Il Pdl prepara la campagna di Ferragosto

Berlusconi invita alla cautela, ma tutto è pronto per mobilitare la base con iniziative "per la verità e la solidarietà"

Roma - La notte non è ancora calata sulle larghe intese. Però le ombre si allungano sempre più e individuare una luce alla fine di questo agosto rovente appare davvero complicato. Dopo la sentenza della corte di Cassazione, la tensione nella maggioranza continua a salire. Il Pdl continua a polemizzare con Guglielmo Epifani, per la richiesta di dimissioni di Silvio Berlusconi dal Senato. «È stata una provocazione» dice Maurizio Lupi, «il Pd ci dica chiaramente se vogliono continuare a stare in questo progetto oppure no». Sull'altro fronte Laura Puppato fa cadere benzina sul fuoco definendo Berlusconi non solo ineleggibile ma anche incandidabile. «Purtroppo, e penso ad esempio alle dichiarazioni fatte da Bondi, l'affidabilità del Pdl in questo momento è in fortissima discussione».
Di fronte a questo scenario apparentemente balcanizzato, Berlusconi continua a predicare attesa e nervi saldi. La situazione resta fluida. Il partito è pronto a spingere sull'acceleratore ma non c'è ancora il segnale di battaglia. Il presidente del Pdl ha fatto sapere che dal 16 agosto in poi tutti devono sentirsi in campagna elettorale. E i dirigenti si confrontano su quali iniziative mettere in campo: dal «tour della verità e della solidarietà» in alcune località balneari, fino all'idea di far alzare in volo alcuni aerei sopra le spiagge italiane il giorno di Ferragosto, per dare un «segnale di vitalità, orgoglio e appartenenza». Chi ha avuto modo di confrontarsi con lui lo ha sentito ancora colpito dalla sentenza. Berlusconi ha anche aggiunto di non aspettarsi nulla dal Csm in merito all'intervista del giudice Esposito. «Cane non mangia cane», il suo commento. E a chi gli chiede come si stia orientando rispetto all'opzione tra domiciliari e lavori socialmente utili risponde che il problema non lo riguarda. Di certo Berlusconi ha tratto grande conforto umano dalla manifestazione di domenica scorsa. «Mi avete ridato voglia, sentimento e desiderio di combattere. Voglio che in ogni città italiana ci sia al più presto un club di Forza Italia». Ma oltre alle note liete nel sit-in di via del Plebiscito ce n'è stata anche una stonata. Dei circa 200 parlamentari del Pdl a manifestare ce n'erano circa la metà. Una «diserzione» dovuta a pigrizia o forse alla (errata) convinzione che Berlusconi non partecipasse che ha lasciato strascichi visibili nel partito. «Il sottotitolo della nuova Forza Italia dovrà essere: economia, giustizia e libertà. E nelle future liste elettorali parlamentari dovranno esserci solo uomini liberi e forti» dice Mario Mantovani, uomo molto vicino al leader del centrodestra.
L'ipotesi che gli argini si possano rompere, insomma, non è certo derubricata tra le varie ed eventuali. E nessuno sembra prendere minimamente in considerazione una campagna elettorale senza Berlusconi. «Sarà presente o fisicamente o moralmente. Dopo la condanna il simbolo Berlusconi è ancora più forte perché paga in prima persona per le sue battaglie» dicono in coro del Pdl. In realtà, però, la data possibile è ancora avvolta nelle nebbie. «Non si possono sciogliere le Camere prima che la Corte costituzionale si sia pronunciata sulla legittimità della legge elettorale» spiega Gaetano Quagliariello. «Quindi niente elezioni sui radar della politica prima del 3 dicembre». Ma per Ignazio Abrignani, responsabile dell'Ufficio elettorale, «in caso di accordo andare a votare il 24 novembre è fattibile. Bisogna sciogliere le Camere entro i primi di ottobre». Resta da verificare, però, se Giorgio Napolitano accetterà di staccare la spina o se imporrà una road map differente.

Commenti

RenzoTra

Ven, 09/08/2013 - 09:28

La solidarietà ci puo stare, liberi sono i bananas di darla anche ai delinquenti. La verità invece e già venuta fuori in tre gradi di giudizio, la quarta verita esiste solo in quel fantastico mondo dei .

swiller

Ven, 09/08/2013 - 09:35

Vogliamo Marina Berlusconi per mandare le sinistre al loro posto cioè agli inferi.

giovauriem

Ven, 09/08/2013 - 09:43

caro presidente, per sua fortuna,e sfortuna,in italia non ha avversari politici, perchè al di là del pdl ci sono solo mezze calzette e quaquaracquà,lei ha la fortuna di combattere contro il nulla e per ciò ci vuole poco impegno a sconfiggerli,il migliore(si fa per dire)renzi, al massimo puo vendere pentole porta a porta e non farebbe molti affari;grillo,lo vedo fare panchina nel pd che è in retrocessione.epifani è solo un reggente o regicoda (come bersani) momentaneo per la sede vacante in attesa del conclave,che non si svolgerà con votazioni,ma con coltellate alla schiena tra di loro,gli avversari temibili sono la magistratura,la presidenza della repubblica,l'ordine dei giornalisti,e le lobby finanziarie italiane mossa da fili europei

Ritratto di alexaria10

alexaria10

Ven, 09/08/2013 - 09:44

Certo che gli interessano proprio le sorti dell italia...

Ritratto di deep purple

deep purple

Ven, 09/08/2013 - 10:21

Il pdl o forza Italia, può vincere le elezioni solo se Silvio continua a essere eleggibile e candidabile.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 09/08/2013 - 11:00

"La solidarietà ci puo stare, liberi sono i bananas di darla anche ai delinquenti". Espressioni come queste in un paese veramente civile, e a quanto sembra il nostro non lo è, dovrebbero creare almeno un forte senso di vergogna di se stesso in chi le profferisce. E' evidente che qui non c'è nemmeno connessione tra cervello e bocca. E, quindi, meglio farebbe, chi l'ha profferita, a tacere. E poi, che cosa mi stanno a significare i tre gradi di giudizio di una magistratura politicizzata, non credibile, inaffidabile e non super partes? Certe sentenze, e quelle sul Cavaliere Silvio Berlusconi ne fanno parte, hanno lo stesso valore di quelle emesse sotto la dittatura fascista o nazista contro gli oppositori politici. Certamente non vengono emesse in una democrazia compiuta.

franco@Trier -DE

Ven, 09/08/2013 - 11:12

Dovrebbe essere giudicato dalla Corte Europea.Deep allora non è che il partito pdl sia giusto la cosa è simpatia per Berlusconi? Come affermano certe lettrici imbecilli che non capiscono niente di politica.

franco@Trier -DE

Ven, 09/08/2013 - 11:14

prepara prepara intanto i disoccupati in Italia aumentano.

MagoGi

Ven, 09/08/2013 - 11:24

Meglio le ennesime elezioni anticipate che il tirare a campare, ma riusciranno i nostri eroi a fare almeno una legge elettorale che permetta di avere un governo in carica da subito dopo le elezioni?

Ritratto di deep purple

deep purple

Ven, 09/08/2013 - 11:33

@swiller. Qui non è come i Kennedy o i Bush, dove tutti sono impegnati in politica fin dalla nascita. La candidatura di Marina è stata decisa a seguito di una dichiarazione del paragnosta Bisignani e se Silvio va via dalla politica, non è per sua scelta, ma per colpa della magistratura. Quindi, qui è come quando il farmacista che va in pensione, da la farmacia al figlio o alla figlia. In più, al contrario di quello che vogliono far credere i media, Marina non ha la simpatia del padre. Solo se Silvio rimane eleggibile e candidabile, il pdl o forza Italia può vincere di nuovo le elezioni. L'originale è sempre meglio.

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 09/08/2013 - 12:09

questi giorni lo scandalo delle pensioni di platino, 10 persone che costano allo stato (paghiamo noi) 13 mld l'anno. Perchè Berlusconi nel corso dei suoi governi non si è mai interessato di queste sperequazioni che il popolo, quello che gli da i voti, poi è costretto a pagare più tasse perchè lo stato non fallisca?

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 09/08/2013 - 12:10

questi giorni lo scandalo delle pensioni di platino, 10 persone che costano allo stato (paghiamo noi) 13 mld l'anno. Perchè Berlusconi nel corso dei suoi governi non si è mai interessato di queste sperequazioni che il popolo, quello che gli da i voti, poi è costretto a pagare più tasse perchè lo stato non fallisca?

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 09/08/2013 - 12:24

Come dice Letta sarà un ottobre di fuoco a causa del lavoro, quello che farà il PDL interesserà a nessuno e sarà asfaltato per inedia verso i problemi sociali. Datevi una mossa, berlusconi a casa e Marina a combattere il consenso di Renzi.

54

Ven, 09/08/2013 - 13:45

Silvio, non fagliela passare tini duro siamo con te ovunque vai siamo con te, e se ti fa piacere vado io agli arresti domiciliari/galera al tuo posto ovviamente senza introito

mario massioli

Ven, 09/08/2013 - 14:38

caro cavalliere. mi permetta di darle alcuni consigli. vuole veramente salvare l'italia' DIVULGHI LA MEMMT lei la conosce, e sa che è scienza economica,kennesiana. Insegna a ragione, che uno stato SOVRANO è CRIMINALE SE HA DISOCCUPAZIONE. L'italia non è più sovrana,la persa con la liberta parlamentare dopo i trattati di mastrik, lisbona ecc. ecc. il denaro non può stamparlo a costo Z E R O , ma prenderlo in prestito dalle banche finanziarie private a costo pieno più interessi.Lei sa benissimo che presto l'italia dovra svendere i suoi gioielli per abbassare il debito pubblico. ma non risolvera il problema. la memmt ha fatto molti congressi in italia nel più assordante silenzio dei grandi media.gli italiani hanno il diritto di conosere la reale situazione italiana/EUROPEA.solo un popolo consapevole la potra salvare.passerà alla storia.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 09/08/2013 - 14:45

Per conto mio è meglio che il Pdl si dia una regolata. Se farà cadere il governo o comunque darà validi motivi al PD per farlo cadere, il risultato elettorale potrebbe essere molto punitivo per coloro che si faranno trascinare da Santanché & Co. Gli Italiani di dx, contrariamente alle due ali del PCI-PD, non vogliono che il governo cada creando un'altra pericolosa crisi, di cui saremo noi a doverne pagare il prezzo.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Ven, 09/08/2013 - 15:34

Condannato in via definitiva.