Quante storie per una storia di lenzuola

La notizia che il Presidente francese se la faceva con un'attrice ha suscitato uno scalpore francamente eccessivo

Uno degli argomenti più dibattuti in questi giorni è il tradimento. Non mi riferisco ai salti della quaglia compiuti dai politici, per esempio quello di Angelino Alfano che ha mollato il Cavaliere e ha fondato un nuovo partito, nato talmente vecchio da sembrare già in fin di vita, ma alle corna rifilate da François Hollande a Valérie Trierweiler, sua convivente nientemeno che all'Eliseo. La notizia che il presidente della Francia se la faceva - ovviamente di nascosto, ma non abbastanza - con l'attrice Julie Gayet, le cui prodezze extraconiugali sono state narrate in un libro con dovizia di particolari dall'ex marito (quindi una signora della quale non si può dire che sia alle prime armi nel delicato settore delle fuitine), ha suscitato uno scalpore francamente eccessivo.

D'accordo che le corna di cui trattiamo riguardano personaggi famosi, addirittura un capo di Stato, la compagna del medesimo e una diva del cinema, peraltro caruccia assai. Ma non riesco comunque a comprendere, pur con tutta la buona volontà, per quale motivo si sia scatenato tanto baccano per una storiaccia di letto simile a quelle che accomunano milioni di persone, direi addirittura la metà dell'umanità, posto che quando una coppia si rompe di norma la colpa non è solo di entrambi, ma di tutti e tre, se non di tutti e quattro.

Spero che il concetto sia chiaro: l'amore unisce spesso e altrettanto spesso spaia e riunisce pur con soggetti diversi. Andiamo giù piatti senza menare il can per l'aia, visto che i cani esistono ancora mentre le aie vanno scomparendo: Valérie è stata cornificata da François? E che sarà mai? Madame se l'è presa così a male da aver richiesto e ottenuto il ricovero all'ospedale. È sotto choc, non sopporta l'idea che il suo uomo le sia stato infedele. Ella avrebbe già detto di essere pronta a perdonarlo – a certe condizioni, s'intende – e ciò rafforza il sospetto che il suo malore (o il tentato suicidio, secondo voci incontrollate) sia stato teatrale, ovvero finalizzato a indurre il traditore a battersi il petto e a esprimere pubblicamente il proprio pentimento.

Se questa è la verità, bene. Se invece la messinscena ha lo scopo di strappare un adeguato indennizzo allo statista, allora la questione cambia. In ogni caso la signora Valérie ha esagerato, l'ha messa giù troppo dura. Non s'illuderà mica di essere l'unica cornuta al mondo? Suvvia, cerchiamo di mantenerci seri. Maschi e femmine, a parte alcuni dettagli anatomici, sono molto simili sia fisicamente che psicologicamente. Cosicché accade che nel matrimonio (o nelle coppie di fatto, l'è istess), uno dei due - o entrambi - abbia voglia di un diversivo. È assodato. Si resiste a tutto tranne che alle tentazioni: insomma, il tradimento è dietro l'angolo. Capita. È falso che capiti solamente a lui. Capita anche a lei, in egual misura.

Il desiderio in effetti non è un'esclusiva del macho. In questo campo le pari opportunità sono un dato acquisito. Se io tradisco - a meno che non sia un gay - significa che mi corico (piace il verbo?) con una donna. Che sia o no sposata, ai fini statistici conta poco. Lo stesso vale per mia moglie o per la mia fidanzata o la mia compagna. Non c'è differenza. Il bello delle statistiche è che non contemplano le eccezioni, da cui non si può partire per stabilire la regola. Sui grandi numeri le ricerche demoscopiche non sbagliano.

È completamente insensato affermare che gli uomini siano più inclini delle donne a essere fedifraghi. Accettato questo postulato, è assurdo supporre che i maschi siano peggiori delle femmine in materia di scopate «eterodosse», come invece hanno sostenuto e sostengono molte commentatrici della vicenda di Hollande. Costui non si sarà comportato correttamente, ma vi sembra il caso di crocifiggerlo per aver ceduto al fascino di Julie? Trasformare un'avventuretta in uno scandalo internazionale è un'operazione squallida, tipica di questi tempi che volgono all'oscurantismo. Per anni la sinistra ci ha ammorbato con prediche tese a legittimare l'amore libero, la cosiddetta coppia aperta, perfino l'amore di gruppo e ora, dietrofront, si straccia le vesti perché il capo dei progressisti francesi si è goduto una stupenda ragazza disinibita.

Il dramma non è che Monsieur le Président abbia inflitto le corna a Valérie, ma che la signora mediti di prendere lui a cornate. Si rassegni. C'est la vie. L'amore - cioè la passione - scema o si trasforma, diventa un'altra cosa non meno preziosa, se mai c'è stato. Triste è constatare che, oltre alla moneta unica, l'Europa si sia data anche una morale unica: bigotta, superata, non aderente alla realtà. E la realtà è che se la carne è debole, figuriamoci il pesce.

Commenti
Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mer, 15/01/2014 - 13:08

Nel resto del mondo civile i politici si dimettono anche per molto meno, caro Vittorio. Comunque le dò ragione, questa storia ha fatto troppo scalpore. Manco la bella di turno fosse la nipote di Mubarak...

Edoardo Argentino

Mer, 15/01/2014 - 13:16

Una Storia di Lenzuola alla Francese….e non solo ! Ma non ti viene da ridere, Vittorio Feltri per la faccenda di Hollande, Presidente (Budino) Francese? Sarà pure una scopata “ Presidenziale, di "Alto lignaggio" con tanto pedigree, ma sempre di una "Baisèr " (!) si tratta, alla fine; e noi Italiani dovremmo intendercene bene per quanto successo e succede nel nostro Stivale, ti pare ? Hai ragione nel dire, nel meravigliarti, di come se la prendano i Progressisti nostrani del PIDDI'; loro ( i Progressisti) così aperti all'amore libero; tanto libero che hanno saputo partorire in anni di contenziosi, da intellettuali quali sono, solo una società di "LGTB" comprendenti persone Lesbiche,Gay, Bisessuali , Transessuali/Transgender ( sigla copiata dal Giornale del 13/12/2013 pg.19). E che sarà mai ? La mia nonna (c’è sempre una nonna in tutti i casi) diceva che “ …Fa tirare di più un pelo di Femme” che una coppia di tori all’aratro”. Tutto sta a vedere cosa farà la Madame Valèrie uando uscirà dal coma……non vorrà tagliargli mica il “Biscione”, ti pare ? Però, fare della “gnocca” una storia di letteratura come “La Divina Commedia”, descritta su tutti i giornali, riviste francesi e non solo, con ben cinquecento giornalisti presenti alla conferenza di Hollande per sentire non la Sua predica, durata più di due ore, bensì cosa dicesse in merito alle Sue “Baisèr” extra coniugali, mi sembra eccessivo anche se successo nel Paese Progressista Francese. Comunque, complimenti per il tuo commento, Monsieur Feltrì. E.A.

giottin

Mer, 15/01/2014 - 13:59

Certo, ha ragione Feltri, tante storie per storie di lenzuola mentre lor signori continuano a rubare soldi veri, nostri.

bernaisi

Mer, 15/01/2014 - 14:15

Io penso che si una cosa assurda ed incredibile che con la tragedia che stiamo vivendo, senza lavoro, senza soldi, massacrati dalle tasse, a noi che cazzo ce ne frega del letto di Hollande e delle ragazze che frequentano Arcore, del principino Henry e di tante altre stronzate di letto, è assurdo. Anche lei sig Feltri che è un giornalista straordinario perché sta a perdere tempo con tutte queste puttanate ? E' proprio vero che gli italiani sono una massa di guardoni ipocriti!!!!! ed imbecilli.

Ritratto di flordluna

flordluna

Mer, 15/01/2014 - 14:39

Caro Feltri.....tutto pianificato!! nulla di che e nulla di sconvolgente!! cosa c'e' di meglio per distrarre l'attenzione del popolino con una bella notiziola di lenzuola sconvenienti??? cade giustappunto dopo la dichiarazione in sordina di hollande, che dal 21 gennaio entra in vigore il patto di responsabilita'.. lo scellerato patto eguale al nostro patto di stabilita' che sta strangolandoci, ma anche i francesi dovranno capirlo dopo!!!! La storia si ripete ovunque ed eguale.... distrarre e depistare per f...... regare ehm!!!! cordialita' Elisabetta di Firenze

giovanni PERINCIOLO

Mer, 15/01/2014 - 14:47

Qualche particolare per completare il quadro caro Feltri. L’ineffabile Valerie che gioca a fare l’indignata speciale direi che non ha molto di cui vantarsi dal momento che lei non é ancora divorziata dal caro consorte e anche il cognome che porta, Trierweiler, non é il suo ma quello del marito! Infine la sua ex amica nonché ex compagna di Hollande, la Segolene, non ha mancato di commentare amorevolente : ora provi anche tu quanto sia piacevole la parte della cornuta! Infine gli americani alla prima visita avevano tranquillmente definito la valerie come « first girl-friend » e non già « preimer dame » come lei vorrebbe.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 15/01/2014 - 14:53

Ora aspettiamo lo scandalo della "Culona Inchiavabile" per distrarre i "teteschi di Cermania"?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 15/01/2014 - 15:12

Ma un omuncolo Sfascinoso come François Hollande si sarebbe potuto permettere una sifatta amante se fosse un addetto turnista al petrolchimico di Porto Marghera? Subito un approfondimento televisivo con le deputatesse rosse per capire se è VERO AMORE.

vince50

Mer, 15/01/2014 - 15:29

Telenovele per distrarre il popolino demente.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 15/01/2014 - 15:53

Egregio Dottor Feltri: come darle torto???? noi comuni mortali, abbiamo già, altri grossi problemi, nella nostra quotidiana vita semplice e personale, per preoccuparci del signor Hollande...( dall'espressività di un ginocchio...)son storie private, a cui la gente fa poco caso...in fondo da sempre esisistite, che lasciano il tempo che trovano...storie di potere, in cui, l'uomo di potere...(appunto...) si attornia, di donnine compiacenti; dove ognuno trae, un tornaconto personale...diversamente non si spiegherebbe, come una donna possa...innamorarsi, di un qualsiasi Holland...di turno...a meno che, non abbia davvero, aldilà del potere...qualche "qualità nascosta" appunto a noi...sconosciuta, ma, sconosciuta... davvero!!!Chissà...se fosse stato un semplice operaio, un ragioniere, o quant'altro...Lei crede, avrebbe avuto uno stuolo di donne, per di più, belle????? ho grossi dubbi a tal proposito e sinceramente, non mi sconvolge o meraviglia più di tanto, tutto sommato, mi può suscitare..."ilarità" niente di più!! a rileggerLA presto, con simpatia, Marina.GRAZIE!!

Pinozzo

Mer, 15/01/2014 - 15:57

La nostra sinistra "si straccia le vesti"? Ma su che pianeta? Io non ho sentito un commento uno dai nostri politici, che siano di sx o di dx. Non si inventi baggianate, lo fa gia' abbastanza il suo direttore. Per il resto, Julie ha fatto a Valerie quel che Valerie ha fatto a Segolene (con la differenza che Valerie era amica di Segolene e questa aveva 4 figli con Francois quindi era molto peggio). Chi di spada ferisce, cara Val..

Daniele Sanson

Mer, 15/01/2014 - 16:08

Come sempre Feltri , con un ottimo articolo, solleva una questione non solo italiana ma mondiale perché di fatti simili accadono in ogni luogo della terra. Ma cosa pretendono i cittadini quando vengono alla luce questi scandali ? Che il capo di governo di turno abbia il sesso degli angeli ? Non si rende conto la gente che sono uomini,o donne, come noi ? con le stesse debolezze umane di ogniuno di noi ? e se accettiamo questa pura veritá ecco che lo scoop giornalistico , giornalistico fino ad un certo punto ma politico totalmente , assumerebbe un'altra dimensione e si imparerebbe tutti a guardare cosa stá facendo di buono per la Nazione e non quello che privatamente fá sotto le lenzuola . Troppo voyeurismo , troppe fette di salame sopra gli occhi. danisan,

Edoardo Argentino

Mer, 15/01/2014 - 19:26

A proposito di Lenzuola FRancesi e della Mail da me inviata e da Voi pubblicata alle13,16 odierne..... Piesse: Unultim’ora o un fuori-Onda, dite come vi pare, annuncia che la “Belle de la Nuit” in causa sia incinta ( Maronna du carmine, direbbero a Napoli.) Se fosse vera la notizia, potrebbe diventare una bomba vagante alla Damocle,sulla testa di Hollande. Va bene che la Francia nella sua Magistratura deficita della figura di un Giudice come la Bocassini, ma nel caso occorresse, noi, come cugini ( così veniamo appellati), potremmo compiere il beau-geste di prestarla loro,o regalarla, così sarebbero sicuri (i Francesi),che Monsieur le President , finirebbe immantinente in galera con annessi e connessi. E.A.