Padoan rimane col cerino in mano

Per coprire il taglio del cuneo fiscale il ministro conta di usare i fondi strutturali Ue. Ma Bruxelles lo gela: "Non può"

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan rischia di rimanere col cerino in mano. Negli uffici di via XX Settembre c'è un grosso affanno per trovare le coperture economiche che andranno a coprire il taglio del cuneo fiscale. Sul tavolo, oltre agli incassi (non ancora cifrati) del rientro dei capitali evasi, il titolare del Tesoro vorrebbe utilizzare i fondi strutturali europei che non vengono spesi. Peccato che il commissario Ue alle Politiche regionali Johannes Hahn sia subito saltato al collo di Padoan ricordandogli che "i fondi della politica di coesione devono essere utilizzati per finanziare nuovi progetti per lo sviluppo". "Quindi - ha messo in chiaro - non possono essere usati per coprire la riduzione di imposte, come quella potenzialmente legata al cuneo fiscale".

Come spiegava nei giorni scorsi, Padoan è al lavoro su due fronti: la spending review e il taglio del cuneo fiscale. Un piano ambizioso che, stando alla "cura choc" elaborata dal premier Matteo Renzi, servirebbe a far ripartire la crescita. Il piano, però, è farraginoso, soprattutto per quanto riguarda le coperture economiche. Puntando tutto sull'effetto strutturale dei tagli alla spesa pubblica, il Tesoro conta di realizzare risparmi per 32 miliardi di euro entro il prossimo biennio. Nel 2014 dovrebbero arrivare già 5 miliardi di euro. Non abbastanza per andare a coprire il piano economico che già settimana prossima dovrebbe approdare in Consiglio dei ministri. Come spiega il Sole 24Ore, "la trattativa con la Commissione europea verterà sulla possibilità che per rendere immediatamente effettivo il taglio al cuneo fiscale si possano utilizzare, sotto forma di 'anticipo' dei complessivi risparmi di spesa, anche entrate una tantum". E quindi: in primis, Padoan conta di mettere le mani sui capitali esportati illegalmente e fatti rientrare. L'introito, però, è quantomai fumoso. Per questo vorrebbe far rientrare nella partita anche i fondi strutturali europei che non vengono spesi.

Sui fondi strutturali Bruxelles ha subito alzato un muro. E ha caldamente invitato Padoan a non contare sull'utilizzo di soldi che "non possono essere usati per coprire riduzione di imposte". "Stiamo quindi dicendo all’Italia, come a qualsiasi altro Stato Membro dell’Unione, che le regole dei fondi permettono di finanziare con risorse nazionali (prima che i programmi per il 2014-2020 siano adottati dalla Commissione, ndr) progetti concreti per offrire, per esempio, aiuti per lo start up o per l’espansione produttiva e occupazionale dell’industria manifatturiere, o operazioni per ridurre la dispersione scolastica", ha puntualizzato Shirin Wheeler, portavoce del commissario Hahn, ricordando che tutti i progetti saranno sottoposti a una verifica di coerenza con le regole, i criteri di selezione e la strategia. Insomma, sui fondi europei è meglio che Padoan non faccia affidamento.

Commenti
Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Ven, 07/03/2014 - 13:44

..abbiamo scelto un altro genio indiscusso dell'economia mondiale..

fr57

Ven, 07/03/2014 - 13:50

e per fortuna che ieri hanno detto che nn devono ricevere ordini dall'europa perchè sanno cosa devono fare......

Mechwarrior

Ven, 07/03/2014 - 13:51

ahi ahi ahi mi sa che il "cuneo fiscale" ce lo prendiamo nel solito posto :-P

Ritratto di ..beautifulDay..

..beautifulDay..

Ven, 07/03/2014 - 13:59

SERVI!

jeanlage

Ven, 07/03/2014 - 14:00

Una idea per Padoan. Facciamo che la Gran Bretagna: dimezziamo il contributo che diamo all'Europa ed usiamo il resto per ripianare il debito. Come sempre l'Europa, messa davanti al fatto compiuto, si adeguerà, dopo aver ferocemente miagolato.

Hook61

Ven, 07/03/2014 - 14:12

bisogna correggere il sottotitolo... non "conta",bensi' "contava".. ma cos'e'?? prima gli fanno un esame a 'sti qui e poi se li bocciano li mettono a governare l'Italia??

Giorgio1952

Ven, 07/03/2014 - 14:17

Si ...... quello che gli ha lasciato Saccomanni, al quale l'aveva lasciato Grilli, al quale l'aveva lasciato Tremonti, al quale lo aveva lasciato ......., al quale .......Ha perfettamente ragione Matteo Renzi non c'è bisogno che ce lo dica l'Eu o la "sciura" Merkel quello che dobbiamo fare, lo sappiano noi italiani quello che si deve fare peccato che sono 20 anni che non lo fa nessuno!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 07/03/2014 - 14:20

ALTRE TASSE E ACCISE IN VISTA PER I BABBEI ITALIANI CHE RESTANO CON I MASSONI EUROPEI E LE FIGURINE STAMPATE DALLA BCE

Daniele Sanson

Ven, 07/03/2014 - 14:27

Ecco l'ennesimo ministro che appena si siede nella poltroncina assegnatagli gli viene detto ,sempre dalle stesse persone ma che nessuno sá chi siano, vienne appunto detto " questo non si puó fare...quest'altra manovra neppure ... " insomma mai una persona con le palle che dica a questi signori " spiacente ma da oggi si fá come dico io . " Ha perfettamente ragione Briatore , per cambiare il Paese ci vogliono persone competenti e fortemente determinate . danisan

Ritratto di spectrum

spectrum

Ven, 07/03/2014 - 14:31

Pagliacci, comunisti pagliacci e ipocriti. Serviva questa sceneggiata ? Mandsre su Renzi, fare tanta demagogia sulle riforme, e poi scoprire che l'europa non da accesso a quei fondi ? Le stesse cose le avevano gia dette a Letta, e ai governi precedenti. Noi siamo spendaccioni, dobbiamo tenere i conti in ordine (e cosi restare poveri e piu comandabili). Occorreva renzi ? Certo, perche cosi per la sinistra si e' aperto il totoministri, e la lotteria dei segretari, tante nuove poltrone. Letta fa bene a essere offeso e incazzato.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 07/03/2014 - 14:32

Caro charry_red_wine, mi permette una piccola ma significativa correzione? Suggerirei di usare "ci hanno imposto"... E siccome deve avere capito male qualche consiglio lo hanno bastonato... Per il resto, ha perfettamente ragione Mechwarrior.

Rainulfo

Ven, 07/03/2014 - 14:48

è come in quelle risse dove il terzo invece che separare i contendenti blocca uno dei due per fargli prendere più cazzotti.... ho la strana sensazione che la UE tiri a fregare, mi sbaglio?

Leonardo Marche

Ven, 07/03/2014 - 14:55

Però! Coprire un fabbisogno strutturale con due entrate una tantum! Il rientro dei capitali, messo che qualcuno ci caschi dopo i voltafaccia dello Stato negli anni scorsi, che ha ritassato chi aveva fatto rientrare capitali e quindi è diventato non più credibile. Ma poi il rientro dei capitali non era una cosa di centro-destra che la sinistra aborriva? E le risorse della spending review? Qualcuno pensa che se risparmieranno qualcosa sarà lo stesso ogni anno? Siamo seri! Non so quante volte questi risparmi fantomatici se li sono già riutilizzati per qualcos'altro. Per favore qualche giornalista può andare a vedere di tutte le leggi fatte da Monti quanti hanno avuto un decreto attuativo in % e quante ne sono senza ancora a distanza di tre anni e quindi inutili? E dei decreti attuativi può calcolare quanti sono di tasse e quanti di risparmio dello Stato e quanti di nuove spese? Grazie

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 07/03/2014 - 14:58

SENZA EURO IL NOSTRO EXPORT E IL NOSTRO TURISMO ANDREBBE ALLE STELLE CON NUOVI OCCUPATI CON 2 CIFRE MA A TUTTI VOI PIACE RESTARE E FINANZIARE LE NUOVE CONQUISTE IN UCRAINA DEL NUOVO ORDINE MONDIALE, TOLGONO I RISPARMI A VOI ITALIANI PER COMPRARSI L'UCRAINA, POVERI BABBEI CON GLI OCCHI CHIUSI

gneo58

Ven, 07/03/2014 - 15:00

cominciate a tagliarvi gli stipendi a 3000 euro al mese, e via tutti i benefit, si dice che chi ben comincia e' a meta' dell'opera, date l'esempio forse qualcosa cambiera'

Ritratto di Scassa

Scassa

Ven, 07/03/2014 - 15:01

scassa Venerdì 7 marzo Renzi ,Renzi,sparale più piccole ,perché anche il comico voleva elargire l'assegno di cittadinanza a più di 10 milioni di residenti disoccupati extra compresi ,con i soldi dell'UE ,ma è stato sommerso dalle risate della Troi...ka ! Ma questo Padoan ,sarebbe un economista alla Prodi ,alla monti ,alla padoa Schioppa,alla Saccomanni,oppure al consigliere delegato del MPS ? ARIDATECI TREMONTI ,almeno ogni tanto faceva anche ridere . Buffoni ! Sassatelli Silvana .

gneo58

Ven, 07/03/2014 - 15:01

per MechWarrior - e' per quello che lo hanno chiamato "cuneo"

Roberto Benso

Ven, 07/03/2014 - 15:05

Non è consolante sapere che le decisioni vengono assunte da Shirin Wheeler e da Hahn?

Higgs

Ven, 07/03/2014 - 15:05

la UE tira a fotterci le nostre aziende (da tempo), e questo essere nella foto dalla faccia da cane bastonato di certo non ha gli zebedei per fargli nemmeno il solletico, figuriamoci....pissipissibaubau.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 07/03/2014 - 15:09

ahi ahi PAdoan, lo sapevano anche i fanciulli che hanno scritto la canzonetta a Renzi. Non spari Brunettiate da quattro soldi

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 07/03/2014 - 15:16

la solita commedia da politicanti. fanno vedere al popolino che I cattivacci di bruxelles non gli danno I soldi e cosi' sono costretti a non tagliare il cuneo fiscale. il problema e' un altro: che cazzo ci stiamo ancora facendo nella comunita' europea?

gigetto50

Ven, 07/03/2014 - 15:17

...com'é triste...almeno Saccomanni aveva l'aria ridanciana...

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Ven, 07/03/2014 - 15:22

Se le chiacchiere facessero farina, con Renzi si affogherebbe nel pane, ma per adesso i sui ministri pari cerchino "nuove" risorse fiscali, ed i comunisti a trovare nuove tasse sono i primi della classe.

Ritratto di EdyLampadina

EdyLampadina

Ven, 07/03/2014 - 15:25

OK, non si può dice l'Europa. Ma si può uscire da questi strozzini e ritornare alla nostra cara Lira? Vediamo cosa rispondono!

Mechwarrior

Ven, 07/03/2014 - 15:33

LOL Mr Gneo58 :-) confidiamo almeno in po' di lubrificante ;-)))))

Ritratto di Scassa

Scassa

Ven, 07/03/2014 - 15:41

scassa Venerdì 7 marzo XMarco Piccardi ,stiamo in Europa per portare pattume e vasi a Samo,ovviamente pagando,e senza neanche il ritorno dei cocci ! Le spiego meglio : i nostri governanti ci vendono per cretini ,che se ci fosse il festival dei cretini arriveremo ultimi ......perché SIAMO CRETINI !!!!! Silvana Sassatelli.

km_fbi

Ven, 07/03/2014 - 15:59

Il Dr Padoan, se vuole saltarci fuori, deve per forza esercitarsi, ad eseguire quelle operazioni chirurgiche - il taglio della "spesa pubblica abnorme" - che finora tutti hanno brigato per evitare... non si capisce bene per quale strano motivo, perché è solo da un tale taglio che dipende la salvezza del paese. O dobbiamo ridurci a chiedere l'intervento di un "allenatore straniero" per fare quella cura radicale di cui la macchina pubblica necessita per consentire a tutto il resto del paese di correre come può e come sa, senza che essa ne costituisca l'ingombrante, obsoleta e costosissima palla al piede???

pastello

Ven, 07/03/2014 - 16:07

Mai una volta che rimangano con un candelotto di dinamite in mano. Acceso naturalmente.

paco51

Ven, 07/03/2014 - 16:08

quando dicono che uno è apprezzato in europa mi stringo le chiappe. ma a me che me ne frega dell'ucraina? Che vada a Putin almeno risparmiano parte dei 12 mld di euro che qualche caz..ne dice di dargli.Se non usciamo dall'euro e dall'europa finiremo peggio dell'Argentina. Ma non era meglio 20 anni fa qaundo c'era la lira ed anche Craxi?tutti stavamo meglio, molto meglio.

pastello

Ven, 07/03/2014 - 16:09

Anche questo ha una faccia....

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 07/03/2014 - 16:11

@Scassa , lei ha ragione e questa Europa fa veramente schifo.

Giorgio5819

Ven, 07/03/2014 - 16:23

...a lui rimane il cerino in mano, a noi italiani rimane qualcosa d'altro...e non in mano. Svegliamoci!! Avessimo un esercito...!

roseg

Ven, 07/03/2014 - 16:29

Imperterriti si continua a smacchiare il giaguaro e a pettinare le bambole...

Ritratto di EdyLampadina

EdyLampadina

Ven, 07/03/2014 - 16:37

Qui ci vuole un colpo di stato serio! Non quello fatto ora!

Ritratto di geode

geode

Ven, 07/03/2014 - 17:08

A colpi di "GENII" è stata massacrata la gente; a quando il massacro dei "GENII" !!!!-.

mario massioli

Ven, 07/03/2014 - 17:32

Molti di voi, grandi media,sono a conoscenza che in italia nessun governo potrà risolvere il problema italia/europa.Non ci sono più i soldi.Abbiamo perso la sovranità monetaria e parlamentare,grazie ai trattati europei firmati da TUTTI i ns. governi nel corso dei decenni scorsi. (neanche padre PIO potrebbe farcela)In estrema sintesi,ABBIAMO LA CRISI PERCHè MANCANO I SOLDI,PENSARE CHE UNO STATO SOVRANO LI STAMPA A COSTO ZERO.(COME LA BCE POI LI VERSA NELLE BANCHE FINANZIARIE PRIVATE.)Tutti gli stati aderenti all'unione europea devono andare a prendere il denaro da questi strozzini,A PREZZO PIENO PIù INTERESSI.Il giornalista PAOLO BARNARD sono più di tre anni che divulga la macroeconomia con 100 anni di storia ME-MMT. (Attualmente la domenica in prima serata su la 7.) Quando avrete il coraggio di parlarne?

Holmert

Ven, 07/03/2014 - 17:43

Che cosa potrebbe tagliare Padoan alla spesa pubblica, per ottenerne 32 miliardi di euro? Non riesco proprio ad immaginarlo. Padoan è simile al fu Padoa se togli solo la n. Si differenziano solo per Schioppa. E siccome omen nomen, nel nome un destino, Padoan dopo avere pensato e ripensato, passerà all'attacco con nuove tasse da orbi. E' da tempo che l'UE ha puntato i nostri risparmi ed io sono sicuro che Padoan non se lo farà ripetere due volte. Renzi ha fatto delle promesse, parlando a ruota libera. Promesse di abbattere il cuneo fiscale, di riformare il lavoro, di avviare una edilizia scolastica, di fare ora questo ora quello, ma non ha mai detto dove andava a prendere i soldi. Visto che l'Italia non ha liquidi né del resto li può stampare con le rotative della banca d'Italia, come facevano quelli del CAF(Craxi, Andreotti, Forlani). Gli unici soldi rimasti sulla piazza, sono quelli dei risparmiatori, piccoli e un po' più grandi dei piccoli. Nel nome dell'oro alla patria, ci attingeranno a piene mani. E sarà l'inizio della fine. Ricordo, quando tanti anni fa, mi recavo nel paese dei nonni, ed avevo bisogno di andare all'ufficio postale, trovavo tutto il paese ,in attesa di percepire la pensione ,sociale e di invalidità con compresi arretrati. Gente che incassava vagonate di soldi, sotto forma di assegni da centomila lire. Con l'impiegato postale che li timbrava. Un continuo bum bum bum ,dal mattino alle 8,30,sino alle 14,00. Poi dicono che a mettere in ginocchio l'Italia sia stato Berlusconi. Ora ogni tanto scoprono un falso cieco ed un falso invalido. Ma è solo una goccia nel mare. Con quella buriana hanno convissuto ed ingrassato tutti: politici, medici, impiegati e non ultimi gli utilizzatori finali. Ora lo stato rivuole i soldi, ma li chiede a gente incolpevole, per darli sempre agli stessi. E Renzi undertaker, è il tipo giusto per farlo.

gentlemen

Ven, 07/03/2014 - 18:15

Diciamocelo con chiarezza:le vie di uscita sono due, la prima è la rinegoziazione dei parametri e la seconda l'uscita dall'euro. Pensare di risanare il disastro spostando soldi,sempre gli stessi,da una parte all'altra non risolve alcun problema,semmai ne crea.Bisogna poi ridisegnare completamente l'apparato pubblico,ignorando lobbies e comparati,abbattere gli sprechi colossali delle Regioni,Provincie e Comuni. Lo faranno mai? Forse prenderanno coscienza della situazione nel momento si sentiranno sollevare da terra con uno strappo al collo? Staremo a vedere.Una cosa è certa:la nostra pazienza di cittadini italiani è finita da un pezzo!

Emilio il pazzo

Ven, 07/03/2014 - 18:28

Ma gli incapaci tutto al governo vanno? Li esaminano prima x assicurarsi che non capiscano un cazzo?

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 07/03/2014 - 21:10

L’economista Americano Alan Friedman con il suo libro “Ammazziamo il Gattopardo” presenta la vera storia di come il debito ha cominciato a salire in Italia durante gli anni di malgoverno della prima Repubblica con I governi di centro-sinistra, e anche dopo. E illustra come la classe politica ha sprecato decenni senza affrontare le grandi riforme, necessarie per rimettere il Paese sul binario della crescita e dell’occupazione. Friedman incontra Giuliano Amato, ex-consigliere economico di Bettino Craxi, oggi alla Consulta, e Amato spiega come i socialisti e i democristiani hanno usato la spesa pubblica contro il Pci, facendo salire il debito nel tentativo di attirare voti. Questo delinquente di un Amato insieme ai suoi pari della sinistra ha causato al Paese un danno pari ad una Guerra Mondiale persa e meriterebbe insieme ai suoi pari la fucilazione alle spalle per Alto Tradimento. Possibile che la Magistratura Italiana e/o la Corte dei conti, in prsenza di queste affermazioni di Amato non vi ravvedonano gli estremi per procedure contro di lui e i suoi pari?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 08/03/2014 - 00:40

Come mai questo signor Padoan, che ci viene decantato come un super genio esperto di finanza, fa il grossolano errore di farsi negare il denaro dall'Unione Europea? MA CHE RAZZA DI GENIO È SE NON CONOSCE LE REGOLE PER L'UTILIZZO DEI FONDI EUROPEI? Dobbiamo rassegnarci a subire gli errori dell'ennesimo pasticcione incompetente?

Ritratto di filatelico

filatelico

Sab, 08/03/2014 - 05:49

Nella Serenissima Repubblica di Venezia agli evasori fiscali toglievano una lettera del cognome. Cosa può fare questo discendente di evasori fiscali veneti? NullA SE NON RUBARCY ALTRI SOLDI IN NOME DELL'eUROPA.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 08/03/2014 - 08:51

Fuori un imbecille inetto dentro un altro. Cominci a dire a frau kulona che noi da oggi non paghiamo più il fondo salva stati.

freeangelance

Sab, 08/03/2014 - 08:56

Bisognerebbe stampare un bel 100 miliardi a costo di incrementare l'inflazione di un2/3% , ma visto che con l'euro non si può stampare, si deve dire chiaramente : signori creditori se andiamo avanti così non rimborseremo i debiti nel giro di qualche anno e allora continuiamo a rimborsarvi il capitale versato ma dobbiamo dimezzarvi gli interessi correnti sul credito. Nel giro di cinque otto anni avendo a disposizione circa 40 /45 miliardi annui potremo fare le riforme e accelerare la ripresa. Se non accettano si caricheranno del rischio fallimento dello stato se non briciole e non avranno più alcunchè .Da non dimenticare poi il dimezzamento,come l'inghilterra, del versamento spese collettive eu : altri 15/20 miliardi. Ora la domanda è : abbiamo un uomo con tali attributi che sia capace di fare ciò che premesso ? ovvero il così detto uomo della provvidenza ?

freeangelance

Sab, 08/03/2014 - 08:56

Bisognerebbe stampare un bel 100 miliardi a costo di incrementare l'inflazione di un2/3% , ma visto che con l'euro non si può stampare, si deve dire chiaramente : signori creditori se andiamo avanti così non rimborseremo i debiti nel giro di qualche anno e allora continuiamo a rimborsarvi il capitale versato ma dobbiamo dimezzarvi gli interessi correnti sul credito. Nel giro di cinque otto anni avendo a disposizione circa 40 /45 miliardi annui potremo fare le riforme e accelerare la ripresa. Se non accettano si caricheranno del rischio fallimento dello stato se non briciole e non avranno più alcunchè .Da non dimenticare poi il dimezzamento,come l'inghilterra, del versamento spese collettive eu : altri 15/20 miliardi. Ora la domanda è : abbiamo un uomo con tali attributi che sia capace di fare ciò che premesso ? ovvero il così detto uomo della provvidenza ?