Il pupillo di De Benedetti viene già rispedito a casa

Non ce l'ha fatta Nicola Chionetti, il sindaco di Dogliani - piccolo paese nel cuore delle Langhe - pupillo di Carlo De Benedetti (insieme nella foto) e dopo un solo mandato i suoi concittadini lo hanno rimandato a casa eleggendo Franco Paruzzo (50,3%). A poco è valso essere stato il primo cittadino più giovane d'Italia né, tanto meno, poter contare su un simile «padrino» che di Dogliani ha fatto il suo buen ritiro. Non è bastato a Nick organizzare per diversi anni, sotto la supervisione di De Benedetti, il Festival della tv e dei nuovi media, una tre giorni di convegni con nomi altisonanti del giornalismo e dello spettacolo italiano, con una predilezione per chi guarda verso sinistra. In minima parte ha influito la firma di De Benedetti sul protocollo d'intesa che lo ha trasformato nel main sponsor degli impianti sportivi del paese, grazie ad una donazione di 350mila euro. Chionetti su Facebook ammette la sconfitta ma si auto loda per aver lasciato «una Dogliani più dinamica e sana».