Il premier gioca a fare il duro E tra i ministri volano gli insulti

Letta vede Napolitano ed Epifani. La strategia è chiara: incolpare il Pdl per flop e stangata fiscale. E in Cdm sale la tensione: lite tra lui e Alfano

Lo slogan con cui Enrico Letta torna da New York per affrontare il tornante più difficile dei suoi cinque mesi da premier è tosto: «Prendere o lasciare». Il presidente del Con­siglio, dicono i suoi, è deciso a uscire comunque «da leader» dalla bufera che fa tremare il go­verno: o da leader di una compa­gine solida che di qui al 2015 at­tui un serrato programma di ri­lancio economico e riforme, sen­za più fibrillazioni e contestazio­ni e sfinenti trattative su ogni provvedimento. Oppure, il Pdl si prenda davanti al Paese la re­sponsabilità di staccare la spina e in quel caso, spiegano, «Letta avrà le carte per giocarsela e por­tare lui il Paese al voto, in prima­vera ». Prima una ridda di incontri (Franceschini, Alfano, Epifani) culminata con la visita al Colle. Poi a sera il primo round in Con­siglio dei ministri. E che il gioco si sia fatto duro lo si capisce subi­to, attorno al tavolo rotondo di Palazzo Chigi. Letta esordisce, come aveva anticipato ai suoi, «battendo i pugni sul tavolo» e annunciando che «in questo cli­ma e senza un chiarimento defi­nitivo non è possibile andare avanti con la normale attività di governo».«O si rilancia o si chiu­de questa esperienza», metterà nero su bianco nel comunicato finale. Quindi, torna nel casset­to la manovrina di correzione dei conti e il decreto che dovreb­be bloccare fino a gennaio l’au­mento dell’Iva, che scatta il 1 ot­tobre. «Impossibile impegnare il bilancio per miliardi di euro senza avere la certezza della con­tinuità del governo e del Parla­mento », spiega il premier.

E il gioco è subito chiaro: o il Pdl assi­cura il proprio sostegno su un’agenda di governo«prende­re o lasciare», o gli verrà messo in conto anche l’odioso aumen­to delle tasse. Il cannoneggia­mento inizia subito, fuori dal pa­lazzo, con i dirigenti Pd che accu­sano uno dopo l’altro via agen­zie: «Il Pdl mette a rischio i conti del paese» (Luigi Zanda, capo­gruppo al Senato), «La follia del Pdl fa saltare lo stop all’Iva» (matteo Colaninno), «Il centro­destra si muove contro gli inte­ressi dell’Italia» (Roberto Spe­ranza, capogruppo alla Came­ra). Un tiro concentrico e chiara­mente preordinato, secondo il centrodestra. Alfano contrattac­ca: «Siete voi del Pd che tra con­gresso e cecità antiberlusconia­na avete cacciato il governo in questa situazione». Il Consiglio, nel silenzio attonito degli altri ministri, si trasforma in un furio­so botta e risposta tra i due capi­delegazione dei partiti, France­schini da un lato e Alfano dall’al­tro, che somiglia ad un frenetico gioco del cerino. Il vicepremier chiede che il tema della giustizia faccia parte del nuovo program­ma su cui Letta intende chiede­re la fiducia alle Camere, a inizio settimana. Il ministro dei Rap­porti con il Parlamento ribatte: «Per voi giustizia è solo sinoni­mo dei problemi giudiziari di Berlusconi: non baratteremo la durata del governo con il rispet­to delle regole». Anzi, affonda, «nel programma del chiarimen­to dovremo scrivere chiaro: ’ri­spetto dello Stato di diritto’».

Il «prendere o lasciare» di Let­ta è chiaro: o il Pdl gli vota la fidu­cia su un’agenda di impegni che consenta al governo di veleggia­re senza ulteriori intoppi fino al semestre europeo, separando definitivamente le sorti dell’ese­cutivo da quelle giudiziarie di Sil­vio Berlusconi. Oppure Letta sceglie di«cadere in piedi»,rom­pendo con il Pdl, su una linea che non prevede più quelle «concessioni e cedimenti» al Pdl che i suoi gli contestano. Una mossa con la quale il pre­mier conta di blindare attorno a sè anche un Pd sempre più insof­ferente alle larghe intese, e di di­ventare - se il governo cadrà - il candidato naturale per la prossi­ma premiership. Cn tanti saluti al congresso.

Commenti

AH1A

Sab, 28/09/2013 - 08:43

Letta non fa il duro, cerca solo di fare gli interessi di 60 milioni d'italiani, gli altri gli interessi propri e di uno solo.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 28/09/2013 - 08:46

ma questo letta è scemo? è drogato, vero? ma come può pensare che sia il PDL ad assumersi la colpa? sarebbe come se un killer uccida la sua vittima davanti a tutti e poi dice a tutti che è stata la vittima a suicidarsi.... andiamo su! sono cazzate comuniste!!

LAMBRO

Sab, 28/09/2013 - 08:47

IL RICATTO DI LETTA e NAPOLITANO: IVA!! ECCO PERCHE' SACCOMANNI E LA RAGIONERIA DELLO STATO NON TROVAVANO I SOLDI PER COPRIRE L'IVA!! VOLEVANO SEMPLICEMENTE RICATTARE IL PDL e GLI ITALIANI!! POI BOCCA STORTA GRIDA AI RICATTI ALTRUI!! IN QUANTO A SUBDOLA IPOCRISIA e TRAPPOLONI SONO MAESTRI!! GLI ITALIANI RINGRAZIANO!

mares57

Sab, 28/09/2013 - 08:57

Va bene e chissenefrega di ciò che dicono! Qualsiasi cosa è sempre colpa del CDX nella fattispecie del suo leader. Ma far cadere il governo siamo sicuri sia una "colpa"? Un po' di turbolenza, ma se poi si riparte non è meglio che vivacchiare per tirare avanti mentre le tasse salgono di pari passo con il debito e gli appetiti della Bestia e l'Italia sana muore o va in altri Paesi più civili.

xgerico

Sab, 28/09/2013 - 08:57

Letto l'articolo, credo che la Cesaretti oggi la licenziano dal Giornale!

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Sab, 28/09/2013 - 09:10

VI PUNIREMO FUCILANDOVI CON LE SCHEDE ELETTORALI ESPROPRIATORI TASSAIOLI BOLSCEVICHI DELLA PROPRIETA' PRIVATA. Anti italiani che pur di carpire il potere si alleano pure col diavolo: filostalinisti, titini, ora perfino FILONAZISTI che si appoggiano a chi è tornato alla " DEUTSCHE UBER ALLES " del nuovo KAISER IN GONNELLA. Se questa FRAU vuole le elezioni in Italia è perché le vogliono i komunisti, il CDX non ci può fare niente, se non trarre una sola conclusione: non votare il SUO VASSALLO RENZI, DETTO PINCCHIO TESTA DI LEGNO: guardatelo bene e vi accorgerete che sembra uscito dal capolavoro di collodi con il GATTO EPIFANI E LA VOLPE LETTA. OCCHIO.

pitomaz

Sab, 28/09/2013 - 09:20

Dovrebbe ormai esser chiaro a tutti: a quelli del PDL (o Forza Italia, tanto è lo stesso) dei problemi degli italiani, dell'economia, della disoccupazione, di chi non arriva a fine mese, non gliene frega niente. Vogliono solo salvare un condannato in tre gradi di giudizio, e imputato in altri numerosi processi

maxispanico

Sab, 28/09/2013 - 09:21

Ma, scusate, secondo il "teorema delle forbici" DI Occam, che cita: la soluzione e' sempre quella piu' semplice...facile risolvere tutto, BERLUSCONI DIMETTITI!

tartavit

Sab, 28/09/2013 - 09:24

Perché, fino ad oggi, tra questi politucoli incoscienti e pasticcioni, cosa sono volati se non solo insulti? Ma l'insulto più grossolano e più deleterio è quello rivolto all'Italia e agli Italiani con la caduta del governo decisa e voluta dal PDL (Forza Italia?) per salvare il loro mentore e leader Berlusconi, ormai condannato per frode fiscale e condannato ad abbandonare il Parlamento per una legge che lo stesso Berlusconi e i suoi tirapiedi hanno votato con grande lena appena l’anno scorso.

Ritratto di ..i fals@ri..

..i fals@ri..

Sab, 28/09/2013 - 09:30

il finale è scontato, il solito finale dei LADRI DI PISA... a pagare questo squallido spettacolo saranno sempre e solo gli italiani onesti

tartavit

Sab, 28/09/2013 - 09:31

Letta non farti infinocchiare da questi politici senza scrupoli e senza dignità. Questi sono capacissimi, accecati come sono dal loro mentore e leader Berlusconi, di votare una cosa oggi e il contrario domani. Buttateli a mare e fate un nuovo governo. Basta con questa gente e le loro beghe personali, bisogna guardare al futuro dell'Italia e degli Italiani. Ne siete capaci? Se si, andate avanti nel futuro perdio.

mifra77

Sab, 28/09/2013 - 09:55

AH1A (sembra un virus)Se letta facesse gli interessi degli Italiani, si farebbe restituire immediatamente i quattro miliardi prestati al Montefiaschi che peraltro non ha risolto nulla.E le tre marionette Zanda, Colaninno(centra niente Alitalia?) e Speranza(perduta)non possono esimersi dalle loro responsabilità. Perché non dicono che "questo ce lo chiede Scalfari e la magistratura", come Monti diceva: "ce lo chiede l'Europa (che poi era la merkul)"? Il PD? è solo un fiume di acqua da fogna,lurida e maleodorante la cui sorgente è Repubblica e le procure politicizzate che continuano a mandare segnali anche al capo dello stato per tenerlo sotto scacco. E L'Italia paga e Letta si offende e finge di sbattere i pugni.

cameo44

Sab, 28/09/2013 - 10:03

Napoltano Letta Epifani un trio dalla lunga vita politica e sindacale Napolitano è colui il quale plaudiva alle invasioni dell'Unione Sovieti ca è come capo dello Stato ha sempre ostacolato il Governo Berlusconi e non poteva essere diversamte dato che è sempre un ex comunista il DNA non si perde Letta viene dalla scuola della DC di Moro e Andreotti i quali erano maestri nel prendere tempo e rinviare come ha fatto in questi cinque mesi di suo Governo Epifani ex segretario della CGIL ha sempre fatto tanti scioperi contro i governi di centrodestra mentre si è guardato bene di farli quando a governare era il centro- sinistra nonostante le tante tasse messe da questi oggi tutte e tre vogliono far ricadere la colpa sul PDL per il sol fatto che questi non chiedono favori o trasgredire le leggi ma semplicemente che la Consulta si pronunici sulla costituzionalità della retroattività del la legge Severino Napolitano ed Epifani accusano il PDL di tradire il paese e pugnalarlo ma ci dicano Napolitano ed Epifani cosa ha fatto di concreto il Governo in questi cinque mesi nulla rinivi e promesse ul tima quella di aumentare l'accise sui carburanti al posto dell'aumen to dell'IVA a conti fatti pagheremo di più e poi come è notorio le accise si mettono per non toglierle più per concludere meglio dare la parola agli elettori nella speranza di avere un Governo che faccia anzicchè un Governo dei rinvii e annunci il vero problema non è il caso Berlusconi come dice tutta la sinistra ed il PD il quale vuole far ricadere i suoi dissidi interni su altri ma l'inefficacia del Governo come detto dai più compresi uomini del PD come Renzi e non solo

dorian

Sab, 28/09/2013 - 10:04

I sinistri continuano a fare il loro bast..do gioco, lo sapevamo tutti fin da subito, non e' possibile alcuna alleanza di governo seria con loro, ai quali interessa solo eliminare per sempre Berlusconi. E' dai parlamentari e ministri da noi eletti che ci aspettiamo le azioni piu' forti e decise e come primo atto dimissioni immediate appena i bast..di decidano la decadenza, anche se questo doveva essere fatto subito dopo la sentenza. Ma stiamo scherzando !!! e' in gioco la democrazia, l'appartenenza ad uno stato di diritto, la possibilita' di eleggere chi piu' ci piace senza che questo venga sovvertito come sta succedendo ora. E' questa la prima battaglia, la piu' importante in questo momento, altro che equilibrismi di governo.

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 28/09/2013 - 10:05

Caro Letta, non sei fatto per fare il premier di un paese. Sei un debole ed anche incapace. Ritirati, ma non per fare un governo di sinistra, perchè voi non siete capaci di governare non avete IDEE, state sprofondando nella merda, per due semplici cose. l'IMU e l'IVA, non sapete come trovare le "PALANCHE" che servono a compensare questi due balzelli. Con questo dimostrate che di intelligenza ne avete molto poca e il vostro sostenitore del COLLE, ne ha ancora meno. Perchè la causa di questo dilemma é TUTTA SUA. Chiudete e andate a casa, fate una bella figura, non solo per il paese, ma anche per quelli che ci osservano.

linoalo1

Sab, 28/09/2013 - 10:06

Letta,appena tornato,è volato nelle braccia del papi per raccontargli dei dispetti che gli stanno facendo!E,Papà Delirio Tremens Napolitano,lo ha consolato promettendogli che non lo avrebbe abbandonato!Come?Staremo a vedere!Io ho un mio presentimento purtroppo negativo!Lino.

peterjac

Sab, 28/09/2013 - 10:21

andiamo a votare. tanto la medicina è peggiore del male. questo governo non stà facendo assolutamente niente! ha rinviato e continua a rinviare problemi che dovrebbero essere affrontati in maniera radicale ma per ovvie necessità politiche non potranno mai essere affrontati. allora tutti fuori e proviamo i 5 stelle speriamo che almeno loro possano fare qualcosa.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Sab, 28/09/2013 - 10:22

A me sembra che Letta non stia per nulla giocando, anzi, mi sembra stia facendo dannatamente sul serio.

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 28/09/2013 - 10:23

Salve TARTAVIT, hai detto prorio la verità, la legge SEVERINO è stata votata nel 2012. Dal momento che sai la data vai a leggerti l'Art. 73 della COSTITUZIONE e poi, solo poi puoi scrivere delle cazzate. L'Art. 73 della Costituzione è nato PRIMA dalla legge SEVERINO e dice in poche parole, che le (Leggi sono pubblicate subito dopo la promulgazione ed entrano in VIGORE il QIUNDICESIMO GIORNO SUCCESSIVO ALLA LORO PUBBLICAZIONE, salvo che le leggi stesse stabiliscano un termine diverso. Sulla legge Severino non esitono termini DIVERSI, sono solo delle congetture significative ma non indicative di RETROATTIVITA della STESSA.

comase

Sab, 28/09/2013 - 10:24

Coglione non fai paura a nessuno lo sanno anche i sassi che sei un quaquaraqua

giovanni PERINCIOLO

Sab, 28/09/2013 - 10:31

@pitomaz. VAI AL DIAVOLO! e già che ci sei porta con te tutti i trinariciuti bugiardi e i fannulloni statali ingordi e parassiti!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 28/09/2013 - 10:34

Purtroppo devo dissentire dalla linea politica seguita dal Cavaliere e dai suoi sconsiderati consiglieri. Letta mi sembra l'unica persona lucida che si è mossa e si muove con insospettata abilità nel mare di fango della politica, da mesi smosso cinicamente dai sinistri. Cosa dovrebbe fare di fronte all'altalenante atteggiamento dei duri del Pdl, ora determinati a far cadere il governo? Cosa dovrebbe fare quando la "sua" maggioranza, quella rappresentata dai sinistri del PD, trama dal primo giorno per rovesciare il governo delle false e "larghe intese"? Il Cavaliere e la sua schiera di duri hanno deciso provocare la caduta del governo e di conseguenza andare alle elezioni per poi perderle in modo e misura clamorosi? Naturalmente Letta non può fare altro che presentare prima le dimissioni al Quirinale. Cosa accadrà dopo? Mi pare prevedibile, anche se vi sono alcune possibili varianti, che però dipendono dal Colle.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 28/09/2013 - 10:44

Enrico Letta un flaccido ometto che si crede di poter impressionare qualcuno proferendo la frase: "Prendere o lasciare" ma ignorando che il PdL lo ha già iniziato a "PRENDERE" a calci nel culo come merita. Peccato soltanto che non lo abbia deciso già a giugno, quando questo ridicolo stenterello decise di non decidere la immediata cancellazione dell'IMU ma solo di "sopendere" il pagamento della prima rata. E' da lì che si doveva capire di avere di fronte soltanto un pupazzetto telecomandato. Comunque meglio tardi che mai.

pitomaz

Sab, 28/09/2013 - 10:45

giovanni PERINCIOLO: quando non si hanno argomenti si insulta, giusto?

unosolo

Sab, 28/09/2013 - 10:50

terra , terra , il LETTA è solo l'esecutore dei voleri del capo , un prestanome come i suoi predecessori del PD , non è la persona che serviva è una presina per non scottarsi del capo .

vince50_19

Sab, 28/09/2013 - 10:51

Credo che se Letta avesse mantenuto gli impegni sull'iva, senza giocare al ricatto che addebita al PdL, avrebbe ottenuto un certo vantaggio, scaricando proprio sul PdL tutta la responsabilità di questo casino. Invece si è lasciato trascinare dal nervoso, visto che la cadrega gli sta scappando da sotto le chiappe e, a mio avviso ha reagito da perfetto nerd, uno sfigato rancoroso.

@ollel63

Sab, 28/09/2013 - 10:55

E dov'è lo stato diritto? In Italia c'è la dittatura della sinistra che occupa tutte le cariche pubbliche senza averne titolo e sostenuta da magistrati comunisti-vigli-irresponsabili.

vince50_19

Sab, 28/09/2013 - 10:57

AH1A - Si certo, aumento dell'iva, delle accise, imu differenziata e quant'altro. Il presidente del consiglio del rimandare mica del fare. Quanto agli interessi del singolo che farebbe il pdl, vediamo se queste faccende le conosce o no ( faccende che ho già rappresentato ad altro commentatore): Il problema fondamentale dell’inefficienza della giustizia in Italia consiste nell’eccessiva durata dei procedimenti. Lo sa lei? La media della durata dei processi civili di primo grado nei paesi aderenti al Consiglio d’Europa è di circa 300 giorni contro i circa 500 giorni in Italia. Secondo la classifica “Doing Business 2013” della Banca Mondiale, l’Italia si colloca al 160° posto, sui 185 paesi analizzati, per la durata di una normale controversia di natura commerciale. Ci superano abbondantemente paesi come l’Iraq, il Togo e il Gabon, mentre in questa classifica siamo appena davanti l’Afghanistan. A fronte della situazione disastrosa, il rapporto 2012 del Cepej, European Commission for the Efficiency of Justice del Consiglio d’Europa certifica che la spesa per la giustizia civile in Italia è superiore alla media degli altri paesi. Lo Stato italiano spende per il funzionamento dei tribunali 50,3 euro per abitante, il 36% in più della media europea, ossia 37 euro per abitante. La spesa pubblica per la giustizia civile è di 3 miliardi di euro circa (se si escludono i pubblici ministeri, il gratuito patrocinio e le carceri), pari allo 0,20% rispetto alla spesa pubblica complessiva e di poco inferiore alla media europea dello 0,24%. Di contro, l’erario incassa, tramite il contributo unificato, solo il 10,7% della spesa pubblica per la giustizia civile, contro una media europea del 28,3%. Di fronte ad una spesa pubblica in linea con le medie internazionali, abbiamo circa il 50% in meno dei giudici e del personale amministrativo e, prima dei recenti accorpamenti, il 21% in più di tribunali. Quindi spendiamo molto male. O no? Allora vogliamo metterci una pezza oltre che dare una regolata alle responsabilità civili e penali della magistratura, allo stato dei fatti quasi inesistenti perché tale "corporazione" fa quadrato come una qualsiasi lobby? Qui è in gioco un problema che riguarda tutti, ok? O forse pensa che tutto questo riguardi solo "lui"? Cordialità

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 28/09/2013 - 10:58

pagliacci!!!!

@ollel63

Sab, 28/09/2013 - 10:58

è vero, martello carlo, hanno terrore della fucilazione a cui verranno sottoposti nelle urne.

Cinghiale

Sab, 28/09/2013 - 10:59

Letta ed Alfano che fanno i duri? Litigio tra i due? Se si "scannano" come a Ballarò mi sa tanto di farsa per i giornalisti.

pgbassan

Sab, 28/09/2013 - 11:15

cameo44: ottimo intervento. Metti la punteggiatura, però. 02121940: è vero quello che dici, però è un governo stagnante e dei rinvii. Sono quelli del PD che non vedono l'ora di far cadere il governo, schifati dell'accordo col PDL (perchè quelli del PDL no?). Sono ancor più contento che la Lega Nord sia rimasta fuori espressamente dal governaccio attuale. E quelli attendono che siano gli altri ad affondarlo per poi far ricadere su loro le probabili conseguenze elettorali negative. Ma nonostante la moderate simpatia per un ex DC come Letta (ma è un lettino), lui stesso e la combriccola napoletano, bocca storta e farabutti vari devono essere affondati. Questo governaccio è ancora peggiore del banchiermassone monti, servo della finanza mondialista. Più si va giù e meglio ci tiriamo su. *** ’Ri­spetto dello Stato di diritto’: certamente, ma non uno stato dove la magistratura compie sorprusi e violenze staliniste, dove la magistratura è parte combattente contro avversari politici, e usa i due pesi e due misure tipiche della sinistra (la legge per i nemici si applica, e per gli amici la si interpreta). Saluti a tutti.

marvit

Sab, 28/09/2013 - 11:18

Salve,sono semplicemente uno che vuole che questo governo Letta vada subito a casa per incapacità ed inettitudine:faccio peccato?? Dico una cavolata?? O voglio solo salvare Berlusconi??

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 28/09/2013 - 11:21

Perché far cadere un governo anche tuo per salvare un condannato . Un giorno il partito della legalità lo dovrà spiegare a quel 70% che vuole salvare un paese e non il contrario e ci sarà da ridere nel sentite le motivazioni dell’orgoglio dei parassiti

blues188

Sab, 28/09/2013 - 11:26

AH1A, non mi pare che Letta faccia ciò che dici. Sarebbe fare l'interesse del popolo, andare a prendere ordini da Obama, Merkel, Napolitano e sinistrume dicendo? L?Iva la alza Berlusconi? Letta è solo prono al grande Potere e più che piangere non sa fare.

Ritratto di stegalas

stegalas

Sab, 28/09/2013 - 11:31

Andiamocene subito! Abbandoniamo il Parlamento e lasciamo per quattro anni l'Italia in mano ad un governo PD/M5S. Dopo 4 anni di orrori e di follie che faranno infuriare il popolo italiano, nel 2018 prenderemo il 60% e potremo sfasciare, a colpi di maggioranza, tutti i santuari di potere, impermeabili al voto popolare, della Sinistra...

onurb

Sab, 28/09/2013 - 11:34

alejob. Oltre a ciò che dice lei, c'è qualcosa di ancora più importante: la gerarchia delle fonti. Una legge normale non può abolire una legge costituzionale. Ma si sa che per i sinistrati la costituzione è come i cappotti dei nostri nonni che, quando il cappotto era sdrucito dall'uso, lo rivoltavano e lo facevano diventare nuovo.

pgbassan

Sab, 28/09/2013 - 11:34

vince50_19: ottima precisazione. Ma a oltre la parte sinistra e trinariciuta del popolo il resto, ed è la maggioranza, da anni e anni si lamenta della inefficienza e farraginosità se non altro di peggio della giustizia. La giustizia riguarda tutti noi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 28/09/2013 - 11:49

#AH1A. "Letta non fa il duro, cerca solo di fare gli interessi di 60 milioni d'italiani" Ne sei proprio sicuro? La continuità con il governo Monti, più che impressionante, è raccapricciante. E quello faceva gli interessi della Merkel e del Bilderberg group. Il servilismo all'Europa è lo stesso di un tempo. Identica la lucida strategia di svendita dei beni ai nostri eurocarnefici. Tutto il resto è aria fritta da dare da bere ai kompagni lavoratori. I primi ad essere stati travolti dalle pensate sociali ed etiche di questo governo radical chic.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 28/09/2013 - 11:51

Dopo l'assurda scelta del pdl di autocastrarsi con le dimissioni Letta si ritrova gratuitamente dalla parte della ragione piu' totale.Sara' fin troppo facile ora dimostrare che e' impossibile fare alcunche' sull'economia con un pdl intenzionato solo a sfasciare tutto per salvare il capo,ed anche i piu' infingardi del pd si ritrovano a dover sostenere il premier.Se la linea e' quella sciagurata della santache a breve il pdl si frantuma da solo.

_ordnI_

Sab, 28/09/2013 - 11:59

@vince50_19 ma lei crede davvero che le riforme chieste dal cdx mirino a ridurre tempi e costi della giustizia? Il cdx ha sostenuto praticamente tutti i governi dal 2001 ad oggi (solo 2 anni di opposizione) e le proposte in tema di giustizia non miravano certo a ridurne i costi. Quanto ai tempi...vogliamo parlare della riduzione della prescrizione? a questo punto basta mettere la prescrizione ad un anno ed abbiamo la giustizia più veloce del mondo...

Ritratto di Markos

Markos

Sab, 28/09/2013 - 12:03

AH1A - TI SBAGLI LETTA FA GLI INTERESSI DI QUEGLI ITALIANI COME TE CHE LO VOTANO , E CIOÈ GAY , STATALI, PARASSITI VARI , DIMENTICAVO GLI IMMIGRATI CLANDESTINI .. VOTERANNO ANCHE LORO PRIMA O POI , MA FATE I CONTI SENZA L'OSTE . L'ITALIA E' FALLITA CARICA DI DEBITI NON LAVORA PIÙ NESSUNO , I POCHI CHE LAVORANO SI STANNO ORGANIZZANDO PER SCAPPARE . AUGURI.

Ritratto di Markos

Markos

Sab, 28/09/2013 - 12:07

pitomaz - QUELLA GENTE CHE DICI TU CIOÈ' DISOCCUPATI , IMPRENDITORI , SONO QUELLI CHE VOTANO CDX , GLI ALTRI L'ELETTORATO DELLA SINISTRA : GAY, STATALI, PARASSITATI VARI VOTA SINISTRA E CHE GLI FREGA.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 28/09/2013 - 12:11

Cosa aspettate a cacciare sto cameriere, sto furiere che come un cane strisciante gira il mondo a prendere ordini.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 28/09/2013 - 12:15

Invece dei problemi degli italiani gli frega al pd. Telecom venduta per la terza volta, da quinto gruppo mondiale a bidone, da 120000 mila dipendenti a 46000 già' in esubero, da utili a 27 miliardi di euro di debiti. E tutte le volte operazioni gestite, pilotate, benedette da pd, senza ombra di dubbio. Questo è' la preoccupazione dell'immonda feccia rossa verso gli italiani.

Ritratto di bergat

bergat

Sab, 28/09/2013 - 12:25

@maxispanico Ma secondo il teorema delle forbici la soluzione è semplice: Berlusconi fuori e nominato presidente della repubblica al posto di Napolitano. Ah Ah

pgbassan

Sab, 28/09/2013 - 12:35

cameo44: ottimo intervento. Metti la punteggiatura, però. 02121940: è vero quello che dici, però è un governo stagnante e dei rinvii. Sono quelli del PD che non vedono l'ora di far cadere il governo, schifati dell'accordo col PDL (perchè quelli del PDL no?). Sono ancor più contento che la Lega Nord sia rimasta fuori espressamente dal governaccio attuale. E quelli attendono che siano gli altri ad affondarlo per poi far ricadere su loro le probabili conseguenze elettorali negative. Ma nonostante la moderate simpatia per un ex DC come Letta (ma è un lettino), lui stesso e la combriccola napoletano, bocca storta e farabutti vari devono essere affondati. Questo governaccio è ancora peggiore del banchiermassone monti, servo della finanza mondialista. Più si va giù e meglio ci tiriamo su. *** ’Ri­spetto dello Stato di diritto’: certamente, ma non uno stato dove la magistratura compie sorprusi e violenze staliniste, dove la magistratura è parte combattente contro avversari politici, e usa i due pesi e due misure tipiche della sinistra (la legge per i nemici si applica, e per gli amici la si interpreta). Saluti a tutti.

conenna

Sab, 28/09/2013 - 12:45

Ma quando i parlamentari del PDL hanno votato la legge Severino sapevano quello che facevano o erano distratti da altre facezie? Adesso, pochi mesi dopo averla votata dicono che è anti-costituzionale. E cosa l'anno votata a fare? Ovviamente pensavano che quella legge sarebbe valsa per tutti tranne che, come al solito, per il loro Capo. Adesso pretendono che i loro avversari politici gli cavino le castagne dal fuoco. Bella gente. Congratulazioni vivissime a chi li ha votati e continua a sostenerli.

Marzia Italiana

Sab, 28/09/2013 - 13:04

Lo sappiamo tutti che la riforma del sistema giudiziario va fatta! Se ne parla da anni, ormai; anche Napolitano, lo ha ribadito, dopo che Berlusconi è stato condannato. La riforma della giustizia va fatta indipendentemente da Silvio Berlusconi , non possono ostacolare la riforma, sol perché potrebbe aiutare Berlusconi, non si può governare un paese, pensando che potrebbe risollevare le sorti di Silvio Berlusconi , questa si chiama ossessione e non aiuta ad essere imparziali. Aprite gli occhi, italiani! Non vogliono le riforme, non perché sarebbero ad personam per B., ma perché molti di loro perderebbero potere, privilegi e poltrone. Se vogliono continuare ad ostinarsi a governare basandosi solo e sempre su come se ne avvantaggerebbe B., non si farà mai niente, come non si è fatto niente da quando Berlusconi è comparso sulla scena politica. Sappiate tutti che le riforme aiuterebbero ME, cittadina italiana, al diavolo Berlusconi! Sono io che ho impellente bisogno di riforme, IO/NOI, tutti!

max_s

Sab, 28/09/2013 - 13:08

Berlusconi dovrebbe essere condannato per fatti ben più gravi. Andate a scavare sulla fondazione di Forza Italia, dell'Utri e Roberto Ruppen.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Sab, 28/09/2013 - 13:18

Letta non ha alternative. È la stessa situazione che si è creata l'anno scorso con Monti quando il pdl non ha votato una legge nel tentativo di spaventare Monti e lui si è dimesso lasciando il pdl spiazzato che poi ha perso l'elezioni. Ora la stessa situazione si ripete. Il pdl che per fare gli interessi di un singolo individuo (con la conseguenza che l'iva aumemterá e il decreto legge sull'imu non verrá convertito in legge e quindi si divranno pagare le rate sospese fino adesso) cerca di spaventare il premier il quale non ha alternativa che quello di chiedere la fiducia e qualora il pdl facesse cadere il governo sarebbe evidente agli occhi degli italiani chi sará responsabile di un ulteriore peggioramneto dei conti italiani.

Marzia Italiana

Sab, 28/09/2013 - 13:45

Caro Letta, "non è possibile andare avanti con la normale attività di governo", perché la situazione italiana non è affatto normale! Voi pensate che l'unico modo per affrontare questi tempi di vacche magre basti inventarsi più tasse, anche se fanno diventare le vacche ancora più scheletriche, mentre voialtri potete continuare belli belli le vostre normali attività di governo indisturbati. Potete continuare a percepire i vostri lauti stipendi, potete continuare a metterci in conto pure la nutella e la carta igienica, potete continuare a viaggiare in qualsiasi parte del mondo a spese nostre, come se niente fosse, tanto basta continuare a mungere le vacche! Che sacrifici devono fare loro? Nessuno! l'importante è' tenere duro, e continuare a mantenere il leone in gabbia! Senza di lui, il Partito Comunista Italiano, alias PD, può spadroneggiare in Italia indisturbato, continuando a mungere il popolo, tanto qualche vacca un po' in carne la si troverà ancora , o no? Saranno mica scappate tutte all'estero?!

Marzia Italiana

Sab, 28/09/2013 - 14:10

Tartavit - legge che hanno votato, si', perché è più che giusto eliminare dal governo i pregiudicati, e' ovvio! Quel che non è ovvio, però, e' che un condannato senza prove, solo per pregiudizio e antagonismo politico, basandosi sul fatto che "non poteva non sapere", non è un PREgiudicato, nel senso di criminale, ma un MALgiudicato, nel senso di perseguitato dalla giustizia per rivalità politica e lotta di poteri. Un 'altra cosa che non è ovvia è la retroattività, per cui B non può essere condannato per una colpa che ipoteticamente avrebbe commesso più di vent'anni fa! Lo ha detto anche lei che la legge è stata votata solo un anno fa! No, perché se ammettiamo la retroattività per condannare Berlusconi, allora la dobbiamo ammettere anche per togliere privilegi e pensioni d'oro massiccio a coloro che si sono arrogati questo diritto e che, a parer mio, sono ancora più l'avrei e criminali di coloro che cercano di fregare il fisco. E dovrebbero restituire anche tutto il di più che si sono intascati negli ultimi vent'anni, così la retroattività avrà valore per tutti, non solo per Berlusconi! Non le pare?

agosvac

Sab, 28/09/2013 - 14:17

Letta, evidentemente, pensa che gli italiani siano tutti cretini!E' chiaro che questo Governo non sta bene al Pd non al Pdl.Sono loro che vogliono assolutamente farlo cadere. Sono loro che vorrebbero reintrodurre l'Imu, sono loro che vogliono l'aumento dell'Iva, sono loro che NON vogliono una diminuzione delle tasse, sono loro che, non avendo un vero leader, non accettano che il Pdl questo leader lo abbia! Stando le cose così come stanno, l'unica soluzione sarebbero le elezioni anticipate: solo in questo modo si potrà realmente vedere chi gli italiani vogliono al Governo. E non ci vengano a dire che questo avrebbe conseguenze con l'economia, tanto ciò che vorrebbero fare i sinistroidi già ci sta portando alla rovina. Meglio un periodo d'incertezze seguite da un vero Governo che questa situazione di stallo che non fa che creare ulteriore danno! Non vogliono le larghe intese? allora abbiano il coraggio di fare un governicolo con i 5S sennò si vada alle elezioni!!!

agosvac

Sab, 28/09/2013 - 14:23

Egregio ah1a, è una questione di punti di vista.A me e a diversi milioni d'italiani, sembra che Letta voglia fare solo gli interessi del suo partito, mentre l'uno solo vorrebbe fare gli interessi di tutti gli italiani.

agosvac

Sab, 28/09/2013 - 14:25

Egregio xgerico, ma da quando in quà lei sa anche leggere???

Atlantico

Sab, 28/09/2013 - 14:28

Strategia ? E' la pura e semplice verità: il PdL ha accoltellato alle spalle l'intero Paese ( mentre Letta era in USA a dire che l'Italia è un paese affidabile ). Un intero paese di 60 milioni di abitanti messo alla berlina e umiliato in mondovisione per gli interessi di UN solo individuo già condannato e finito. Finalmente dopo 20 anni la destra berlusconiana ha gettato la maschera e tutti ora possono vedere quali sono gli intererssi che muovono il partito berlusconiano. Persino quei poveri e - sempre di meno in quantità - gonzi che fino a ieri credevano nelle baggianate dello 'statista' di Arcore.

agosvac

Sab, 28/09/2013 - 14:34

Egregio pitomaz, lei è davvero ingenuo! Ancora crede che la magistratura d'assalto sia infallibile. Eppure ormai è nel mirino della Corte europea dei diritti dell'uomo! Certo non sarà oggi nè domani, ma non mi meraviglierei che dopodomani cominceranno a cercare giustificazioni del loro operato senza, peraltro riuscirci! Tra l'altro con i referendum dei radicali che la stragrande maggioranza degli italiani voterà, cominceranno a perdere alcune delle loro salvaguardie. Quando si renderanno conto che non potranno più fare sbagli senza pagarne le conseguenze, i pm, leggermente colorati di rosso, non avranno più gran voce in capitolo, dovranno fare i conti con i loro errori che sono tanti!

Atlantico

Sab, 28/09/2013 - 14:34

Agosvac, si svegli: le dimissioni le hanno date quelli del PdL, non del PD. Lei è l'incarnazione del 'credente' berlusconiano. Non capisce un'acca ma è l'unico a non saperlo. Gli altri lo sanno appena la leggono.

agosvac

Sab, 28/09/2013 - 14:38

Egregio maxispanico, quello di Occam è "il rasoio" non le forbici. Ma, comunque, anche se Berlusconi si dimettesse non avreste risolto il vostro problema perchè potrebbe tranquillamente continuare a fare politica, solo non potrebbe più essere parlamentare.

agosvac

Sab, 28/09/2013 - 14:47

Egregio tartavit, le bestemmie si possono dire in privato ma in pubblico solo i comunisti le dicono!Per quanto riguarda la legge severino, vero è che l'hanno votata anche quelli del Pdl ma non potevano certamente immaginarsi che alcuni deficienti del Pd volessero applicarla contro la Costituzione che vieta la retroattività di ogni legge!!!Solo voi del Pd e molti dei 5S siete così ignoranti della Costituzione, ma, forse, non siete tanto ignoranti quanto in malafede!

criptom45

Sab, 28/09/2013 - 15:18

caro Letta le tue imposizioni in questo momento sono a (mio parere)ridicole per il semplice fatto che non ti sei saputo imporre nelle cose importanti che avevi promesso di fare ti ha bloccato qualche mamma santissima oppure è proprio la vostra sinistra che non è all'altezza di saper governare magari incominciando nel riportare i due marò dall'india e bloccare subito le fughe di cervelli e di imprese all'estero. Aumentare le tasse troppo facile eliminare gli sprechi è tabu UN CONSIGLIO NON SFORZATEVI A SALVARE L'ITALIA CHE AVETE AFFONDATO.

timoty martin

Sab, 28/09/2013 - 16:06

Insomma, questa sinistra non si prende mai le proprie responsabilità. Ora per cercare di cavarsela e non perdere troppi voti imbastisce una strategia per adossare tutte le colpe al PDL. Dispiace, putroppo in troppi hanno votato la sinistra alle ultime elezioni.

m.nanni

Sab, 28/09/2013 - 16:16

Vogliono la pace incendiando gli animi con accuse insopportabili. Vogliono tappare la bocca a tutto un partito che si è finalmente svegliato dal torpore tossico per l'Italia imposto da Napolitano. Al Pd si fanno la forca ma sono tutti uniti nello sprezzare odio a Berlusconi e al Pdl. Napolitano non può fare l'allenatore della sinistra e dei nemici di Berlusconi! Napolitano deve aprire il riconoscimento alla revisione della condanna bolscevica, specie se mette in conto che altre due sentenze della cassazione hanno assolto Berlusconi dalla stesso reato che ha prodotto la frettolosa condanna.

Atlantico

Sab, 28/09/2013 - 16:31

Ma quale odio, ma quale complotto ! Berlusconi l'ha fatta franca per 30 anni, i primi 10 dei quali grazie a Craxi e per i successivi 20 grazie ai voti degli italiani, in gran parte in buona fede, che l'hanno votato. Adesso i nodi vengono al pettine e lui è stato condannato in modo definitivo. Stop. Le cose sono semplici da capire, sono gli ottusi che le ingarbugliano. E' solo questione di tempo ma B. è finito: potrà fare politica come la fa Grillo, ossia fuori dal parlamento, ma B., a differenza di Grillo, ha qualche 'problemino' come le diverse sentenze di condanna che gli stanno arrivando. Potrà schivarne una, ma le altre arrivano e faranno male, molto male. Fine dei giochi.

giorgiulescu

Sab, 28/09/2013 - 17:34

Non ho mai votato PDL o Berlusconi, ma stavolta, PER RIVALSA, lo voto

vince50_19

Sab, 28/09/2013 - 18:12

IoSperiamoCheMe... - Si è per caso accorto che il presidente del consiglio Tentenna è una continuazione del governo Monti? Ha notato che, nonostante la serie di mazzate di tasse che ci ha rifilato Monti, tante son servite a rimpinguare il Mes con qualche rata in anticipo (siamo pieni di euro da buttare, vero?), come richiesto dalla Ue, Mes firmato da Monti a feb. 2012 senza che nessuno di noi ne sapesse niente? Ha presente il biglietto a firma di Letta che Monti esibì in televisione? Ha presente che Monti è stato un membro del bilderberg club (i potenti della terra in fatto di economia), senior Advisor di Goldman Sachs Ue, il capo di Trilateral Ue e Letta un suo "subordinato"? Ha presente che questo governo è quello del dire, degli annunci e dei rimandi di decisioni importanti? Chi vuole mantenere l'Imu o al massimo ridurla con entrate per lo stato al limite dell'inconsistente, l'iva al 22% e che si inginocchia ai dictat della Ue che vorrebbe dirci quello che si deve porre in atto in casa nostra (vds recente visita O. Rehn).. Il problema, infine è un altro: CHIUNQUE governerà starà sotto la cappella di una Ue sempre più pretenziosa, sotto il tiro della massoneria d'oltre atlantico, di una bce che a parole ci agevola mentre le nostre banche lucrano a più non posso gli euro che avrebbero dovuto prestare alle industrie in difficoltà, di intrallazzi di certe menti fini del nostro parlamento per massacrare sempre più gli italiani, schiavi e servi come sono di dictat Ue. L'unico rimedio sarebbe di avere un fronte politico unico per cercare di opporsi al meglio a questa speculazione che sta erodendo sempre più i nostri sacrifici si una vita. Mentre la politica se ne fotte e ingrassa con il nostro sangue. Qui siamo nel mondo dei sogni, visti numerosi soggetti che albergano in parlamento e nella vita politica italiana. Altro che pensare a Berlusconi e compagnia cantante che sono solamente uno specchietto per le allodole montato ad arte e sostenuto da chi ci vorrebbe spogliare completamente, togliere anche l'aria per i propri sporchi interessi. Se ne faccia una ragione..

mborrielli

Sab, 28/09/2013 - 19:35

tartavit, e come lei tanti altri randagi che scrivono su questo blog... Berlusconi è stato condannato in Italia per lo stesso reato per cui è stato assolto in Svizzera, che quanto a civiltà e correttezza non credo debba prendere lezioni dal vostro caro es-posito (che, non sapendo neanche parlare, non si capisce come abbia fatto a prendere la laurea... chissà come si faceva nel 68, con la P38 sulla cattedra a dare gli esami). Quindi non rompete i cosiddetti con la storia del pregiudicato: la vostra è ipocrisia allo stato puro.

vince50_19

Dom, 29/09/2013 - 16:35

_ordnI_ - Si, certo: però è stato proprio il mondo della giustizia ai suoi vari livelli che ha stoppato o annacquato quel poco che il PdL aveva fatto. Personalmente non credo proprio in niente se non nella riforma organica della giustizia per risolvere quelle probloematiche che ho illustrato. Chi vuol farla presenti un piano e ce lo faccia leggere. Così com'è il pianeta giustizia non va per nulla bene. Che poi ci sia chi tira l'acqua al proprio mulino questo è sempre esistito, compresi gli allora ex ds ad es. che, nel 1997, per non far cadere Prodi, cambiarono il reato di abuso d'ufficio nella faccenda sollevata allora dal p.m. Geremia cui, dopo poco tempo, venne tolta l'inchiesta che avrebbe danneggiato il cdx e, come noto, tutto finì a tarallucci e vino. Per non parlare della bozza Boato (1997), peraltro molto condivisibile in molte sue parti, che venne praticamente stoppata da Anm. Lei che dice: il pd ha una certa sensibilità verso l'ordine della magistratura o sono io che vedo male? A me interessa che facciano questa auspicabile riforma, non altro.

vince50_19

Dom, 29/09/2013 - 18:10

_ordnI_ - errata corrige: "che avrebbe danneggiato il cdx", da intendersi "che avrebbe danneggiato il csx"; mi scuso per l'errore.