Piano dell’Annunziata:alleare Fiom e Grillo

Rai3 in campo: prove d’intesa in tv. Lucia si improvvisa promoter e incalza Landini: "Andate coi grillini"

«La Fiom è scesa in campo. Ha riuni­to i leader del centrosinistra. Tutti eccet­to Grillo. Perché Grillo non c’era?».Pron­ti, via. Lucia Annunziata incalza Mauri­zio Landini: il«Partito delle tute blu»è un bel partito, perché non vi alleate con il Movimento 5 stelle e resuscitate la sini­stra? Il numero uno della Fiom ha un bel da fare a spiegare che «Beppe Grillo ha al­tre modalità di confronto, ma siamo asso­lutamente interessati ad avere un dialo­go sia con lui sia con quelli che lo votano.

Catalogare il voto a Grillo come antipoli­tica è un grave errore. Io ci vedo una do­manda di cambiamento. I lavoratori stanno peggio e la sinistra ha perso. So­no le forme della politica tradizionale a non funzionare più».

La conduttrice di In mezz’ora su Rai3 non molla. Insiste sull’assenza dell’exco­mico alla convention di sabato, dove Lan­dini ha riunito Nichi Vendola - a un pas­so dallo scioglimento di Sel - Pier Luigi Bersani e Antonio Di Pietro. «Allora per­ché Grillo no? Ma li avete cercati, invita­ti, avete avuto un sì o un no? È rilevante, perché lui è un po’ il convitato di pietra del centrosinistra». La puntata di ieri, in­titolata appunto «Congressone a sini­stra», somiglia a una finale di tennis. La Annunziata batte chiedendo conto a Landini della «politicizzazione della Fiom», lui risponde cercando di ridimen­sionare (ma non troppo) lo scenario di cui la giornalista si è innamorata. Quello della «Lista civica Fiom». Con un terzo giocatore, guardacaso l’economista Lo­retta Napoleoni, appena nominata con­sulente - non pagata- di Federico Pizza­rotti. Il sindaco di Parma sta ancora lavo­rando alla sua giunta a rate, ma la Napole­oni rappresenta già i grillini in tv.

Dopo aver dichiarato di guadagnare «2.300 euro al mese» e di essere pronto ad «aprire una discussione» con il Pd, Landini continua: «Noi diciamo che il programma dei lavoratori per uscire dalla crisi è questo... Vogliamo parlare con le forze politiche alla pari. È finita la fase in cui i metalmeccanici votavano a scatola chiusa. Basta con le deleghe in bianco».Annunziata:«Togliete alla poli­tica la delega e assumete un ruolo politi­co. Non c’è nulla di male,basta dirlo.Co­me funzionerà, mandate dei vostri uo­mini in lista? Perché mandare dei vostri uomini nelle liste avrà senso». Landini: «Io faccio il sindacalista. E non mandia­mo nessuno nelle liste». Annunziata: «Ma da quando avete questa linea, ave­te rilanciato il dibattito politico». Landi­ni: «Da sempre ci poniamo il problema che cambiando le cose in fabbrica, si cambiano anche le cose fuori dalla fab­brica». Annunziata: «È legittimo che un sindacato faccia questo?». Landini: «È legittimo che il Parlamento faccia leggi che cancellano i diritti dei lavoratori?». Risposta molto politica. O antipolitica?

Commenti

killkoms

Lun, 11/06/2012 - 08:46

fiom e grillo?2 galletti nello stesso pollaio!inoltre le idee sono diverse,poichè landini più che l'antipolitica sfrutta il sindacato per andare in parlamento a cuccare benefici!

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Lun, 11/06/2012 - 09:21

Annunziata non ha ancora capito che il movimento***** non si alleerà mai con altri partiti. Il movimento governa se vince con maggioranza assoluta ma non governa con il sistema partitistico attuale.

Izdubar

Lun, 11/06/2012 - 09:34

Brava, Lucy! Semina scompiglio tra le fila! Fai coppia con barbapapà nell'accrescere la confusione. Qualcuno di certo cadrà sotto il fuoco amico.

louise

Lun, 11/06/2012 - 09:41

L'annunziata, notoriamente strabica a sinistra, vuole un partito grillo-landini, scalfari ne vuole uno con saviano, mentana uno di giovani magari con lui alla testa..., sgarbi vuole fare un 5 stelle di destra, ecc. ecc. La classe dirigente (?) del paese non ha ancora realizzato che il suo livello di scredito è talmente basso che qualunque deficiente prenda iniziativa, prende anche voti......democraticamente. Così, grazie alla "democrazia", avremo la prossima volta in quel letamaio del parlamento gente come quella. Che non è nè meglio nè peggio di chi c'è adesso.

antiquark

Lun, 11/06/2012 - 09:59

#2 Goldglimmer... io non sono contro Grillo, credo che la "rivoluzione" del sistema debba passare per altre vie. C'è un sindaco a 5 Stelle che in 2 settimane ha nominato un assessore, ha annunciato un aumento delle tasse, e ha confermato che non ridurrà privilegi stipendi alla casta. Quindi? Cosa cambia? Nulla ci illudiamo che eleggendo chi non capisce niente ( come noi ) farà cose giuste. SBAGLIATO deve ancora mangiare, piazzare amici, parenti e conoscenti ai vertici di INPS, RAI, e altri enti pubblici politicizzati. La riforma ci vuole, ma deve essere di struttura, il politico deve andare a scuola e sapere cosa deve e cosa può fare. Non può decidere sul proprio stipendio e darsi i benefit. Deve poter lavorare senza risse, ci sono troppi soldi in ballo, anche il più onesto si lascia traviare, quindi? togliamogli la possibilità di prendere soldi col bancomat a carico dei contribuenti. Grillo? è come Bossi 20 anni fa, tante parole e tanti soldi da spartire

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Lun, 11/06/2012 - 10:25

Lo scopo è sempre quello: fare finta di cambiare qualcosa per non cambiare nulla. Annunziata, Scalfari, Landini, non hanno interesse a migliorare le cose per il paese. Il loro unico interesse è quello di mantenere le loro posizioni di privilegio. Non hanno il pudore di enunciare cose da fare pensano solo a quale faccia mettere in primo piano per continuare ad agire dalle retrovie.

migrante

Lun, 11/06/2012 - 12:54

che c'azzecca il M5S con la Fiom ?...la Fiom non potrebbe essere altro che un partito marxista, il movimento di Grillo non e` ne comunista ne "de sinistra"...e`molto piu`vicino al "berlusconismo"2.0...molto spesso Berlusconi e`stato accusato di essere l'uomo dei sondaggi, bene, che cosa e`il "net-storming" proposto da Grillo se non l'evoluzione tecnologico-interattiva della politica basata sul consenso ?