Pm, rimpasto ed Europee: i mal di pancia di Alfano

Guai kazaki per il vicepremier, problemi giudiziari per altri dirigenti Ncd. E nel partito cresce la voglia di tornare col Cavaliere

Roma - «E adesso?». In molti nel Nuovo Centrodestra, a partire dal leader Angelino Alfano, si rivolgono continuamente questa domanda. Senza però trovare una risposta soddisfacente.
C'è un dato di fatto. L'accanimento mediatico-giudiziario nei confronti di Nunzia De Girolamo suona come un brutto presagio nei confronti degli esponenti di vertice della formazione nata da una costola del «vecchio» Pdl. Lo stritolamento del giovane ministro, che per altro non è nemmeno indagata, sta inducendo a un profondo ripensamento della scelta compiuta lo scorso novembre: l'abbandono del Cavaliere per sostenere un esecutivo fragile e pasticcione. E non senza qualche mal di pancia.
Se De Girolamo fosse costretta a un passo indietro (visto l'accerchiamento dei «renziani» nei confronti del titolare delle Politiche agricole), cosa potrebbe accadere ad altri esponenti di primo piano che sono finiti nel mirino delle Procure? All'inizio di febbraio il gup di Milano dovrà decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio del presidente della commissione Agricoltura del Senato, Roberto Formigoni, per i finanziamenti alla Fondazione Maugeri. A fine mese entrerà nel vivo il processo al numero uno calabrese di Ncd in Calabria nonché governatore della Regione, Giuseppe Scopelliti, accusato di falso ideologico e abuso d'ufficio quando era sindaco di Reggio Calabria.

La kermesse palermitana del Fatto domenica scorsa ha rilanciato le velleità «scandalistiche» sulla trattativa Stato-mafia della locale Procura che a fine luglio ha respinto la richiesta di archiviazione per l'ex presidente del Senato, Renato Schifani, indagato relativamente alla sua attività di avvocato. Ultimo, ma non meno importante: ieri si è saputo che il prefetto Giuseppe Procaccini ha dichiarato ai pm di Roma che «Alfano sapeva della necessità per i kazaki di rintracciare Ablyazov, ma non sapeva che la vicenda avrebbe potuto coinvolgere la moglie e la figlia». Il vicepremier è stato così sconfessato.

Con un Matteo Renzi che usa il giustizialismo connaturato alla sinistra come un taxi e che soprattutto è sponsor di un rimpasto che penalizzerebbe Ncd (pare che Graziano Delrio punti al posto di Angelino al Viminale), «lacrimoni e pentimenti» (il copyright è di Umberto Balsamo) diventano il pane quotidiano di Ncd. Una conferma della crisi di nervi in atto è data dai movimenti in corso in Piemonte in vista del probabile ritorno alle urne per le Regionali. «La speranza più concreta per Ncd è andare nel listino di Chiamparino (l'ex sindaco di Torino del Pd è il candidato in pectore del centrosinistra; ndr) perché, al momento, il grosso della base sta cercando un riavvicinamento con Forza Italia che i vertici locali non gradiscono», spiega una fonte bene informata. E lo psicodramma potrebbe replicarsi in altre situazioni se qualche giunta regionale o comunale di spicco dovesse concludersi prima del previsto.
Il riavvicinamento a Forza Italia non sarà, però, un'operazione facilissima. Premesso che non c'è nessuna preclusione tra gli azzurri verso gli ex colleghi di partito, per la reunion occorrerebbe un manifestazione tangibile: far cadere il governo delle tasse. Opzione, al momento, troppo dura per chi ha difeso Enrico Letta dal suo stesso partito. Il problema è che un segnale più soft, come la conversione al modello spagnolo o al Mattarellum sulla nuova legge elettorale, è strettamente connessa a quanto la Consulta scriverà nelle motivazioni che accompagnano la bocciatura dell'attuale sistema. Anche il Mattinale di Forza Italia sollecita la svolta: «Mandare a casa Letta e porsi in forte alleanza con Berlusconi e Forza Italia. Dai, Angelino: salta fuori dal pentolone in cui Renzi ti sta cuocendo!». E il mal di pancia aumenta.

Commenti

unosolo

Mar, 14/01/2014 - 10:19

ha sbagliato a fare la scissione , certo è che da come la vedo io non lo vorrei neanche come alleato , chi tradisce o cambia idea politica si ripeterà sempre , vediamo come molti politici si spostano da un lato all'altro e sempre ripetendo che le loro idee non sono state recepite , quindi che stia per conto proprio anche se porta voti dalla Sicilia .

Ritratto di #tuttiacasa..

#tuttiacasa..

Mar, 14/01/2014 - 10:20

per "le sentinelle" di ncd missione compiuta...non resta altro che riconfluire in farsa italia

linoalo1

Mar, 14/01/2014 - 10:30

L'unica soluzione possibile,visto il poco peso dei Nuovi Comunisti Democratici(NCD),è la loro sparizione!Lino.

glasnost

Mar, 14/01/2014 - 10:39

L'accanimento mediatico-giudiziario nei riguardi di Alfano è organizzato apposta per dire : se non torni con FI facciamo decadere ogni accusa e ti sosteniamo mediaticamente. Come hanno fatto con Fini. Come ha detto Ostellino il pactum sceleris fra Sinistra-Magistratura-Giornali opera sempre allo stesso modo agli ordini della massoneria.

michetta

Mar, 14/01/2014 - 10:48

Questo siciliano, che non e' altro che un raccomandato di Berlusconi, altrimenti, starebbe al seguito dei vari Crocetta e soci in Sicilia, dovrebbe guardarsi allo specchio, per vederci di trovare tutta la sua propensione al tradimento! Ergo, non e' nessuno! Gli elettori, che ne hanno seguito le mosse negli ultimi tempi, lo hanno fatto esclusivamente, perche' egli era garantito in un certo qual modo dal suo diretto Capo: l'On.le Silvio Berlusconi. Non credo affatto, che Forza Italia,oggi ed in futuro, abbia bisogno di un Alfano e dei suoi amici, che al massimo in una tornata di elezioni qualunque, potrebbero raggiungere i voti per fare una partita a tre sette. Percio', tutti i traditori rimangano traditori! Noi, in Forza Italia, non ce li vogliamo, in quanto, ripeto, porterebbero solamente discordia e zizzania continua. Alla larga.

Klotz1960

Mar, 14/01/2014 - 10:54

Se Alfano rientra in Forza Italia, scordatevi il mio voto e quello di migliaia di altre persone. C'e' un limite a tutto. Se volete che Grillo vinca a man bassa le prossime elezioni, fatelo pure rientrare.

Klotz1960

Mar, 14/01/2014 - 10:54

Se Alfano rientra in Forza Italia, scordatevi il mio voto e quello di migliaia di altre persone. C'e' un limite a tutto. Se volete che Grillo vinca a man bassa le prossime elezioni, fatelo pure rientrare.

Ritratto di filatelico

filatelico

Mar, 14/01/2014 - 10:54

Alfano VERGOGNATI, la riconoscenza non è il tuo forte. Farai la fine di Gianfranco e di Follini, da te non comprerei nemmeno un accendino vista la tua disonestà. A Nunzia dico ma un marito migliore non lo potevi trovare???? Idem alla Lorenzin

Ritratto di aquila

aquila

Mar, 14/01/2014 - 10:55

Forse fra gli azzurri non c'è nessuna preclusione al rientro dei traditori falliti in FI ma questi signori hanno chiara l'opinione in merito dei sostenitori di FI? A me pere di no sembra che non abbiano imparato nulla dalle vicende passate, si stanno allontanando dalla base più di quanto ha fatto il PD e questo è un grave sintomo, un errore madornale, litigano sulle poltrone invece di pensare PROGETTI CONSEGUIBILI per il Paese... e pensano così facendo di vincere le elezioni??? SILVIO SVEGLIALI E, SE NECESSARIO, CACCIALI!!! Alfano e la SUA ARMATA BRANCALEONE LASCIALI CUOCERE NEL PENTOLONE DI RENZI l'hanno scelto loro.

odifrep

Mar, 14/01/2014 - 10:59

Alfano ha sbagliato quanto BERLUSCONI. Entrambi, hanno voluto vedere l'asino volare senza accorgersi che, a volare fosse il tempo(denaro). Invece, va riconosciuta la credibilità agli alleati della Lega e di Fratelli d'Italia. Si diceva che Alfano non avesse quel "quid" necessario per reggere "il testimone" che avrebbe dovuto consegnargli il Cavaliere, ma anche quest'ultimo, non ha saputo proporre le condizioni per l'accettazione del passaggio di consegne. Per carità di Dio, perfetto è morto prima di Cristo. Non bisogna ora peccare di presunzione nel voler "mettere" alla porta, colui che nel bene e nel male ha convissuto nella Casa della Libertà. Una sola-seconda opportunità si concede a chiunque, persino al condannato. Pertanto, fossi al posto "di quegli uomini di buona volontà" salirei a bordo dell'aereo che il BERLUSCONI metterà a disposizione per decidere il da farsi per il bene del popolo italiano. Solo dopo di ciò, è concesso l'atterraggio su di una pista aeroportuale italiana. Mentre, nel caso contrario, si potranno anche scegliere una rotta sconosciuta.

bruna.amorosi

Mar, 14/01/2014 - 11:01

potevi pensarci prima .adesso ti faranno fuori un po alla volta .accadrà quello che è successo a FINI prima osannato poi ??????? il vuoto . avevi le carte in mano ma sei un pessimo giocatore ,i nervi fermi ci volevano invece la fretta .fa il nulla per domani . chi si fiderà di te ? se non sei leale una volta perche lo saresti una seconda ?? .

giovanni PERINCIOLO

Mar, 14/01/2014 - 11:07

"Premesso che non c'è nessuna preclusione tra gli azzurri verso gli ex colleghi di partito". Tra gli azzurri eletti puo' darsi, in fondo cane non mangia cane, ma tra gli elettori??? non ci scommetterei, anzi!

canaletto

Mar, 14/01/2014 - 11:08

PER ME PUO PRENDERE ANCHE UN BIDONE DI IMODIUM PER IL SUO MALDIPANCIA TANTO SE LUI E SOCI VOGLIONO RIENTRARE, POSSONO FARLO MA SOLO PER PULIRE I CESSI CON LA LORO BRAVATA DEL 2 OTTOBRE CI HANNO MESSO NEI CASINI

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 14/01/2014 - 11:11

Angelino comincia col cambiare il nome al partitucolo da NCD a NDC (Nuova Democrazia Cristiana) vedrai che Refonzi si ammorbidirà!

denteavvelenato

Mar, 14/01/2014 - 11:11

Come ci si dovrà regolare in merito all' accanimento giudiziario, cioè se uno di NCD, viene indagato ora,per fatti successi dopo l' uscita dal PDL, non è persecuzione, quello è palese, ma se ci si riferisse a quando era all' interno del PDL? Oppure quando NCD andrà in coalizione con FORZA ITALIA, e salta fuori un inchiesta come ci si regola, di cosa si tiene conto. Proprio vero le separazioni portano sempre problemi, bisognerà stare attenti altrimenti capiterà che si insulti l' alleato, o difendi il nemico

fibonacci

Mar, 14/01/2014 - 11:12

Nonostante l'ostentata sicumera ed il fatto che la creazione di NCD abbia evitato una possibile crisi di governo, non si sono visti risultati correlati alla nuova situazione politica, salvo constatare che i responsabili di quel "movimento" si son dimostrati attaccati alla poltrona "per il bene del paese" come hanno affermato. Ma "panta rei" ed alla fine della corsa alla credibilità, dopo essere stati "usati" dai più scafati colleghi, arriva il redde rationem. Il popolo, ritenuto distratto, al momento giusto ricorderà che fine ha fatto il voto espresso a favore di questi signori e trarrà le opportune conclusioni. Non sarà necessario che Nuova Forza Italia li richiami all'ovile. Verranno destinati, dall'elettorato più critico, ai posti che hanno dimostrato di prediligere: dove si fanno i loro interessi; solo che sarà a loro spese e non a spese della collettività. Un sentito "de profundis" politico.

ilbarzo

Mar, 14/01/2014 - 11:23

Voglio sperrare che qualora Alfano fosse intenzionato a tornare all'ovile,Berlusconi lo prenda a calci nel sedere.Di traditori ne abbiamo fin sopra capelli:Dei Follini,Casini, Fini, Alfano per proseguire con i ministri Lupi,De Girolamo,Quagliarello e Lorenzin,rivelatisi tutti ipportunisti e vogliosi di poltrone,per cui sara' bene che vadano tutti quanti a que paese.Naturalmente pure Schifani e Cicchitto,meritano di essere messi al bando.

Ritratto di albauno

albauno

Mar, 14/01/2014 - 11:44

Meglio perdere senza la gente che tradisce, che vincere con essa. Una qualsiasi riconciliazione ed affluenza in F.I. sarebbe dannosissima per quest'ultima. Io, per es.non la voterei più

Ritratto di giuliocapilli

giuliocapilli

Mar, 14/01/2014 - 11:44

Spero che Forza Italia non riprenda al suo interno personaggi che per una poltrona hanno tradito. Sentinelle delle tasse. Ma mi facciano il piacere!!! A mio modesto parere,se Berlusconi riabbraccia Alfino, potrebbe perdere un bel pò di voti....vale la pena?!

Gioa

Mar, 14/01/2014 - 12:00

PRIMA INCIUCIATE, PRIMA LANCIATE IL SASSO E POI RITIRATE LA MANO. Bellino ritornare con CAVALIERE...MA QUALE CAVALIERE?. Intanto procurati un CAVALLO A QUATTRO ZAMPE E MONTA IN SELLA!! POVERO CAVALLO TU alfano sei un FANTINO PESANTE NENAHCE IL CAVALLO (ANIMALE A QUATTRO ZAMPE) TI PORTA. C'è da capire quale cavaliere vuoi....SE FOSSE SILVIO BERLUSCONI ASSOLUTAMENTE NON TI RIPRENDE....metti su un maneggio ti conviene, NOI ESERCITO DI SILVIO B. NON TE LO MANTENIAMO CON TUTTI I SOLDI DELLA POLITICA CI MANTIENI FANTINI E CAVALLI PER IL RESTO DELLA VITA!! IL CAVALLO (ANIMALE A QUATTRO ZAMPE) NON TRADISCE TU SI CAVALIERE, TU SEI, CHE ANCORA PERO' CI DEVE SALIRE IN GROPPA...IL CONSIGLIO ALMENO DAL CAVALLO VERO NON FARTI DISARCIONARE!!! FORZA ITALIA VERA PER UN ITALIA CON IL RISPETTO PER GLI ANIMALI!!

Gioa

Mar, 14/01/2014 - 12:01

In questa foto alfanino hai una risatina poco tranquillina...PAURA FARE IL CAVALLIERE SOPRA AL CAVALLO VERO?...OCCHIO IL CAVALLO VERO HA GLI ZOCCOLI!!

fabiou

Mar, 14/01/2014 - 12:04

se lo meritano. i traditori conquistano il potere nelle dittature, ma dove conta il parere della gente, sono sempre stati sconfitti. finiranno come follini, fini , casini e monti e tutti quelli che prima erano amici e poi l ambizione ha fatto brutti scherzi

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 14/01/2014 - 12:19

Se qualcuno s'illude che siano alfano o quagliariello a far cadere letta, è meglio che si risvegli subito da questo sogno, perchè, di fronte a un aut-aut, magari un po' edulcorato, questi "eroi della deomcrazia" sceglieranno di certo di mantenere la propra poltrona, sopra qualsiasi altro ragionamento. Sanno benissimo che non potranno mai più averne un'altra, perchè stanno cercando di occupare uno spazio elettorale che, semplicemente, non esiste.

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 14/01/2014 - 15:47

Se dovessero riaccogliere Alfano, il mio voto FI lo vede con il lanternino. Meglio un partito a dx.