La Pascale lancia Marina come guida di Forza Italia

Europee, Berlusconi alle prese con il rebus candidature. Il pressing di Verdini: "Cavalli di razza in campo o rischiamo". Oggi a Roma tocca ai Club Forza Silvio

Un partito in apnea. Non solo perché Silvio Berlusconi continua ad avere la testa soprattutto sul fronte più movimentista dei club, ma pure perché l'ipotesi di una discesa in campo di uno dei figli del Cavaliere crea un misto di incertezza e speranza in tutta la dirigenza di Forza Italia che è da settimane in attesa di vedere quel che succederà.

Soprattutto dopo che ai retroscena dei giornali – che, a dire la verità, si esercitano nell'ipotizzare la «successione familiare» ormai da anni – è seguita ieri l'intervista di Francesca Pascale a Repubblica con la fidanzata dell'ex premier ad auspicare un passaggio del testimone tra Silvio e la primogenita Marina. Parole che hanno lasciato il segno se nel partito nessuno ha pensato di esercitarsi in alcun tipo di commento, eccezion fatta per Mara Carfagna che - ospite su La7 de L'aria che tira - si è limitata a dire di non vedere male la candidatura di uno dei figli del Cavaliere che «avrebbe un valore simbolico molto forte».

L'ex premier, intanto, continua a concentrarsi sul capitolo elezioni europee. Non a caso ieri ha avuto una lunga riunione con Denis Verdini (ma ogni decisione sulla composizione delle liste è stata rinviata alla prossima settimana) che gli ha allungato sul tavolo una serie di cartelline colorate a far da conto di quanto la partita elettorale di fine maggio sia delicata. Secondo l'uomo macchina di piazza San Lorenzo in Lucina, infatti, se Forza Italia non schiererà in lista i suoi «cavalli di razza» rischierà seriamente di andare sotto il 20% in una competizione come quella europea dove le preferenze hanno un peso notevole. Secondo Verdini, insomma, «sono elezioni da non prendere affatto sotto gamba». Il Cavaliere ascolta, convinto sia necessario fare campagna elettorale a 360 gradi ma sempre concentrato sull'ala movimentista dei club Forza Silvio. Non che voglia mettere il partito in soffitta, certo, tanto che ieri sera ha incontrato nel Parlamentino di Palazzo Grazioli il coordinamento di Forza Italia dell'Abruzzo (confermando la candidatura del governatore uscente Gianni Chiodi per le Regionali del 25 maggio). Ma questa mattina sarà a Roma nonostante il sabato lo trascorra di solito ad Arcore solo per tenere a battesimo all'Eur i Club Forza Silvio di Roma e, allo stesso modo, stasera si collegherà telefonicamente con una kermesse a Bologna dove saranno lanciati altri nuovi club.

Un Berlusconi che sul resto continua invece a prendere tempo, convinto non sia il momento di accelerazioni e forzature adesso che si avvicina la data fatidica del 10 aprile (giorno dell'udienza davanti al tribunale di Sorveglianza che deciderà sull'affido ai servizi sociali). Per questo l'ex premier continua a seguire la via del silenzio e anche oggi, quando interverrà in pubblico, difficilmente si avventurerà in affondi polemici. Ieri, peraltro, a parlare ci ha pensato appunto la Pascale. Che ha definito quella di Berlusconi «un'assenza forzata dalle urne e dalle platee» che «non passa inosservata». Ma, precisa la compagna del leader di Forza Italia, «l'interdizione dura solo due anni». Poi ce n'è per Matteo Renzi e Angelino Alfano. «Quella che gli piaccia – dice del primo – è una favola da smontare. Renzi scimmiotta un po' Silvio, ma non ha nulla di lui. Anzi con le sue slide somiglia più a Mike Bongiorno». «Se io avessi “contato” nel partito – aggiunge invece sul secondo – onestamente Alfano non l'avrei candidato neanche visto che l'ha tradito nel momento per lui più difficile».

Commenti

Ggerardo

Sab, 22/03/2014 - 08:38

Ah va be', allora se l'ha lanciata la Pascale e' proprio una cosa seria... E' proprio messa male la destra italiana se e' la Pascale che decide

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 22/03/2014 - 08:48

Edward Luttwak, politologo americano più a destra di Reagan: “Chi oggi in Italia vota ancora per Berlusconi è una persona con NESSUNA ETICA, è come non avere la capacità di sentire la puzza. In una democrazia devi semplicemente sentire la puzza e uno condannato per frode fiscale puzza”.

precisino54

Sab, 22/03/2014 - 08:54

Vista la continua manipolazione delle vicende di cronaca e giudiziarie, mi chiedo come mai ancora ci sia gente, intorno al Cav, a rilasciare interviste al quotidiano più ostile, quello di E. Mauro.

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Sab, 22/03/2014 - 09:18

E cosa cambia? Il giorno dopo i giudici comincerebbero a perseguitare anche lei. Ma ci vogliamo rendere conto o no, che dal 1992 le inchieste in questo paese sono andate tutte nella stessa direzione, e cioè verso la distruzione degli avversari dei comunisti? Con pause momentanee in tutti i casi in cui gli avversari servivano per sostenere un governo comunista: ma esaurita la necessità temporanea, le cose sono andate sempre allo stesso modo. Grillo vuole appoggiare i giudici? Illuso: appena sarà possibile, cominceranno a colpire anche lui. A quel punto, lui griderà alla persecuzione ma nessuno lo ascolterà.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 22/03/2014 - 09:18

Marina, di cui non si conoscono particolari meriti, a quanto pare si è defilata. Io inizierei a pensare seriamene a Dudù, sicuramente migliore di molti che scodinzolano giornalmente attorno al padrone ......

Ritratto di kywest

kywest

Sab, 22/03/2014 - 09:19

Scusate, ma la Pascale cosa ci rappresenta politicamente? Siamo a Minetti2, la vendetta?

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 22/03/2014 - 09:20

""" Marina, Marina, Marina, ti voglio al più presto sposà""". AUGURI MARINA, tieni alto il nome Berlusconi. Passerete alla storia,come il meglio degli ITALIANI non CORROTTI.

Paul Vara

Sab, 22/03/2014 - 09:55

Un partito alla deriva in balìa dei desideri di un'arrivista napoletana...

ilfatto

Sab, 22/03/2014 - 09:56

ROMA - Un partito dilaniato da uno scontro interno senza esclusioni di colpi, una guerra di coltelli nel crepuscolo del leader, alla vigilia dell'ibernazione di un anno imposta dalla condanna: Forza Italia è sul punto di esplodere. Tanto che persino l'uomo forte del partito, Denis Verdini, diventato il simbolo stesso dell'ultimo decennio berlusconiano, sta meditando di lasciare......continua..ma voi mi raccomando ai bananioti raccontate le FAVOLE tanto si bevono TUTTO..e ringraziano pure

Mario Mauro

Sab, 22/03/2014 - 10:20

Com'era già avvenuto durante gli ultimi tempi del suo governo, Berlusconi ha dei periodi, d'incertezza, o rincoglionimento che sia, più evidenti durante i momenti in cui la magistratura lo tiene particolarmente sotto scacco. Ma che lasci la sua "fidanzata" passare il messaggio che la destra, l'antisinistra, i moderati, o come volete chiamarli, abbiano al vertice, con tutto il rispetto possibile e immaginabile, la Pascale, mi sembra il modo migliore per farsi sopravanzare da Grillo, o magari anche da altri rosiconi.

illy

Sab, 22/03/2014 - 10:20

Marina è troppo in gamba ed intelligente per cadere nella trappola. Finirebbe la sua vita. Se ne stia alla larga da questa politica miserabile. Non ha bisogno di essere massacrata giornalmente. L'Era berlusconiana è finita da tempo. Forza Italia non esiste più. È stato un sogno. Ora ci siamo svegliati ed il sogno, durato per anni, è svanito, portando con sè anche Berlusconi. Io l'ho amato e difeso per anni, fino a quando, alla Zanzara, non ho sentito, in una intercettazione telefonica, DALLA SUA STESSA VOCE, dire alla "signorina di turno" < Se fai la brava l'anno prossimo ti porterò in Parlamento> . Ecco perchè non lo posso più vedere. Pazzesco. Da non credere ... "Se fai la brava ti porterò in Parlamento" ... Ancora adesso mi viene la nausea. Non pubblicherete sicuramente questo commento, ma non mi importa. Qualcuno di voi l'ha letto, prima di censurar lo.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Sab, 22/03/2014 - 10:21

Che brutta cosa il crepuscolo berlusconiano, tra vecchie cariatidi e nuove scalippatrici a contendersi le spoglie di qualcosa di nobile come dovrebbe essere il centro destra italiano. E' possibile che i vari Alfano e Meloni avessero capito per tempo il disfacimento della FU Forza Italia.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 22/03/2014 - 10:23

Francesca Pascale deve assolutamente non rilasciare dichiarazioni, men che mai a Repubblica. Silvio non può e non deve essere rimpiazzato da alcuno. Men che mai da Barbara, che si porta addosso delle scorie impure della madre. Possiede delle forme di fanatismo pericolosissime, sotto la pelle, incompatibili con il vasto consenso popolare. Silvio verrebbe svalutato nella sua legittima sacralità in modo irreversibile. Anche se non candidabile, la Sua leadership è sufficiente per ogni Suo e nostro trionfo. Non dobbiamo cessare di aver fiducia in Gesù. Gesù è VIVO e ci soccorre. Non abbiatene alcun dubbio. L'unica cosa da fare è pregarLo e rimanere sereni. Viva sempre il nostro Silvio. -riproduzione riservata- 10,23 - 22.3.2014

Atlantico

Sab, 22/03/2014 - 10:27

Speriamo che l'articolo di Signore sia letto anche da Cramer che ieri diceva esattamente il contrario e bollava come invenzioni malevole tutte le notizie allarmanti che escono da giorni su tutti i quotidiani italiani sul momento delicatissimo di Forza Italia. Ma forse oggi Cramer scriverà che anche Signore è diventato comunista altrimenti dovrebbe accettare per vero quanto ieri mattina dichiarava falso, ossia che FI corre seriamente il pericolo di non raggiungere il 20% alle Europee con quasi certezza di esplodere a quel punto. Intanto consiglio a Cramer di leggersi l'articolo di stamattina di Salvatore Merlo uscito sul Foglio di Giuliano Ferrara. Sarà (ri)diventato comunista anche Giulianone ? Primo invio h. 10:27

minestrone

Sab, 22/03/2014 - 10:31

hahahahaah è finita!Cari bananas avete ciò che meritate, godetevi il titolo con ammmoreeeee e siate ammoreeeee hahahahahhahhhawhwahawhhawhawhwahhaw

pinux3

Sab, 22/03/2014 - 12:25

E su Verdini che vuol lasciare FI, cosa di cui parlano gli altri giornali, compresi quelli di destra come Libero, nessun commento? E pensare che solo ieri dicevate che erano tutte bufale dei media "nemici", suscitando naturalmente l'"indignazione" dei soliti banani beoti che scrivono qui dentro...

Raoul Pontalti

Sab, 22/03/2014 - 14:05

Riconfermato Chiodi in Abruzzo? Quello della stanza per due (lui e l'amante) a carico della Regione? Quello a capo della giunta che annoverava tra i suoi membri l'assessore con contratto di trombata settimanale della segretaria? Ma siamo al cupio dissolvi o Silvio?

Atlantico

Sab, 22/03/2014 - 14:41

Dario Maggiuli, perché mischi il sacro con il profano ? Hai bevuto troppo a pranzo ? Primo invio 14:41