La "paghetta" ai carcerati torturati

Carceri incivili e rimborso assurdo: pagare i detenuti è roba da matti. Meglio l'amnistia

Ieri c'era un articolo di Liana Milella sulla Repubblica in cui l'autrice discettava del cosiddetto piano carceri studiato dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando, allo scopo di prevenire - scongiurare - le punizioni europee previste per chi, come l'Italia, tratta i detenuti in modo disumano, contrario alle disposizioni comunitarie nonché a criteri umanitari. In che senso? Noi italioti, per essere chiari, siamo talmente stupidi da impostare la nostra giustizia sulla galera. Commetti un reato, piccolo o grande? Affari tuoi. Ti meriti qualche annetto o mesetto (se ti va di lusso) in cella. Dipende dalla generosità del dottor giudice che, secondo propria discrezionalità, applica le leggi cretine dello Stato, le più cretine del mondo non soltanto occidentale.

Di cretineria in cretineria, siamo arrivati a infoltire di gente le prigioni, sovraffollandole al punto tale da renderle simili a lager: detenuti stipati uno sopra l'altro in spazi ridotti, quali sardine in scatola. La Ue non è d'accordo con questo sistema, così come chiunque abbia un minimo di sale in zucca. Il galeotto non è uno scarafaggio (ammesso e non concesso che gli scarafaggi non vadano rispettati quali esseri viventi) e merita misericordia. Non è lecito maltrattarlo. O l'Italia si rassegna a rendere le carceri vivibili o paga dazio in misura considerevole.

Sappiamo che l'Europa è una schifezza e ci fa campare da cani, tuttavia sappiamo altresì che noi stessi siamo crudeli nei confronti di chi finisce dentro. Dobbiamo quindi ragionare e dimostrare che siamo capaci di essere civili. O ci diamo delle strutture idonee per castigare i reprobi, oppure - in caso contrario - i reprobi siamo noi e meritiamo di essere adeguatamente redarguiti. E allora? Onde evitare sanzioni gravi, il governo italiano, nella persona del ministro Orlando (Pd), ha studiato il modo per farla franca. Ma ha studiato male, poveraccio. Udite che cosa ha escogitato. Per alleggerire le prigioni, ha deciso di concedere uno sconto di pena del 20 per cento a coloro i quali sopportano una situazione assurda, essendo ristretti in uno spazio appena sufficiente forse per un topo e non di sicuro per una persona.

Non solo: il ministro è talmente «buono» che immagina di versare 10 o 20 euro al giorno, a titolo di indennizzo, ai detenuti «torturati». Con questi provvedimenti ridicoli ovvero inadeguati, Orlando suppone di cavarsela, ottenendo il plauso dell'Europa. Roba da matti. Pur di non accordare l'amnistia a chi è stato privato della libertà, egli è pronto a ricorrere a soluzioni che tali non sono. Ma si può essere più stolti di così? Tu mi costringi a sopravvivere in 3 metri quadrati, ovviamente insieme ad altri, la cui bella personalità vi lascio immaginare, e, in cambio dell'afflizione che mi infliggi, mi dai 10 o 20 euro al dì? Ma che razza di ragionamento presiede a questa decisione cervellotica e meschina?

Non si rende conto il ministro che qui siamo di fronte a persone sottoposte a un regime carcerario che fa ribrezzo e va modificato radicalmente? L'Italia, in materia di reclusione, è a livello di Zanzibar e necessita di riforme strutturali.

Cambiano i governi, ma non c'è nessuno che abbia il coraggio di ripartire da zero, restituendo al sistema un minimo di dignità? Il discorso è semplice: o più galere per tutti - che costano - o meno galera per chi sbaglia e pene alternative. Lasciamo perdere l'indulto che cancella le condanne, ma non il reato, e introduciamo l'amnistia, che azzera tutto e consente di ricominciare da capo. Non è una buona idea, lo so. Ma chi ne ha una migliore? Poiché nessuno aprirà bocca, ditemi quale altra alternativa si propone? Pagare le multe alla Ue e non cambiare niente? L'inciviltà non è la nostra aspirazione.

Commenti
Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 25/03/2014 - 13:29

La vera schifezza è che oltre il 50% (mi pare il 76%) dei detenuti sono in attesa di giudizio o di condanna definitiva: quindi tecnicamente innocenti. Neanche Pol Pot.......

linoalo1

Mar, 25/03/2014 - 16:34

Fregarsene dell'Europa!Guai a pagarli!Ci costano già troppo!Se extracomunitari,rimpatriarli subito e obbligatoriamente in caso di reato provato!Obbligatorietà di un Processo per direttissima!Ecco liberati molti posti come vorrebbe la nostra Matrigna!Lino.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 25/03/2014 - 16:52

Ma che paghetta del cavolo??? Che paghino per i sotterfugi che hanno fatto, SE LE LEGGI VANNO RISPETTATE, CHE SIANO RISPETTATE DA TUTTI, NON SOLAMENTE DALLA GENTE ONESTA!!!

laura

Mar, 25/03/2014 - 16:55

La proposta di Orlando e' demenziale, sono d'accordo. Alternativa? Ridurre la carcerazione preventiva (eccetto la flagranza di reato, se si tratta di reati contro la persona) dietro pagamento di cauzione. Espulsione e rimpatrio coatto, con divieto di ritorno, per gli stranieri che commettono reati contro il patrimonio, o spaccio di droga ecc.. Espiazione della pena nei paesi d'origine per reati maggiori e sentenze passate in giudicato. Si risolverebbe il problema del sovraffollamento. Rimodernare le carceri e destinarle ai delinquenti italiani che sono più' che abbondanti. Non c'e' bisogno di importarne dagli altri paesi.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 25/03/2014 - 16:59

L`Europa, non ha ancora capito, che gli SCANDINAVI NON HANNO LA STESSA MENTALITÀ DEGLI ITALIANI E NON POSSONO PRETENDERE LE CARCERI MODELLO SCANDINAVO, NEL BELPAESE. FOSSE COSI TUTTI I DISOCCUPATI ITALIANI ANDREBBERO IN PRIGIONE, MANGIARE, BERE ,DORMIRE TUTTO GRATIUTO ??? È LA MANNA CADUTA DAL CIELO !!!

gneo58

Mar, 25/03/2014 - 17:40

meglio pane e acqua, palla al piede e lavorare 10 ore al giorno - in cella solo per dormire - sono in galera non in vacanza premio -

enzo1944

Mar, 25/03/2014 - 17:45

Questo ministro orlando è davvero un demente se ha proposto una coglionata simile!.....mandatelo a scopare il mare,non a fare il ministro della Giustizia!.....questa è la classe politica......molto avveduta!.....Povera Italia!....Renzi,ma chi te lo ha proposto questo fenomeno??.....il napoletano che sta al Colle???......forse per non nuocere ai suoi amici magistrati(rossi)??

gamaximo

Mar, 25/03/2014 - 17:48

Dobbiamo fare una discussione seria. E' vero che le carceri straripano e che il trattamento ne risente ma da qui a pensare di pagare i carcerati c'è una distanza come da qui alla Luna. Io penso che: 1) bisogna costruire nuove carceri e non dimettere i detenuti; 2) chi delinque, in qualsiasi modo, debba essere condannato e debba scontare la pena sino alla fine; 3) una paga ai carcerati la si possa dare a fronte di un lavoro decente che il carcerato fa per ripagare lo Stato delle spese che sostiene; 4) chi non lavora non fa..........! La costruzione di nuove carceri darà lavoro ad operai ed imprese, la creazione di strutture per lo svolgimento del lavoro dei carcerati darà ulteriore lavoro ad altri operai ed altre imprese, il materiale necessario al lavoro dei carcerati darà il via ad un indotto che fornirà lavoro ad altri operai ed altre imprese. Altro che mandare fuori i carcerati!

Ritratto di melara

melara

Mar, 25/03/2014 - 17:52

Perché non sistemare l’Asinara rendendola fiorente , c’è pure anche un bel clima così dovrebbero essere contenti . C’è chi spende soldoni per andare in Sardegna mentre a loro è tutto gratis meditate gente meditate

gneo58

Mar, 25/03/2014 - 17:54

tra questa proposta e quella della Madia di mandare in prepensionamento i dipendenti PA per prenderne altri non so cosa e' peggio.....

Ritratto di semovente

Anonimo (non verificato)

plaunad

Mar, 25/03/2014 - 18:18

Siamo alla farsa.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 25/03/2014 - 18:57

Ma perché tutta la feccia extracomunitaria non la espellono? Le nostre carceri erano dimensionate per i delinquenti nostrani, ora devono ospitare la feccia di mezzo pianeta.

COSIMODEBARI

Mar, 25/03/2014 - 19:01

Ma non li paghiamo già, nel caso lo Stato, volesse dare, a seguito di corsi di studio, la licenza di scuola media inferiore? Pare che così fosse anni fa, pagando 600 euro circa pro capite al mese. Ai figli dei liberi ed onesti cittadini nessun pezzo di Stato, credo abbia retribuito gli studi con 600 euro al mese pro studente.

superpunk

Mar, 25/03/2014 - 19:16

Caro feltri, ben sapendo della tua doppiezza che per indultarne o amnistiare 1 ne cacceresti fuori 1000 ti indico una ricetta semplice. Più carceri comodi con meno drogati innocui (grazie alle politiche anticonsumo destrorse) e più colletti bianchi (quando parlate di depenalizzare voi pennivendoli depenalizzate sempre i vostri amici sponsor cricche). Poi farei pagare tutti gli onorevoli e parlamentari che ascoltando papa e presidente della repubblica hanno negli ultimi anni approvato provvedimenti di indulto amnistia e svuota carceri e che tra un provvedimento e l'altro non hanno affrontato il problema. Peccato che tra questi c'è il partito del tuo padrone e non lo puoi dire. Più carceri, più imprese che lavorano più secondini che lavorano ditte di pulizia e mense che lavorano e delinquenti lontano dai liberi cittadini, questo è quello che chiamate costo ? Io sarei contento di pagarlo. P.S. magari con le carceri più comode togliamo anche il vincolo di età

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 25/03/2014 - 19:49

Grandi i paraculi della sinistra, se non ci fossero bisognerebbe inventarli. Dopo aver contribuito in prima persona a riempire con il loro classico buonismo le galere italiane, con oltre il 50% di galeotti delinquenti extracomunitari, i dementi ora pensano perfino di dare loro una paga. Grandiiiii, il più bel spoot per incrementare la delinquenza, e invogliare tutti idelinquenti di mezzo mondo a venire in Italia

Ritratto di giusdange2

giusdange2

Mar, 25/03/2014 - 20:16

Che dire? Concordo pienamente con l'analisi di Vittorio Feltri.

Ritratto di giusdange2

giusdange2

Mar, 25/03/2014 - 20:18

Un atto di clemenza, può redimere molte coscienze.....a guadagno dell'interessato e della società.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 25/03/2014 - 20:35

E' vero o no che ci sono 32 (trentadue) stabilimenti di pena costruiti e non aperti ? Se è vero, che li aprano e ci mettano dentro i "poveri" sovraffollati. Se non è vero, che li costruiscano e li forniscano di personale. Non ci sono abbastanza guardie carcerarie ? Allora perchè mandiamo le nostre truppe a svolgere compiti di polizia in terre lontane oltre che distanti dal nostro mondo ? Il sovraffollamento è dovuto da detenuti in attesa di giudizio ? Che si sbrighino i signori giudici, quando hanno voluto correre hanno corso. La maggior parte dei detenuti sono extracomunitari ? Stringere patti con i paesi d'origine per far loro scontar la pena a casa loro; incidentalmente ci penserebbero più di una volta prima di delinquere, le informazioni sulle galere africane e mediorientali, oltre che est europee farebbero rabbrividire Jean Valjan.

pastello

Mar, 25/03/2014 - 22:13

Le vittime dei poveri carcerati stanno molto peggio. E non potranno neanche avere l'amnistia...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 26/03/2014 - 01:10

Mi chiedo a che razza di gente venga affidato un ministero. Già abbiamo difficoltà a reperire i fondi per risolvere i vari problemi di una crisi che attanaglia il paese. Questo "lucido" trova il modo di spenderne altri in aggiunta alle sanzioni che ci arriveranno dall'Europa. MA QUESTI COMUNISTI SONO DOTATI DI CERVELLO?

michaelsanthers

Mer, 26/03/2014 - 01:13

oggi in carcere ci vanno i pesci piccoli,i fessi,i fumatori di spinelli e cialtronaglia varia-andrebbero recuperati tanti carceri costruiti e abbandonati e metterci chi veramente merita e prima ancora una colossale riforma sulla giustizia a partire dai giudici che ne possono fare di cotte e di crude senza doverne rendere conto a nessuno

swiller

Mer, 26/03/2014 - 07:54

Azo. concordo.