Prodi ancora sotto quorum, pressing per ritiro di Rodotà: M5S non molla

Pressing del Pd sui grillini per votare Prodi: in cambio pronti a offrire posti nel governo. Ma il M5S non vuol sentire ragioni: "Votate Rodotà, si aprono praterie per l'esecutivo"

Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle

Il Movimento 5 Stelle continua a ripetere che andrà avanti a votare per Stefano Rodotà come nuovo presidente della Repubblica. Lo ripetono come un mantra i deputati grillini riuniti in Transatlantico. La decisione di Pier Luigi Bersani di far convergere i voti del Pd su Romano Prodi non avrebbero scalfitto i Cinque Stelle. "Se il Pd voterà Rodotà per il Colle - fanno sapere - si apriranno praterie per il governo". Per il momento una cosa è certa: né il Professore né il giurista hanno i numeri "giusti" per raggiungere il Quirinale. Insomma, quello che si profila è ancora lo stallo politico.

Ore frenetiche a Montecitorio dopo la formalizzazione da parte del Pd, con convergenza di Sel, sulla candidatura di Prodi al Quirinale a partire dalla quarta votazione di oggi pomeriggio, quando il quorum per l’elezione scende a 504 voti. Questa mattina i capigruppo di Movimento 5 Stelle Roberta Lombardi e Vito Crimi sono andati a trovare il giurista nella sua casa di Roma. "Siamo qui per salutarlo. Farsi da parte per Prodi? Prima ci sono anche altri nomi...", hanno risposto a chi gli chiedeva la ragione della visita. Lombardi e Crimi hanno anche trovato anche il tempo per scherzare con i giornalisti: "Gli proporremo la candidatura di D’Alema...". Qualche minuto prima, Rodotà aveva risposto al citofono ai cronisti che gli chiedevano se intendesse rinunciare alla candidatura o andare avanti anche nella quarta votazione per il Quirinale, ma aveva fatto sapere di non essere intenzionato a fare alcun commento.

Almeno per il momento, Prodi non sembra avere i numeri per raggiungere il quorum. I montiani hanno già fatto sapere che voteranno Annamaria Cancellieri sul cui nome dovrebbe convergere il Pdl e, forse, la Lega. Insomma, democratici e Sel da soli non bastano. Anche nell’ipotesi di voto compatto di tutti i loro grandi elettori, si fermerebbero a quota 472. Mentre, se a loro si aggiungessero i voti di tutti i parlamentari del centrosinistra, si arriverebbe a quota 500. A dare la certezza dell’elezione a Prodi, dunque, al momento possono essere solo i Cinque Stelle che contano 163 elettori. Tanto più che non mancano affatto incertezza e indecisioni nel centrosinistra, anche nella componente ex Popolare indispettita per la gestione dell'elezione del nuovo inquilino del Colle e il conseguente flop della candidatura di Franco Marini. Malumori che non vengono nascosti dalla corrente dalemiana per la mancata valutazione della candidatura dell’ex segretario Ds.

La patata bollente è nelle mani del Movimento 5 Stelleche ha deciso di insistere sul nome di Rodotà. "Nessuno si è mai sognato di votare Prodi e non se lo sognerà nemmeno in futuro - ha spiegato lo stesso Beppe Grillo - il nostro presidente è Rodotà". Ma è direttamente sul giurista che, secondo fonti parlamentari del centrosinistra, si eserciterebbe il pressing "filo Prodi" da parte del Pd. Per un suo ritiro in tempo utile per aprire la riflessione dei grillini sul nome di Prodi che pure era entrato nella top delle Quirinarie. Un pressing che avrebbe come punto di forza anche la partita dell'esecutivo. Immaginandosi per Rodotà un incarico da premier di governo del presidente mandato dal neo capo dello Stato Prodi a chiedere i voti a tutto il parlamento su un programma sostenibile per i Cinque stelle. L'offerta sottobanco non piace ai grillini che tengono botta e fanno la loro controproposta: "Se il Pd voterà Rodotà per il Colle, si apriranno praterie per il governo".

Commenti

papik40

Ven, 19/04/2013 - 13:12

Se Prodi verrà eletto sono pronto a scommettere qualsiasi cifra che non sarà il Presidente di tutti gli italiani e prevedo un fosco futuro per il Cav.! Sono curioso di vedere il comportamento dei grillini che al 1’000% gli daranno i voti mancanti fregandosene delle loro “BUFFONARIE” che vede, dopo le defezioni, il Prof Rodotà il primo dei prescelti e che non ha intenzione di ritirarsi! Sono anche certo che appoggeranno o faranno parte del governo PD (forse non a guida Bersani) rinnegando se stessi! Nessun accordo con PD o PDL! Ricordate? Adesso hanno già messo le mani avanti: questo è, AD OGGI, la volontà dei nostri elettori. Indiranno una nuova consultazione internet con i loro iscritti le “clownarie” dove, senza alcun controllo da parte di terzi, ci diranno che la maggioranza (massimo 50'000 su 8'500'000 di voti???) ha deciso di appoggiare o entrare nel governo PD! Della serie ci prendono per il Kuore? Hanno aspettato 55 giorni facendo perdere un punto e mezzo di PIL e, nel frattempo, altre persone si sono suicidate? Adesso il PD è diventato “accettabile”? Se quanto qui prefigurato si avvererà faranno, come promesso, il provvedimento per decretare l’ineleggibilità di Berlusconi e se passerà (perfino il costituzionalista di sinistra Onida ne ha dichiarato l’incostituzionalità!) ne vedremo delle belle (anzi delle brutte, bruttissime!)

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 19/04/2013 - 13:29

RODOTA' resista.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 19/04/2013 - 13:33

l'M5S accetterà, basta vedere come si sono venduti il cu orum per l'elezione del presidente del senato.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 19/04/2013 - 13:35

P.S. mi sono sbagliato volevo scrivere quorum. Ma siamo sicuri che si scrive così?

Michele74

Ven, 19/04/2013 - 13:49

Il PDL deve votare alla quarta votazione per un candidato distinguibile (fosse anche lo stesso Berlusconi) per contare i propri voti. Poichè anche il M5S voterà per Rodotà, rimarranno solo quelli di Scelta Civica per la Cancellieri. Da li potremo vedere quanti di Monti appoggeranno Prodi di nascosto dalle indicazioni del partito. Se Prodi ce la farà, Scelta Civica è finita! Al contrario si rimetterà tutto in gioco alla 5 votazione.

Ritratto di .Forza.5.s.

.Forza.5.s.

Ven, 19/04/2013 - 14:29

BALLE, NESSUNA FIDUCIA AL pd

Robertin

Ven, 19/04/2013 - 14:40

e adesso per fregare Prodi bisogna che il PDL voti Rodotà ...

Robertin

Ven, 19/04/2013 - 14:41

se il PDL vota Rodotà manda a csa Bersani ...

viento2

Ven, 19/04/2013 - 14:45

mà dico prodino stà in Mali ha fare danni xchè farlo rientrare nel gioco del Quirinale ma abbiamo come grandi elettori un bel numero di tafazzi

schiacciarayban

Ven, 19/04/2013 - 14:46

Vorrei ricordare che ieri sera da Santoro, la Lombardi ha confermato che Prodi andava bene. Stamattina Grillo dice che nessuno si è mai sognato di votare Prodi (che peraltro era uno dei candidati secondo le sue ridicole presidenziarie). Questo è il M5S.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 19/04/2013 - 14:48

Ma Grillo non era contro le carampane della politica? Rodotà e tutti gli altri visti fino ad ora cosa sono?

noinciucio

Ven, 19/04/2013 - 14:49

forza 5- lo so che lei non vorrebbe dare nessuna fiducia al PD, ma vede, come tutti gli altri iscritti al movimento, non conta nulla! Chi comanda sono Grillo e Casaleggio e se loro decidono di fare l'inciucio con PD, vedrà che lo faranno, in barba a tutte le promesse fatte in campagna elettorale! Il vostro motto "ARRENDETEVI, SIETE CIRCONDATI!", tornerà indietro come un boomerang!!

ale-ge

Ven, 19/04/2013 - 14:51

Ma PDL, Fratelli d'Italia, ecc. non potrebbero votare per Rodotà? Cos'ha che non va Rodotà? Sarebbe un ottimo modo per scongiurare l'incombente Prodi...

vince50_19

Ven, 19/04/2013 - 14:52

Non mi piacciono nessuno dei due, tuttavia il meno indigesto è certamente Rodotà il cui passato, noto, è limpidissimo. Non altrettanto si può dire di Prodi.. Se i Grillini e Scelta Civica terranno fede ai loro dandidati, Prodi resterà sul filo di lana, a otto voti dal colle, a rigirarsi le dita. E Bersani scivolerà sempre più in basso..

qwerty1995

Ven, 19/04/2013 - 14:52

Appello a Berlusconi: a questo punto meglio votare Rodotà. Non si può consentire a Prodi di tornare a svendere il nostro paese ai suoi mandanti. La Cancellieri non ha speranza, sono voti persi. D'Alema ha troppi contro nel suo partito. Rodotà è un comunista DOC, ma almeno non è un ladro. Se ha un minimo di onestà intellettuale è più affidabile di Prodi. Se riusciremo a darci l'elezione diretta del presidente, Prodi si metterà di traverso pur di non mollare la poltrona. Forse Rodotà no.

vince50_19

Ven, 19/04/2013 - 15:02

Cosa dice Imposimato di Prodi? Leggete, se volete, questo link, amministrazione permettendo .. .. http://ferdinandoimposimato.blogspot.it/2007/10/lavocazione-dellindagine-di-de.html - Buona lettura!

Bartleby

Ven, 19/04/2013 - 15:04

Non si capisce perché Prodi dovrebbe spaccare il paese. Il PDL rappresenta un italiano su cinque. Se ne faranno un ragione....

Boccato

Ven, 19/04/2013 - 15:12

MORTADELO NO MI RAPPRESENTA ! (E MAI LO FARA!)

noinciucio

Ven, 19/04/2013 - 15:12

per barleby- ma perchè il PD e Grillo ne rappresentano forse di più? Ma la matematica per lei è un'opinione? il PD ha preso lo 0,3 % in più dei voti del PDL e si è impossessato già della presidenza della Camera e del Senato e tutto questo col 30% dei voti!

beale

Ven, 19/04/2013 - 15:16

e il porcellum continua a consentire autentiche porcate.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Ven, 19/04/2013 - 15:19

Non è il massimo, ma, tra gli attuali candidati (salvo sorprendenti sorprese!!), Rodotà è il meno peggio!! Prodi assolutamente no! Potrebbe essere pericolosissimo anche per la sicurezza del Pese....e non parlo solo di quella economica!!

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 19/04/2013 - 15:19

Berlusconi potrebbe far votare il costituzionalista Rotodà con il M5S per contrastare la candidatura di Prodi. Non va bene la costituzione?

Ritratto di safidy

safidy

Ven, 19/04/2013 - 15:20

Rodotà sarà votato dal partito dei conigli? Ne dubito. Essendo un libero pensatore, e non un tifoso di partito come voi, spero che Prodi salga al Colle e Rodotà sia incaricato della Presidenza del Consiglio. Cominciando a levarsi dai piedi l'impostura berlusconiana, si comincerebbe finalmente a respirare.

marvit

Ven, 19/04/2013 - 15:20

Bartleby. Se tanto ci da tanto non si capisce perchè prodi debba essere il presidente eletto:anche lui rappresenterebbe un italiano su cinque. O i conti li sapete fare solo a casa degli altri??

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Ven, 19/04/2013 - 15:23

Il PDL per essere sicuro di non aver franchi tiratori, dovrebbe impedire ai suoi parlamentari di entrare in aula durante la votazione.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 19/04/2013 - 15:23

la democrazia ha fallito. ha condotto la nostra Patria alla soglia del baratro. di tutti i politici solo una minima parte (forse) sta a cuore l'Italia. Tutti gli altri sono ladri, sfruttatori, opportunisti, imbecilli o addirittura ritardati mentali che nel mondo economico o industriale non troverebbero mai un lavoro.

Ritratto di .Forza.5.s.

.Forza.5.s.

Ven, 19/04/2013 - 15:24

noinciucio - M5S non darà mai la fiducia ad un governo a guida pd, sarebbe contro il Non Statuto fondante del M5S, contro le regole e contro la logica. Ripeto, nel Non Statuto e negli impegni sottoscritti dai neo parlamentari del M5S sono esclusi in modo categorico accordi con i partiti.

Catone56

Ven, 19/04/2013 - 15:24

prodi ci ha condannati ad entrare nell'euro con un cambio da brivido ed i compagni lo ricompensano eleggendolo presidente della repubblica:verguenza, verguenza, verguenza!!!

vabbeh

Ven, 19/04/2013 - 15:25

@schiacciarayban "la Lombardi ha confermato che Prodi andava bene. Stamattina Grillo dice che nessuno si è mai sognato di votare Prodi (che peraltro era uno dei candidati secondo le sue ridicole presidenziarie). Questo è il M5S." vogliamo ricordare quel patetico balletto preelettorale fatto da silvio e alfano quando uno diceva una cosa e subito veniva smentito dall'altro? questo e' il pdl. e la patetica figura fatta da bersani/renzi? questo e' il pd. sinceramente siete indifendibili anche a volervi bene, non avete scusanti.

dante72

Ven, 19/04/2013 - 15:31

Bartleby: inutile cercare di spiegare a chi non vuole o non può capire. Il PDL oggi rappresenta un italiano su 4, probabilmente qualcosa di più di quanto non rappresenti il PD. Inoltre tra coloro che non votano PDL, credo proprio che non tutti vogliano Prodi. E comunque, al di là dei numeri, la questione è che Prodi è una figura, oltre che torbida, vergognosamente di parte. Le piacerebbe se al prossimo giro fosse votato un esponente di destra, cattolico integralista, omofobo, antiabortista e quant’altro? Capisce ora il senso di “spaccare” il paese?

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Ven, 19/04/2013 - 15:34

Scusa bartleby, se il PDL rappresenta 1 italiano su cinque (anche se effettivi son 3 su dieci) quanti ne rappresenta il PD? Ti rendi conto che se viene eletto Prodi: sfiorato ed invischiato in cento indagini, compresa quella delle informazioni ricevute dai fantasmi, da riconoscimento che esiste il grande vecchio?

andrea da grosseto

Ven, 19/04/2013 - 15:42

E vai con l'inciucio grillino. Divertenti gli antikasta...

Catone56

Ven, 19/04/2013 - 15:44

fatevi un giro su repubblica.it e noterete l'imbarazzo del giornalone che tenta di far digerire prodi presentandolo come l'ex presidente della commissione europea piuttosto che come affamatore degli italiani.

linoalo1

Ven, 19/04/2013 - 15:54

Povero Grilloe seguaci!Non si rendono conto dell'ignoranza che li pervade!Forse,un giorno,si fermeranno per pansare,ammesso che ne siano in grado,e,finalmente,capiranno che il mondo è rotondo e che i piedi debbono sempre stare ben appoggiati a terra!Altrimenti si rischia di fare come Pindaro!Poveri Ignorantoni,non hanno ancora capito che,non sempre l'erba del vicino è più verde!Chissà se riescono a capire queste mie parole?Ne dubito.Lino.

Holmert

Ven, 19/04/2013 - 16:09

L'assemblea dei grandi elettori del PD,in seduta congiunta,ha scelto Prodi come candidato alla presidenza della repubblica. CVD.(come volevasi dimostrare). Io in un precedente post di alcuni giorni fa,lo avevo detto con convinzione,sapendo come la pensano i comunisti (Vendola) e post comunisti(Bersani e soci),millantatori,non lasciano spazio agli altri,mentitori impenitenti. E Berlusconi ci casca come un allocco. Debbo onestamente ammettere,senza malizia,che Berlusconi è un ottimo parlatore,attira gente,ma come politico è un allocco,circondato da gente che si improvvisa "tessitore",da Bruti di cesarea memoria,da traditori ed invidiosi della sua fortuna e della sua posizione finanziaria. In primisi la lega,che grazie a lui ed al suo partito ha occupato le tre principali regioni italiane e delle sue disposizioni,anche per un pizzico di riconoscenza,se ne impipa. Ed ecco la grande novità,Prodi,quello che ci ha condotti al massacro europeo ,ficcandoci a forza nell'euro con conti taroccati e debito alle stelle. Ora per ricompensa il PD dei sinistratori, gli offre,dopo le manfrine con Marini,il colle supremo. E Berlo ha abboccato come un merlo in amore. Ecco,la perdita di tempo di Bersani dove voleva andare a parare. Lo smacchiatore che io avevo capito(li conosco bene questa gente)ha raggiunto il suo scopo:fare fuori Berlusconi contrapponendogli al colle il suo nemico acerrimo,riavere l'incarico di governo e chiamare a raccolta i grillini che hanno votato anche loro Prodi,anche se non nelle prime posizioni. Ed il gioco è fatto,da perfetti furbacchioni politici. Ora chissà cosa consiglierà il Letta senior a Berlo? E Angelino Alfano con l'aureola da angioletto? Questi sono lupi e vanno affrontati come tali. Una volta c'era solo il MSI che li aveva capiti e li affrontava alla loro maniera,ma Fini lo ha seppellito come si fa con i vampiri,trafiggendolo al cuore. Cari amici,rassegniamoci,ci aspettano momenti di vero dolore. Se viene eletto Prodi presidente,mi chiedo come dovrò fare per non vedere il suo volto da choc anafilattico e sentire la sua flebile voce da pifferaio di mercato rionale.

tartavit

Ven, 19/04/2013 - 17:12

"Pressing del Pd sui grillini per votare Prodi: in cambio pronti a offrire posti nel governo." La politica del to ut des, la politica dello scambio dei favori contati in posti di governo e di potere. Vecchia logica di politicanti ormai giunti alla fine delle loro scelleratezze. Eppure in una situazione come la nostra, piena di problemi e di incognite, questi politucoli continuano imperterriti a dare solo spazio alle loro meschine ambizioni personali a scapito di tutti gli altri, moltissimi dei quali, proprio per la incapacità e la insipienza di questi pseudo politici, attraversano un periodo molto difficile. Bisognerebbe trovare il modo per punire severamente questa gentaglia.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 19/04/2013 - 17:17

Il grillame sta dimostrando quel che è. Un comunistaio trinariciuto di seconda scelta. Voteranno Prodi. Faranno ancora le consultazioni sul web, cioè nella spazzatura da cui provengono. Decideranno di non andare a votare perchè andrebbero a casa e di fare un governo col PD, magari con Renzi, il Grillo del PD. Si sono presentati come furbi ed onesti. Si rivelano una banda di falsinvalidi parafangari al servizio si uno scemunito a sua volta al servizio di chissacchì. Poche cose son certe oggi in Italia ma ogni volta che si è deciso secondo i loro capricci è certo che aldilà delle Alpi qualcuno si è messo in tasca una barca di milioni (nucleare, acqua, spazzatura, assenza di governo). Al contrario di #papik40# che stimo, penso che nessuno li debba temere perchè con pochi soldi se ne compra molti. A cominciare dal sommo sacerdote della setta.

epc

Ven, 19/04/2013 - 17:36

Dunque...... io la vedo così: se qualcuno del M5S vota per Prodi, come mi sembra probabile, vuol dire che le "quirinarie", ed i conseguenti sproloqui di Grillo, sono state una fuffa.... Se invece il M5S vota compatto per Rodotà, e Rodotà diventa Presidente della Repubblica, darà l'incarico a chiunque tranne che a Bersani..... A quel punto i parlamentari del PD che fanno, visto che ci sono state le primarie del PD da cui è uscito candidato premier Bersani? Voteranno contro un governo non-Bersani? In altre parole: sono state più una buffonata le quirinarie del M5S o le primarie del PD? Mah.....

Tobi

Ven, 19/04/2013 - 17:49

c'è una cosa che non capisco. Se dicevano che Marini è ormai "bruciato" (prima che ritirasse la sua candidatura) allora cosa si deve dire di Rodotà? E perché ancora lo propongono visto che non è un esempio di freschezza e alle prime votazioni ha preso molto meno di Marini? Le bruciature non valgono per tutti?