Di Pietro: "Napolitano vuole nascondere la verità"

Il leader dell'Idv attacca di nuovo il Colle: "C'è il diritto/dovere di sapere cosa ha detto Mancino". E su Monti: "È un becchino che vive sulla morte dell'Italia"

Non si placa la polemica tra il Quirinale e la procura di Palermo sull'uso e la divulgazione delle telefonate intercettate durante le indagini sulla trattativa tra lo Stato e la mafia. Dopo che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha sollevato il conflitto di attribuzioni dei poteri davanti alla Corte costituzionale, si è mosso il procuratore di Palermo Francesco Messineo. "Il conflitto di attribuzione sollevato dal Quirinale non determina alcun obbligo di sospensione dell’attività d’indagine", ha avvertito il Messineo sottolineando che i magistrati potrebbero valutare "l’opportunità di porre una sospensione" in attesa che la vicenda si chiarisca.

Intanto, ad Antonio Di Pietro proprio non va giù l'intervento di Napolitano che ha impedito ai pm di Palermo di usare le intercettazioni che lo coinvolgerebbero nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta trattativa Stato-mafia. Ieri il leader dell'Idv ha accusato il Capo dello Stato di mortificare le istituzioni e oggi è persino più duro: "Invece di mettere a disposizione dei giudici tutto perchè dopo 20 anni si possa sapere la verità sui fatti che hanno portato alla morte di servitori dello Stato, l’unica cosa che si sa è che proprio il Capo dello Stato non vuol far sapere cosa è successo", tuona Di Pietro. Secondo lui tra procura di Palermo e Quirinale "non è in atto uno scontro, ma piuttosto di una scelta netta di come vada applicata la Costituzione, per la quale tutti i cittadini sono uguale di fronte alla legge". Di Pietro non nega l'immunità prevista per il Capo dello Stato, ma sostiene che questa non possa valere "anche per chi parla con lui: c’è un diritto/dovere delle parti processuali di conoscere quel che ha detto Mancino". Il leader dell'Idv, però, non si limita a prendersela con il Colle, ma spara a zero pure su Palazzo Chigi, definendo il governo Monti "un becchino che sta vivendo sulla morte della società italiana". E aggiunge: "Noi non vogliamo essere in linea con questo governo, dissentiamo su tutto. Se qualcuno vuol fare altro, non ce lo ha ordinato il medico di stare assieme".

Commenti

agosvac

Mer, 18/07/2012 - 13:25

Molto bene, chissà, forse di pietro, continuando così, un giorno o l'altro farà o dirà qualcosa che neanche i suoi "amici" della magistratura potranno lasciare passare. Allora tutti i nodi irrisolti verranno, finalmente, al pettine e l'ex pm dovrà pagare per tutte le malefatte da lui compiute nel corso degli ultimi anni. Forse qualche magistrato inquirente se ne fregherà della sua ex militanza in magistratura e vorrà vederci chiaro una volta e per sempre su come abbia potuto di pietro da ex magistrato morto di fame raggranellare una posizione immobiliare di svariati milioni di euro!!!!

robylella

Mer, 18/07/2012 - 13:33

È una delle poche volte che Di Pietro dice qualcosa di sensato. Se riguarda gli altri tutto è lecito, ma se tocca i sinistri ... allora cielo apriti!

Ritratto di depil

depil

Mer, 18/07/2012 - 13:34

povero ADP come lo comprendo, ha una paura mattya di finire in galera i suoi giorni a causa delle troppe malefatte che ha commesso e che sono documentate e per le quali gli ex colleghi lo tengono stretto per le palle.

bobsg

Mer, 18/07/2012 - 14:05

Invece lui è sempre stato un uomo specchiato, in particolare nella gestione dei soldi del partito.

Ritratto di apasque

apasque

Mer, 18/07/2012 - 14:14

STAVOLTA, una tantum, sono d'accordo con Di Pietro, che però non stimo proprio per niente: anche io penso che Napolitano stia cercando di insabbiare. Lo sosterrei, però, in questa battaglia di trasparenza ad alcune condizioni: che dica tutto ciò che sa delle malefatte della magistratura in cui ha "militato" per anni, che racconti i suoi legami con la CIA e paesi dell'Est come la Bulgaria e che ne ha fatto di tutti i soldi incamerati ma che avrebbero dovuto andare all'IDV.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 18/07/2012 - 14:20

Che si saranno mai detti Napolitano e Mancino? Facciamo una bella cosa, che si pubblichi solo la parte di Mancino e su Napolitano si tira una riga. Ma scommettiamo che non si può fare neanche quello? Il giudizio su Monti magari è ingiusto, vediamo un pò i risultati: - debito in aumento; - taglio del costo dello Stato insignificante; - taglio del costo della politica non pervenuto; - riduzione dei diritti dei lavoratori tout court senza uno straccio di contropartita. Oddio, vista così non mi sembra neanche tanto peregrino il giudizio di Tonino......

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 18/07/2012 - 14:26

vuoi vedere che mafiosi, politici e magistrati si sono messi a tavolino giusto per capire chi stesse facendo cosa per scoprire che venivano tutti presi per i fondelli? di pietro ha una dimensione politica miserrima, non avrà mai un ruolo determinante nel bene e nel male di questo paese, ora fa slogan su questo tema ma non è nessuno per parlarne. ragioniamo su chi abbia tratto vantaggio lo scredito gettato sulla moralità, capacità e onestà dei politici italiani che li ha portati all'esautorazione, ditemi chi comanda adesso. l'indizio è plutocrazia...

FrancescoCeC

Mer, 18/07/2012 - 14:54

Di Pietro è coerente con quello che ha sempre detto e non tende a cambiare idea a seconda del momento. Avanti così.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mer, 18/07/2012 - 14:58

Stavolta Antonio Di Pietro (detto Di Dietro) ha ragione. Ma lui è fatto così: a tratti ce l'ha con tutti, a tratti solo con alcuni, a volte dice cose sensate, a volte grandi boiate. Diciamo che ha saputo imparare velocemente il mestiere del politicante, e ora mischia bene le carte, riuscendo a nascondere e quasi far dimenticare le sue vergognose malefatte...

Ivano66

Mer, 18/07/2012 - 15:05

Saranno anche intercettazioni penalmente irrilevanti , ma perché non è possibile sapere se Napolitano abbia o no "coperto" Mancino? Penalmente irrilevanti, ma moralmente significative. L'atteggiamento del Quirinale desta psrecchi dubbi a proposito...

Wolf

Mer, 18/07/2012 - 15:06

personaggio squallido...magari fra 30 anni si scoprirà come ha fatto un'analfabeta a diventare magistrato, fondare un partito, prendere soldi pubblici ed intascarseli tramite la fondazione di famiglia....

cantastorie

Mer, 18/07/2012 - 16:01

...questo fa la voce grossa perché senta che la "cadrega" si sta facendo sempre più traballante!!

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Mer, 18/07/2012 - 16:01

bene , agosvac, sono tangenti. ricorda la barzelletta della mercede da 80 milioni di lire ? un potere forte ha dovuto pagare . il resto ?conosco il sistema , se vuoi lavorare in pace mi regali un appartamentino per mia figlia , o mio nipote , domani si sposano . la gran mafia esiste , eccome , fra magistrati corrotti . più uno urla più ha torto marcio ,più ha da nascondere . ricorda come urlava michele santoro ? veda lei .

Luigi Farinelli

Mer, 18/07/2012 - 16:11

Esiste ormai un Potere ombra che è riuscito a espandersi al punto di governare le grandi Agenzie internazionali (ONU e Commissione Europea) e imporre i suoi diktat al mondo (l'Occidente ne è ormai infettato) in campo non solo politico ed economico ma anche etico. E' un potere che prolifica all'ombra della massoneria, troppo spesso considerata solamente una congrega di innocui ed eccentrici dopolavoristi intenti a studiare come imporre le loro regole sincretiste e neo-gnostiche al pianeta. La massoneria coopta le persone ritenute valide, sfrutta la loro sete di arrivismo e di potere per renderle poi capaci di operare ai livelli giusti (Birdelberg, Trilaterale, ONU, EU, NATO, Organismo Mond della sanità, UNESCU, FMI). E agiscono ormai indisturbati, tesi alla globalizzazione delle Nazioni, naturalmente sotto la loro egida "illuminata" (il comunismo era la stessa cosa: governo di pochi sul "popolo bue", ora iltotalitarismo si conquista con l'ideologia gender, l'ultralaicismo e l'ultracapitalismo senza regole). Quando le inchieste si avvicinano alla massoneria c'è da temere per chi le fa poichè l'omertà che assicura questa organizzazione (benedetta ufficialmente da Prodi come "il futuro radoso d'Italia") sfruttando il fatto che gli adepti debbono comunque "aiutare i fratelli in difficoltà" e toglierli comunque dalle "ambasce". Anche la mafia vi è protetta. E gli ultralaicisti che impongono la riprogettazone della società a livello etico (aborto, matrimoni gay, eutanasia, attacco alla famiglia etero e alla figura maschile sono tutte pratiche antinataliste, quindi neo-gnostiche, quindi massoniche, aventi lo scopo di indebolire la società non solo economicamente ma anche socialmente distruggendone i valori fondanti che sono anche cristiani) per facilitare il processo di fiaccamento della Nazione (cosa in corso anche per l'Italia) e inglobarla in quella che una volta si chiamava "Repubblica Universale" (Mazzini) ma che ha sempre più i connotati non di una repubblica democratica ma di uno spaventoso regime totalitario in mano a pochi "illuminati". E guai opporsi. Del resto, il lavaggio del cervello operato coi media asserviti è tale che ormai a questa congrega di criminali stiamo consegnando la nostra indipendenza e libertà.

Il giusto

Mer, 18/07/2012 - 16:19

Grande Dipietro,continua cosi'!!!Gli onesti e i giustizialisti sono dalla tua parte!!!1 invio 16.18

ilbarzo

Mer, 18/07/2012 - 17:00

Comincio ad ammirare l'on.Di Pietro.

Giovanmario

Mer, 18/07/2012 - 17:06

Come dire: caro Giorgio attento a quello che dici al telefono perchè ti stiamo intercettando.. questa procura di Palermo una ne fa.. e pure sbagliata!

Americo

Mer, 18/07/2012 - 17:19

L'ambito della giuducatura gode di una mancanza di definizione nella nostra costituzione. Si comporta come una libera corporazione che cura solo le propie prerogative, come una massoneria.

erik

Mer, 18/07/2012 - 17:24

Sono d'accordo, chiunque si è messo in politica ha dato una svolta alle sue condizioni economiche, salvo qualche "mosca bianca". Ritengo però giusto che si sappia ciò che è successo.

cameo44

Mer, 18/07/2012 - 17:39

Non ho mai condiviso il comportamento di Dipietro ed il suo parlare ma per questo caso ha ragione da vendere sia per quanto riguarda Napolita no che Monti non ha tutti i torti nel definire Monti Becchino e Napoli tano che non si è mai speso contro le intercettazioni quando riguardava no Berlusconi ora ha la pretesa che non si facciano su di lui se lui è una Istituzione come capo dello stagto lo era anche Berlusconi come ca po del Governo quindi stessi diritti stessi doveri

oiramissor

Mer, 18/07/2012 - 17:52

Nessuno lo tocchera' mai sa troppo di tutti e tutti lo accettono turandosi il naso.

nevenko

Mer, 18/07/2012 - 17:53

Ma perchè è intoccabile il presidente della repubblica italiana?Cosa è un Imam forse?

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Mer, 18/07/2012 - 17:55

Molto chiaro il commento di agosvac che condivido e aggiungo che il Sig. Monti non merita di essere trattato in maniera così sguaiata. Distinti saluti. Ro0by

Ritratto di Fabrizio Bulleri

Fabrizio Bulleri

Mer, 18/07/2012 - 18:08

Sono d'accordo con Agosvag, inoltre rimprovero a DiPietro una maleducazione e un'arroganza senza limiti, possibile che nessuno riesca a rimetterlo in riga?

Tommaso Berretta

Mer, 18/07/2012 - 18:41

Condivido pienamente iol pensiero di Antonio Di Pietro!!!! E' ora di finirla! Il Presidente faccia il presidente di tutti gli italiani e difenda (è un suo preciso obbligo) e cerchi di evitare telefonate compromettenti! Si tratta di EROI SICILIANI che pare non siano stati sostenuti da chi doveva! Falcone e Borsellino certamente nulla hanno in comune con questi politici da strapazzo!!!

APG

Mer, 18/07/2012 - 19:09

Bravo, Di Pietro, non mollare mai!!

APG

Mer, 18/07/2012 - 19:10

Bravo, Di Pietro, non mollare mai!!

Ritratto di manasse

manasse

Mer, 18/07/2012 - 19:25

speriamo che sulla sua strada trovi un ingroia o una bocassini alla si ci sarà da ridere

Tommaso Berretta

Mer, 18/07/2012 - 19:40

Mi trovo pienamente d'accordo con Di Pietro; senza Se e senza MA!!!!!!!

APG

Mer, 18/07/2012 - 19:43

Bravo, Di Pietro, non demordere!!

APG

Mer, 18/07/2012 - 19:42

Bravo, Di Pietro, non demordere!!

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 18/07/2012 - 20:19

Per una volta sola , sono con te.Sara demagogia ma il re repubblicano non dovrebbe passarla liscia.Appunto perche non e un re.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 18/07/2012 - 20:45

Questa volta il contadino semianalfabeta ne ha detta una giusta : Monti e' il nostro becchino e the King adesso deve stare zitto e farci ascoltare le intercettazioni, visto che quando si sentivano quelle di quelli che gli stavano sulle palle non fiatava.

Ritratto di Cavaliere della notte

Cavaliere della...

Mer, 18/07/2012 - 20:56

Sono incacchiato nero perchè questa volta la penso come Di Pietro.........

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mer, 18/07/2012 - 21:35

***L'importante è che facciano in fretta, prima che qualcuno tiri le cuoia senza onta.*

MaiRuss

Gio, 19/07/2012 - 00:22

Quanti dubbi, e non solo ora !!

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Gio, 19/07/2012 - 05:19

Non resta che sperare nell'innesco di una reazione a catena. Più di una scheggia sembrerebbe lì lì x impazzire. D'altronde non dimentichiamo che la storia recente ci ha resi spettatori increduli del crollo dell'impero bolscevico, del muro di Berlino, e perchè non potrebbe accadere.......? I bubboni scoppiano e i becchini più sono intenti a scavare buche a dismisura, più devono riguardarsi dal rischio di soccombere.

luigino23

Gio, 19/07/2012 - 06:55

la prossima volta voterò Di Pietro, è l'unico che ha avuto il coraggio di dire in Parlamento "professori dei miei stivali", bravo

ric42

Gio, 19/07/2012 - 07:05

I giustizialisti non mi sono mai piaciuti,ma questa volta condivido in parte quello che dice Di Pietro, il popolo ha diritto di sapere degli intrallazzi tra Stato e Mafia, è inule cercare di insabbiare le cose

Ritratto di manasse

manasse

Gio, 19/07/2012 - 07:37

come si fa per farsi sentire?

oiramissor

Mar, 31/07/2012 - 15:19

Non che mi frechi piu' di tanto ma.....ma con la pagina dei miei commenti la cosa migliore era di ricominciare piuttosto che buttare li' i commenti senza capo ne coda e in piu' ripetitivi roba da.....