Paura a scuola Esplode caldaia: due i feriti

Non è finita in strage, ma avrebbe potuto esserla. La caldaia di un istituto scolastico romano è esplosa durante le operazioni di manutenzione in vista della prossima accensione. È accaduto poco prima di mezzogiorno invia Roberto Rossellini, nella zona periferica di Casal Boccone, nella sede distaccata dell'Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri Matteucci.
I feriti sono un operaio di 27 anni, rimasto ustionato al volto, alle braccia e alle spalle, e una bidella che lo aveva accompagnato nei locali della caldaia. Anche la donna ha ustioni di secondo grado, al volto e alle braccia. I due sono ricoverati nel reparto Centro Grandi Ustionatì dell'Ospedale Sant'Eugenio di Roma.
Naturalmente gli studenti, 250, sono stati subito allontanati dall'edificio. E naturalmente si solleva l'ennesima polemica, sulla sicurezza nelle scuole. «Ancora una volta ci troviamo, purtroppo, a dover temere per la nostra incolumità nei luoghi dove andiamo a studiare», commenta la Rete degli studenti. «Questa - afferma l'associazione studentesca in una nota - è l'ennesima dimostrazione di quanto diciamo da anni. Le nostre scuole sono e continuano a essere luoghi tutt'altro che sicuri.... A oggi, quasi sei istituti su 10 non hanno il certificato di agibilità statica, e uno su 10 è addirittura ospitato da un privato».