Per i 7mila dipendenti della Banca d'Italia l'austerità è già finita

Per i 7mila dipendenti stipendi bloccati nel 2010 insieme a quelli degli statali. Ma la manovra fa ripartire gli aumenti

Roma - I sindacati di Palazzo Koch ancora non si fidano. «Sì, è vero. Abbiamo visto che nella legge di Stabilità si chiarisce che siamo esclusi dal blocco della contrattazione del pubblico impiego. Ma il blocco, deciso in autonomia dal Direttorio nel 2010, lo si fece sulla base del decreto milleproroghe. E non escludiamo che nel prossimo milleproroghe di fine anno, il suggerimento venga riproposto». Luigi Leone, storico leader sindacale della Falbi, resta dunque scettico. Sembra che conti di più sulla pronuncia della magistratura ordinaria, presso la quale i sindacati di Bankitalia hanno presentato ricorso contro il blocco del 2010.

Quel blocco dei contratti, e dunque degli stipendi, i dipendenti del «tempio del rigore» non l'hanno mai mandato giù. Si considerano una elite dell'amministrazione, e rivendicano un trattamento economico adeguato. Dall'esterno, e soprattutto dai travet del pubblico impiego, vengono visti come «panda» iperprotetti e superprivilegiati. Non che abbiano tutti i torti. Diamo un'occhiata ai trattamenti economici di base, dal governatore in giù. Ignazio Visco s'è sforbiciato lo stipendio del 10% (non era obbligato a farlo, bisogna riconoscerlo) e porta a casa 496mila euro l'anno. Guadagna 120 mila euro in più di Mario Draghi, che alla guida della Bce riceve 375 mila euro. E 300mila euro più di Janet Yellen, prima donna a presiedere la Federal Reserve americana, che si ferma a 150 mila euro. Considerati i compiti dell'uno e degli altri, si può dire che Bankitalia sia piuttosto generosa con il suo numero uno.

Passiamo al direttore generale Salvatore Rossi, che guadagna 450mila euro, mentre i quattro vicedirettori generali si fermano a 315mila euro. Un funzionario generale porta a casa 130 mila euro, e così via a scendere. In media ciascuno dei 7.069 dipendenti di via Nazionale 91 e delle filiali costa alla banca più di centomila euro. I dirigenti sono 606, i funzionari 1.449, i coadiutori 1.317, gli altri dipendenti 3.697. Il monte stipendi, più oneri vari, per il personale in servizio ammonta nel 2012 a 747 milioni di euro, con un risparmio di circa 6 milioni rispetto al 2011. Per pensioni e indennità di fine rapporto si sono spesi l'anno scorso 323 milioni di euro abbondanti.

Dal 2010, la contrattazione dei 7mila dipendenti della banca centrale è ferma. «È stato deciso su base autonoma dal direttorio, dove sedevano Draghi e Saccomanni - ricorda il sindacalista -: la legge milleproroghe diceva infatti che la Banca d'Italia terrà conto nella propria autonomia delle disposizioni di legge. Loro hanno deciso senza consultarci, così è partito il ricorso alla magistratura». Ora la legge di Stabilità sblocca, salvo sorprese, la contrattazione. In punta di diritto, Bankitalia è fuori dal perimetro della pubblica amministrazione e gode della larga autonomia concessa dal Trattato di Maastricht. Ma, dal punto di vista «estetico», non pare bello che proprio nel tempio dei guardiani del rigore non valga il blocco degli aumenti di stipendio, come in un ufficio pubblico qualsiasi dove le retribuzioni sono molto, molto inferiori.

È vero: in Banca d'Italia si entra solo per concorso, e le prove sono molto difficili. Ma, una volta dentro, non c'è precariato, non ci sono stipendi da mille euro al mese, non ci sono licenziamenti per motivi economici, non c'è cassa integrazione, non ci sono stati di crisi. Un'occhiata a quanto accade nel resto d'Italia, fuori dalla sale di Palazzo Koch, non farebbe davvero male.

Commenti

m.m.f

Mer, 13/11/2013 - 08:58

7mila dipendenti,probabilmente 6500 inutili.................

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 13/11/2013 - 09:49

Bene Letta ha risolto la crtisi, altro che le bugie del PDL

Ritratto di LIAZ

LIAZ

Mer, 13/11/2013 - 09:52

Questo conferma che questa "crisi" tremenda vale solo per alcuni, diciamo ch'è adattabile solo per rubare diritti alle classi sociali più deboli.Cmq di che vi lamentate? Di sicuro questi dipendenti non votano a sinistra potete starne certi al 100%.

Massimo Bocci

Mer, 13/11/2013 - 09:57

Per i 7mila dipendenti della Banca d'Italia l'austerità è già finita..........perché loro gota del regime dei LADRI,con gli azzecca garbugli,e glia altri boiardi di REGIME,hanno visto l'austerità allora quando li cooptano gli misurano anche la vista????? Quanto 40 decimi,per occhio certo per convivere in un un branco di LADRI simili co vuole l'occhio LESTO come la MANO!!!!

giovanni PERINCIOLO

Mer, 13/11/2013 - 09:59

E cosa vi aspettavate con un saccomanni ministro??? congratulazioni a palle d'acciaio con faccia di .....!

giovanni PERINCIOLO

Mer, 13/11/2013 - 10:01

E cosa vi aspettavate con un saccomanni ministro??? congratulazioni a palle d'acciaio con faccia di .....!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mer, 13/11/2013 - 10:05

Questa istituzione, che sarebbe dovuta sparire dopo l'introduzione dell'Euro e della BCE, ci costa in media 105.672 a dipendente. Adesso si capisce dove vanno a finire tutte le tasse che ci costringono a pagare. Negli stipendi dorati di quest'altro Ente Inutile che e' la Banca d'Italia. Se vogliono tenersi tutti questi 7.069 posti inutili, almeno che la retribuzione sia commensurata al PIL del Paese. Lo stesso per gli stipendi dei parlamentari. Caste e cosche, l'Italia e' un paese medievale.

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 13/11/2013 - 10:12

Mer, 13/11/2013 - 09:49 Bene Letta ha risolto la crtisi, altro che le bugie del PDL IL LOUISPISCIO FUORI DAL VASO.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mer, 13/11/2013 - 10:12

E che problema c'è ? Basta aumentare qualche accisa...

Ritratto di .balle.dacciaio.

.balle.dacciaio.

Mer, 13/11/2013 - 10:19

un ottimo serbatoio di voti per la casta pdpdl al pari degli oltre un milione di persone che "campano" di politica,700.000 sindacalisti, 28000 "forestali" solo in sicilia e lobbies e caste di ogni ordine e grado

linoalo1

Mer, 13/11/2013 - 10:23

Che sia un indizio che il periodo delle vacche magre stia finendo?Lino.

ellie

Mer, 13/11/2013 - 10:32

Per 7 mila dipendenti della Banca Dell'Italia (che tutto è tranne degli italiani) l'austerità è già finita. Ma la crisi è ancora in pieno ondata...... Pensa che in irlanda siamo usciti della crisi e l'austerità è ancora in pieno regime per i dipendenti pubblici......altro mangia mangia alla italiana! Vogliono un aumento di stipendio? Se li fanno pagare dei azionisti della banca....ovvero le banche private perche la Banca D'Italia non ha nulla di statale!

Ritratto di raffaelelupo

raffaelelupo

Mer, 13/11/2013 - 10:39

Dal DIZIONARIO ITALIANO HOEPLI: SACCOMANNO: ‖ ant. Saccheggiatore, predone 2 lett. Saccheggio, sacco: fare s. ‖ Mettere a saccomanno, saccheggiare, predare, devastare SACCOMANNI: lui + gli atri suoi 6999 colleghi

canaletto

Mer, 13/11/2013 - 10:39

E' UNA VERGOGNA LA CASTA. SIAMO ANCORA NELLA MERDA PIU' COMPLETA E LORO PENSANO AD AUMENTARSI I LORO GRASSI STIPENDI ALLA FACCIA DI QULLI CHE MUOIONO DI FAME SENZA ALCUN AIUTO DALLO STTO. VERGOGNA

epc

Mer, 13/11/2013 - 10:49

#LIAZ: caro signore, concordo in pieno con lei: di sicuro questi dipendenti pubblici superpagati non votano a sinistra. Voteranno tutti in massa per il Partito Democratico! Infatti, da quando il Partito Democratico fa cose di sinistra?

cpbmnl

Mer, 13/11/2013 - 11:20

Oggi con la BCE non capisco proprio a cosa serva la Banca d'Italia. Forse serve ad effettuare i controlli al Monte dei Paschi di Siena con il suo Ufficio di vigilanza i cui responsabili essendo talmente bravi per il lavoro svolto sono diventati Presidente della RAI (Tarantola). Vorrei proprio che i tanto bravi dipendenti della Banca d'Italia fossero trasferiti per qualche anno in un Ufficio operativo della pubblica amministrazione con lo stesso trattamento economico e normativo dei dipendenti ivi presenti, prima di fare le loro richieste sindacali. Mi sembra che attualmente la Banca d'Italia si limiti a fare qualche relazione annuale sullo stato dell'economia italiana dicendo spesso semplici banalità e snocciolando dati ed indicatori previsionali che vengono regolarmente modificati dopo qualche mese senza che ovviamente nessuno venga considerato minimamente responsabile per le previsioni sbagliate.

bosco43

Mer, 13/11/2013 - 11:32

Cane,non mangia cane!!!

max.cerri.79

Mer, 13/11/2013 - 11:34

Per tutti i politici non è mai iniziata. Pdl compreso

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 13/11/2013 - 12:45

I figli di Napolitano lavorano in Bankitalia... Il cerchio magico di Fidel castro.