 28/06/2012 - 14:36

Scalfaro ha rappresentato il lato piu' bieco, meschino, intrallazzatore,falso,ipocrita che un politico potesse offrire.La sua morte non lo fara' diventare migliore nel giudizio postumo.Non ne sentiremo la mancanza.

citt

Gio, 28/06/2012 - 14:36

Scalfaro ha rappresentato il lato piu' bieco, meschino, intrallazzatore,falso,ipocrita che un politico potesse offrire.La sua morte non lo fara' diventare migliore nel giudizio postumo.Non ne sentiremo la mancanza.

mastra.20

Gio, 28/06/2012 - 15:15

il peggiore di tutti ,HA USUFRUITO COME TUTTI I DEMOCRISTIANI DELLE TANGENTI PER FARSI LA CAMPAGNA ELETTORE ( con la differenza che gli altri hanno pagato anche per Lui ),ha impedidito qualsia riforma della nostra costituzione , poi sul 41bis è stat uno degli artefici , perchè su quelle carte vi è anche la sua firma ... poi per essere stato un magistrato ancora peggio,, caro Scalfaro "" IO NON CI STO...

mastra.20

Gio, 28/06/2012 - 15:15

il peggiore di tutti ,HA USUFRUITO COME TUTTI I DEMOCRISTIANI DELLE TANGENTI PER FARSI LA CAMPAGNA ELETTORE ( con la differenza che gli altri hanno pagato anche per Lui ),ha impedidito qualsia riforma della nostra costituzione , poi sul 41bis è stat uno degli artefici , perchè su quelle carte vi è anche la sua firma ... poi per essere stato un magistrato ancora peggio,, caro Scalfaro "" IO NON CI STO...

stesicoro

Gio, 28/06/2012 - 15:31

#23: Condivido. Riguardo alla sua mancanza, ne avverto il beneficio.

stesicoro

Gio, 28/06/2012 - 15:31

#23: Condivido. Riguardo alla sua mancanza, ne avverto il beneficio.

Giustopeppe

Gio, 28/06/2012 - 15:49

Si, un giorno si saprà la verità, ma intanto scalcia come un puledro ed è tranquillo come un pascià, ti vegghiani ceggu

Giustopeppe

Gio, 28/06/2012 - 15:49

Si, un giorno si saprà la verità, ma intanto scalcia come un puledro ed è tranquillo come un pascià, ti vegghiani ceggu

cincinnatus

Gio, 28/06/2012 - 16:23

... ma avete deciso di farci vomitare?

cincinnatus

Gio, 28/06/2012 - 16:23

... ma avete deciso di farci vomitare?

Ritratto di Zago

Zago

Gio, 28/06/2012 - 16:22

Dopo tanti anni di silenzi, c'era bisogno di questo libroche ritrae fedelmente il ritratto di questo ex Presidente Scalfaro fautore di losche trame a danno della nostra Italia e degli Italiani. Non sembrava, ma era uomo di sinistra e lo è stato fino a che è diventato Senatore a vita. Il ribaltone poi, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ora i nodi vengono al pettine e pure la verità che a volte è meglio di mille dubbi. Di solito quando se ne va nell'aldilà qualcuno si dice che era un grande, ma in questo caso, verrà annoverato nei testi di storia come realmente era e non appariva anche se la cosa dispiace per i suoi famigliari.

duball

Gio, 28/06/2012 - 16:32

A proposito,e' vero che la marianna si e' beccata la reversibilita' sulle lautissime prebende pensionistiche del maiale? e quale legge e' stata buggerata per fare cio', alla faccia nostra?

Ritratto di Zago

Zago

Gio, 28/06/2012 - 16:22

Dopo tanti anni di silenzi, c'era bisogno di questo libroche ritrae fedelmente il ritratto di questo ex Presidente Scalfaro fautore di losche trame a danno della nostra Italia e degli Italiani. Non sembrava, ma era uomo di sinistra e lo è stato fino a che è diventato Senatore a vita. Il ribaltone poi, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ora i nodi vengono al pettine e pure la verità che a volte è meglio di mille dubbi. Di solito quando se ne va nell'aldilà qualcuno si dice che era un grande, ma in questo caso, verrà annoverato nei testi di storia come realmente era e non appariva anche se la cosa dispiace per i suoi famigliari.

duball

Gio, 28/06/2012 - 16:32

A proposito,e' vero che la marianna si e' beccata la reversibilita' sulle lautissime prebende pensionistiche del maiale? e quale legge e' stata buggerata per fare cio', alla faccia nostra?

Ritratto di bastardissimo70

bastardissimo70

Gio, 28/06/2012 - 16:39

Cio' che mi consola e' che adesso e' a far compagnia ai vermi come lui... mi duole solo che abbia vissuto così a lungo... essere SPREGEVOLE soprattutto dal lato umano oltre che da quello politico... solo in questo ridicolo paese poteva diventare presidente...e gli esempi non si esauriscono con lui purtroppo.

Ritratto di bastardissimo70

bastardissimo70

Gio, 28/06/2012 - 16:39

Cio' che mi consola e' che adesso e' a far compagnia ai vermi come lui... mi duole solo che abbia vissuto così a lungo... essere SPREGEVOLE soprattutto dal lato umano oltre che da quello politico... solo in questo ridicolo paese poteva diventare presidente...e gli esempi non si esauriscono con lui purtroppo.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Gio, 28/06/2012 - 17:12

Si sono sprecate lodi a quest'individuo nel giorno dei suoi funerali. Molte lodi, come spesso accade erano di facciata e cariche di ipocrisia. De resto non meritava neppure quelle. E' stato un pessimo presidente. Il peggiore credo. L'attuale non é da meno.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Gio, 28/06/2012 - 17:12

Si sono sprecate lodi a quest'individuo nel giorno dei suoi funerali. Molte lodi, come spesso accade erano di facciata e cariche di ipocrisia. De resto non meritava neppure quelle. E' stato un pessimo presidente. Il peggiore credo. L'attuale non é da meno.

baio57

Gio, 28/06/2012 - 17:24

Brrrrrrrrrrrrrrrr ! Anzi ....bvvvvvvvvvvv !

baio57

Gio, 28/06/2012 - 17:24

Brrrrrrrrrrrrrrrr ! Anzi ....bvvvvvvvvvvv !

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 28/06/2012 - 17:50

Ieri Scalfaro: "non ci sto". Oggi Monti: "voi ci doveste stare". Ma noi siamo stufi, di Scalfaro, di Napolitano, di Monti, di Bersani, di Casini e persino dell'innocuo Alfano. Non ci stiamo.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 28/06/2012 - 17:57

#31 Bartuldin - Non concordo. Non ho nessuna simpatia per l'uomo di Budapest, però non lo si può accostare a Scalfaro proprio per la faccenda dei 100 milioni, dato che mai è emersa a suo carico una storia analoga. Per il resto lo giudico altrettanto insopportabile, con l'aggravante di parlare troppo. Comunque a Lei cordiali saluti e non si guasti il fegato per certa gente.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 28/06/2012 - 17:50

Ieri Scalfaro: "non ci sto". Oggi Monti: "voi ci doveste stare". Ma noi siamo stufi, di Scalfaro, di Napolitano, di Monti, di Bersani, di Casini e persino dell'innocuo Alfano. Non ci stiamo.

graffias

Gio, 28/06/2012 - 18:01

Qualche tempo fa un giornalista definì Scalfaro un noioso trombone. Io aggiungerei altri due aggettivi : maligno ed incapace.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 28/06/2012 - 17:57

#31 Bartuldin - Non concordo. Non ho nessuna simpatia per l'uomo di Budapest, però non lo si può accostare a Scalfaro proprio per la faccenda dei 100 milioni, dato che mai è emersa a suo carico una storia analoga. Per il resto lo giudico altrettanto insopportabile, con l'aggravante di parlare troppo. Comunque a Lei cordiali saluti e non si guasti il fegato per certa gente.

graffias

Gio, 28/06/2012 - 18:01

Qualche tempo fa un giornalista definì Scalfaro un noioso trombone. Io aggiungerei altri due aggettivi : maligno ed incapace.

MARCO45

Gio, 28/06/2012 - 18:16

Il peggiore Presidente della Repubblica che ricordi.

MARCO45

Gio, 28/06/2012 - 18:16

Il peggiore Presidente della Repubblica che ricordi.

louise

Gio, 28/06/2012 - 19:06

Con tutto il rispetto per i morti, ma questo era proprio un bel lestofante. Prendeva 100 milioni (di lire) al mese dai servizi segreti senza obbligo di rendiconto. E alla modesta campagna di stampa (di destra, col silenzio di repubblica e company) rispose con l'indignatissimo "non ci sto!!!", dopo che i pm avevano minacciato i testi di accusa per attentato alla sicurezza dello stato......A distanza di anni ce n'è un altro di "non ci sto", quello dell'inquilino del quirinale che tramava con la merkel e quello scemo di sarkoszy per defenestrare Berlusconi e mandare a palazzo chigi quello scienziato di monti....

Occam

Gio, 28/06/2012 - 18:58

Un beghino ipocrita perbenista, fedele alla lettera della legge e non allo spirito. Identificabile certamente nella classe degli evangelici SEPOLCRI IMBIANCATI. Ovviamente tanto irreprensibile nel pubblico, quanto miserevole nel privato (e non per qualche pelo... ma per pile di fogli da 100000 lire). Prototipo del burocrate idiota, che nell'attesa di timbro e firma lascia che tutto rovini e la cui unica preoccupazione è cercare le pagliuzze negli occhi altrui, trascurando la propria trave. E re Giorgio sta seguendo la stessa strada, anche se la chiesa è un'altra... è dura rimpiangere Leone e Cossiga, con tutti i loro limiti e difetti almeno amavano l'Italia. Sandro Pertini, poi, chissà quanto si agita nella tomba...

eloi

Gio, 28/06/2012 - 19:10

Dopo Luigi Einaudi, che fra l'altro non venne eletto dal parlamento, è stato un calo continuo di valori.

louise

Gio, 28/06/2012 - 19:06

Con tutto il rispetto per i morti, ma questo era proprio un bel lestofante. Prendeva 100 milioni (di lire) al mese dai servizi segreti senza obbligo di rendiconto. E alla modesta campagna di stampa (di destra, col silenzio di repubblica e company) rispose con l'indignatissimo "non ci sto!!!", dopo che i pm avevano minacciato i testi di accusa per attentato alla sicurezza dello stato......A distanza di anni ce n'è un altro di "non ci sto", quello dell'inquilino del quirinale che tramava con la merkel e quello scemo di sarkoszy per defenestrare Berlusconi e mandare a palazzo chigi quello scienziato di monti....

Occam

Gio, 28/06/2012 - 18:58

Un beghino ipocrita perbenista, fedele alla lettera della legge e non allo spirito. Identificabile certamente nella classe degli evangelici SEPOLCRI IMBIANCATI. Ovviamente tanto irreprensibile nel pubblico, quanto miserevole nel privato (e non per qualche pelo... ma per pile di fogli da 100000 lire). Prototipo del burocrate idiota, che nell'attesa di timbro e firma lascia che tutto rovini e la cui unica preoccupazione è cercare le pagliuzze negli occhi altrui, trascurando la propria trave. E re Giorgio sta seguendo la stessa strada, anche se la chiesa è un'altra... è dura rimpiangere Leone e Cossiga, con tutti i loro limiti e difetti almeno amavano l'Italia. Sandro Pertini, poi, chissà quanto si agita nella tomba...

eloi

Gio, 28/06/2012 - 19:10

Dopo Luigi Einaudi, che fra l'altro non venne eletto dal parlamento, è stato un calo continuo di valori.

vfangelo

Gio, 28/06/2012 - 19:16

Vi divertite a farci vedere certe facce, ormai e' morto, ma meglio se non nasceva. Lasciamolo in pace, se esistono i santi a un bel lavoro da svolgere per farsi perdonare i suoi anni di vita.

Rigoletto

Gio, 28/06/2012 - 19:35

Oscar Luigi, Barone Scalfaro... il solo sentire il suo nome, un brivido scorre lungo la schiena...La storia dell'uomo è da scandalo, il comportamento politico da Presidente, era da galera.

giantilo

Gio, 28/06/2012 - 21:57

lo potremmo definire come Fantozzi ..... una m.... cia

stefano.colussi

Gio, 28/06/2012 - 23:11

Per me O.L.S. è il peggio del peggio..non commento...penso che basti e avanzi... Colussi detto "aldo"