Perfino i detenuti tradiscono il partnerParola di scienziato/1

La pensa così un ampio numero di persone coinvolte in uno studio condotto dall'Università dell'Iowa. Un terzo circa, dei 783 adulti eterosessuali intervistati fra i 18 e i 60 anni, ha rivelato di avere tradito il partner e di non ritenere «naturale» la monogamia. Per le donne è più facile tradire con un amico, per un uomo, con una sconosciuta. È la stessa filosofia di pensiero che emerge dagli studi di Eric Anderson, sociologo americano, autore di «The Monogamy Gap - Men, Love, and Reality of Cheting», secondo il quale la monogamia è «contro natura», soprattutto per il maschio. Anderson ha intervistato 120 uomini e nel 78% dei casi è emerso che sarebbero disposti a mentire pur di poter avere rapporti con altre donne. La monogamia per essi, e si presume per la maggior parte degli uomini del mondo, è optional.