La parola di Re Giorgio vale a targhe alterne

Napolitano ha definito l'oltraggio alla comunità ebraica «una miserabile provocazione». Piacerebbe che il capo dello Stato (e con lui la Comunità europea) usasse gli stessi termini nei confronti dell'Unesco che, dopo aver programmato a Parigi una mostra sul rapporto tra ebrei e Terra Santa, l'ha sospesa per la protesta dei Paesi arabi.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 29/01/2014 - 11:26

a daje con questo re ma quale re è un povero anziano comunista che lo hanno scelto alla presidenza perchè i politici italiani non sanno quello che vogliono lasciatelo in pace, vedremo quando mancherà cosa farete in Italia.