LA PROPOSTA PDL

Il Pdl chiede un tavolo governo-Bankitalia-banche contro la crisi del credito. «Non va nella direzione della crescita ricevere, come ha fatto il sistema bancario italiano, 116 miliardi dalla Bce al tasso dell’1% e impiegarne larga parte nell’acquisizione di titoli del debito pubblico, in un momento in cui hanno un rendimento elevato; guadagnando invece di metterli a disposizione delle imprese», attaccano dal Pdl. Da qui, la richiesta «a Monti e al ministro Passera di un tavolo per stimolare la liquidità messa a disposizione dalla Bce per sventare il credit crunch».