Il Pd avverte i fanatici anti Cav: "Fuori chi non vota la fiducia"

Nel mirino Puppato e Civati, che gridano all'inciucio. I lettiani: "Il tentativo di Enrico unica via". E intanto spingono perché Renzi prenda in mano il partito

Soave e spietato, Enrico Letta spiana come un caterpillar gli sprovveduti grillini, vendicando l'onta subita da Pier Luigi Bersani; mette con chiarezza le carte in tavola con il Pdl, chiedendo l'impegno a far durare il governo per il tempo necessario ad affrontare la crisi e a fare le riforme («Un governo costituente»); sbriga in fretta la pratica dell'incontro con i due capigruppo del Pd. Intanto da Firenze gli arriva l'assist di Matteo Renzi: «Se ce la fa lui ce la fa l'Italia», dice il sindaco, «quelli che hanno voglia e il dovere di dare una mano non si mettano a fare veti incrociati. Chi ha il coraggio delle proprie azioni deve arrivare in fondo, non deve disertare».

Tra il premier incaricato e Renzi le relazioni sono intense e ottime. E Letta è uno dei tanti big del Pd che stanno attuando un forte pressing sul sindaco perché accetti di assumere subito, magari già dall'assemblea del prossimo 4 maggio, la guida del Pd. Stoppando il tentativo bersaniano di passare il testimone a Guglielmo Epifani. Prospettiva che allarma molti, perché - come spiega un lettiano - «il Pd non è la Cgil, e non deve diventarlo». Il premier incaricato ha insistito martedì, nel pranzo tête-à-tête che ha avuto col sindaco: «In questa fase così difficile tu sei l'unico che può tenere unito il partito, e che può farci entrare in sintonia con un elettorato più esteso del nostro». E sulla stessa linea sono Veltroni, D'Alema, Franceschini, Fassino. Renzi però resiste alle loro pressioni e a quelle dei suoi, in gran parte convinti che sia l'ora di «prendersi il partito» e lavorare da lì al rafforzamento della leadership. Che però, in caso di decollo e di buona prova del governo, dovrebbe fare i conti con il competitor Letta.

E ieri sera, sull'asse Dallas-Montecitorio, le quotazioni del governo Letta erano in deciso rialzo, anche se nel Pd stanno attenti a frenare gli entusiasmi, perché «siamo ancora alle premesse metodologiche, si parte solo se Berlusconi è disposto a prendersi un impegno pubblico sullo schema Napolitano: il processo costituente va avviato e portato a termine parallelamente al lavoro dell'esecutivo, che quindi deve durare un paio d'anni».
Ovvio che nel Pd i mal di pancia siano assai diffusi. Non tanto tra i parlamentari che dovranno votare la fiducia, e che facendosi due conti preferiscono che la legislatura continui, visto che buona parte di loro - tanto più con l'arrivo di Renzi - non avrebbero grandi chance di tornare; quanto tra i quadri locali che faticano a tenere a bada una base allevata per 20 anni a pane e antiberlusconismo. E che scalpita denunciando l'orrido connubio con il Cavaliere. «Il tentativo di Enrico Letta è l'unica strada per evitare il baratro. Chi lo chiama inciucio sta al calduccio nella sua rendita di posizione», avverte il lettiano Francesco Boccia, che richiama all'ordine gli oltranzisti che minacciano di non votare la fiducia ad un governo con il Pdl (Pippo Civati, Laura Puppato, Sandro Gozi) ricordando che un voto di fiducia non può essere spacciato per voto «di coscienza». Civati, che ormai aspira al ruolo di leader dell'opposizione interna, ribatte: «Chi non la vota è fuori dal partito? Sono toni da fuori di testa». Il «turco» Andrea Orlando invece apre: «Il Pd voterà la fiducia, ma serve un profilo di forte innovazione».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 26/04/2013 - 08:58

ecco, questo è un avviso anche per i sinistronzi che stazionano qui, come degli stoccafissi :-) se non siete d'accordo con noi, fuori da qui!!

rancarani.giacinto

Ven, 26/04/2013 - 09:05

Ma questo messaggio vale anche per maga mago? Speriamo Cordialità

lazzaro perciballi

Ven, 26/04/2013 - 09:33

MI AUGURO VIVAMENTE CHE IL TENTATIVO DI FORMARE IL GOVERNO VADA IN PORTO.FORSE UNA PARTE DELLA NOSTRA CLASSE DIRIGENTE NON SI RENDE CONTO DEL DRAMMA CHE STANNO VIVENDO LE FAMIGLIE E LE NOSTRE IMPRESE.QUESTO DUALISMO TRA DESTRA E SINISTRA è ORA CHE FINISCA,CHE OGNUNO SI PRENDA LE PROPRIE RESPONSABILITà E TUTTI UNITI SI LAVORI PER IL BENE DELLA NAZIONE.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Ven, 26/04/2013 - 09:42

***All'anti "Berlusco-nismo" Made in Italy, preferisco l'anti "Nichi-lismo" alla Russa di vendola.*

angelovf

Ven, 26/04/2013 - 09:45

La puppato ha capito che la gente ha fame e che il tempo e prezzioso? O come lei che dimostra di essere supernutrita e parecchi mesi di digiuno gli farebbero bene? Questo non starebbe col pdl e diventato una canzone, la sinistra si e unita con gente anche peggiore, forse lei non sa che i vecchi politici erano tutti (o quasi) fascisti poi, con la fine del duce hanno rinnegato l'apparteneza.

m.m.f

Ven, 26/04/2013 - 10:03

IL PAESE FALLIRA' PRESTO . PRESTO FARA' BANCAROTTA.

LAMBRO

Ven, 26/04/2013 - 10:09

Si cominciano a sentire parole incoraggianti : COMPETENZA e non Appartenenza; SERVIZIO e non Potere. Parole che non facevano parte del vocabolario di Bersani che forse conosce solo il vaccabolario. Bersani ha fatto un errore FONDAMENTALE ;errore derivante dalla sua cultura Marxisto-Gramsciana : ha ATTIVATO la DEMOCRAZIA nel PD!!! senza pensare a quel che sarebbe successo!!! Caro Bersani sai come si dice dalle ns parti: HAI VOLUTO LA BICICLETTA ; ADESSO PEDALA!!! e allora HAI VOLUTO LA DEMOCRAZIA ; ADESSO... In altri termini : hai aperto la stalla ed i buoi sono scappati(meno male) Perché i tuoi GIOVANI sanno cos'è la DEMOCRAZIA VERA non quella dettata da un certo KARL per il quale la democrazia si realizza con la DITTATURA del PROLETARIATO.

Acquila della notte

Ven, 26/04/2013 - 10:16

sono contento di vedere che l'area moderata e giudiziosa del pd sta mostrando i denti. come fa un partito a sentire quel che dice una puppato e pippo civati non riesco a capire. già i loro nomi onomatopeici dicono tutto (puppato/pippo)!!!! Adesso si è capito chi stava tirando le fila per il governo conl'm5s. Adesso rosicate. Che goduria vedere la puppato in un angolo, la spocchia con cui parlava in tv come se fosse la padrona del pd era vomitevole!!!

sale.nero

Ven, 26/04/2013 - 10:16

Chissà che sia arrivata l'ora della ragione! Il sogno degli italiani sarebbe quello di abbattere ogni barriera e 'fare insieme' per il bene dell'Italia. Stiamo assistendo alla nascita del P.d.U. il Partito degli Uniti. FORZA!!!!!

cameo44

Ven, 26/04/2013 - 10:38

Molti sostengono che il problema del paese sia Berlusconi mentre è evi dente che il problema è nel PD e nella sinistra tutta basta sentire Ventola e alcuni esponenti del PD cè ancora chi difende Bersani che ha solo perso tempo ed ha sbagliato tutto a partire dalla campagna elet torale a non aver accettato l'esito elettorale ed alla testardaggine di inseguire i grillini nonostante i tanti rifiuti ed offese è ora di far cadere i pregiudizi e pensare di dare un futuro al paese con prov vedimenti che pensino ai giovani al lavoro ai pensionati alle famiglie alle imprese e mettere da parte interessi personali e di partito

Ritratto di Senior

Senior

Ven, 26/04/2013 - 10:53

Dopo 20 anni di antiberlusconismo, attuata come attività primaria dalla sinistra tutta, una Italia in rovina perché il premier della destra costretto a difendersi, dagli attacchi concentrici di alcuni magistrati politicizzati, non ha potuto dedicare il 100 % del sue capacità all'attività di governo. Ancora non basta, si persiste, rischiamo di cadere in un baratro e se ne buggerano pur di continuare a fare a pugni, il guaio è che così ci cadremo tutti, chi continua ciecamente l'insana lotta e chi ha smesso da tempo o non ha mai cominciato. senior

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Ven, 26/04/2013 - 11:03

*** Mille volte meglio il "Berlusconismo" Made in Italy, che il"Nichilismo" passivo alla Russa di vendola.> Nichilismo: Il nichilismo (volontà del nulla) è un orientamento filosofico che nega l'esistenza di valori e di realtà comunemente ammessi. Ad Es: chi rifiuta la Famiglia, chi voul disgregare la Patria, chi odia tutto e tutti ed anche sé stesso etc.*

Benado

Ven, 26/04/2013 - 12:12

La gente ha fame,ricicliamo quelli che ci hanno portato al fallimento.

Ilgenerale

Ven, 26/04/2013 - 12:12

Se il PD si libera degli anticav. e dei post comunisti finalmente si potrà fare qualcosa di concreto per il paese!

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 26/04/2013 - 12:29

Questo stronzetto di Civati mi ricorda qualcuno, si proprio quello di , che fai mi cacci ?