Di Pietro fa la corte pure a De Magistris

L'ex pm annuncia il rinnovamento e l'eliminazione del suo nome dal simbolo: "Sto diventando vecchio, ma non me ne sto andando"

Il leader Idv Antonio Di Pietro

Ormai le prova tutte. E ci prova con tutti. Antonio Di Pietro è un politico a rischio estinzione. Ma soprattutto alla ricerca di una capanna, cioè un'alleanza capace di fargli superare la soglia fatidica del 4% per entrare in Parlamento. Nell'ultimo periodo, l'ex pm di Montenero di Bisaccia ha alternato la consueta tenacia e irruenza verbale ad una sorta di moderazione adulatoria, ha cercato di corteggiare salvo poi dileggiare coloro che non hanno ceduto alle sua avances.

La liaison con Grillo si è infranta quando il leader del MoVimento 5 stelle lo ha candidato alla presidenza della Repubblica. Quella con Vendola, risalente all'ormai sbiadita foto di Vasto, è passata in secondo piano. La relazione con Bersani è naufragata quando il leader Idv ha cominciato a sparare a zero contro il governo Monti e contro il capo dello Stato. Oltre a queste relazioni complicate, Di Pietro ha pure collezionato una serie di divorzi, in primis quello con Massimo Donadi, ex capogruppo Idv alla Camera e artefice della creazione del nuovo gruppo Diritti e Libertà.

Anche con De Magistris il rapporto si è incrinato a seguito dello scandalo degli appartamenti di Di Pietro, in aggiunta alle altre indagini che hanno coinvolto vari esponenti dell'Idv, da Vincenzo Maruccio a Marilyn Fusco passando per Silvana Mura, solo per citare gli ultimi casi.

Eppure, l'ex toga è politico che non si arrende. Confida ancora in una sua rinascita, punta alla rivoluzione del partito e all'eliminazione del suo nome dal simbolo Idv per riacquistare quella credibilità perduta (gli ultimi sondaggi attestano l'Idv intorno al 2%). "Mi sto facendo vecchio, ma tranquilli, non me ne sto andando. È necessario però spersonalizzare il partito", ha ironizzato Di Pietro all’assemblea generale dell’Idv spiegando che al prossimo congresso il partito dovrà rinascere.

Ma, soprattutto, Tonino non si preoccupa di tornare a corteggiare chi lo ha respinto. Così ha fatto prima con Grillo. Così sta facendo con Bersani e con lo stesso de Magistris. "È inspiegabile, se non in una logica di conquista delle poltrone, rifiutare l’appoggio dell’Idv e di tutte le forze politiche che sono venute allo scoperto contro Monti", ha dichiarato Di Pietro riferendosi al Pd di Pierluigi Bersani e aggiungendo che "se la coalizione di centrosinistra vuole proseguire l’esperienza del governo Monti, allora il Pd non si appropri di un uomo che non è suo, perché quello è un governo di centrodestra, dei banchieri e dei poteri forti".

Fino a qualche settimana, proprio il Pd era stato considerato da Di Pietro il "mandante del killeraggio mediatico" nei suoi confronti. Ma il rancore evidentemente non appartiene al leader Idv. Che, dopo aver comunque lasciato uno spiraglio alla sempreviva alleanza col Pd, cerca altre strade. O paracaduti. Come il sindaco di Napoli al quale lancia una vera e propria proposta di matrimonio: "L’Idv è pronta a presentarsi in Parlamento alle prossime elezioni politiche con una lista civica che comprenda il Movimento Arancione di Luigi de Magistris e tutte le componenti della sinistra anti montiana".

Non importa se de Magistris un mese fa il primo cittadino partenopeo usasse parole dure nei confronti dell'ex pm: "Non ha affrontato in modo chiaro e netto la questione morale, non ha aperto ai più giovani, ha proseguito con una gestione verticistica del partito”. Ogni alleanza vale la candela. E nel caso Di Pietro non dovesse trovare nessuna sponda politica, andrà da solo. Almeno così assicura lui. "Ci saremo alle prossime elezioni soli o ben accompagnati".

"Le ragioni per cui ci vogliono isolare non sono quelle che dicono, che siamo un partito populista, un partito che attacca: è che le nostre idee danno fastidio. Questa è la ragione vera, politica, per cui ci vogliono isolare", ha tuonato Di Pietro non perdendo il vizio di sfoderare bordate e accuse a destra e a manca. Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, lo segue a ruota. "C’è in atto il tentativo di un omicidio politico contro di noi, tentativo che riguarda l’Idv e non Di Pietro. Pensate a quanto sorriderebbero D’Alema, Casini e Berlusconi se noi dovessimo essere morti e sepolti". Intanto, almeno per il fuoriuscito Donadi "oggi l'Idv celebra i suoi funerali".

Commenti

odifrep

Sab, 15/12/2012 - 16:03

Sono vecchio (...). Sono poche le persone che lo ammettono. L'importante nella vita è saper ciò che si vuole. Saluti.

bruna.amorosi

Sab, 15/12/2012 - 16:10

povero DI PIETRUCCIO finalmente l'hai assaggiata la cattiveria della sinistra ed io stò godendo come un (riccio ) almeno così dice mio marito e la gioia è talmente grande perchè per non sputtanarti dovrai stare zitto su tutti gli intrallazzi che gli hai coperto .Adesso goditi tutte le case che i tuoi compari magistrati ti hanno fatto comperare con soldi di poveri cristi e vivi felice se ci riuscirai .ma fuori dal Parlamento .

Mario-64

Sab, 15/12/2012 - 16:12

Fra Grillo e quest'altro qui hanno delle facce ...un misto fra il circo Togni e i film dell'orrore!

blackbird

Sab, 15/12/2012 - 16:38

Di Pietro, Fini , Casini, lo stesso Monti: servi sciocchi che si sono lasciati lusingare dalla sirena Sinistra. Finita la loro utilità scaricati in un fosso e lasciati lì a marcire.

unosolo

Sab, 15/12/2012 - 16:51

si sta formando un partito di ex , popolo arancione .

b.walter

Sab, 15/12/2012 - 17:05

Era ora che questo personaggio fosse divorato dalla tigre che ha sempre cavalcato, mentre faceva i suoi affari. Ha sfruttato tutti diventando il mito di "mani pulite", mentre il vero mito è stato ed è Borrelli. La sua dignità di alto magistrato lo ha conservato integro e non asservito alla politica corrotta, come tanti suoi colleghi (putroppo!). . Ora ritorni a Montenero a godersi le sue ricchezze!!!

VermeSantoro

Sab, 15/12/2012 - 17:18

teme di non poter piu incassare le cifre di un tempo e si sta attrezzando ..... giustamente.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 15/12/2012 - 17:35

Di Pietro : ""Sto diventando vecchio, ma non me ne sto andando". PECCATO!

Ritratto di pasquale cafiero

pasquale cafiero

Sab, 15/12/2012 - 17:37

Caro Tonino il traguardo della tua vita è posizionato nel 2020, quindi questi ultimi otto anni che ti resatano esci di scena senza far rumore e goditi i beni accumulati.

#marcok@

Sab, 15/12/2012 - 17:51

Questo brutto essere è il peggiore di tutti. Un BUGIARDO e IMBROGLIONE APPROFITTATORE deve SPARIRE.

#marcok@

Sab, 15/12/2012 - 17:54

A dimenticavo DISONESTO TRUFFATORE.

maurizio50

Sab, 15/12/2012 - 17:55

Caro Di Pietro, per un buzzurro quale è Lei , in questi anni ha già avuto fin troppa gloria. Si tolga dai piedi, visto che di danni ne ha fatti fin troppi!!

kcastellano

Sab, 15/12/2012 - 17:56

Cosa vuole ancora sto fallito ?

franky6464

Sab, 15/12/2012 - 18:08

diciamo che don tonino vorrebbe far passare in secondo piano tutte le malefatte che son venute fuori sulla gestione personale-familiare, sua e della moglie, dei milioni pervenuti dal finanziamento ai partiti. Immaginiamo solo per un attimo tutto il malloppo a disposizione senza il minimo controllo...che pacchia tonì, beato te!! altro che il buon Silvio coi soldi suoi!!

killkoms

Sab, 15/12/2012 - 18:10

paura di restare fuori dal parlamento,èh?come direbbero a napoli "truovate 'na fatica"!

ammazzalupi

Sab, 15/12/2012 - 18:24

Sì, pezzo di m...da! Stai diventando vecchio, e si vede perché la tua memoria fa acqua da tutte le parti. Infatti, non ricordi se sei sposato oppure no... non ricordi di avere tanti immobili... non ricordi le società di cui fai parte... non ricordi dove hai preso tutti i soldi che, da miserabile, ti hanno permesso di diventare un nababbo... non ricordi di aver massacrato persone innocenti... Stai diventando vecchio, caro ANDONIO. Vecchio, bavoso e odioso! E anche accattone, visto che stai chiedendo l'elemosina a gigino 'o flopp! Unitevi! Sarete come il gatto e la volpe. Solo che gli italiani hanno smesso la casacca di pinocchio! Gli zecchini d'oro non ci sono più! Hai dimenticato che ve li siete già pappati...!!! FAI PENA!!!! SPARISCI, VERME!!!!!!!!!!

Gioortu

Sab, 15/12/2012 - 18:26

L'eliminazione del suo nome dal simbolo?Non sarebbe meglio:la sua eliminazione?

bruco52

Sab, 15/12/2012 - 18:34

Di Pietro e l'IdV forse spariranno dal parlamento, ma rimarranno i suoi cani arrabbiati, che ora l'hanno lasciato per la paura di sparire anche loro...l'eredità di questo personaggio luciferino resisterà ancora per molto tempo.....

stefano.colussi

Sab, 15/12/2012 - 20:55

Grillo, Bersani, Di Pietro, De Magistris: un quartetto stupendo

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Sab, 15/12/2012 - 22:21

Un bambino ha visto la foto ed è diventato muto..state attenti quando scegliete le immagini!

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 15/12/2012 - 22:46

... niente, semplicemente complimenti alla Redazione per la scelta delle foto in prima pagina, tipo Grillo, Di Pietro e il resto delle bande: sono azzeccate, emblematiche, da sbellicarsi: Quei due lì poi, sembrano due assatanati, ebbri, o proprio fuori di testa...ahahahahah... continuate ad "inchiodarceli", ma non solo loro eh. - Saluti

laghee

Sab, 15/12/2012 - 23:06

"io a quello lo sfascio" e' circa 20 anni che devi sfasciarlo ! affrettati, altrimenti morirai (politicamente) senza riuscirci !

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 16/12/2012 - 01:04

L'ex manettaro ora si accorge che ha bisogno di un salvagente come i suoi compagnucci della politica "pro domo mea". Per intenderci Fini e Casini. Sta annaspando e si spera che nessuno gli allunghi una mano.

omar

Dom, 16/12/2012 - 01:19

Si è salvato Greganti ed il PCI ma tutti gli altri ladri (Craxi e Co) li ha fatti sparire lui: capisco che la cosa bruci a qualche ladro in giacca e cravatta (lui sì il vero fallito come uomo e cittadino) e ad altri godevano dei benefici e delle mazzette anni '80 e '90.

gicchio38

Dom, 16/12/2012 - 08:37

MAMMA MIA QUANTA AGITAZIONE FRA "BUFFONI DI OGNI RISMA E RAZZA".

Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 16/12/2012 - 10:01

Sta finendo il tempo per saltimbanchi, giocolieri e mangiafuoco. Di Pietro, dammi retta. Zappa, vanga e grasso ai cingoli del trattore. Se finisse la pacchia... l'attività più salutare e confacente al tuo ego frustrato,