Quando a Repubblica piaceva la De Girolamo

Da giorni Repubblica è in prima linea nel raccontare le disavventure della bella esponente dell'Ncd. Peccato che fino a qualche tempo fa la pensasse diversamente

Botte da orbi, un giorno sì e un giorno no, su Nunzia De Girolamo, ministro delle Politiche agricole in quota al Nuovo centro destra, intercettata abusivamente da un manager pubblico mentre parlava con una certa disinvoltura di appalti e nomine. Da giorni Repubblica è in prima linea nel raccontare le disavventure della bella esponente dell'Ncd, nonché compagna del deputato del Pd Francesco Boccia.

Peccato che fino a qualche tempo fa Repubblica la pensasse diversamente, sia sul conto della De Girolamo che persino sulla storia d'amore bipartisan con il deputato Boccia. Nel settembre 2011 le prime indiscrezioni, pubblicate da Chi, sulla love story erano state liquidate (leggi qui l'articolo) come una invenzione dei media berlusconiani, decisi a rovinare (non si capiva bene perchè) la reputazione della povera De Girolamo. D'altronde, ricordava Repu, il settimanale diretto da Signorini "fabbrica scoop sempre al servizio del Cavaliere". La stessa storia d'amore tra Nunzia e Francesco, rivelava il quotidiano diretto da Ezio Mauro, era una bufala della macchina del fango, "smentita dagli stessi interessati" che attribuivano l'invenzione ad un "regolamento di conti interni al Popolo delle libertà".

Tra le colpe della De Girolamo, secondo Repubblica, "alcune ottime presenze ad Annozero e Omnibus", essere "molto carina, estroversa, in buoni rapporti con tutti". E ancora: "Niente festini, pochissima vita mondana fuori dal Palazzo". Insomma, bella, brava, riservata: niente a che fare con il clichè del berlusconiano trinariciuto. Ma la vera differenza, quella che per Repubblica rendeva la De Girolamo antropologicamente diversa dai suoi colleghi di partito, era un'atra: "Non è mai stata sfiorata da un'intercettazione".

E poi qualcuno ha il coraggio di dire che Repubblica porta sfiga.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Mar, 14/01/2014 - 10:29

Normale amministrazione, anche la de girolamo é entrata a far parte di pieno diritto della schiera degli "utili idioti"! La loro caratteristica?? sono usa e getta!

LAMBRO

Mar, 14/01/2014 - 10:57

CHE NOVITA' !!!! VOGLIONO FAR CADERE IL GOVERNO E VOGLIONO DARE LA COLPA AD ALFANO.

pesciazzone

Mar, 14/01/2014 - 12:21

quando al Giornale piaceva Alfano quando al Giornale piaceva Fini quando al Giornale piaceva Quagliariello Fatela finita...siete ridicoli!!!!

woofer65

Mar, 14/01/2014 - 12:43

Provo a fare un esempio. Sono convinto che Tizio sia una brava persona. Poi scopro che ruba soldi dalla cassa del suo datore di lavoro; sono autorizzato a cambiare la mia opinione su Tizio?

pesciazzone

Mar, 14/01/2014 - 13:43

No WOOFER, non si può cambiare opinione. ...a meno che non si tratti di senatori che passano al CDX dietro robusta dazione (ovviamente negata, come un sacco di altre cose) Allora si può, anzi si deve...

fraktal

Mar, 14/01/2014 - 14:06

Gentile Franco Grilli, un conto è giudicare le persone, un conto i comportamenti. Io ritengo la signora Cancellieri uno dei migliori ministri degli ultimi anni: ciò non toglie che resto convinto che dopo la famosa telefonata avrebbe dovuto dimettersi. Repubblica usa lo stesso metro con l'onorevole De Girolamo e non ci vedo nessuna contraddizione. Mi sorprende che una persona in gamba come Lei abbia scritto questo articolo: e sì che Repubblica di opportunità di critica ne offre moltissime!

roberto78

Mar, 14/01/2014 - 17:49

premesso che condivido in pieno l'accusa a molti giornali (ma non solo) di cambiare idea troppo spesso e solo per "avvantaggiare" questa o quella idea politica (non solo sulle persone, ma anche su altri temi)... e che però questa critica la rivolgo anche al giornale... quello che mi sembra assurdo è come il giornale critichi repubblica che apprezzava la de girolamo quando era del pdl e l'abbia abbandonata adesso che anche il giornale la critica come traditrice...

Cosean

Mar, 14/01/2014 - 17:49

Perche, ad "Il Giornale" piace ancora?

scipione

Mar, 14/01/2014 - 18:42

Mi dispiace Dott.Grilli,ma temo che questa volta lei abbia clamorosamente toppato.Io non leggo mai quel quotidiano ( che non oso neanche nominare ) perche' lo considero fazioso,intriso di odio antiberlusconiano a prescindere,spesso macchina del fango. Pero'anch'io consideravo la De Girolamo una persona a posto,limpida e onesta non attaccabile da qualsiasi punto di vista.Ma ,a parte il TRADIMENTO,scelta personale legittima ,ma che non depone certo a favore della sua coerenza,non si puo' far finta di NIENTE per quello che e' successo alla ASL di Benevento,e conservare la stima e la fiducia.Cordiali saluti.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mer, 15/01/2014 - 07:14

Franco Grilli, sono sicuro che ha scritto un articolo di una utilità esorbitante ma non potrebbe scrivere in un modo più chiaro? Io, con il diploma di scuola media non ho capito un tubo.

scipione

Mer, 15/01/2014 - 12:04

Sappiamo che Repubbli..chella cambia toni e contenuti a seconda delle convenienze,ma la Nunzietta ha dimostrato di non essere quella che voleva apparire.Il meno che puo' fare : DIMISSIONI.

Cosean

Mer, 15/01/2014 - 13:04

@ Goldglimmer Se giudichi l'articolo utile ma non hai capito niente... si potrebbe arrivare a dire che che hai capito un'altra cosa, molto più sottile! ATTENZIONE! Il problema non stà non nel diploma di scuola media ma nell'intelligenza di chi legge!

degrel0

Mer, 15/01/2014 - 15:48

Repubblichella2000 è talmente attendibile che è costretta a licenziare.DeBenedetti style!

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Mer, 15/01/2014 - 18:13

qualcuno insegni all'estensore dell'articolo ke TRINARICIUTI è un aggettivo sostantivato e brevettato da GIOVANNINO GUARESCHI....riferito ai comunisti