LA POLEMICA

Torino La Tav è a rischio, a lanciare l’allarme sono il ministro Stefania Prestigiacomo e con lei i deputati piemontesi di Pdl e Pd. La questione è tecnica e politica: tutto ruota attorno al progetto preliminare della Tav che scade il 31 luglio, e deve essere approvato dal Cipe con tanto di Via (Valutazione di impatto ambientale). Una delle condizioni imposte dalla Ue per ottenere i 671 milioni di euro di finanziamenti. Tuttavia la commissione dell’Ambiente è scaduta e deve essere nominata una nuova d’urgenza. Tremonti si rifiuta di inserirla nella manovra in nome dei tagli. Il vicecoordinatore regionale del Pdl Agostino Ghiglia chiosa: «Un no pretestuoso, la commissione non incide sulle casse dello Stato». SLor