Processo Mediaset, Anm: "Parlare di sentenza politica inaccettabile"

L'Anm risponde alle critiche sollevate dalla decisione delle toghe, chiedendo rispetto per la Corte Costituzionale

A breve distanza dalla notizia che la Consulta ha negato il legittimo impedimento a Silvio Berlusconi nell'ambito del processo Mediaset, arriva anche la reazione di Rodolfo Sabelli, presidente dell'associazione nazionale magistrati, che ribadisce alle voci critiche che si sono sollevate dal Pdl la versione delle toghe.

"Non si può accettare, a prescindere dalla decisione presa - dice Sabelli - l’attribuzione alla Corte Costituzionale di posizioni o logiche di natura politica". Ribadendo l'imparzialità della Corte Costituzionale "a prescindere dal merito della sentenza", chiede "una posizione di rispetto" per la Consulta e una discussione che - se si sviluppa - sia però fatta "in modo informato, conoscendo le motivazioni della sentenza, e con rigore tecnico".

Commenti

roberto zanella

Mer, 19/06/2013 - 21:10

il PDL organizzi gli "standing men" dopo essersi dimessi da Parlamento e Senato e vadano ogni mattina sotto la Corte Cost.sotto la sede del CSM,sotto la sede della ANM e vediamo come la mettiamo con questi parucconi d'antan,veri e propri bramini o mandarini del medioevo...

ego

Mer, 19/06/2013 - 21:16

ANM "non si parli di sentenza politica"------------Bene, adesso l'Associazione mette pure la censura....In Italia non esiste alcun organo di garanzia; abbiamo una pletora di accolite infiltrate di politicanti ad orientamento sinistroide. E' questo il frutto di decenni e decenni di lavoro di reclutamento svolto dal PCI prima e dai successori poi. E' la conseguenza della teoria gramsciana dell'occupazione dei gangli vitali della Nazione.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mer, 19/06/2013 - 22:02

...Senza entrare nel merito della decisione odierna. Per sua stessa natura, non si può non pensare che la Corte Costituzionale non sia, in gran parte, infarcita di politica, tenuto anche conto delle fonti che nominano i suoi membri.

beale

Mer, 19/06/2013 - 22:04

I vecchi proverbi! Chi ha la coda di paglia se la incendia da solo. Nel momento in cui si fa un riferimento politico per escluderlo, si fa politica.

domenico.fumante

Mer, 19/06/2013 - 22:12

SENTA COME SI CHIAMA LEI,MI FACCIA IL PIACERE................

Maura S.

Mer, 19/06/2013 - 22:33

oramai la magistratura in generale in Italia è una schifezza. Fate e disfate e fati i caxxi vostri. Oramai siete il zimbello dell'europa

@ollel63

Mer, 19/06/2013 - 23:07

fuoriesce sempre e solo cacca comunista.

roby55

Mer, 19/06/2013 - 23:53

Lo sanno anche i lattanti che il mondo della magistratura funziona come una mafia. UNa magistratura che rifiuta di riformarsi può essere ancora credibile? può emettere ancora sentenze credibili?

roby55

Gio, 20/06/2013 - 00:00

Ma come si fa a credere ad una magistratura che s'inventa 30 processi in 20anni contro una sola persona? Ma neanche Bin Laden o Saddam Hussein è stato trattato in questo modo. Ma siamo seri per cortesia! Ma che vadano a caccia di criminali veri! Ma la Corte Suprema o come cacchio si chiama, ma non si vergogna che gli stessi 4 o 5 magistrati perdano 20 anni a mettere in piedi 30 processi contro un solo uomo? Ma non si rendono conto dell'assurdità?

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 20/06/2013 - 00:18

No, eh? Ma cosa pensate, voi della anm, che siamo tutti un branco di rincoglioniti?

patrenius

Gio, 20/06/2013 - 07:40

L'ANM ha ragione: la legge è uguale per tutti: ma sono gli imputati che non sono tutti uguali ......

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 20/06/2013 - 07:48

Hanno perso l'occasione di stare zitti

Gaetano Immè

Gio, 20/06/2013 - 07:52

Vostra Eccellenza Sabelli, ora che ci ha impartito anche l'ordine di cosa possiamo pensare e di cosa non possiamo pensare, noi, talebani d'Italia, seguiremo gli ordini del "caro leader". Se Vostra Eccellenza desiderasse che il "popolaccio puzzolente e da educare " non s'azzardi " a pensare con la sua testa", dovrebbe prima spiegarci in quale parte della "sacra Costituzione" da noi tutti adorata, c'è scritto che i componenti della Consulta devono essere scelti secondo appartenenza politica. Attendiamo, sereni e fiduciosi, il suo illustre Editto. Nel frattempo, salutame soreta! Gaetano Immè, blogger, Roma

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Gio, 20/06/2013 - 08:16

la nostra magistratura formata da ignoranti , presuntuosi , osano dire che la sentenza non è politica ? siete gli zimbelli del mondo intero , e questo cosa è sinonimo che vi critica sono degli imbecilli ? e da quando si annullano i processi , solo perché una inglese vuole mandare in galera per fprza e senza prove un nostro concittadino pugliese ? o peggio si dimostra l'odio dei così detti giudici verso l'america . in ogni stato civile , e non il nostro ,per riaprire un processo ci vogliono prove inconfutabili , qui si manda in galera uno solo perché non politicamente corretto . complimenti , siete davanti agli occhi del mondo intero , voi che fate quello che la giustizia vuole che sia fatto , non lo fate , lasciare in galera uno che è stato dichiarato innocente per andare in ferie , vergognatevi magistrati del cavolo , vi aspettano nella corea del nord

LAMBRO

Gio, 20/06/2013 - 19:35

Da che parte stanno è arcinoto ma che non sappiano neanche leggere è scandaloso anche perché noi TUTTI li paghiamo profumatamente. La corte mette in discussione la potestà del Governo del Popolo Italiano di convocare un CDM d'urgenza e pretende di dare la precedenza ad una qualsiasi udienza di causa. Proprio così : una qualsiasi udienza di una qualsiasi causa trattate da un non qualsiasi Tribunale della Repubblica a carico di un qualsiasi cittadino!!! Nei processi Stalinisti sapevano farla più pulita.

al59ma63

Sab, 22/06/2013 - 02:09

Dopo vent'anni di persecuzione come la chiamate? UN CASO????Proprio da subito dopo che Silvio ha preso in mano le redini dell' elettorato moderato, credete ai casi? IO NO. So solo che in Italia i delinquenti vengono rilasciati e le persone oneste VESSATE se sono contro il potere rosso che ha infilato i suoi uomini nei gangli dello stato, nel 91 fu la stessa cosa, ma oggi la gente e' piu' sveglia, non ce la raccontano piu' che per trascinare Berlusconi in tribunale siano andati a curiosare sopra e sotto il suo letto a casa sua, chi ha avuto trattamento simile? Marrazzo no. Togliatti nemmeno.

angelomaria

Lun, 24/06/2013 - 13:20

paghiamoli con la stessa carta usiamo dal sta farsa di governo nuove elezioni tanto non possono dire che sia il pdl che vuole la rovina del nostro paese