PROCESSO AL CAMPIONEQuando Pistorius sparò alla fidanzata era del tutto lucido

È ripreso ieri a Pretoria il processo a Oscar Pistorius, accusato dell'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp, dopo l'interruzione del 20 maggio allo scopo di valutare la sua sanità mental. «Pistorius non soffriva di alcun problema mentale o malattia che avrebbe potuto renderlo penalmente irresponsabile dell'atto di cui è accusato», hanno concluso i quattro esperti chiamati a esaminare il caso. «Pistorius era in grado di capire che ciò che ha fatto era sbagliato», hanno chiarito tre psichiatri e uno psicologo.