Pisapia paga i superhotelal "boss" della Scala

Il sovrintendente Lissner ha una ricca diaria e carta di credito illimitata. Oggi vertice sindaco-Cgil sui 7 milioni di costi

Milano - Adesso tutti vogliono sapere. Già oggi alle 13 Giuliano Pisapia incontrerà la Cgil: all’ordine del giorno, lo stipendio principesco del sovrintendente Stéphane Lissner. È già sette anni che Lissner si è insediato al vertice della Scala, ma nessuno finora si era reso conto di quanto fosse imbottita la sua poltrona. Ora che emergono le innumerevoli voci del suo ingaggio, si scopre che il sovrintendente costa alla collettività uno sproposito: un milione e spiccioli l’anno. Ovvero, sette milioni e passa in sette anni. Una cifra insostenibile e pure inspiegabile. Carlo Fontana, il predecessore di Lissner, aveva una retribuzione annua di 260mila euro lordi. La media degli altri sovrintendenti italiani oscilla fra i 150mila e i 200mila euro. Lui, l’uomo venuto dalla Francia, ha un altro passo. E il suo appannaggio, finora semisconosciuto, sembra quello di un membro della famiglia reale. La base della retribuzione è di circa 455mila euro, poi c’è un incentivo, variabile ma sempre agguantato, di 155mila euro. E ancora, la macchina, una lussuosa berlina Bmw, l’autista e la casa che pesa sul contribuente per 85mila euro. Come se non bastasse, poche settimane fa il contratto gli è stato rinnovato e la fondazione, presieduta dal sindaco, gli ha concesso un premio di 300mila euro, da spalmare su cinque anni.

Quali sono i meriti di Lissner? Come mai si usa con lui il guanto di velluto, mentre il Comune e tutte le altre istituzioni predicano lacrime e sangue? È uno dei misteri, poco gaudiosi, che rimbalzeranno nel faccia a faccia di oggi e ritorneranno lunedì quando la discussione si sposterà in Cda. Un consiglio di amministrazione che fin qui ha sempre detto sì, ha sempre alzato la mano in automatico e ha sempre evitato domande scomode. Ora, dopo i ripetuti no del consigliere di nomina regionale Fiorenzo Tagliabue, l’aria è cambiata. E anche i sindacati sono sul piede di guerra: si parla tanto di spending review, si taglia tutto il tagliabile e anche di più, si minaccia la cassa integrazione anche nelle fondazioni liriche, e poi si scopre che a Milano il già superpagato Lissner ha ricevuto un premio non si sa bene a che cosa. Il sovrintendente, per di più direttore artistico, non ha certo risanato i traballanti conti e il deficit si aggira oggi sui 4,5 milioni l’anno. Non solo: non si può nemmeno dire che abbia calamitato risorse pescando a destra e sinistra. La Scala si sostiene soprattutto sulle gambe sempre più affaticate degli enti pubblici: dal Comune in su, che garantiscono un flusso annuo di circa 40 milioni di euro. Senza l’ossigeno statale, la fondazione si accartoccerebbe su se stessa immediatamente. Insomma, molti esperti ritengono che la scelta di Lissner, arrivato nell’era Moratti e confermato da Pisapia, sia il prezzo di un certo provincialismo italiano, sempre alla ricerca spasmodica di un papa straniero per colmare evidenti complessi di inferiorità.

Ora, però, qualcuno comincia a farsi delle domande elementari. E ogni questione svela un pezzo di realtà stupefacente. Bene, Lissner spesso va via, in missione. Ora veniamo a sapere che si sposta solo in business class, pernotta in hotel a cinque stelle, ha una carta di credito illimitata. Sempre, sia chiaro, a spese dei cittadini. E sotto l’occhio, indulgente, della fondazione guidata dal sindaco. Certo, il sovrintendente ha tutto il diritto di andare per il mondo a guardare, studiare, stringere mani e rapporti, ma il tutto dovrebbe anche avvenire nella massima trasparenza. Con rendiconti precisi delle uscite, dei viaggi, delle trasferte. Quanti tour ha organizzato in sette anni il sovrintendente? E quanto è costato al Paese? Al momento, non si conosce nemmeno l’ammontare della diaria che scatta quando non è in sede. Le cifre che girano, non confermate e tutte da verificare, fissano l’asticella a 2.000-2.500 euro al giorno. Può darsi che non sia così, ma il fatto stesso che nessuno offra certezze è indicativo del clima di questi anni. Nessuno ha mai posto un qualche limite a Lissner e ora è lui a correre ai ripari annunciando, in tutta fretta, la volontà di abbassare la propria retribuzione del 10 per cento.

Gli incontri di oggi e di lunedì serviranno forse per fare finalmente chiarezza e togliere quel velo di riservatezza ormai inaccettabile. «Dal punto di vista direzionale - spiega Giancarlo Albori della Cgil - questa ci sembra un’azienda allo sbando». E il governatore Roberto Formigoni, su Twitter, ironizza: «Il più alto dirigente regionale, con ben altre responsabilità, guadagna meno di un quarto di Lissner. E il suo stipendio è online». Quello di Lissner sta finalmente affiorando in queste ore.

Commenti
Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 06/07/2012 - 08:42

Gli scandali del satrapo rosso sono infiniti (milioni ai rom, ecc.) e il rimpianto per la buona amministrazione nostra è generale. Ho amici milanesi terrorizzati e obbligati a vivere in una città dove comandano i rom, i tagliagole musulmani ed i centri sociali. Oggi sembra che nessuno abbia votato il comunista, tutti sono indignati. Ma ci sono molti sciocchi che hanno votato il rosso,perché, anche ammettendo brogli,( cosa in cui i rossi sono specialisti) i voti li ha avuti. Tantissimi pentiti, certo, ma questo non li assolve perché, adesso, causa loro, la stanno pagando tutti i milanesi. Serva almeno da monito : nessun voto a sinistra nel futuro !

GilbertoVR

Ven, 06/07/2012 - 08:51

Veramente il contratto con questo manager è stato fatto dalla precedente amministrazione Moratti , non dall'attuale.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 06/07/2012 - 08:55

Be se gia la Moratti lo faceva campare cosi bene , non vedo perche il pisapippa non potrebbe continuare.Anche se questo spregevole individuo mi sta sulle balle, la colpa e di chi paga con i soldi dei contribuenti.In questo caso dei due sindaci , vecchio e nuovo.

Loreno Bardelli

Ven, 06/07/2012 - 09:01

Mandiamolo a casa subito ! Se fosse possibile cercherei anche di recuperare qualcosa da donna Letizia .... sempre generosa con tutti . consulenti compresi , a spese dei cittadini .

Giustopeppe

Ven, 06/07/2012 - 09:03

Ormai non fa più notizia, sarebbe troppo bello leggere ogni tanto qualche cosa di diverso, chi mangia a quattro ganasce senza neanche sapere quanti soldi abbia sul proprio conto e chi non ha i soldi per pagare l’ affitto. Con il costo della vita che aumenta ogni giorno voglio vedere come fa a mangiare questo poveraccio di francese…

saraceno eduard...

Ven, 06/07/2012 - 09:02

Piersilvio un altro da cacciare insieme a Bazzoli, se non fisce come il Petruzzelli.

erminiamusolesi...

Ven, 06/07/2012 - 09:16

Alla faccia del bicarbonato di sodio,diceva un vecchio comico,e i milanesi che fanno?stanno zitti?e per quali meriti prende tutti questi soldi?Bravo?bene...e poi?Pisapia farebbe meglio a spenderli meglio i soldi di coloro che(purtroppo)lo hanno votato......7 milioni all'anno,ma vi rendete conto?ce la farà a vivere con così poco? Ma magari adesso un'altro sinistroide lo farà senatore a vita....x arrotondare naturalmente non certo x meriti....vedi l'ultimo...........che schifo!!!!!!!!!!!!!!!alla faccia della gente che non mangia BUFFONIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

Ritratto di febbraio23

febbraio23

Ven, 06/07/2012 - 09:36

Sarà anche stato nominato dalla giunta Moratti ma se leggete bene il contratto è stato rinnovato poche settimane fa dalla giunta pisa..pisa ..il vento che tira.

Paul Vara

Ven, 06/07/2012 - 09:44

Una domanda: se Lissner è al suo posto da sette anni, come mai queste cose non sono saltate fuori quando il sindaco di Milano era la Moratti ?

erpigna

Ven, 06/07/2012 - 09:59

penso che sia l'ora di un'altra Rivoluzione russa!ma il compagno Napolitano arroccato nel suo castello stradifeso, che fa? dorme? non da bravo compagno se ne frega del popolo. come tutti i sinistri egli è un nemico del popolo. per loro il popolo è una massa informeche va sempre manipolataa proprio vantaggio. superuomini, anche voi farete la fine sottoterra mangiati dai vermi.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 06/07/2012 - 10:13

Codesto Lissner, sconosciuto ai più, è solo uno dei tanti privilegiati che intascano soldi pubblici manovrati dalla politica. Non conosco i numeri del Bilancio della Scala, ma sono pronto a scommettere che il suo bilancio deve essere in profondo rosso, in onore della "cultura". Del resto questo è il paese dei furbi dove i soldi pubblici possono essere spesi senza rendiconto ed anche per tenere in piedi strutture che producono solo debiti, che poi NOI ripaghiamo debitamente. Va cambiato il sistema, ma con Monti stiamo imparando che non si può andare contro la Casta, ed infatti lui butta il sasso, qualche rara volta, ma poi ritira subito la mano.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 06/07/2012 - 10:08

Penso che Pisapia sia una calamità per Milano, colpevoli i milanesi stessi, ma questo tal Lissner, un furbetto alla Sarkò, non ce lo ha mica messo lui alla Scala!

Ritratto di libeccio

libeccio

Ven, 06/07/2012 - 10:11

#8 Paul Vara.Esattamente quello che volevo scrivere io.Complimenti.

Ritratto di bismark22

bismark22

Ven, 06/07/2012 - 10:14

È sempre la solita storia. Mio nonno e mio padre si remuneravano a piè di lista se l'anno era andato bene. Questi prima si remunerano poi che si chiuda in utile o in perdita è problema della collettività, come in questo caso, del parco buoi, dei fondi svalutaIone crediti delle banche. Perchè costoro non si remunerano in base a quanto il mercato vuole remunerarli?. Perchè un muratore incassa 10 ed è remunerato 10 mentre uno della Scala incassa 8 e si remunera per 100. La cultura? Palle!

riderepernonpiangere

Ven, 06/07/2012 - 10:20

Pisaia nel titolo e Moratti solo accennata. Grande giornalismo. Pisapia ha la colpa di aver rinnovato il contratto, ma le condizioni capestro le aveva messe la Moratti (forse perchè la crisi non c'era e i ristoranti erano pieni ...). Ma in fondo oggi non avete trovato foto di Grillo in gioelleria e dovete tornare su vecchi classici come Pisapia e Fini.

amadis1

Ven, 06/07/2012 - 10:58

Ma a Milano i sindaci dei miei *******i che danno stipendi miliardari a queste teste di *****, o sono servi di qualcuno o questo signore e talmente geniale. Ritengo che prima la Moratti e ora Pisapia siano dei TARATI MENTALMENTE. Ma dico, vi rendete conto in che melma sta finendo l'Italia. Quegli stipendi dateli di tasca vostra, capito Pisapia.

stefano.colussi

Ven, 06/07/2012 - 11:05

"...pisapia paga i super/hotel..." avevate tutto e avete perso Milano...arrangiatevi: chi perde Milano perde l'Italia, lo sanno anche i gatti milanesi. Stefano Colussi, cervignano del friuli, udine.

Rigoletto

Ven, 06/07/2012 - 11:32

MIEZZECA 7 milioni di Euro... e chi è stato quel somaro che lo ha voluto ai vertici della Scala ? Ora costui ha scelto come direttore musicale Daniel Baremboim...Vogliamo sapere quanto costa questo battisolfa!

igiulp

Ven, 06/07/2012 - 12:07

La Moratti avrà la sua parte di colpa ma non strizzava i milanesi con balzelli di ogni tipo come invece stanno facendo Pisapippa ed il suo cane da guardia Tabacci che però vede solo quello che gli fa comodo.

moris136

Ven, 06/07/2012 - 12:19

assurdo un sindaco da dimettere.

Cirilla

Ven, 06/07/2012 - 12:24

MA quando la smettiamo con tutti questi soldi che Pisapia istribuisce agli zingari per le case mentre c'è tanta gente povera da noi che ne avrebbe bisogno.. Non dovremmo pensare prima a loro? Quale è lo scopo di questo comportamento? Gli zingari vanno accettati per un periodo definito (come per esempio in Svizera un massimo di tre mesi) e poi via rimandarli nei loro Paesi. L'unico lavoro in cui sono molto abili è il furto che spesso sfoccia anche in omicidio. E a tutti vanno prese le impronte digitali e possibilmente anshe DNA.

MMARTILA

Mer, 11/07/2012 - 00:28

Pisapia paga i superhotel al "boss" della Scala ... e mantiene gli zingari alla faccia degli italiani che hanno bisogno...Buffone lui e chi l'ha votato.

kellyann

Mer, 11/07/2012 - 00:28

#9 Paul Vara lei costringe sempre a spiegare l'ovvio. se un consulente è stato nominato in epoca di vacche grasse, può anche essere stato pattuito un lauto compenso. ma il buonsenso imporrebbe, visto che allo scadere del contratto stesso le condizioni economiche sono radicalmente mutate e la crisi morde i garretti a tutti, di rivedere fortemente al ribasso detto contratto, di certo non di conferire aumenti, seppur mascherati sotto forma di bonus. come sempre, caro signore, per lei valeil solito dilemma : o è in malafede, ed allora è inutile spiegare perchè farà finta di non capire; oppure proprio non ci arriva....

fraktal

Mer, 11/07/2012 - 00:31

Il titolo dell'articolo non ha senso, a meno che, prima di Pisapia, Lissner avesse utilizzato alberghi al massimo a 3 stelle o i super alberghi se li fosse pagati di tasca propria. Ma questo l'articolo non lo spiega.

RobertoDeSable

Mer, 11/07/2012 - 00:31

E' una vergogna! Ma...chi ha stipulato il contratto? Pisapia o chi c'era prima di lui? Perchè non lo dite? Pisapia sbaglia a non rescinderlo o quantomeno a decurtarlo ma ognuno si prenda le proprie colpe.

Cosean

Mer, 11/07/2012 - 00:31

In pratica ci notificate che Pisapia ha contribuito allo sperpero per un settimo di quello che ha fatto la Moratti (5/7) e Albertini (1/7)! E' per questo che non vi piace? E' ancora troppo poco? Si dovrebbe dimettere? Meglio chi ha avuto l'idea iniziale? Ma poi sono soldi sprecati solo da quando c'è Pisapia?

Cosean

Mer, 11/07/2012 - 00:31

#23 kellyann Allora se è vero quello che dice, quando siamo in crisi bisognerebbe tagliare moltissimo e non dire che la crisi è psicologica! Come vede se c'è quello che fa finta di non capire, c'è anche quello che fa finta di esporre! (Le giustificazioni si rapportano nella completa visione d'insieme)

Paul Vara

Mer, 11/07/2012 - 00:35

#23 kellyann: grazie per avermi chiarito la faccenda sulle vacche grasse della Moratti, non mi ero accorto di tanto benessere all'epoca...

Paul Vara

Mer, 11/07/2012 - 00:35

#27 Cosean: grazie, mi sento meno solo...

aqw

Mer, 11/07/2012 - 00:35

Una preciusazione per i Sig e Sig.re anti Moratti: che la Moratti abbia le sue colpe non si discute. Ma che Pisapia abbia rinnovato il contratto di questo signore e con un bonus di altri 300.000 Euro.... Non era Pisapia il moralista anti casta e sprechi?

Ritratto di febbraio23

febbraio23

Mer, 11/07/2012 - 00:35

#18 paul vara- c'è poco da essere sarcastici.A Milano comanda Tabacci (che non è neanche stato votato dai cittadini). Con la nuova giunta abbiamo avuto solo aumenti (tram, area C e addizionale comunale che prima non c'era).Inoltre la città è più trascurata di prima... forse è vero, con la Moratti era periodo di vacche grasse.E non credo nenache al fatto che i bilanci fossero truccati, quello è un vecchio trucco usato dai sinistroidi per giunta ex Democrazia Proletaria per giustificare le tasse sulle teste dei milanesi. E negli occhi di Tabacci si intravede anche un certo sadismo quando tassa i poveri cittadini.

Cosean

Ven, 06/07/2012 - 14:37

#30 aqw Il problema non è essere Antipisapia o Antimoratti! Il problema reale è riconoscere le priorità nel discorso globale! Se non "discuti" sulla Moratti è assolutamente chiaro che lo fai volontariamente. E devi ammettere che così il tuo criterio di giudizio risulterà monco! Il problema principe stà nella possibilità di conoscere e rapportare fra di loro le informazioni che servono ad ottenere un quadro proporzionato e adeguato in più circostanze possibili! Credo che risulterà falso anche a te se trovi qualcuno che ti dica "Pisapia paga al boss...." senza che l'abbia fatto alle Amministrazioni precedenti! Non ti sembra che vogliano inculcarti certe idee in testa?

astarte

Ven, 06/07/2012 - 14:51

#18 Rigoletto: se per lei Daniel Barenboim (con la n, non con la m, si vede che lo frequenta poco) è un battisolfa, si dedichi ad altri argomenti dove la sua ignoranza sia meno palese.

robin55

Ven, 06/07/2012 - 15:40

.....che vergogna!!!!!!! pensavo che il Sindaco Pisapia rinunciasse a Lissner.........però,...però ......la sinistra al caviale non si sporca le mani con queste faccende che inorridiscono chi tira la carretta da mane a sera.....anche perché, il sincerume democratico, facilmente prende il denaro dei contribuenti per scopi personali e, se facesse piazza pulita di tutti questi approfittatori, poi, dovrebbe dare il personale buon esempio.......

franco.cavola

Ven, 06/07/2012 - 15:59

Che schifooooooooo!!!!!!!!!!!!

MIKE1972

Ven, 06/07/2012 - 16:07

Gentile lettore kellyann, è perfettamente inutile confrontarsi, con i sinistrati. Il loro unico scopo è stravolgere la realta. Purtroppo è nella loro ideologia.

sale78

Ven, 06/07/2012 - 17:27

Bhe certo che un taglio dello stipendo del 10% da parte di Lissner e' proprio da gran signore!! Quello che mi chiedo e' come sia possibile che dai 260'000 € di Fontana si sia arrivati al milione di Lissner?? E come gia' detto poi cosa fanno risparmiano sui musicisti, inventando l'Accademia del Teatro alla Scala dove possono fare concerti con musicisti sottopagati ma prendere gli stessi soldi di un concerto con la "blasonata" orchestra della Scala...

Abraracourcix

Ven, 06/07/2012 - 17:34

Roba da chiodi. Scandalizarsi per il fatto che in un Paese come l'Italia, una volta tanto, siano stati spesi soldi a favore dei beni culturali, direttamente o indirettamente che sia, lascia davvero basiti.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 06/07/2012 - 17:37

#26 Cosean , scrivi proprio bene. Sembri un avvocato dell'accusa . Peccato che l'Unione Sovietica non c'e' piu' perche' sono sicuro che ti saresti trovato bene a lavorare per il Cremlino all'epoca di Giuseppe Stalin. Avresti persino potuto fare carriera. L'abilita' con la quale voi comunisti sapete girare la frittata e' quasi arte.

Cosean

Ven, 06/07/2012 - 17:46

#36 MIKE1972 Detto così sembra che chi demolisce gli argomenti di kellyan siano di Sinistra. In realtà sono solo degli individui come altri che provano a confrontarsi con i propri simili. Vi è anche la possibilità che sia proprio Lei insieme a kellyan che magari optando per la Destra, giudica di sinistra chiunque riesca a controbattere convincentemente una sua opinione.

Cosean

Ven, 06/07/2012 - 17:46

#36 MIKE1972 Detto così sembra che chi demolisce gli argomenti di kellyan siano di Sinistra. In realtà sono solo degli individui come altri che provano a confrontarsi con i propri simili. Vi è anche la possibilità che sia proprio Lei insieme a kellyan che magari optando per la Destra, giudica di sinistra chiunque riesca a controbattere convincentemente una sua opinione.

Cosean

Ven, 06/07/2012 - 17:55

#39 marco piccardi Tutt'alpiù avvocato della difesa! Già non ricordi più cosa stavamo commentando! L'articolo di questa Testata, è l'accusa a Pisapia! Chi è che parla di Comunismo, Stalin, girare la frittata?

Il giusto

Ven, 06/07/2012 - 18:45

Agli amici del fallito...ecco dove si nascondono i 4 silvioti...in un articolo-bufala!Vabbè,uno delle migliaia di bufale scritte dal giornalino dei piccoli!E i lenti di comprendonio(è un eufemismo)accusano il Pisapia degli sprechi dellla moratti!Tipico degli immaturi non ammettere i propri errori!!!1 invio 17.11 2 invio 17.22 3 invio 17.49 4 invio 18.36

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 06/07/2012 - 18:42

Basiti siamo noi, caro #38 Abraracourcix, a leggere le sue teorie secondo le quali dare soldoni a un tipo che non ha fatto nulla per migliorare la situazione finanziaria della Scala ma va girando per alberghi di lusso con diarie megagalattiche sarebbe spese per i beni culturali ? Usi i suoi Bras racourcis sulla sua testa, ha bisogno di chiarirsi il cervello.

Abraracourcix

Sab, 07/07/2012 - 15:14

#43 venividi Come se qualcuno che ricoprisse le stesse posizioni di Lissner in ambito privato se la passasse tanto peggio. Tagliamoli pure tutti i benefit elargiti dalla pubblica amministrazione ai super-manager, meglio dare il buon esempio come ente pubblico. Dopo però sorgerebbe un'altra domanda: chi sarebbe ancora disposto a ricoprire questo tipo di incarico, con tutti i guai e le responsabilità che la posizione comporta?