Petali di pelle o coccodrillo per le scarpe più sexy Francesco Russo e la sua collezione

Francesco Russo fa le scarpe più sexy del mondo: indossarle e sentirsi «stra» è tutt'uno. Del resto ha un curricolum impressionante: due anni con Miuccia Prada, nove da Saint Laurent (prima con Tom Ford e poi con Stefano Pilati per cui ha partorito il celebre stivale a gabbietta) e infine cinque da Sergio Rossi dove ha disegnato modelli stracopiati. Allo scadere del contratto qualche mese fa si è dimesso e non ha più risposto al telefono: stava finalmente realizzando il suo sogno. «Ci pensavo da quattro anni - racconta - una mia linea e un atelier nel cuore di Parigi». Detto, fatto, ha trovato uno spazio in rue de Valois, dietro Palais Royal: un'antica trattoria che nel XVII secolo si chiamava «Le beuf à la mode» e che poi è diventata galleria d'arte. Ha disegnato una trentina di modelli, che dire belli è poco: petali di pelle o coccodrillo che si chiudono sul piede come un fiore carnivoro montati su tacchi a spillo sottilissimi, quattro millimetri di pura sensualità. In uno stivale 124 occhielli in cui passano le stringhe. Inutile dire che toglierseli per andare a letto sarebbe una pura follia.