Il processo Ruby?È un vicolo cieco

Alla sbarra gli affari privati del Cavaliere: il caso Ruby è un processo politico contro il diritto alla privacy

Si susseguono le udienze del processo cosiddetto Berlu­sconi- Ruby, e i nostri croni­sti, Valeria Braghieri e Luca Faz­zo, ne riferiscono quotidianamen­te sul Giornale senza inibizioni. Sono professionisti esperti e sma­liziati: chi ha letto i loro articoli è bene informato. Intervengo sul te­ma solo per manifestare un’impressione che forse non è soltanto mia. In aula si svolgono gli interro­gatori delle olgettine, cioè ragaz­ze bellocce - ce ne fosse una brutta o anche così così - che, secondo gli atti, frequentavano più o meno as­siduamente la dimora del Cavalie­re. Per fare che? Discutere di politi­ca, di finanza, di economia? Nossi­gnori. Il premier, dopo una giorna­ta di lavoro e di rotture di scatole, non gradiva il dibattito: desidera­va rilassarsi e divertirsi.

Come? Questo è il punto. La magistratura sospetta che nel villone patrizio di Arcore si sco­passe di brutto, oltre a cantare, danzare, cenare e inscenare pochade , in costume o senza. La difesa di Berlusconi sostiene, al contrario, che tra quelle mura lussuo­se non si scopasse mai, e scusate se uso un verbo improprio, volgarotto, ma non ne conosco uno migliore: mica posso scrivere fornicare, visto che non sono un parroco e neppure un sacrista.

Chi ha ragione? Le toghe d’attacco o quelle addette al catenaccio? Fino ad ora non è dato sapere. Si sa però che scopare, piaccia o no,non è reato.A meno che l’at­tività in questione non avvenga tra una persona maggiorenne e una minorenne. Si dà il caso che i pm siano persuasi che Silvio fosse (sia) più vigoroso di Man­drake e si scopasse tutte le ospiti, un muc­chio. E che, preso da un simile gravoso impegno (per un uomo della sua età, ma anche per un trentenne, aggiungo, aven­do qualche esperienza in materia), egli a un dato momento si sia confuso e abbia goduto delle grazie di Ruby, ahimè dicias­settenne, quindi minore. E questo non è lecito, a rigor di legge. Di qui il processo in corso.

Se risultasse che Berlusconi in effetti è caduto in errore - direi anagrafico - sareb­be condannato, con l’aggravante della prostituzione (utilizzata) poiché la fan­ciulla avrebbe ricevuto delle regalie, de­naro. Ma come si fa ad accertare se il fatto sussista o no? Bisognerebbe che lei con­fessasse: ebbene sì, quel porco mi ha sco­pata. Viceversa afferma l’opposto.

Servirebbero dei testimoni per inca­strare il fondatore del Pdl. Però è impro­babile che uno scopi davanti a testimoni, specialmente se la signorina è minoren­ne. Non importa. I pm - maschi o femmi­ne che siano - sono per definizione, e an­che per mestiere, testardi e, in nome del­la giustizia, le provano tutte. Insistono, cercano, sondano. Non si sa mai. Magari una delle tante olgettine, che bazzicava­no i luoghi degli incontri eleganti, può avere spiato nella camera da letto presi­denziale e colto Silvio e Ruby mentre facevano quella cosa là, o almeno i prelimi­nari.

Ergo,le toghe d’attacco non demordo­no. Come dar loro torto? A ogni ragazza che depone, esse rivolgono domande in­calzanti, finalizzate a sciogliere il dilem­ma. Per adesso non hanno cavato un ra­gno dal buco (questa metafora forse pote­vo risparmiarmela). E ho la sensazione che non lo caveranno. Comunque lodia­mo la pertinacia dei magistrati: mai ar­rendersi davanti a un buco nero. Ciò che non comprendiamo è un particolare che invece pare stia molto a cuore a chi effet­tua gli interrogatori delle olgettine mag­giorenni che deliziavano le serate di Ber­lusconi. Alle quali viene chiesto se, tra una danza e un’altra,un sorso di champa­gne e un altro, abbiano avuto con l’anfi­trione instancabile qualche rapporto ses­suale o roba del genere, che poi è un gene­re unico e universale. Alcune di esse- rife­riscono i colleghi addetti alla giudiziaria - hanno negato; altre, indignate, non han­no risposto, e si è capito il senso del loro rifiuto. Questo: sono cazzi nostri.

E qui nasce un dubbio che estendo al lettore: la scopata è o non è protetta dal diritto alla privacy? Il magistrato ha facol­tà di indagare sotto le lenzuola di una donna libera, che ha compiuto i 18 anni, oppure commette una scorrettezza, as­sodato che tutti, togati o no, scopiamo con chi ci pare, talvolta in segretezza, al­trimenti addio intimità?

Ai giuristi l’ardua sentenza.

Commenti

libero46

Dom, 10/06/2012 - 17:14

Caro Vittorio, un ciuco capisce... qualche pm forse no... ma ci vuol sguazzare fino alla pensione... tanto noi paghiamo e Berlusconi rimane sospeso a "divinis" da questi contorti personaggi!!!

Roberto Casnati

Dom, 10/06/2012 - 17:24

C'è qualcuno che mi può spiegare perchè io devo pagare un fracasso di tasse tra l'altro per mantenere dei magistrati che perdono tempo e denaro per spiare nelle mutande di Berlusconi? Perché mi devo ammazzare di tasse per pagare magistrati imbecilli, indegni della carica che ricoprono, attivi solo quando le loro "indagini" possano procurare loro pubblicità e, magari, un posto fisso in parlamento? Perchè mi devo ammazzare di tasse per non avere un servizio di giustizia con processi che, salvo che nel caso di Berlusconi, durano oltre 10 (dieci) anni con costi stratosferici? Tremo alla sola idea d'incorrere nelle maglie della "giustizia" non avrei mai denari a sufficienza per difendermi LI HO DATI TUTTI AL FISCO per pagare degl'indegni magistrati che magari, nel frattempo, hanno avuto il posto fisso in parlamento e che, quindi, con le tasse, dovrò continuare a pagare! E' ora di distruggere lo stato Napolitan-magistratocratico!

Thefibber

Dom, 10/06/2012 - 17:23

io sapevo che se la ragazza/o minorenne ha almeno 16 anni e è consenziente il rapporto sessuale è lecito...a meno che non venga dimostrato che c'è stato scambio di denaro o altro vantaggio economico e in tal caso si configura il reato di prostituzione minorile...quindi le due cose vanno assolutamente legate perchè il solo fatto di aver avuto un rapporto sessuale con una di 16 o piu anni con il suo consenso è lecitissimo....il fatto che non si possa fare regali a una persona con cui uno ha avuto rapporti perchè può essere accusato è assolutamente ridicolo. comunque si deve dimostrare la contestualità dei due fatti. ma non esistendo ne l'una, ossia il rapporto, ne l'altra fatta per assoluta liberalità di silvio dimostra che il processo è una vera porcheria pagata da noi

Roberto Casnati

Dom, 10/06/2012 - 17:26

Oramai siamo arrivati all'assurdo che gli etero sessuali diventano dei criminali! Anche a me piacciono le donne e tanto, ma questo è un reato, oggi se si è omosessuali si ottengono favori e posti in banche e parlamento, se invece hai formato una famiglia tradizionale con moglie figli e magari nipoti sei un criminale, un pazzo da chiudere in manicomio! Il salumaio Bersani propone il matrimonio omosessuale per scassare anor di più le già disastrate casse statali, propone riforme populiste ma costosissime a favore di personaggi omosessuali che spesso, molto spesso, hanno comportamenti pedofili. Io che ho una famiglia regolare, che ho tirato su dei figli senza alcuna provvidenza da parte dello stato, ora dovrò pagare un fracasso di tasse per consentire la reversibilità pensionistica alle coppie omosessuali! NO! MI RIFIUTO! Diventerò un evasore totale!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 10/06/2012 - 17:37

E se tutte queste toghe provassero ad andare a scopare il mare?

Pento Gaetano

Dom, 10/06/2012 - 17:33

Probabilmente quei bacchettoni (o bacchettone) dei giudici godono nel pensare, e quindi chiedere, particolari raccapriccianti di quelle serate mondane. Forse non scopano mai, loro si soddisfano solo al pensiero di fregare Berlusconi. Gaetano.

terzino

Dom, 10/06/2012 - 17:42

Credo che Feltri abbia un pò sviato il senso della questione. Qui non si tratta di poter fare, a casa propria ciò che si vuole senza che nessuno venga a vedere dal buco della serratura. Qui si è infangato, linciato mediaticamente un personaggio politico per farlo decadere dal suo incarico. Ci sono state affermazioni scritte, virgolettate, espunte, strappate con le pinze che disegnavano quella villa come sede una orgia continua. Le prove? beh che importa basta s******are,obiettivo raggiunto, e mi si passi il vocabolo.

Totonno58

Dom, 10/06/2012 - 17:49

Caro Feltri, c'è da correggere qualcosa nella coniugazione di qualche verbo nel titolo del suo articolo...Il processo Ruby SAREBBE (o sarebbe stato) un vicolo cieco se Berl.non avesse fatto di tutto per rendere pubblica (se non politica) la sua privacy...a meno che Lei non sia (o sia stato) felice di pagare la scorta di Silvio per il trasporto delle sue signorine, o di vedere qualcuna di esse, chessò, al Parlamento Europeo... i surreali tentativi di difesa da parte di Ghedini e c. hanno fatto il resto...

lallo1045

Dom, 10/06/2012 - 17:56

Scusate la mia ignoranza. Una scopata per strada od in appartamento può costare, che so, 20÷200 €? Con una sedicenne e più consenziente è permesso e può arrivare a costare una ricarica telefonica(letta nei giornali). Quindi chi la fa se la gode e buona notte. Quanto è costato agli italiani questo processo che fino ad oggi ha solo sollazzato la mente dei magistrati che insistentemente hanno chiesto che cosa faceva sotto le lenzuola(le usava?) il Silvio nazionale a 75 e più anni con qualche problema di prostata, se la toccava col dito o col pene? Se la fase preparatoria al coito la faceva con accessori ausiliatrici o con la lingua? Se in 3 anni non hanno concluso nulla, la smettano di buttare i soldi delle tasse e realizino le fantasie pruriginose. Lo facciano ma smettano di rompere!!!!!!!!!11

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 10/06/2012 - 18:22

certo!, sarà anche un vicolo cieco, ma per lo meno serve a spendere i soldi dei contribuenti ed é per questo che la "giustizia" dve restare cosi come é

Ritratto di il.corsaro.nero

il.corsaro.nero

Dom, 10/06/2012 - 18:27

complimentissimi Vittorio, articolo stupendo. una satira da raggi laser.

Paul Vara

Dom, 10/06/2012 - 19:18

#8 Totonno58: condivido pienamente ciò che lei esprime, vede il vantaggio di possedere un Giornale permette al proprietario di presentare una versione dei fatti che lo riguardano più lusinghiera e vittimistica per distogliere lo sguardo dei lettori dal reato di base. Le abitudini di Berlusconi sono fatti suoi finchè queste abitudini restano in campo lecito, ma la legalità non è il punto forte di Berlusconi...

pietrom

Dom, 10/06/2012 - 19:21

E se si mettessero insieme qualche milione di italiani per fare causa a questi P.M. per spreco di denaro pubblico, interferenze contro la maggioranza eletta e l'esecutivo, manipolazione dell'opinione pubblica in contesto elettorale, e, soprattutto, per deviazione delle risorse della Giustizia a scapito di centinaia di altri processi? Non sarebbe una buona idea? E, visto che non sarebbe opportuno far giudicare dei magistrati da loro colleghi, se fossero gli italiani ad assolvere o condannare???

angel42

Dom, 10/06/2012 - 19:29

spero che questi magistrati e chi sta dietro a loro diventino impotenti e perdano la possibilita di scopare e vivere un po di sano sesso.cosi pagano , e dè poco x il male che hanno fatto9 ad un uomo , ad politico e a trutti i sauoi SOSTENITORI FACENDOLO CADERE DAL GOVERNO. UN PO DI MALE ANCHE A FINI E ALLA CARLUCCI..E NON DI CO COSA...

Izdubar

Dom, 10/06/2012 - 19:32

Su questo processo-ciofeca s'è detto tutto. Impossibile aggiungere altro sdegno a quello espresso di chi mi ha preceduto nei commenti. Bravo Feltri, e un grazie al Giornale.

Ritratto di isladecoco

isladecoco

Dom, 10/06/2012 - 19:38

D'altra parte i poveri magistrati dovranno pur fare qualcosa. Non ci sono processi arretrati, si ottiene sentenza definitiva in pochi mesi, non c'è un fascicolo che sia uno sulle scrivanie dei p.m., gli uffici della polizia giudiziaria sono tanto ordinati da sembrare neppure occupati da persone.... Dovranno pur guadagnarsi il pane in qualche modo i poveri magistrati di Milano, no?

Raoul Pontalti

Dom, 10/06/2012 - 20:14

Feltri forse ritiene (e in buona compagnia a giudicare dai commenti) che perché sia abbia compimento di atto sessuale così come configurato dall'articolo 600-bis del codice penale o anche l'esercizio effettivo di un atto di prostituzione sia necessario il congiungimento carnale completo consistente in immissio membri virilis intra vaginam vel in anum vel in os con conseguente emissio veri seminis in vas mulieris.Nulla di più falso: anche in manum, super iugulum, faciem etc. l'emissio seminis configura un atto sessuale, di più: anche senza emissio può configurarsi atto sessuale bastando i toccamenti di parti intime, scoperture delle stesse etc. E' noto infine che esistono professioniste, lautamente pagate, che sodisfanno il bisogno di piacere del cliente compiendo gesti di varia natura, anche autoerotici, senza che avvenga il minimo contatto fisico tra la professionista e il cliente. Non vi è dubbio alcuno che anche in questo caso siamo in presenza di un atto di meretricio.Sveglia VF!

sorans99

Dom, 10/06/2012 - 20:16

Viva la giustizia italiana! Imparziale, seria, energica efficace, un vero fiore all'occhiello del Bel Paese, vero?

Cosean

Dom, 10/06/2012 - 20:20

Dunque si può liberare a proprio piacimento dalla questura qualunque persona. Proprio il popolo di Feltri! E se fossi ben informato anche leggendo altri articoli?

aldogam

Dom, 10/06/2012 - 20:21

Non so per quale motivo è accaduto, ma nella procura milanese la percentuale di onanisti sembra essere decisamente elevata. Oltre a questi pm che sbavano le olgettine non dimentichiamo l'altro, quello che per sei mesi ha contemplato il filmino di Belen che scopava con il fidanzato. Per sei mesi, poi ha archiviato, probabilmente totalmente esausto. Li ha scelti tutti Bruti Liberati?

Wolf

Dom, 10/06/2012 - 20:32

Magistrati milanesi sono totalmente al di fuori delle regole, sono dei delinquenti puri.

aspide007

Dom, 10/06/2012 - 21:05

@- Stim.mo Vittorio! Condivido in pieno ma non certo per piaggeria. Aggiungo semplicemente che, in un Paese serio, con i conti pubblici in rosso, sarebbe già stata nominata una commissione d'inchiesta per indagare, nel merito, sull'operato dei Magistrati artefici di quel processo, nel quale si stanno distraendo uomini, mezzi e tanto denaro pubblico. Sono certo che quel Collegio Giudicante accoglierà, non so in che misura, la richiesta dei p.m., semplicemente per non far apparire vano il lavoro da essi svolto; Ci sarà poi il ricorso al secondo grado di giudizio dove, quasi certamente, verrà emessa la sentenza di assoluzione perché il fatto non costituisce reato. A questo punto i p.m. sono stati accontentati con la sentenza di primo grado, Berlusconi con l'assoluzione in secondo grado,i giornali, a quel punto, non si interesseranno più della vicenda e tutto finisce a tarallucci e vino, anzi no, nel **** l'hanno presa i cittadini che sgobbano per pagare le tasse.

ilPavo

Dom, 10/06/2012 - 21:39

Purtroppo c'è chi pensava e pensa che i mali del paese siano colpa di Berlusconi e per questo venderebbero l'anima al diavolo pur di incastrarlo. Potrà aver fatto i suoi interessi, è da provare con prove inconfutabili e certe davanti ad un tribunale, ma cercare di metterlo alla gogna per quello che fa nel privato dei salotti di casa sua è indegno e pericoloso per la privacy di tutti. Ma si sa che la magistratura è super partes... per nulla schierata... e che i pm di Milano ne sono la punta di diamante

mrwatson52

Dom, 10/06/2012 - 21:43

Che i due cronisti siano professionisti esperti e smaliziati nulla da eccepire. Forse troppo smaliziati poiché uno dei due era stato sospeso dall'ordine dei giornalisti per un comportamento non deontologicamente corretto volendo usare un eufemismo. Uno dei due ha anche cambiato casacca diventando da strenuo difensore di Di Pietro a difensore del premier. Un genere di prostituzione di cui si parla poco e sommessamente è appunto quello di alcuni giornalisti. Che in cambio dello scoop o dell'esclusiva sono costretti a tessere lodi anziché formulare aspre critiche. Per quanto attiene alla libertà della scopata nulla da eccepire salvo la manifesta incoerenza quando falsamente si sostiene il valore della famiglia. Rappresentare una istituzione non significa indossare un pigiama o un abito da clown. La frase tutti scopiamo o tutti rubiamo o tutti calunniamo, forse avrebeb potuto risparmiarsela ma è chiaro che quel tutti e riferito ad una stretta cerchia di persone frequentate.

Ritratto di unLuca

unLuca

Dom, 10/06/2012 - 21:47

Ma che uno non si possa fre i ca@@i suoi ................................

lulumicianera

Dom, 10/06/2012 - 21:51

#17 ma lei è proprio molto erudito in materia.....complimenti

Ritratto di Tristano

Tristano

Dom, 10/06/2012 - 22:00

C'é qualcuno di voi (fra quelli che cercano di delegittimare i magistrati, come berlusconi e i suoi giornali) che mi sa indicare in quale paese democratico un imputato sotto processo non solo paga i testimoni ma addirittura lo dice e se ne vanta ? Siccome non avrete argomenti e riferimenti validi per rispondere so già che inizierete con la solita tiritera del "comunista", dei giudici decerebrati che vogliono sovvertire la volontà del popolo.... e ******* varie. De resto il ******iere di Arcore sono 20 anni che dice queste cose.

erasmodarotterdam

Dom, 10/06/2012 - 22:04

Infine Burlesquoni tira fuori il pezzo da novanta: nientepopodimenoche Vittorio Feltri, il grande direttore cippalippa, scende in campo sul caso Rubi (non è un errore tu proprio rubi).

Izdubar

Dom, 10/06/2012 - 22:06

#17 Raoul Pontalti : per caso lei ha frequentato i corsi accelerati della Santa Inquisizione, compulsando il Malleus malleficarum?

sirpaolo

Dom, 10/06/2012 - 22:14

Feltri: si vede che sei poco esperto (di ragazze). In Italia l'età del consenso sessuale è 14 anni, quindi per tutti è perfettamente legale fare sesso con un/una minorenne che abbia 14 anni (escludendo i suoi genitori e insegnanti). E' invece illegale farlo "in cambio di danaro o altra utilità". Ovviamente va provata la causalità: cioè non basta provare lo scambio di danaro, ma il fatto che quel danaro sia stata l'unica ragione dell'atto sessuale. Altrimenti dovremmo giungere alla conclusione che tutte le donne sono prostitute, visto che sicuramente hanno avuto, se non danaro, sicuramente gioielli, abiti, altri regali, vacanze pagate dal partner.

giottin

Dom, 10/06/2012 - 22:29

#21 Wolf. Modificherei la prima parte del suo scritto in: i dipendenti statali troppo pagati e mai paganti di Milano sono completamente al di fuori della legge, mentre la parte finale è ottima. Saluti.

aspide007

Dom, 10/06/2012 - 22:29

@- Stim.mo Vittorio! Condivido in pieno ma non certo per piaggeria. Aggiungo semplicemente che, in un Paese serio, con i conti pubblici in rosso, sarebbe già stata nominata una commissione d'inchiesta per indagare, nel merito, sull'operato dei Magistrati artefici di quel processo, nel quale si stanno distraendo uomini, mezzi e tanto denaro pubblico. Sono certo che quel Collegio Giudicante accoglierà, non so in che misura, la richiesta dei p.m., semplicemente per non far apparire vano il lavoro da essi svolto; Ci sarà poi il ricorso al secondo grado di giudizio dove, quasi certamente, verrà emessa la sentenza di assoluzione perché il fatto non costituisce reato. A questo punto i p.m. sono stati accontentati con la sentenza di primo grado, Berlusconi con l'assoluzione in secondo grado,i giornali, a quel punto, non si interesseranno più della vicenda e tutto finisce a tarallucci e vino, anzi no, nel **** l'hanno presa i cittadini che sgobbano per pagare le tasse.

ANGETIRE

Dom, 10/06/2012 - 22:56

#17 raoul pontalti. Lei pensa di avere ragione solo perchè sfoggia il latino? in pratica lei sostiente che collegandosi ad un sito hot con la web cam,e dall'altra parte c'è una signorina che si trastulla per compiacermi,questi siti penso siano a pagamento, commetto un reato?.Io non uso il latino,ma il milanese : và a cagà. Bye Angelo.

umberto schenato

Dom, 10/06/2012 - 23:14

Perche' no?????????? Mettiamo noi il naso nella camera da letto i giudici !!!!!!! quante scopate adultere e illegali salterebbero fuori!! E poi trale scopate consenzienti, quanti di questi si prenderebbero la briga di chiedere la carta di identita'?????????????????????????

Tipperary

Dom, 10/06/2012 - 23:56

E'di ieri la dichiarazione di voler abbandonare l'Italia da parte di quella povera ragazza che quest'inverno e' stata stuprata da un militare fuori da una discoteca e ridotta a uno straccio sanguinante sulla neve. Ebbene l'ennesimo gip di turno ha concesso i domiciliari al porcone. Le cronache riportano di pre giudicati sistematicamente fuori dalle sbarre a rapinare, sparare, macellare cristiani per strada ,ubriachi e sistematicamente senza patente,fanno cio' che vogliono. Non c'e' 1 processo 1 che si concluda se non ribaltando di 180 gradi la sentenza precedente .Si arriva a qualche risultato solo col solito supertestimone emerso dal nulla dopo 30 anni o grazie alla polizia inglese( caso Klaps).Ma la priorita' a Milano e' un'altra! Secondo la mia opinione i criminali hanno molte correita' e coperture in Italia.

antoniovivaldi

Dom, 10/06/2012 - 23:57

Per cui se ne deduce caro Feltri, che l'induzione alla prostituzione e lo sfruttamento minorile, secondo lei non sono reati. A nulla varrebbero le testimonianze di chi in quelle serate non ha ceduto, mollando i papponi Mora e Fede nel bel mezzo di un'orgia. Non crede che il prossimo articolo sia necessario scriverlo all'ombra? Ah dimenticavo, è facile filtrare tutto i commenti a proprio piacimento censurando chi la critica.

Ritratto di muff@

muff@

Lun, 11/06/2012 - 00:05

#21 Wolf : Delinquenti e pipparoli.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 11/06/2012 - 01:20

#17 Raoul Pontalti (1293) Quale bordello gestisci?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 11/06/2012 - 01:44

L'insistenza della procura di Milano a proseguire nella persecuzione di Berlusconi scredita quel poco di fiducia che i cittadini avevano nella magistratura. Ma ciò che fa ancor più meraviglia è l'assoluto silenzio del capo dello stato Napolitano che finge di non vedere questo scempio delle fondamentali libertà democratiche. C'è ancora qualche sprovveduto che osa parlare di regime del governo Berlusconi? Il regime rosso ce lo abbiamo davanti agli occhi ogni giorno in più che procede questo assurdo processo.

Riccardo Montemezzo

Lun, 11/06/2012 - 04:57

Certamente che, finchè nella nostra splendida Italia avremo degli altrettanto "splendidi" latinisti e giuristi, del calibro di #17 Raoul Pontalti, non avremo nulla da temere per il nostro futuro. Complimenti !!!

gicchio38

Lun, 11/06/2012 - 07:12

QUANDO SI TRATTA DEL CAV. EX PRESIDENTE DEL CONSIGLIO BERLUSCONI, REGOLARMENTE ELETTO DALLA MAGGIORANZA DEL POPOLO ITALIANO LA CRICCA DEI GIUDICHICCHI DEL POOL DI MILANO DRIZZA, SUBITO, LE ORECCHIE E SI DA DA FARE PER CERCARE DI TROVARE QUALSIASI IMBROGLIO E INVENTARE E IMBASTIRE QUALSIASI IMBROGLIO, PUR DI POTER CONDANNARE, ALMENO UNA VOLTA IN VENTI ANNI, IL PRESIDENTE. E' APPUNTO DA TANTO TEMPO CHE CI SBELLICHIAMO DALLE RISATE E CI VERGOGNIAMO NEL CONSTATARE CHE I GIUDICHICCHI (EX ROSSA IN TESTA) DICO EX PERCHE' ORAMAI HA PERDUTA ANCHE LA PARVENZA DI UN ESSERE DONNA E A SUPERATO ANCHE LE VAMPATE DI CALORE CHE LA HANNO CONTRADDISTINTA IN EPOCHE REMOTE. QUANTO DENARO PUBBLICO SPRECATO INUTILMENTE E LA CRICCA COMUNISTA SEMPRE AFFANNATA A CERCARE. CERCARE UN ***** DI NIENTE. FINO AD OGGI HANNO FATTO SOLO RIDERE, SPERIAMO CHE VADA IN PORTO LA RESPONSABILITA' DI QUESTI POVERACCI, MAGARI CON EFFETTO RETROATTIVO, E ALLORA NE VEDREMMO DELLE BELLE. PICCOLO ingroia.

claudiocodecasa

Lun, 11/06/2012 - 07:35

la sinistra ha montato questa pagliacciata, in testa quel buffone di bersani, la ruby è una ragazza sveglia, che prende per l c.........o i politici italiani, sinistroidi e bigotti.....brava, inoltre si è riempita il portafogli e non è male, brava 100 volte sa che l'italia è un teatrino

banana italia

Lun, 11/06/2012 - 07:57

Capisco perchè questo giornale continua a perdere copie su copie e penso che questo articolo darà una mano in tal senso

gigggi

Lun, 11/06/2012 - 08:07

Sono rimasto esterefatto signor raoul pontalti dalla sua padronanza del latino oltre che della descrizione fatta e aggiungo,e chiedo, magari a me stesso, se non a feltri e i difensori buonisti del ex presidente del consiglio: se non fosse questo attempatissimo signore ( quasi 80 anni) il protagonista ma chesso' ,bersani,dalema,prodi... avreste usato lo stesso metro????E, proprio vero che voi berlusconiani siete cosi' "aperti" e "liberi" di fronte al comportamento di un ottantenne con compiti istituzionali altissimi anche se questo comportamento sia attenuato ( ma se permettete è molto difficile crederlo) solo da leciti atteggiamenti sempre tenendo conto della veneranda ( fede ha oltre 80 anni e berlusconi è vicinissimo)eta????

dario caputo

Lun, 11/06/2012 - 08:28

Possibile che un processo che doveva concludersi(in un senso o nell'altro) in tempi abbastanza rapidi,sia ancora oggi oggetto di cronoaca radio-televisiva ecc. ecc.. E' poi così interessante sapere di scopate altrui, quando i problemi dell'italia e degli italiani sono ben altri? E di Berlusconi cosa più ci interessa? considerato il male che ha fatto all'italia ( per la verità non meno di quanto hanno fatto gli altri ns. governanti). Se siamo nella m...a dobbiamo ringraziare Berlusconi e quelli che sono venuti prima, per cui mi pare serio dimenticarli, cacciarli dalle sedi di potere, da dove continuano a dissanguarci, cancellarli definitivamente. Italiani ...sveglia, è tempo di cambiare seriamente le cose.

rrobytopyy

Lun, 11/06/2012 - 08:25

come sempre Feltri e l' allegra brigata del Giornale disquisiscono sullo stecchino e non sulla trave, meno male che gli italiani si stanno facendo furbi !

lodovicop

Lun, 11/06/2012 - 08:28

Egregio Direttore! ma questa specie di processo,non è da Santa inquisizione? (di disonorata memoria). Se mi permette,ma questi giudici non possono essere processati per pornografia,anzi pornologia, e o voyerismo pruriginoso?

claudiocodecasa

Lun, 11/06/2012 - 08:32

imperversa ancora la sinistra, sempre tenute ben nascoste le porcherie del PC

cicero08

Lun, 11/06/2012 - 08:47

Mi sembra, al contrario che quanto accaduto fin'ora in aula, ma anche al di fuori, abbia definitivamente caccito nel vicolo cieco l'ex premier, colpevole di aver, ineffabilmente, tentato di propinarci, more solito, un cumulo aggrovigliato di imperdonabili -per un uomo delle Istituzioni come la massima carica di governo- B U G I E

precisino54

Lun, 11/06/2012 - 17:15

X #33 ANGETIRE, la tecnica è banale ed è di facile presa sulla ignoranza che la fa da padrona. Il soggetto da te indicato non fa altro che rifarsi al Manzoni e al personaggio dell’azzeccagarbugli. Ricordi? È il sistema utilizzato da tanti politici quello di non fasi capire dalla massa ignorante, e non, con l’uso del “politichese”. Tanti ignoranti sentendo parlare in “latinorum” credono di avere a che fare con persona importante: “non capisco ma sarà vero quanto dice, visto come lo dice bene!” L’ignoranza di questi soggetti è la stessa che fa prendere per oro colato, e senza riflessioni, quanto emanato da certi canali e/o partiti, che poi è la solita massa vociante. In effetti il commento che per me si attaglia meglio è quello di #38 Alberto43!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 12/06/2012 - 01:20

Volevo chiedere al #36 antoniovivaldi se per caso abbia frequentato casa Berlusconi. Le sue ferree certezze su ciò che sostiene accadeva ad Arcore devono derivare senz'altro da una conoscenza diretta. Se ne deduce che deve aver partecipato alle tanto decantate orge. Perché non va dalla Boccassini a deporre? Verrebbe accolto a braccia aperte.