Il Pd naufraga sul congresso ma impallina la corsa di Renzi: rissa democratica sulle regole

Nel Pd estenuante dibattito sulle regole del congresso. Lo strappo di Renzi non piace ai vertici. Barca: "Segretario e premier sono mestieri diversi". Ed è bagarre

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi

Il Pd è sull'orlo di una crisi di nervi. O peggio: di una violenta spaccatura. Il sindaco di Firenze Matteo Renzi ha rovesciato il tavolo delle regole del congresso democrat: dopo aver subodorato la trappola tesa durante la riunione dell’apposita commissione giovedì scorso, ha così rimesso in discussione la separazione tra la figura del segretario e quella del premier e ha sollecitato primarie davvero aperte, il vincitore delle quali sia anche candidato per la guida del governo. Uno strappo che manda a monte l'attenta contrattazione, fatta col bilancino dal segretario pddì Guglielmo Epifani, e riaccende i sopiti rancori tra le diverse fazioni che compongono il Partito democratico

Ieri, in una intervista al maggior quotidiano tedesco, la Faz, Renzi ha deciso di giocare a carte scoperte mettendo un'ipoteca sull'incarico di segretario che sarà assegnato al congresso di ottobre. "La sfida più grande sarebbe certamente la posizione di premier e per questo diventa importante il partito - ha spiegato il sindaco di Firenze - chi vince le primarie aperte dovrebbe essere il candidato a guidare il Governo. Certo, non vorrei diventare capo del Pd per cambiare il partito, ma per cambiare l’Italia". Insomma, se l’obiettivo è il cambiamento del Paese e quindi la premiership, allora la segreteria del Pd è un passaggio funzionale ad essa. Anche il suo braccio destro, Dario Nardella, ha spiegato che Renzi è pronto a fare anche il segretario, ma a patto che il confronto congressuale sia aperto: "Se invece pensano di inventare regole contra personam, Matteo continuerà serenamente la sua esperienza di sindaco". Certo all’ultima riunione della Commissione che decide le regole, l’area degli ex diessini ha proposto di svincolare i congressi provinciali e regionali dalle mozioni dei candidati alle primarie, nel tentativo di ottenere il controllo del partito a livello locale e dell’apparato. Da qui il sospetto del primo cittadino di Firenze e la richiesta di non riunificare i ruoli di segretario e premier. Richiesta che adesso divide profondamente i vertici di via del Nazareno. Gianni Cuperlo, anch'egli candidato alla corsa per la segreteria, ha invitato Renzi a non usare il Pd come "il trampolino per altri incarichi o la corvè da fare per diventare sindaco, parlamentare o premier". Dello stesso avviso anche Stefano Fassina che ha dato la propria "disponibilità" a scendere in campo. Il viceministro dell’Economia ha ricevuto la benedizione di Pier Luigi Bersani nella speranza che la sua candidatura abbia un bacino più ampio di quella di Cuperlo che dovrebbe allora fare un passo indietro per favorire un’unica candidatura che raccolga anche l’area vicina a Massimo D’Alema. Cuperlo, però, ha ribadito l’intenzione di restare in campo: "Chi si candida lo fa perché sente il dovere di poter dare un contributo e queste candidature sono tutte energie positive".

Al fianco di Renzi si schiera, invece, Debora Serracchiani che, nei giorni scorsi, Dario Franceschini voleva convincere a scendere in campo. In una intervista a Repubblica, la governatrice del Friuli ha fatto sapere che, se Renzi si candida alla segreteria, è pronta a dargli una mano: "Matteo è la persona giusta a dare la spinta necessaria per allargare il cerchio del centrosinistra e per rifondare il Pd trainando un bel gruppo di gente che vuole cambiare le cose". Per il resto, invece, sono soltanto cori di "no": i principali quotidiani nazionali si accaparrano uno dei vertici di via del Nazareno e lo sbattono in pagina per indebolire ulteriormente l'assalto del rottamatore. Secondo Vannino Chiti, presidente della commissione Politiche dell’Unione europea, il Pd ha bisogno di cure e di impegno: "Per questo è indispensabile togliere dallo statuto l’automaticità tra il ruolo di segretario e quello di candidato premier". Non è l’ex ministro Fabrizio Barca che, dalle colonne del Secolo XIX, parla di un grave errore del sindaco di Firenze. Così, mentre le diverse fazioni del Pd si affrontano a distanza, il partito va ulteriormente a picco.

Commenti

marco46

Dom, 30/06/2013 - 16:58

CARO TARDO O TORDO NON TI SEI ANCORA ACCORTO CHE DA TEMPO TI HANNO BOLLITO E NON RIENTRI PIU' NEL PIATTO DEL BOLLITO MISTO, PERCHE' MALE TI SEI CONSERVATO, NON ESSENDOTI PREVENTIVAMENTE PER TEMPO CONGELATO.

Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 30/06/2013 - 17:20

Ecco bravo, fa' la faccia da "trucido" con non chalance

idleproc

Dom, 30/06/2013 - 17:43

giusto. 'spettaaa... hanno anche come "risorse" quelle due - buone come il pane - una che hanno piazzato come presidente della camera e quell'altra che sta in europa finché esiste... quote rosa e apertura al Narratore... mi pare giusto... il meglio del meglio. Sarà un periodo entusiasmante il congresso piddinio.

brunog

Dom, 30/06/2013 - 17:44

Il PD ossia il PCI vuole tenere separate le posizioni di leader del partito ed eventualmente di premier perche' sperano che Renzi riesca a vincere le elezioni per poi condizionarlo. Di chiacchere ne fa piu' di Berlusconi, se vuole fare la differenza deve spaccare il partito.

An_simo

Dom, 30/06/2013 - 17:56

paura di renzi eh cari piddiellini anzi da adesso forzaitalini, non servono questi articoli per dare i messaggi di incoraggiamento ai vostri elettori... -renzi ci sarà e farà fuori tutto il cdx ahahaha

giovi bl

Dom, 30/06/2013 - 18:03

Questo ormai ha stancato tutti Sono tre anni che promette di fare il sindaco E promette e parla e promette e parla Ormai non lo vata piu neanche un piddino

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 30/06/2013 - 18:09

e non poteva che andare cosi: essendo mafiosi, non si sono mai rispettati a vicenda... compagni coltelli, menzogne, bugie, manipolazione dei fatti... è tutto lì dentro, e chi vuole fare il segretario rischia appunto questo :-)

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 30/06/2013 - 18:16

Pian pianino anche le cariatidi del PD si stanno convertendo a Renzi. Non ci sarà lotta con Forza Italia con la vecchissima FOrza Italia. Il PD maschera lotte interne ma sta preparando gli ultimi mesi per spazzare berlusconi, che si sta spazzando da solo con l'entourage che ha. Poveri vecchi!! E ne rimmarrà solo uno.....chiamato pasquale.esposito

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 30/06/2013 - 18:25

gradirei un severo approfondimento circa il termine "democratico" e che ne vengano illuminati questi esponenti del "partito democratico" a ché non si dica o meglio, non si possa dire, che è un titolo usurpato da questo manipolo di comunisti della peggiore specie, grazie! Forse tale Renzi potrebbe cimentarsi nell'opera di approfondimento, ma pare che la famosa nomenklatura ha opposto sigilli ermetici!!!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 30/06/2013 - 18:25

gradirei un severo approfondimento circa il termine "democratico" e che ne vengano illuminati questi esponenti del "partito democratico" a ché non si dica o meglio, non si possa dire, che è un titolo usurpato da questo manipolo di comunisti della peggiore specie, grazie! Forse tale Renzi potrebbe cimentarsi nell'opera di approfondimento, ma pare che la famosa nomenklatura ha opposto sigilli ermetici!!!

blackbird

Dom, 30/06/2013 - 18:33

Il Segretario sia anche il candidato premier!? Ma non era stato Renzi che ha fortemente osteggiato questa regola quando Segrataio era tal Bersani? E il PD che modificò il proprio statuto per flasciar correre ache Renzi "contro" il Segretario Bersani, sai che figura di emme! Mi pare che anche questa volta i piddini litighino tra di loro dando per certa la vittoria alle prossime elezioni... Questa volta mi sa che li sepellirà tale pasquale.esposito!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 30/06/2013 - 18:39

an_simo, eh sì, ti sei dato un nik decisamente appropriato, ma le illusioni lasciale ad altri

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 30/06/2013 - 18:49

Caro matteuccio... quando capirai che i compagni, quelli dell'apparato e della nomenklatura, non ti vogliono fra i piedi? O ti metti in proprio o non la spunti: rassegnati!

blackbird

Dom, 30/06/2013 - 19:03

Renzi vuo fare il Segretario del PD, e vuol essere anche il candidato premier. Considerato l'alto grado di gradimento che riscuote da quelle parti e il valore del progetto politico(?) che da anni sta illustrando, l'unico modo che ha per vincere le primarie è il seguente: far modoficare lo Statuto del Partito e consentire di candidarsi alle primarie solo chi di cognome fa Renzi e di nome Matteo. Ma, forse, sarebbe capace di arrivare secondo!

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Dom, 30/06/2013 - 19:22

E' quasi patetico Andrea Indini con i suoi commenti sul "pddì" descritto "sull'orlo di una crisi di nervi" con "una violenta spaccatura" in corso causata da "rancori fra le diverse fazioni". Insomma un partito che "va ulteriormente a picco". Sono convinto che le contrastanti posizioni fra i falchi e le colombe del PDL le commenterebbe come "diverse sensibilità".

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Dom, 30/06/2013 - 19:30

nuvmar: da che ci siamo sarebbe interessante anche un approfondimento sul termine "moderato".

An_simo

Dom, 30/06/2013 - 20:17

nuvmar : anche il tuo mica male, sembra un medicinale. il mio non è un nik ma la contrazione del mio nome e del mio cognome. detto ciò le illusioni le vorrebbe dare il giornalista cercando, per chi è sensibile a certi messaggi ovviamente, di dire che Renzi è out quando in realtà sa bene che non è così, è questa è paura (politica) e nient'altro. il classico giochino che certi giornalisti asseverati al potere che, anziché dare notizie, cercano disperatamente di orientare, di contenere, di condizionare. auguri

Roberto Casnati

Lun, 01/07/2013 - 07:02

Le tipiche infinite alchimie dei komunisti per conquistarsi una poltrona e non mollarla più, qualsiasi cosa accada.

LAMBRO

Lun, 01/07/2013 - 10:01

Sono solo d'accordo nel denigrare Berlusconi. Quanto a Italiani non gliene può fregare di meno!! Questi sono quelli che dovrebbero fare il rinnovamento.....ma de chè?? delle loro poltrone!!! E gli Italiani ?? Ma chi sono, cosa cavolo vogliono??