PALAZZO MADAMA Diaria decurtata ai senatori a vita se sono assenti

Proroga della riduzione dell'indennità parlamentare fino al 31 dicembre 2015; trattenute sulla diaria anche per le assenze dei senatori a vita; regole più severe per i rimborsi per i viaggi dei senatori eletti all'estero; obbligo di deposito del contratto di lavoro dei collaboratori dei senatori. Sono queste le principali decisioni adottate ieri dal Consiglio di Presidenza del Senato, che si è riunito nel pomeriggio a Palazzo Madama. I senatori a vita, quindi, non saranno più esclusi dalla disciplina generale sulle trattenute. La decurtazione si applica alla diaria del senatore che non partecipa almeno al 30 per cento delle votazioni effettuate nella giornata.