Ma quanti guai per Fassino Si ribellano pure gli alleati

Anche i moderati nel loro piccolo si arrabbiano e creano un gratta capo in più al sindaco di Torino Piero Fassino (nella foto). Il motivo del contendere, la costituzione di parte civile della città nei confronti dell'ex direttore generale Cesare Vaciago che, secondo l'accusa dei pm, avrebbe favorito alcuni concorrenti nell'ambito di un concorso per 15 posti da dirigente presso l'ente comunale. «Serve una verifica della maggioranza», tuonano i centristi. Una tensione che si registra anche all'interno del Pd, dove ormai le urla dei contendenti rimbombano da una stanza all'altra.