Il piddino restituisce i 2 euro

La patente di rottamatore nel Pd ce l'ha Matteo Renzi ma nel suo partito c'è chi è più avanti di lui. Michele Grimaldi, candidato alla segreteria regionale del partito in Campania ha lanciato una proposta in stile Grillo: restituire i due euro spesi dai militanti per votare alle primarie ai circoli territoriali. «Senza di essi, il Pd non esisterebbe affatto. Sarebbe il segnale che le cose cominciano ad andare nel verso giusto», ha detto Grimaldi. Il candidato alla segreteria fa sul serio. «Ci impegneremo a costruire, progettandoli insieme ai circoli, strumenti di ausilio economico che vadano incontro alle giuste istanze della base -dice- è inaccettabile l'idea che qualcuno ha in testa, di relegare i protagonisti della vita democratica del nostra Paese e del nostro partito ad un ruolo di marginalità». Grimaldi ha lanciato la corsa alla segreteria campana. Riuscirà a convincere i vertici del Partito democratico a rinunciare ai soldi delle primarie o si prospetta una nuova (e sarebbe l'ennesima) spaccatura tra i democratici?