IL QUADRO ECONOMICOIl Pil e i consumi continuano a crollare -3,2% per la produzione industriale

Nel 2013, il Pil in volume italiano si è contratto nuovamente (-1,9%), riportando il livello dell'attività economica leggermente al di sotto di quello del 2000. Calano pure i consumi, per il terzo anno consecutivo (-2,6%), seppure con un'intensità minore rispetto a quella del 2012 (-4%). Il potere di acquisto delle famiglie ha registrato in media d'anno un calo dell'1,1% (rispetto al -4,6% del 2012). Nel 2013 l'inflazione è calata nettamente, in un quadro caratterizzato dalla debolezza della domanda di beni di consumo. Nella media del 2013, il tasso di crescita dell'indice nazionale dei prezzi al consumo si è più che dimezzato, scendendo all'1,2% dal 3% del 2012. Male anche la produzione industriale nel 2013, che ha segnato una nuova flessione (-3,2%). Le esportazioni nette hanno fornito un contributo positivo alla crescita economica (per 0,8 punti percentuali). Le esportazioni di beni e servizi sono cresciute nel 2013 dello 0,1%, mentre le importazioni hanno invece registrato un nuovo calo (-2,8%).