Il Parlamento abusivo rischia l'arresto

Dopo la bocciatura del Porcellum, associazioni e sindacati pronti a bloccare le prossime leggi. Pioggia di ricorsi in arrivo

Roma - Illegittimo il sistema elettorale che ha portato quasi mille parlamentari a Roma. Illegittime le leggi che hanno approvato o che, più verosimilmente, approveranno in seguito. Il sospetto è al momento quasi solo un argomento da accademia, materia per i giuristi. Ma il tema c'è e su questo ragionamento stanno rizzando le antenne, avvocati, associazioni, sindacati e, più in generale, tutti quelli che hanno qualche conto aperto con la legge di Stabilità o con altri provvedimenti approvati o all'esame del Parlamento.
Per tutti questi soggetti, la decisione della Corte costituzionale che ha dichiarato illegittimo il sistema elettorale, può diventare un argomento da spendere in tribunale. Ad accennarlo per prima è stato il presidente emerito della Corte costituzionale Pietro Alberto Capotosti. «In teoria - ha detto in un'intervista a Qn - dovremmo annullare le elezioni due volte del presidente della Repubblica, la fiducia data ai vari governi dal 2005, e tutte le leggi che ha fatto un Parlamento illegittimo. Sennonché il passato si salva applicando i principi sulle situazioni giuridiche esaurite».
Il futuro no, quindi. E se la questione venisse posta, spiega un avvocato, non sarebbe respinta. Tra i provvedimenti che il Parlamento eletto con la legge incostituzionale dovrà approvare c'è appunto la «finanziaria» del governo Letta. I consumatori già affilano le armi. Il presidente di Adusbef Elio Lannutti individua i temi sui quali dal suo punto di vista varrebbe la pena giocare la carta della illegittimità. «Staremo a vedere, ma nella legge ci sono dei provvedimenti che vanno a favore delle banche come la rivalutazione delle quote Bankitalia. Una truffa. Poi ci sono 19,4 miliardi di euro per le banche e la questione della Cassa depositi e prestiti, ormai diventata peggio dell'Iri».
«Se il Parlamento non fosse abilitato a fare le leggi ci troveremmo di fronte a una situazione allucinante», aggiunge Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori. «Io ho sostenuto la nascita del governo delle larghe intese, ma se la prospettiva è che ogni legge votata dalle Camere finisca al Tar, a questo punto sarebbe meglio andare a elezioni».
Tutto dipende da cosa scriverà la Consulta nelle motivazioni. Ed è possibile che alla fine i giudici costituzionali cerchino di salvare gli atti prodotti durante la legislatura. «La Corte - spiega il presidente del Codacons Carlo Rienzi - regola l'efficacia delle sentenze e dirà che l'efficacia vale dalla prossima legislatura». Il nodo è politico, spiega Rienzi. La legge elettorale è illegittima, i parlamentari dovrebbero approvarne una nuova. «Ma siccome nessuno vuole farlo, alla fine si realizzerà quello che volevano Letta e Alfano». Cioè che arrivare a fine legislatura con questo Parlamento e questa legge.
Se succederà una cosa è certa: gli avvocati dello Stato avranno molto lavoro. Perché la sentenza è piombata in un momento che ad alcuni sarà sembrato politicamente perfetto (per fare durare il governo e il mandato parlamentare), ma pessimo per la politica economica. In piena sessione di bilancio, con diversi capitoli della legge sui quali sono stati annunciati ricorsi. Ad esempio sul capitolo pubblico impiego con gli insegnanti delle sigle autonome (dalla Gilda allo Snals-Confsal all'Anief) sul piede di guerra per il blocco degli stipendi. Poi le mancate rivalutazioni delle pensioni. Per non parlare del capitolo casa. Tutti temi sui quali sarà chiamato a pronunciarsi un Parlamento - secondo la Consulta - eletto con una legge illegittima.

Commenti

a.zoin

Ven, 06/12/2013 - 08:36

Se tutto questo che si legge è vero, potremmo arrotondare il DEBITO PUBLICO, BASTA CHE I PALAMENTARI RIDIANO ALLO STATO GLI STIPENDO RICEVUTI DALL`INIZIO DELL`ABUSITÀ DEL PATLAMENTO. (( Se ciò succedesse ci sarebbe una rivoluzione in parlamento,si vedrebbe allora l`egoismo e la faccia tosta, di coloro che ci dicono il da farsi. ))

no beluscao

Ven, 06/12/2013 - 09:01

bene pero' prima di tutto in galera i condannati

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 06/12/2013 - 09:04

mentre i ladri se ne stanno tranquillamente seduti nelle poltrone Mandiamo via tutti gli abusivi ma anche qualche assenteista COSI X RICORDARE - Ghedini Assenze: 99% primo posto Angelucci , Mariarosa Rossi , Piero Longo , Denis Verdini tutti del PDL Quintarelli 98 % Minniti 97 % Santanché : 92 % ………o NO ? caro giornale !!!!!!

Ritratto di vaffa..3.

vaffa..3.

Ven, 06/12/2013 - 09:16

via gli ABUSIVI, gli INETTI, i BUGIARDI, i LADRI...chi resta?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 06/12/2013 - 09:17

Adesso inizieranno le minacce dei massoni europei, vedrete che minacce di ingerenza, poveri italiani se non state attenti .....

Guido_

Ven, 06/12/2013 - 09:18

All'autore sfugge il piccolo dettaglio che il resto dei parlamentari non hanno frodato centinaia di milioni allo Stato italiano, cioè a tutti noi.

Renatino-DePedis

Ven, 06/12/2013 - 09:35

"Il Parlamento abusivo rischia l'arresto"? ma azzeriamo tutto, tutto dal 2006, no? perché se è abusivo questo esecutivo lo sono anche gli altri, e tutto per colpa VOSTRA, dato che siete degli spocchiosi, arroganti, violenti INCAPACI!

Ritratto di Baliano

Baliano

Ven, 06/12/2013 - 09:38

In galera tutti i "clandestini" del Parlamento ancor più delegittimati. Confisca di tutti i loro "averi" truffaldinamente accumulati, seguiti a ruota dai Golpisti, i "torturatori", sguinzagliati dalla "santa Inquisizione" Komunista. In galera, se la Legge non è ugule per tutti. E se lo è, in Galera! - Per l' Italia: ARRESTATELI!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 06/12/2013 - 10:04

Napolitano vagheggia una catarsi elettorale per il suo gattopardismo. Infatti il suo cerchio magico spende e spande peggio di prima, però segna i debiti sulla carta del burro, perché furbescamente pensa di metterli a bilancio col governo la destra, per dare la colpa a Berlusconi. Dunque, col polverone della legge elettorale, egli cerca di anticipare le elezioni, perchè Berlusconi le possa vincere, ma non stravincere, cosa che succederà ineluttabilmente entro il 2018, quando farà il repulisti dei corrotti del sinistro cerchio magico. Che poi è proprio quello di cui l'Italia ha urgente bisogno.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 06/12/2013 - 10:04

Napolitano vagheggia una catarsi elettorale per il suo gattopardismo. Infatti il suo cerchio magico spende e spande peggio di prima, però segna i debiti sulla carta del burro, perché furbescamente pensa di metterli a bilancio col governo la destra, per dare la colpa a Berlusconi. Dunque, col polverone della legge elettorale, egli cerca di anticipare le elezioni, perchè Berlusconi le possa vincere, ma non stravincere, cosa che succederà ineluttabilmente entro il 2018, quando farà il repulisti dei corrotti del sinistro cerchio magico. Che poi è proprio quello di cui l'Italia ha urgente bisogno.

Libertà75

Ven, 06/12/2013 - 10:11

@Guido_ forse ti sfugge per limite di capacità di analisi che il Parlamento gestisce miliardi di euro ogni anno, alloca le risorse, fa manovre di almeno 10miliardi e tutto con i soldi dei contribuenti. Ogni tanto almeno rileggere no?

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 06/12/2013 - 10:18

Mandiamo via tutti gli abusivi ma anche qualche assenteista COSI X RICORDARE - Ghedini Assenze: 99% primo posto Angelucci , Mariarosa Rossi , Piero Longo , Denis Verdini tutti del PDL Quintarelli 98 % Minniti 97 % Santanché : 92 % ………o NO ?

mirkomontaldo

Ven, 06/12/2013 - 10:21

bah

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 06/12/2013 - 10:26

Quindi abbiamo avuto per la seconda volta la conferma che quando il cdx mette mani a riforme o legge elettorale,ne esce un pasticcio con danni e figuracce storiche assolute.Il porcellum fatto a colpi di maggioranza prima delle elezioni del 2006 e pubblicamente sempre difeso da B. come un ottima legge(cit.),e' incostituzionale con conseguente caos istituzionale senza pari nella storia.Se poi qualcuno si ricorda che la stessa maggioranza oltre al porcellum varo' una riforma costituzionale sottoposta a referendum confermativo(referendum per il quale non c'era quorum quindi occasione storica)che i suoi stessi elettori bocciarono rifiutamdosi di confermarla,ebbene la conclusione a cui si giunge senza dover essere dei giuristi,e' che questi sono davvero degli incapaci senza pari.E vorrebbero pure cambiare la costituzione....

Triatec

Ven, 06/12/2013 - 10:28

Ieri sera in televisione Della Valle, che ci spiegava con i suoi sermoncini come dovrebbero essere affrontati i problemi del paese e come sempre ci ricordava che all'estero siamo stati ridicolizzati (chiaro riferimento a Berlusconi) ora vorrei sapere dall'illustre imprenditore cosa pensano all'estero del parlamento italiano dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale. Sai che risate!!!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/12/2013 - 10:34

Vorrei dare un contributo. Le sentenze della Consulta di incostituzionalità di una legge o di un atto avente forza di legge, che rendono la norma inefficace ex tunc e quindi estendono la sua invalidità a tutti i rapporti giuridici ancora pendenti al momento della decisione (ma che tuttavia non si applica ai cosiddetti «rapporti esauriti»), costituisce un orientamento "rigido" che è stato abbandonato fin dal 1986. Tale orientamento rigido iniziale, come rilevato dalla stessa Corte, può produrre effetti profondamente sconvolgenti sul piano sociale, ovvero oneri economici insopportabili, e darebbe luogo ad un grave turbamento della convivenza sociale, e potrebbe indurre la stessa Corte a non riconoscere il vizio di illegittimità costituzionale. La Corte stessa ha assunto quindi un atteggiamento più prudente e realistico, cominciando a emanare sentenze di illegittimità costituzionale non retroattive, ma valevoli per il futuro. Ora, non v'è dubbio alcuno che dichiarare incostituzionale la legge elettorale "Porcellum" ab origine estendendone gli effetti a tutti i rapporti giuridici derivati è semplicemente INSENSATO perchè avrebbe effetti devastanti sulle istituzioni e sul quadro normativo esistente, dal quale sono già derivati innumerevoli rapporti giuridici, anche di natura privatistica. Va da sè quindi che la sentenza della Corte non potrà che avere un'efficacia valevole per il futuro, come lascia anche presupporre l'osservazione della stessa Corte che il Parlamento deve approvare una nuova legge elettorale, e pertanto risulta ancora essere nella pienezza delle sue facoltà legislative. Per chi volesse approfondire: www.cortecostituzionale.it/ActionPagina_1034.do - 2) Efficacia retroattiva delle sentenze di accoglimento.

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 10:38

Patetici, come al solito, gli interventi antiberlusconiani: emerge sempre più chiaramente che Berlusconi è stato vittima di un attacco concentrico in malafede durato quasi vent'anni, ma loro continuano a non volerci credere...

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 10:42

Liberopensiero77, il problema è che molte situazioni giuridiche conseguenti alle decisioni parlamentari dal 2006 in poi non si sono affatto esaurite, e penso che molti ricorsi verteranno proprio su queste. Perchè poi sarebbe "insensato" perchè "devastante"? le ricordo che molti elettori considerano "devastante" la situazione creata da QUELLE decisioni politiche, ovvero sarebbero entusiasti di vederle annullate, ed il loro parere vale quello di chi la pensa al contrario. L'unica cosa oggettivamente devastante è stata la sentenza, sulla cui bontà è lecito avanzare anche diversi dubbi, ma che potranno essere approfonditi/risolti solo quando verremo a conoscenza delle sue motivazioni.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/12/2013 - 11:08

gian paolo cardelli - 10.42. Proprio perchè molte situazioni giuridiche pregresse non si sono esaurite, mi aspetto che la Corte, dall'alto della sua saggezza, emani una sentenza di illegittimità costituzionale valevole per il futuro e non retroattiva, evitando così tutti i possibili contenziosi che potrebbero invece sorgere. Io capisco che molte persone potrebbero essere interessate allo scardinamento di tutto il quadro istituzionale e normativo esistente (con un atteggiamento che io definirei "terroristico"), puntando magari sull'annullamento di norme ritenute sfavorevoli (per es. norme fiscali), però tenga presente che ci sono anche disposizioni che hanno recato vantaggi ai cittadini, anche quelle bisogna annullare? Ad es., a me ha fatto sorridere l'articolo del Direttore Sallusti il quale sostiene che tutto ciò che si è fatto negli ultimi 8 anni è illegittimo. OK, ho pensato, ma allora anche la grazia che gli ha concesso Napolitano, è illegittima ... In ogni caso lo scenario secondo cui tutte le principali istituzioni esistenti e le disposizioni legislative approvate negli ultimi 8 anni sarebbero nulle, mi sembra un ragionamento folle, mi consenta, neanche le brigate rosse, nel loro delirio rivoluzionario, sono arrivate a tanto ...

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 06/12/2013 - 11:27

g.p.cardelli,ma cosa c'entra l'attacco ventennale a berlusconi con una legge incostituzionale fatta dal governo berlusconi a colpi di maggioranza prima del voto nek 2006.Ho segnalato che sempre in quel periodo oltre al porcellum fu varata una riforma costituzionale poi sottoposta a referendum confermativo,quindi senza quorum per validificare il risultato,e che fu bocciata dai cittadini,compresi quelli di cdx che non ritennero di votarne la conferma.Parliamo dei fatti,mettiamo da parte il "tifo",e vrdiamo nella sostanza l'allora maggioranza politica cosa produsse e facciamo delle valutazioni.Se lo preferisce sgombriamo il campo dal nome di B. e parliamo nel merito delle responsabilita' politiche del cdx in merito ai fatgi di cui oggi si sta discutendo.

Ritratto di deep purple

deep purple

Ven, 06/12/2013 - 11:35

Tanto i comunisti e i democristiani, un modo per evitare di tornare alle urne lo troveranno o per lo meno cercheranno di durare il tempo per permettere a certi parlamentari di rimediare la sontuosa pensione e in questo li aiuterà proprio la corte costituzionale. Cosa credete, la bocciatura della legge elettorale è un'operazione di facciata per far credere alla gente che non sono così schierati come molti sostengono.

Romolo48

Ven, 06/12/2013 - 11:36

@ Guido_ … sei proprio sicuro che il resto dei parlamentari (credo intendessi dire, tutti tranne Berlusconi - o sbaglio?) non hanno commesso frode? Vogliamo cominciare dell'uso fatto dei rimborsi elettorali? Seconde te, non è frode usare soldi pubblici per scopi privati? Sei proprio sicuro che si salvi qualcuno? Va bene essere di parte, ma neppure guardare in faccia la realtà!

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 12:13

Liberopensiero77, iniziamo a dire che la Corte Costituzionale non è composta da divinità infallibili come invece quel suo "dall'alto della sua saggezza" lascia invece intendere: la Corte è composta dalla volontà dei partiti politici, non se lo dimentichi, e che agisca in base a convenienze politiche contingenti è un sospetto più che legittimo. Riguardo alla distinzione tra "cose fatte bene" e "cose fatte male" dopo il 2005: e chi lo stabilisce, visto che il giudizio è soggettivo? la mia tesi, e quella di Sallusti, è meramente di natura giuridica: se una situazione nasce da un atto incostituzionale le conseguenze giuridiche degli atti a seguire non possono che essere illegittimi, natura che non cambia nemmeno per gli atti esauriti (non si possono più cambiare, ma sempre illegittimi sono stati). E non userei, come le ho già scritto in altro articolo, il termine "folle": se un atto sbagliato ha prodotto conseguenze ormai sedimentate, non è "folle" tentare di rimetterle a posto, semmai "logico, ma troppo oneroso per provarci", concetto ben differente. Del resto non è stato "eccessivamente oneroso" rimettere a posto l'Europa dopo il disastro provocato da un atto legittimo, ma sbagliato (il Patto di Monaco)? cionondimeno...

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 12:19

Agrippina, lei continua a dare per scontato che la Corte abbia "azzeccato", ma provi per un istante, per uno solo, a pensare l'opposto: tutto sarebbe risolto... Riguardo alla sostanza, l'errore non è sbertucciare la legge elettorale X o quella Y, ma continuare a voler risolvere il problema della governabilità (potere esecutivo) tramite una legge che regolamenta il Parlamento (potere esecutivo), errore che stanno facendo TUTTI, nessuno escluso,pr il solo motivo di non voler perdere quel potere partitico che ha imbalsamato le nostre Istituzioni, rendendole mere formalizzatrici di una volontà che in realtà dovrebbe stare al di sotto delle Istituzioni stesse, ed è partendo da questo presupposto che si può cominciare a capire perchè la Corte abbia "toppato"...

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/12/2013 - 12:37

gian paolo cardelli, per fortuna nostra è la Corte costituzionale a decidere sulla costituzionalità delle leggi, nonché a stabilire la retroattività o meno delle sentenze, e non Lei o Sallusti ... A ciascuno il suo mestiere. E questo anche nel vostro interesse, perchè se aveste ragione voi, potrebbe succedere che magari a Sallusti gli revocano la grazia (perchè concessa da un PdR decaduto ...) e lo arrestano, e a Lei Gian Paolo Cardelli, qualche impiegato amministrativo ottuso le potrebbe chiedere la restituzione della pensione (o dello stipendio), perchè erogata in base (anche in parte) a qualche legge emanata negli ultimi 8 anni. Sarebbe divertente, non crede?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 06/12/2013 - 12:38

Ma forse a qualche illustre giurista del forum sfugge che la Corte e' composta da una pluralita' di soggetti,anche non politici,e che la sua funzione e' quella tipica delle democrazie occidentali di "bilanciamento e controllo" dei poteri dello stato.Precisamente per cio' che attiene la costituzionalita' degli atti dei poteri esecutivo,legislativo.E' vero,non esiste la perfezione,ergo la infallibilita',per questo ci si affida alla piu' terrena logica della responsabilita' delle proprie funzioni.E mentre,in attesa delle motivazioni,tocchera' agli organi preposti dirimere. la complessa matassa,a noi cittadini non resta che controllare e fare le nostre valutazioni politiche sulle responsabilita' e le capacita' degli eletti di ieri e di oggi in merito a questa faccenda.Ma purtroppo sulla questione prevale tanto per cambiare il tifo delle parti per cui alla fine e' piu' probabile che al porcellum succeda un porchettum piuttosto che far tesoro degli errori.

Guido_

Ven, 06/12/2013 - 12:44

@Romolo48, chi ha rubato soldi pubblici: i vari Bossi , Belsito, Fiorito, Formigoni, Penati, ecc. devono finire in galera. La differenza è che voi gli salvate, spesso addirittura gli promuovete con un seggio al Senato (vedi Formigoni). Berlusconi ha frodato centinaia di milioni. Questo è un fatto. Deve andare in carcere e come lui tutti quelli che hanno commesso altri delitti. Con la scusa del "così fan tutti" (che poi non è vero, perchè di politici onesti ce ne sono) state difendendo un malfattore e vi state comportando come suoi complici. Aprite gli occhi.

squalotigre

Ven, 06/12/2013 - 12:57

Agrippina- La legge elettorale è stata fatta sì con una maggioranza di cdx, ma secondo Costituzione è stata firmata e promulgata dal Presidente della Repubblica che mi pare sia stato un altro salvatore della patria che risponde al nome di Ciampi. E quest'ultimo con il suo codazzo di esperti giuridici l'ha considerata perfettamente legittima o no? E poi le conseguenze della sentenza chiunque abbia proposto e approvato la legge rimangono e con esse la illegittimità di Parlamento, Presidente della Repubblica attuale ed anche gran parte della Corte Costituzionale nominata da Parlamento e Presidente illegittimi. C'è una vignetta di Giannelli sul Corriere di oggi che essendo una vignetta forse riuscirà a comprendere. Si vedono due carabinieri che irrompono in una macelleria dichiarando che la carne che il macellaio sta vendendo è tossica. Ed il Macellaio risponde che la sta vendendo da 8 anni e quindi può continuare a farlo. Veda lei.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/12/2013 - 13:21

squalotigre, Ti rispondo io con la stessa metafora della carne tossica. Se ti venissero a dire che tuo figlio di 8 anni ha mangiato carne tossica da quando è nato, e che per questo bisognerebbe sopprimerlo, Tu che cosa risponderesti? Che sarebbe una follìa, giusto? Che bisognarebbe solo evitare che mangi carne tossica per il futuro, no?

squalotigre

Ven, 06/12/2013 - 13:28

liberopensiero77 - mio figlio non lo sopprimerei, ma certamente non gli permetterei di continuare a mangiare la carne avariata e soprattutto non permetterei al macellaio di continuare a venderla per recare danni agli altri. Lei invece permetterebbe al macellaio di continuare? Complimenti, perché è quello che vuole Napolitano and company.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 06/12/2013 - 13:38

@squalotigre,mai sentito parlare di "irresponsabilita politica del PdR per i suoi atti"?e della controfirma degli atti presidenziali tra cui anzitutto le leggi?All'epoca il PdR fece non poche valutazioni sul porcellum,la piu famosa sul premio di maggioranza al senato,che infatti fu cambiato in corsa per evitare una palese incostituzionalita'.Ora,non voglio assolvere Ciampi,non me ne importa nulla,ma si da il caso che il PdR oltre a fare rilievi e osservazioni,oltre allla moral suasion non puo' andare piu'. di tanto perche' c'e' il rischio di un suo sconfinamento nelle decisioni fatte da un governo che ha la fiducia delle camere,al punto che se si rifiuta di firmare la legge(cosa che fece rispedendola per correzioni),in seconda presentazione deve firmare.A questo punto per sollevarlo dalla responsabilita' politica degli atti,segue la controfirma del ministro competente o del pdc.Ecco perche' Ciampi c'eentra molto poco nella sostanza,nulla nella forma.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 06/12/2013 - 14:08

Squalotigre,visto che il macellaio in questione e' colui che la legge l'ha preparata e venduta,lei ci sta dicendo che lo ritiene il responsabile di tutto cio' e pertanto non si servira' piu' da lui.Mi sembra un ragionamento di buon senso,adesso non le resta che essere coerente con quanto ha affermato.

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 14:34

Liberopensiero77, NO, per la fortuna dei suoi preconcetti: la Corte Costituzionale è infallibile, secondo lei? risponda...

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 14:39

Agrippina, lei è ineffabile: "Ma forse a qualche illustre giurista del forum sfugge che la Corte e' composta da una pluralita' di soggetti,anche non politici,e che la sua funzione e' quella tipica delle democrazie occidentali di "bilanciamento e controllo" dei poteri dello stato." pensi un po': la Corte Costituzionale ce l'abbiamo solo noi... la sua idea poi che debba esistere un ente con "potere di bilanciamento e controllo degli altri poteri" e che questo sia IN UNO DEI TRE POTERI (quello giudiziario, nella fattispecie) dimostra che lei non ha affatto la mentalità del citadino democratico, ma del suddito, che ha bisogno di concepire un "ente superiore". E' ora di crescere, Agrippina: lei e tutti quelli che la pensano in modo analogo!

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 14:41

Guido_ non rivolti la frittata: chi si è sempre difeso dietro il "così fan tutti" sono proprio i cialtroni del PD, non gli altri. Ci saluti il MPS, a proposito di furti...

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 14:44

Io consiglierei a ch ista parlando sulla metafora della carne tossica di andare ad un corso di logica, visto che chi l'ha iniziata, Liberopensiero77, l'ha completamente toppata... ed il bello è che è stato proprio lui a ricordarci della faccenda dei 2rapporti giuridici esauriti"!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/12/2013 - 14:52

squalotigre, la palla adesso ce l'ha la Consulta, non Napolitano. Finora la sentenza non è stata pubblicata, c'è solo un comunicato stampa della Corte C. dove si dice fra l'altro che il Parlamento deve cambiare la legge elettorale, quindi se ne deduce che può legiferare, o sbaglio? Lei che farebbe al posto di Napolitano, scioglierebbe le Camere sulla base di un comunicato stampa? Bisogna aspettare la pubblicazione della sentenza, e allora sapremo ... Secondo me, l'efficacia sarà riferita al futuro, non sarà retroattiva ...

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/12/2013 - 15:06

gian paolo cardelli, pensi Lei a fare un corso di logica e pensi pure alle Sue di toppe, grosse come case: il discorso che ha fatto sull'altro articolo secondo cui il Parlamento doveva, riguardo alla decadenza di Berlusconi, "ignorare la causa sopraggiunta di ineleggibilità" per non meglio precisati "motivi di opportunità politica" è un esempio lampante di mentalità rivolta alla violazione della legge per favorire il potente di turno. Ma dai tempi di don Rodrigo è passata molta acqua sotto i ponti, caro signore ...

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/12/2013 - 16:05

gian paolo cardelli, leggo che secondo Lei "la Corte Costituzionale ce l'abbiamo solo noi...". Ahahahahahaha, ma davvero????? Le fornisco un elenco (incompleto) di Paesi dove c'è la Corte costituzionale: Stati Uniti (Corte Suprema), Francia, Germania, Polonia, Brasile, Bielorussia, Romania, Ucraina. E' sempre un piacere discutere con un esperto di diritto ...

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 06/12/2013 - 16:23

gp cardelli,e' una pessima abitudine quella di stravolgere ik senso delle frasi altrui.Ho forse mai scritto che la Corte Costituzionale rappresenta il potere giudiziario?No.La Corte Costituzionale e' un ORGANO dello Stato.Ha presente la differenza tra potere e organo?Siamo all'abc del diritto costituzionale,se lei ignora questo la vedo dura andare oltre.La Corte e' un organo con funzioni e competenze specifiche che avendo la responsabilita' fondamentale di esprimersi sulla costituzionalita' degli atti e sui conflitti tra poteri dello stato ed organi dello stato,ha una natura e composizione plurale proprio in funzione della sua competenza ed a garanzia degli organi e dei poteri di cui la Corte si occupa.In questa sua composizione e quindi nella sua stessa natura,si ritrova l'applicazione del principio di cheek and ballance(controllo e bilancio) tipico delle democrazie dove i poteri sono divisi e vi sono organi di controllo reciproco nonche' di trasmissione e collegamento tra di loro.Cordialita' cittadino berlusconiano.

Guido_

Ven, 06/12/2013 - 19:52

Gian Paolo Cardelli, il PD ha cacciato Penati dal partito mentre il PDL ha promosso Formigoni al Senato. Serve altro per dimostrare che i ladri, cialtroni e disonesti siete voi?

squalotigre

Ven, 06/12/2013 - 19:55

Agrippina- Il Presidente della Repubblica gode sicuramente di irresponsabilità politica ma questa non le vieta di respingere una legge ritenuta anticostituzionale al Parlamento che la deve rivotare o modificare e le comunico che questo è stato fatto da quasi tutti i Presidenti ed anche per alcune leggi presentate dal Governo Berlusconi. Quello che dice quindi riguardo la mia ignoranza la respingo al mittente con perdite. Per quanto riguarda il macellaio vedo che lei non capisce neanche le vignette perché il macellaio non è chi ha fatto o proclamato la legge ma il Parlamento nella sua totalità che vorrebbe continuare a vendere della merce avariata cioè continuare a legiferare dopo che una sentenza (che bisogna rispettare sempre e non solo quando va contro Silvio, vero?). Probabilmente come dicono a Napoli chi ha dato ha dato ha dato e chi ha avuto ha avuto avuto, ma ciò non toglie che coloro che vorrebbero continuare a legiferare non possono assolutamente continuare a farlo perché hanno perso il diritto di sedersi in un Parlamento in quanto la legge con la quale sono stati eletti è decaduta e dichiarata inefficace. Questo post vale anche per lioberopensiero

Renatino-DePedis

Sab, 07/12/2013 - 17:33

@squalotigre. sei orgogliosamente ignorante, e sei pure un presuntuoso. continui a non sapere che un Pdr ha la facoltà di non firmare una legge UNA VOLTA SOLA, e se questa viene riproposta a Lui senza avere modificare quanto sottolineato da Lui, questo ha il DOVERE di firmare tale legge... e se le premesse del tuo sgangherato ragionamento... POVERO PAESE! la colpa di tutto questo casino è vostra, ma naturalmente VOI tirate in ballo qualsiasi cosa, qualsiasi argomento sbagliato e solo per non ammettere che VOI siete il peggio del PAESE, i maggiori responsabili del disastro in cui versa in nostro PAESE. perché è chiaro che chi vota ancora il Fi con argomentazioni come le tue non capisca una beneamata CIPPA! http://leg16.camera.it/716