PAESE STRITOLATO/2Le vacanze restano un sogno: a casa 8 milioni di italiani

Quest'anno la crisi costringerà 7,8 milioni di italiani a rinunciare alle vacanze estive e condizionerà le ferie di altri 23,3 milioni di persone. Ma anche chi si metterà in viaggio porterà in valigia gli effetti delle difficoltà economiche. Alla vigilia dell'esodo, è uno studio di Confartigianato a lanciare l'allarme: tra il 2009 e il 2013 l'indice dei prezzi dei servizi per le vacanze è aumentato del 15,1%, e quello dei trasporti addirittura del 21,8%. Più contenuti i rincari dei pacchetti vacanze (+8,7%) e di alberghi e ristoranti (+6%). L'impatto dell'inflazione sulle ferie degli italiani si fa sentire soprattutto per i carburanti che in Italia costano l'11,9% in più rispetto alla media dell'Eurozona. In particolare, il nostro Paese ha il record negativo per il prezzo della benzina verde, superiore dell'8,5% rispetto alla media Ue, e per quello del gasolio auto, superiore del 15,6% rispetto alla media europea. E secondo il Codacons i recenti rincari di benzina e gasolio si tramuteranno in una stangata da 115 milioni di euro per gli italiani in partenza: l'ondata di rincari negli ultimi giorni ha determinato una maggiore spesa per un pieno di benzina pari a 3,85 euro rispetto ai listini in vigore solo 3 mesi fa.

Commenti

franco@Trier -DE

Dom, 14/07/2013 - 07:44

bisogna fare sacrifici non potete dimezzare le paghe dei vostri politici loro si che possono andare il ferie lavorano molto poi fanno andare la economia italiana a gonfie vele devono essere premiati.Voi siete evasori fiscali.