AL POLICLINICO GEMELLI DI ROMAScoperto il segreto delle staminali che riparano il cuore dopo un infarto

Roma Non tutte le staminali sono uguali. Ci sono individui con cellule staminali cardiache “super“ in grado di proteggere il cuore dopo un infarto o un intervento di by pass. Lo studio, condotto da un gruppo di ricercatori dell'Università Cattolica-Policlinico Gemelli di Roma in collaborazione con la Harvard Medical School ed il Brigham and Women's Hospital di Boston, ha messo in luce la ragione che porta, dopo lo stesso tipo di intervento sul cuore, alcuni pazienti a guarire rapidamente al contrario di altri. «Fino ad ora non era noto il motivo di queste marcate differenze nella prognosi di pazienti trattati tutti allo stesso modo - spiega il professor Filippo Crea del Gemelli - Poi abbiamo visto che c'era una chiara associazione tra efficenza replicativa delle staminali cardiache e miglioramento della funzione cardiaca dopo bypass». Quindi le staminali cardiache potranno diventare un biomarcatore per predire quali pazienti avranno un miglioramento rapido della funzione cardiaca dopo un intervento ed essere “risvegliate“ se poco attive.