Povera Vanessa, quant’è dura stare con i belli

Hai sempre guardato a Vanessa Paradis come al compagno di banco secchione, quello che prende tutti dieci senza sforzarsi (apparentemente) più di tanto. L’hai analizzata, sezionata, interiorizzata, e più la guardi e più vedi difetti. Ma come fa Johnny Depp a stare con una come lei? Angelina Jolie con Brad Pitt è un’altra cosa. Nati e cresciuti nell’Olimpo dei belli belli. Impeccabile lei, anche in Ragazze interrotte, quando faceva la pazza, con i capelli color orribile biondo paglia, la frangetta tagliata a metà fronte. Chiunque sarebbe stato brutto. Lei no. Ma non c’è gara.
Guardi Vanessa e torni sulla Terra. Un tipo come tante. Ed è proprio in questa apparente normalità che le altre non trovano pace e le lingue diventano biforcute, spietate. È così che quei denti troppo distanti l’uno dall’altro, diventano un pugno in un occhio, le caviglie troppo grosse, il viso troppo rotondo, la fronte troppo alta, la pelle troppo bianca. Ma è solo l’invidia, invidia per chi l’ha scelta; invidia per Johnny, invidia per lo stile di vita da piccioncini. Una casa in Provenza, lui che nelle interviste racconta l’amore per l’orto, i bambini, (Lily Rose e Jsck).
Leggevi e immaginavi una vita a lume di candela, sottovoce, giornate di sole, il profumo di lavanda, la sera a letto presto. Fuori il rumore della celebrità che la coppia snobbava con tanto charme. Lui che innamoratissimo dichiarava: «Per fortuna è arrivata Vanessa. Mi ha cambiato la vita. Non esco più di casa. E se viaggio mi muovo con un aereo privato: sui voli di linea non riesco a essere un passeggero qualsiasi, divento subito la novità al centro dell’attenzione generale. Lei mi ha salvato dal baratro». Ecco, ancora lei, Vanessa. Che cosa avrà mai di così particolare? Perché lei? Chissà quante altre, qui fuori nel mucchio, lo avrebbero salvato volentieri. È questo il destino di chi si mette con sex symbol come Johnny. Una strada in salita, perché loro hanno già avuto la fortuna di avere l’uomo perfetto, e questo basti a tutto. Nessun genere di compassione, neppure davanti all’epilogo. Ieri la notizia ufficiale: Vanessa e Johnny si sono separati. Dopo 14 lunghissimi anni si sono detti addio «amichevolmente», naturalmente. L’idillio è finito. E il sogno della casetta nel sud della Francia? Al suo posto Vanessa starebbe valutando una villa di lusso tra Malibu e Beverly Hills. E il riservato e schivo Johnny? Le versioni qui si sprecano. C’è chi ipotizza che abbia esagerato con le scappatelle, e possa essersi invaghito di Eva Green, sul set dell’ultimo film di Tim Burton; altri attribuiscono la fine della storia all’alcol: Depp sarebbe stato pizzicato più volte negli ultimi mesi ubriaco fuori da alcuni locali. Poi, due settimane fa è stato avvistato prendere un aereo da solo per il Nuovo Messico. Ed era un aereo di linea. Insomma pare che il momento zen, quello del «nasconditi e amoreggia con Vanessa» sia passato. Johnny è guarito e non si sente nessuno dire: che peccato per Vanessa.