Passeggino, rulli e hula hop la ginnastica facciamola strana

Hanno trascorso gli ultimi mesi chiuse in casa, sperando nell'arrivo improvviso di qualche adulto per poter scambiare qualche chiacchiera; negli ultimi mesi hanno vegliato i loro pargoli senza tregua, ogni giorno, svegliandosi nel cuore della notte per provvedere a pappe e pannolini. Il meteo poi non le ha favorite perché la pioggia testarda e capricciosa di quest'anno ha dato loro scarsi alibi per azzardarsi a mettere fuori il naso dalla porta.
Oggi invece sono pronte. Pronte a uscire con i loro cuccioli un po' cresciuti, ben sistemati nel passeggino e correre. Basta a uscite con piccolo al seguito esclusivamente per fare la spesa e passare in tintoria, ora spunta una pausa divertente e rilassante, carrozzina inclusa. Si chiama «Mammafit», ed è un programma di allenamento dedicato alle neo-mamme che possono esercitarsi in compagnia dei propri bambini e con il passeggino che si muove ritmicamente con loro. Il programma unisce programmi classici di allenamento (riscaldamento, tonificazione, esercizi a terra, rilassamento) con esercizi per il recupero fisiologico delle mamme.
È l'ultima novità nel campo fitness e ha risolto un bel problema a molte mamme italiane che dopo il parto si chiedevano: come faccio a tornare in forma senza coltivare troppi sensi di colpa? E magari, intanto, mettere il naso fuori di casa e scambiare quattro chiacchiere con altre mamme. È l'evoluzione di quello che negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, si fa già da una decina d'anni: il «power strolling», una vigorosa marcia con il passeggino: quasi un'iniziazione del pupo al jogging. La soluzione è banale quanto geniale, trovata da Elaine Barbosa e Monica Taranto, istruttrici di ginnastica e mamme. E nuovi gruppi spontanei sorgono in tutt'Italia. Il pericolo della depressione da puerperio si combatte anche in questo modo.
È una ginnastica basata su esercizi di allungamento e tonificazione con l'ausilio del passeggino o carrozzina o marsupio che diventa parte integrante della lezione. Le organizzatrici affermano: «Innamorate dello sport e anche un po' pazze, ci siamo lanciate in questo progetto che ci è sembrato da subito originale e divertente! Le mamme, si sa, sono super attente alle esigenze dei propri piccolini, ma è giusto anche trovare qualcosa che faccia bene a tutti, che sia utile sia nel corpo che nello spirito, come testimoniano le numerose mamme che hanno frequentato e frequentano tutt'ora i nostri corsi. È bello ritrovare le amiche del corso, fare un po' di movimento per sentirsi di nuovo “quelle di prima", raccontarsi, confrontarsi e ascoltare quello che gli altri hanno da dire». È nata anche un'associazione affiliata della Federazione Italiana Fitness (http://www.mammaf.it).
E promette di piacere un'altra novità nel campo del fitness. Dopo infinite corse sul tapis roulant e noiosi esercizi in palestra oggi ci si allena divertendosi, unendo la danza al fitness. Un nuovo training divertente ed efficace, che ha ispirato la nascita di libri, e-book, blog, dvd.
Un trend partito dagli USA e già messo in pratica da celebrities attentissime come Jennifer Lopez ed Eva Longoria, che arriva in Italia con la Fitness Dance, lezioni di danza interattive tenute da una personal trainer d'eccezione, la ballerina Rossella Brescia. Per i più sofisticati invece c'è il «Nia», un programma di fitness che attinge le sue tecniche dalle arti marziali, dallo yoga e dalla danza. Tra i nuovi nati il Core Conditioning è tra i più amati. Tutto merito degli strumenti utilizzati: le Bosu balls (semisfere in gomma), le wobble boards (tavole oscillanti) e i foam rollers (rulli spugnosi) e persino il vecchio «hula hoop», in una versione riveduta e corretta.

Commenti

max.cerri.79

Lun, 03/06/2013 - 08:25

manca solo il fuma-fuma