Quei depistaggi anti Cav su uno scandalo che è targato sinistra

Trattativa Stato-mafia, per provare gli (inesistenti) accordi tra i boss e Berlusconi i pm hanno persino retrodatato la nascita di Forza Italia. Fallendo ogni volta

Il Cavaliere, i boss, la trattativa con Cosa nostra. Una ossessione. Più indagavano sulla mediazione con la mafia ai tempi di Berlusconi e più l’evidenza dei fatti, giorno dopo giorno, li costringeva a fare i conti coi silenzi, le omissioni o le bugie di personaggi di centrosinistra. Più dicevano che c’era la vecchia mafia nella cassaforte dell’uomo di Arcore, e più erano costretti a rimangiarsi le conclusioni smontate da consulenze contabili. Più sfornavano pentiti anti Cav e più si scontravano con l’inesistenza dei riscontri e i disastrosi confronti in aula (vedi il processo Dell’Utri con Spatuzza).

A un certo punto, disperati, si sono affidati all’oracolo Massimo Ciancimino, figlio del mafioso don Vito, che dopo aver tenuto fuori Silvio dai suoi ragionamenti cambiò versione in un crescendo di taroccamenti e copia e incolla giudiziari in qualche modo collegati all’esistenza – si fa per dire - di pupari e agenti segreti dai volti sfregiati e dai nomi vari, Carlo o Franco. Anche qui è finita come doveva finire. Male. Il supertestimone in cella per calunnia all’ex capo della polizia De Gennaro e la sua attendibilità fatta a pezzi da altri pm (Caltanissetta) in disaccordo totale coi colleghi di Palermo che consideravano Massimuccio nostro «un’icona antimafia». Senza ripercorrere le «bufale» seriali del ragazzo che sotto intercettazione giurava di essere in grado di sapere tutto sulle inchieste avendo accesso alla banca dati della procura di Palermo, va detto che si è arrivati persino a perquisire il giornalista-senatore Lino Jannuzzi pur di dare un senso a quell’unica linea (spezzata) di continuità che collega più precedenti «trattative», tutte incompatibili con la discesa in campo del Cavaliere nel 1994.

Una prima mediazione sarebbe avvenuta all’indomani della morte di Lima (marzo ’92), la seconda a cavallo tra le stragi di Falcone e Borsellino con improbabile protagonista Mori e i suoi carabinieri del Ros (maggio ’92), la terza con i governi Amato e Ciampi che ammorbidirono il 41 bis (nel 1993), la quarta è di fine novembre ’93 stando a quel che rivela il pentito Spatuzza che dal boss Giuseppe Graviano disse d’aver appreso che il Paese era stato consegnato nelle mani di Cosa nostra da Dell’Utri e Berlusconi (rivelazioni non confermate da Graviano e nel suo complesso definite dalla corte di appello del processo Dell’Utri, «inconsistenti e frutto di inammissibili congetture»). A ciò aggiungeteci la quinta trattativa, nuova di qualche settimana, avviata nel 2003 per l’arresto, o meglio una resa condizionata, del capomafia Provenzano.

Nel festival della trattativa perenne ce l’hanno messa tutta per retrodatare la nascita di Forza Italia agli inizi del ’93 così da farla combaciare con le prima bombe di maggio a Roma e Firenze, e le seconde di luglio a Milano e Roma. Prove? Pochine. Qualche pentito (Brusca che cerca di avvicinare Mangano a settembre ’93, molto dopo le stragi, quando scopre dall’Espresso che lo stalliere lavora ad Arcore) e qualche libro di politica contraddetti da testimoni come l’ex presidente Cossiga che parla di Forza Italia nata i primi mesi del’94. Eppoi c’è un interrogatorio di un ex consigliere politico di Berlusconi, tale Paolo Cartotto (riesumato in queste ore per dimostrare l’esistenza della trattativa con la pubblicazione di un’intercettazione del 2011 nella quale si metteva d’accordo per un appuntamento con Berlusconi a cavallo del faccia a faccia coi pm di Palermo) che fa cenno a una «intenzione» di Dell’Utri di scendere in campo «maturata» a maggio-giugno ’92, un mese prima della strage di Capaci.

L’ipotesi fa a cazzotti con la storia e con la sentenza nissena che ha archiviato Berlusconi e Dell’Utri quali mandanti esterni delle stragi. Non regge nemmeno con la successiva sentenza di Firenze dell’ottobre 2011 sulle stragi del ’93 (quando governava il centrosinistra) che ha spedito all’ergastolo il boss di Brancaccio, Francesco Tagliavia, laddove si scrive che la trattativa fra Stato e Mafia «certamente vi fu» come dimostrano i provvedimenti morbidi sul 41 bis, ma Forza Italia non ebbe alcun ruolo come mandante o ispiratrice delle stragi né Dell’Utri fu il referente di Cosa nostra presso Berlusconi. E che dire del processo (da rifare) al senatore siciliano il cui presunto concorso esterno alla mafia, per i giudici, scade nel ’92, a due anni dalla costituzione di Fi, a uno dalle stragi del ’93.

Nonostante sia chiaro a ciechi e sordi che l’allentamento del 41 bis è avvenuto col centrosinistra, nella «chiusura inchiesta» palermitana sulla trattativa troviamo ancora riferimenti a Silvio per il tramite di Dell’Utri quale «interlocutore» dei mafiosi dopo l’omicidio di Lima (per conto di chi non si capisce) che agevolò la trattativa fino a Berlusconi del ’94. Incredibile. Su questo patto con la mafia il centrosinistra è inchiodato dai fatti. L’ex ministro Mancino (indagato) finisce prima nei guai per colpa dell’ex collega Martelli (ondivago e tardivo sulle sue dichiarazioni sul Ros, accusato dal direttore delle carceri Nicolò Amato di aver detto no a 5mila provvedimenti di 41 bis per i boss) e quindi viene beccato mentre chiede a Napolitano di intervenire sui pm di Palermo.

Per tenere in vita il centrodestra restano, si fa per dire, i collaboranti Brusca, Spatuzza e Ciancimino. Ma i fatti, riscontrati, raccontano questa verità: Cosa nostra ottiene l’ammorbidimento del carcere duro nel 1993, con Oscar Luigi Scalfaro già salito al Colle sull’onda degli attentati a Falcone e Borsellino. Al governo c’è Carlo Azeglio Ciampi, il Guardasigilli è Giovanni Conso (indagato), ed è lui che firma la revoca del carcere duro a oltre 400 mafiosi dopo la cacciata dell’ex capo del Dap Amato ad opera di Scalfaro perché notoriamente contrario a rivedere le sue politiche carcerarie denunciate in una lettera allo stesso capo dello Stato inviata da un gruppo di mafiosi («signor presidente, se chi sta in cella muore, è colpa sua»). Scalfaro, interrogato, ha detto di non aver mai saputo nulla della sostituzione di Amato. Falso, secondo due cappellani delle carceri che hanno ammesso il ruolo di regista di Oscar nel defenestramento di Amato e nella nomina di un successore meno talebano.

E Conso? Ha ritrovato la memoria l’anno scorso, con ciò smentendo quanto dichiarato nel 2002 ai pm di Firenze («sono stato sempre contrario al 41 bis») e quanto scritto nel rapporto conclusivo del governo Ciampi («il 41 bis è rimasto inalterato nella sua struttura e funzione»). Nel 2011 in commissione antimafia ha confessato le revoche del carcere duro «per frenare la minaccia delle stragi» aggiungendo che fece tutto da solo. Non disse niente a Ciampi (che mai, nemmeno in futuro, fiatò sulle quelle revoche). Disse qualcosa a Mancino, che però lo smentisce (a sentire Brusca l’ex ministro dell’Interno usò la mafia e poi la tradì da referente di Riina). Non una parola sulle due lettere ricevute dal Ros di Mori nelle quali si chiedeva a tutti i costi il mantenimento del 41 bis per i mafiosi. Ciampi ha spiegato che le stragi del ’93 erano contro di lui e dopo la decisione in «solitaria» di Conso, governò tranquillo fino a scadenza mandato nel maggio ‘94. Quando a sorpresa sbucò quell’outsider Silvio Berlusconi che rovinò i programmi del centrosinistra, sicuro di vincere sulla scia di Tangentopoli e delle inchieste su Andreotti.

Col senno di poi, con le evidenze dei fatti concreti, occorre chiedersi: cui prodest? A chi giovarono le bombe del ’92? Perché non ne esplosero più dopo le revoche del governo Ciampi? Un indizio potrebbe ritrovarsi in ciò che in tempi non sospetti disse candidamente il pentito Giovanni Brusca (cui vennero concessi i benefici di legge solo dopo aver tirato in ballo i carabinieri del Ros). Il pentito, già al centro di vivaci polemiche per aver viaggiato sullo stesso aereo dell’ex presidente della commissione antimafia Violante (un altro che sulla trattativa non ha fatto una gran bella figura) al processo Dell’Utri, parlando di stragi, se ne è uscito così: «La sinistra sapeva». Sapeva della trattativa e sapeva pure delle bombe?

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 25/06/2012 - 08:28

Il nobile cuore di Scalfaro, a parte il non starci e qualche condanna a morte risalente agli anni del dopo guerra, avrebbe fatto carte false per inchiodare chiunque da outsyder si fosse presentato mettendo a rischio i castelli della casta gia allora quanto mai casta: oggi i tempi non sono cambiati e dopo venti anni di lotte portate innanzi senza esclusione di colpi con giudici e pubblici ministeri pronti a qualsiasi soluzione purché ai loro occhi giusta, siamo di nuovo di fronte a tempi che non cambiano i lineamenti di uno scenario politico assolutamente impreparato alle esigenze economiche di oggi ma pronto a distruggere qualsiasi cosa di nuovo venisse proposto per il bene della comunità

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 25/06/2012 - 08:40

inutile fornire spiegazioni inutili sui comportamenti della sinistra che in questi anni ha saputo solo cercare di imporre nebbia su quanto successo per tantissimi anni in italia: sappia che comunque l' atteggiamento della sinistra ex comuniusta, quindi del 99% della sinistra di oggi che comprente anche uno stuolo di catto comunisti la cui vergogna è mal celata anche dalle loro mutande sempre sporche,: siamo comunque sempre allo stesso punto e loro non aspettavano altro per poter ancora sopravvivere uin nome di quell' manti berlusconi che ancora oggi potrebbe a lor dire e pensare annebbiare le loro malefatte

pittariso

Lun, 25/06/2012 - 09:40

Cosa si poteva pretendere da una faccia di m..... così?

vittoriomazzucato

Lun, 25/06/2012 - 09:45

Sono Luca. Con il senno di poi si capisce ora che se avessere potuto dimostrare che il serpente che tentò Eva nel Paradiso Terrestre si chiamava Silvio, lo avrebbero fatto. GRAZIE.

bruna.amorosi

Lun, 25/06/2012 - 09:48

io sono CRISTIANA ed anche persona facile al perdono perchè così mi hanno insegnato .ma quando vedo questo personagio che si è sempre definito CRISTIANO beh! tutta la mia umiltà sparisce .Vorrei per lui le pene dell'inferno.e per chi non credesse nella religione che la famiglia spendesse tutti i soldi in medicine .

Lucasartor

Lun, 25/06/2012 - 10:07

Che pena che fanno!dal dopoguerra il centro e la sinistra hanno tenuto sempre in mano i vasetti della marmellata,coprendosi a vicenda su tutto e spartendosi da buoni fratelli tutto il possibile! Poi,arrivato il terzo incomodo che gli ha tolto le chiavi della dispensa,sono impazziti...la potente macchina del fango si e' messa in moto,l'usurpatore della dispensa andava assolutamente fermato....ma non certo per l'amore degli italiani,che cmq lo avevano votato!

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Lun, 25/06/2012 - 10:13

Ora i vari paoli vara, ronofri e ronofrini, pravde & similia che imperversano su questo forum che diranno? Dopo averlo accusato di essere un capobastone e noi i suoi sgherri. Dopo averci insultato, deriso, messi alla gogna, cosa si inventeranno ancora? Agiranno secondo il loro dogma dottrinale: negare, negare ed ancora negare, anche di fronte alla evidenza? Sul campo giudiziario stanno subendo una batosta dietro l'altra: nel processo Mills assolto perché comunque andava assolto per assoluta mancanza di prove; il processo mediatrade assolto con la formula piú ampia; il processo ruby sta diventando una ridicola farsa farcita di pettegolezzi e occhiate dal buco della serratura. Sono dei miserabili accattoni.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 25/06/2012 - 10:18

Ma, perche dobbiamo avere uomini di mer...a come capi di stato?,possibile che ancora non abbiamo imparato che questa gentaglia é il rimasuglio di quello che facciamo al bagno?; SCALFARI; CIAMPI; NAPOLITANO; TUTTA GENTE DI SX, e tutta che fá schifo. Questa, gente non sá cosa e la democrazia, e lo vediamo con napolitano come intendono i sinistrosi la Democrazia, Napolitano ha permesso ai suoi Magistrati di intercettare Berlusconi a casa sua 24 ore su 24, cosa che non ha riscontri in nessun Paese del Mondo, non bastante questo con il suo beneplacet Ingroia si é permesso di comprare mafiosi come Spatuzza che scioglieva i bambini nell,acido e lo ha presentato come un testimone attendibile in Tribunale, e Ciancimino che con la promessa di poter avere l,ereditá del Padre doveva implicare Berlusconi negli sporchi affari che la Sinistra ha fatto con la Mafia!. Adesso, Napolitano fá il furbo dicendo che le Intercettazioni sono uno scandalo, bella scoperta quando queste toccano lui! UOMO DI MER..

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 25/06/2012 - 10:31

Questi depistaggi sono la vergogna dei cosidetti PM della estrema sinistra ITALIANA che non riesce a sopravvivere se non nell' odio e nel risentimento nei confronti di quelli che li mantengono.

ARNJ

Lun, 25/06/2012 - 10:35

.......che facce di me... !!!!!.... che vergogna !!!!!....che strazio !!!!..... hanno fatto di tutto per incolpare Silvio Berlusconi di trattative con la mafia.......depistando le indagini e taroccandole.......con testimonianze create ad hoc.......false naturalmente.....!!!!!... cosa pensare di questi magistrati ???????....e cosa pensare di questa sinistra ??????.....cosa pensare dei vari Scalfaro...Ciampi....Amato....Conso....Mancino....ecc..ecc.. ???????...e cosa pensare dei vari Santoro....Travaglio....ecc..ecc... ???????.... E' certa una cosa :..o sono degli sprovveduti incompetenti in materia....oppure è tutta MALA FEDE ...............................!!!!!....CHE RAZZA DI PERSONAGGI............!!!!...DIO CE NE LIBERI......!!!!!....

ARNJ

Lun, 25/06/2012 - 10:35

.......che facce di me... !!!!!.... che vergogna !!!!!....che strazio !!!!..... hanno fatto di tutto per incolpare Silvio Berlusconi di trattative con la mafia.......depistando le indagini e taroccandole.......con testimonianze create ad hoc.......false naturalmente.....!!!!!... cosa pensare di questi magistrati ???????....e cosa pensare di questa sinistra ??????.....cosa pensare dei vari Scalfaro...Ciampi....Amato....Conso....Mancino....ecc..ecc.. ???????...e cosa pensare dei vari Santoro....Travaglio....ecc..ecc... ???????.... E' certa una cosa :..o sono degli sprovveduti incompetenti in materia....oppure è tutta MALA FEDE ...............................!!!!!....CHE RAZZA DI PERSONAGGI............!!!!...DIO CE NE LIBERI......!!!!!....

Ritratto di Zione

Zione

Lun, 25/06/2012 - 10:37

Il Teste per Etica cercava di Toscaneggiare, pensando che si trovasse davanti a colti Giudicioni “Piemontesi”; ma si rese conto che in quel Impuro Luogo c’era puzza di Cialtroni e di MAFIA e lì, nel sacro Tempio di Temi regnava l’Odio e il Tradimento, e fu aggredito dal torvo P.M. del Giudiciume, quello finora sempre Fortunato nell’impunita e premiata Scelleratezza a danno dello Sventurato Popolo; e allora il Testimone tapino si raccomandò al buon cuore di quel feroce Giustiziere, dicendogli: "GNURANT, parl cu l'OMM; nun parlà che pann !". ----- Fu così che si Svergognarono, quei feroci Ratti e disgustanti PANTEGRANE dalle scorticate code, defecando in Aula per laidi fini POLITICI, sul libro della Legge e Macellando con somma ******aggine e raffinata Infamia il SOCIALISTA (e Meridionale) Mario Longobardi di Orbassano, dissacrando e Coartando i Testimoni e Sequestrando (nel mistero) delle sublimi persone, alle quali quei Miserabili Vermi non erano degni neanche di PULIRE le scarpe.

Ritratto di Zione

Zione

Lun, 25/06/2012 - 10:37

Il Teste per Etica cercava di Toscaneggiare, pensando che si trovasse davanti a colti Giudicioni “Piemontesi”; ma si rese conto che in quel Impuro Luogo c’era puzza di Cialtroni e di MAFIA e lì, nel sacro Tempio di Temi regnava l’Odio e il Tradimento, e fu aggredito dal torvo P.M. del Giudiciume, quello finora sempre Fortunato nell’impunita e premiata Scelleratezza a danno dello Sventurato Popolo; e allora il Testimone tapino si raccomandò al buon cuore di quel feroce Giustiziere, dicendogli: "GNURANT, parl cu l'OMM; nun parlà che pann !". ----- Fu così che si Svergognarono, quei feroci Ratti e disgustanti PANTEGRANE dalle scorticate code, defecando in Aula per laidi fini POLITICI, sul libro della Legge e Macellando con somma ******aggine e raffinata Infamia il SOCIALISTA (e Meridionale) Mario Longobardi di Orbassano, dissacrando e Coartando i Testimoni e Sequestrando (nel mistero) delle sublimi persone, alle quali quei Miserabili Vermi non erano degni neanche di PULIRE le scarpe.

prodomoitalia

Lun, 25/06/2012 - 10:44

Mi auguro che scalfaro passi tutta l'eternità immerso nella palude stigia.... o forse è un posto ancora troppo ameno per le sue malefatte ? Voi tifate per chi volete ma insisterò, sempre più convinto, nel dare il mio voto a Berlusconi ed al Suo partito. ......e ciampi e napolitano si mettano pure in fila ........ il loro predecessore li aspetta !

prodomoitalia

Lun, 25/06/2012 - 10:44

Mi auguro che scalfaro passi tutta l'eternità immerso nella palude stigia.... o forse è un posto ancora troppo ameno per le sue malefatte ? Voi tifate per chi volete ma insisterò, sempre più convinto, nel dare il mio voto a Berlusconi ed al Suo partito. ......e ciampi e napolitano si mettano pure in fila ........ il loro predecessore li aspetta !

migrante

Lun, 25/06/2012 - 10:42

la sinistra e la stampa connection ad essa collusa sono sempre prolifici nel formulare vere e proprie accuse, spesso utilizzando una logica funambolica e, miracolo dei miracoli, hanno anche un gran seguito popolare di beoti che si bevono ogni genere stiracchiamento della verita`, dall'altra parte della barricata invece non si riesce a "pronunciarsi" neanche di fronte alla piu`chiara delle evidenze, come congelati da una sorta di timore ...cui prodest , dite?..e c'e`anche bisogno di chiederselo ?

migrante

Lun, 25/06/2012 - 10:42

la sinistra e la stampa connection ad essa collusa sono sempre prolifici nel formulare vere e proprie accuse, spesso utilizzando una logica funambolica e, miracolo dei miracoli, hanno anche un gran seguito popolare di beoti che si bevono ogni genere stiracchiamento della verita`, dall'altra parte della barricata invece non si riesce a "pronunciarsi" neanche di fronte alla piu`chiara delle evidenze, come congelati da una sorta di timore ...cui prodest , dite?..e c'e`anche bisogno di chiederselo ?

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Lun, 25/06/2012 - 10:38

@#7 Bartuldin: Sottoscrivo al 100%, il loro problema, che poi è anche il nostro, è che non sanno cosa significa DEMOCRAZIA, sono tanti piccoli Mujaheddin che combattono inconsapevoli al servizio di poteri che neppure conoscono.

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Lun, 25/06/2012 - 10:38

@#7 Bartuldin: Sottoscrivo al 100%, il loro problema, che poi è anche il nostro, è che non sanno cosa significa DEMOCRAZIA, sono tanti piccoli Mujaheddin che combattono inconsapevoli al servizio di poteri che neppure conoscono.

APG

Lun, 25/06/2012 - 10:56

Ma Ciampi, Violante , Amato non sono indagati?

APG

Lun, 25/06/2012 - 10:56

Ma Ciampi, Violante , Amato non sono indagati?

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 25/06/2012 - 10:59

Lasciate questo beccamorto in pace .Meglio i dolce oblio che rivedere una foto e rovinarm ila giornata. Spero solo che l antenora esisti e ci rimanesse in eterno.Che sia maldito lui e chi lo ha messo al colle.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 25/06/2012 - 10:59

Lasciate questo beccamorto in pace .Meglio i dolce oblio che rivedere una foto e rovinarm ila giornata. Spero solo che l antenora esisti e ci rimanesse in eterno.Che sia maldito lui e chi lo ha messo al colle.

Labronico

Lun, 25/06/2012 - 11:06

10, 100, 1000 Berlusconi. Nonostante tutta la m...a giudiziaria che gli è stata tirata contro, nonostante le calunnie cui è stato vittima incessantemente per 15 anni, alla fine Silvio Berlusconi è il più pulito di tutti. Questo personaggio ha fatto comodo un pò a chiunque negli ultimi anni. Secondo me parte dei processi giudiziari nei suoi confronti sono stati tentativi, non so quanto bene riusciti, di spostare sulla sua persona l'attenzione dei magistrati al fine di coprire malefatte e vicende scomode riguardanti politici loschi e corrotti. Vedi le farneticazioni riguardo alla nascita di forza Italia, le accuse di stragismo etc etc... Bravi magistrati non fatevi sfuggire l'ennesima occasione di sbattere Berlusconi in galera per 4 putt.... portate ad Arcore, tanto il paese ha bisogno di queste *******!

Labronico

Lun, 25/06/2012 - 11:06

10, 100, 1000 Berlusconi. Nonostante tutta la m...a giudiziaria che gli è stata tirata contro, nonostante le calunnie cui è stato vittima incessantemente per 15 anni, alla fine Silvio Berlusconi è il più pulito di tutti. Questo personaggio ha fatto comodo un pò a chiunque negli ultimi anni. Secondo me parte dei processi giudiziari nei suoi confronti sono stati tentativi, non so quanto bene riusciti, di spostare sulla sua persona l'attenzione dei magistrati al fine di coprire malefatte e vicende scomode riguardanti politici loschi e corrotti. Vedi le farneticazioni riguardo alla nascita di forza Italia, le accuse di stragismo etc etc... Bravi magistrati non fatevi sfuggire l'ennesima occasione di sbattere Berlusconi in galera per 4 putt.... portate ad Arcore, tanto il paese ha bisogno di queste *******!

Raul Novi

Lun, 25/06/2012 - 11:43

Silvio è ancora qui, nonostante certa magistratura! Ora avanti con la responsabilità civile di questa casta, io aggiungerei anche quelle penale!

Cinghiale

Lun, 25/06/2012 - 11:52

Gli elettori di sx spesso sono stati molto "focosi" nel giudicare gli avversari dei loro "paladini", vediamo se sono coerenti o con un'alzatina di spalle dicono che ormai la frittata è fatta.

eglanthyne

Lun, 25/06/2012 - 12:17

La colpa è tutta di Gregorio XIII , se non avesse rivisto il calendario FORSE ora . . .

michele lascaro

Lun, 25/06/2012 - 12:32

Fare la figura dei ***** è una caratteristica di molti "stipendiati dallo Stato". Noi, che siamo liberi, conosciamo le loro immense manchevolezze professionali. Però mi piacerebbe sapere cosa pensano di loro gli altri "stipendiati", ma professionalmente onesti. E loro (i primi) che figura del cavolo fanno nei confronti dei secondi?

guardiano

Lun, 25/06/2012 - 12:33

Ma se tutto quello che leggo è vero mi vien da pensare, la mafia esiste solo in sicilia o si annida anche fra certi magistrati e se è vero quel che leggo cosa si aspetta a spedirli in galera, per gli onestissimi parlamentari che ci hanno imbrogliato per qualcuno vedi scalfaro all'inferno il suo premio lo sta gia scontando tutto senza poter dire non ci stò ,quelli che rimangono hanno ancora poco tempo, sono gia con i due piedi nella fossa.

ciciao1950

Lun, 25/06/2012 - 12:40

Comunque si giri la frittata, questi avvenimenti dimostrano solo una cosa: che viviamo in un paese di (Cambronne) amministrato da uno stato di (Cambronne). Ha ragione chi lo vuole abbattere.I nuovi stati che sorgessero dalla sue ceneri non potrebbero essere peggio.

lamwolf

Lun, 25/06/2012 - 12:52

Non mi capacito come la magistratura non faccia nulla per i fatti accaduti e resi da decine di testimoni veritieri sulle stragi e 41 bis dove erano ai comandi Scalfaro uno dei peggiori presidenti della Repubblica e Conso. Non toccare la sinistra potresti farti male......Mha!!!!!!!!!!!!! L'ingiustizia.

aldogam

Lun, 25/06/2012 - 12:58

Ottimo articolo, ma io avrei anche accennato al fatto strano... Il parlamento da giorni non riusciva ad eleggere il presidente della repubblica e non si vedevano lumi all'orizzonte. Poi ci fu Capaci e, il giorno dopo, il parlamento, inaspettatamente, elesse Scalfaro. Una pura coincidenza? Bohhh...

massimo canistrà

Lun, 25/06/2012 - 13:12

Garave, Gravissimo. Se la magistrutra fosse affidabile interverrebbe senza esitazione e i responsabili perseguiti. Invece ..NO..! Tutti tacciono. Anche il buon patriota Napolitano capo della Magistratura. Come mai..! E il mondo della cultura? *******I..! solo contro Berluscono per assicurarvi i rimasugli lo scarto di cibo che i nuovi padroni catto-comunisti vi gettano senza riguardo. I giudici indagano sotto le lenzuola di Berlusconi e non perseguono chi ha ucciso Falcone e Borsellino. Ma il popolo ha memoria. Sono noti i compagni di merenda dei mafiosi che albergano nello Stato. Maledetti!

Paul Vara

Lun, 25/06/2012 - 13:46

Con Mangano "eroe" e dell'Utri fondatore di Forza Italia non c'è motivo di preoccuparsi...

Cinghiale

Lun, 25/06/2012 - 14:21

#23 ciciao1950 - In accordo con lei, a volte mi domando se gli anarchici non abbiano ragione.

Ritratto di romy

romy

Lun, 25/06/2012 - 14:14

Certe verità nascoste? sono come i segreti di pulcinella,chi legge gli eventi,segue gli atti,le sentenze ecc.ecc.non sono mica dei fessacchiotti?molti sono di parte OK ,ma la verità trionfa sempre e trionferà anche questa volta.......Forza Silvio .

aspide007

Lun, 25/06/2012 - 14:16

@- Non è vero! Non può essere vero! Almeno lo spero! Perché, se così fosse, il comportamento tenuto dai personaggi coinvolti, tutti uomini delle istituzioni democratiche, assumerebbe una gravità inaudita. Mio malgrado, però, vista la logica con la quale si sarebbero svolti i fatti, sono portato a credere che, quanto riportato, possa corrispondere, con alta probabilità, alla realtà.I personaggi in argomento, qualcuno già passato a miglior vita, altri avanti con l'età, vista la durata di eventuali processi, non siederà mai sul banco degli imputati. E poi, per chi vorrà giustificare il loro ignobile comportamento potrà sempre dire che a volere il tutto fu la "ragion di stato"...ma non del popolo.

demoral

Lun, 25/06/2012 - 14:38

Sono queste notizie che l'elettorato sx dovrebbe ponderare e rifletterci su molto molto profondamente

Ritratto di Zago

Zago

Lun, 25/06/2012 - 15:06

Bravo Chiocci, hai fatto una disamina da 110 e lode e se qualche giudice la legge non può che accettarla e metterla agli atti come prova inconfutabile. La sinistra e la magistratura hanno tentato: se tutto va bene sarà Berlusconi e dell'Utri che dovranno pagare essendo loro i rei delle bombe. Ma ormai, è chiaro, limpido che c'è la manina della sinistra e io quel punto interrogativo non l'avrei messo. Scalfaro, ora andato a vita migliore, Ciampi, Conso saranno annoverati nel grande libro della storia con un'onta incancellabile.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Lun, 25/06/2012 - 15:06

Se penso a violante che spera di diventare il nuovo Presidente della Repubblica mi viene la tigna.Questo arriccianaso a pagamento,ora defilato è parte integrante della storia dal 92 in poi,e con lui i caselli,i ciampi,i conso,i scalfaro,i mancino,i d'alema ecc,ecc, ma nessuno mai si chiede come a capo del Copasir vi sia baffino e prima di lui bianco.e ministro dell'interno il rappresentante del cominter a servizio permanentemente attivo?Questi da buon trinariciuti hanno seppellito e insabbiato la storia creando un colpevole per tutte le stagioni :il Berlusca e suoi sodali,dell'Utri e co. Che schifo di politica e che brutti ceffi pilotanti le loro miserie per mantenere il deretano sulla cadrega.Ora si accodano a costoro due infami,sperando di non essere cancellati dalla storia: l'infame e il logorroico,venditori di miserie. Alle prossime elezioni il popolo bue se ne ricorderà.Vergognosi.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 25/06/2012 - 14:59

Una pagina vergognosa, per la magistratura, per la politica, per il Paese. Con buona pace del Colle.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Lun, 25/06/2012 - 15:25

Provate ad accendere la Vostra -Radio o il Vostro TV anche alle tre o quattro di notte o se volete anche a più riprese di orari diversi o altenativi, VI accorgerete che la GUERRA MEDIATICA contro Berlusconi non è cessata affatto anzi è ancora più virulenta. Tale GUERRA MEDIATICA POSSENTE viene condotta giorno e notte continuamente in tutte le 24 ore senza pausa. Provate ora a contare il NOME o COGNOME di Berlusconi quante volte COMPARE o viene ripetuto a voce in ogni trasmissione. Bene io mi sono sbizzarrito a fare matematicamente questo calcolo ed è venuto fuori che il solo cognome Berlusconi viene ripetuto senza stanchezza per circa 1350 volte nell'arco delle 24 ore il che significa che in una sola ora il cognome Berlusconi vola nell' ETERE per ben 56 e più volte.! Cosa significa QUESTO ? Me lo dovrebbe spiegare il PD e tutto il suo seguito compreso TUTTI QUELLI CONTRO a partire dal 1992 compreso Magistratura....

poli

Lun, 25/06/2012 - 15:46

la sinistra nei confronti di Berlusconi avevano scatenato una vera guerra,l'errore di Berlusconi e stato quello di non aver risposto con le stesse armi.

Gianfranco Napo...

Lun, 25/06/2012 - 15:58

I magistrati possono montare tutte le accuse che vogliono per accusare Berlusconi e Forza Italia di essere uno strumento nelle mani della mafia! Le chiacchiere però stanno a zero! Ad oggi l'unica certezza è che gli unici ad aver fatto accordi reali con la mafia sono tutti uomini di sinistra! I mafiosi ,i ladri, gli assassini non sono nè di destra nè di sinistra : la sinistra vuole fingere di ignorare ora anche l'evidenza dei fatti? Anche i suoi elettori?

il consumatore

Lun, 25/06/2012 - 16:21

Nella nemesi storica, oggi troviamo indagati e sulla padella tanti di quelli che si sciacquavano la bocca di serieta' onesta' , addossando a Berluscono tutte le malefatte dell'Italia. Si vede che c'e un giudice a Berlino. Peccato che ancora non si vede la nemesi storica per tutta quella massa di Pm, cresciuti e pasciuti dal Pci e dalla sinistra, che non sono chiamati a rispondere delle loro inefficienza più o meno (molto più che meno) orchestrate. Il processo di Milano su Ruby gâté, dimostra come si sprecano i nostri soldi, magari per aiutare i sogni erotici di persone frustrate.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Lun, 25/06/2012 - 16:44

Paul Vara, per pudore dovresti star solo zitto. Ma non ti vergogni a scrivere tutti i santi giorni le sempre solite cose ritrite. Smentite dagli avvenimenti. Ma se non hai altri argomenti stattene zitto. Questa é la prova che Berlusconi nulla centra con le cosche mafiose. Sei duro di comprendonio! Fattene una ragione: avete sbattuto il naso contro un muro e vi siete fatti male. Ora resta un po' in silenzio a leccarti le ferite. Ci avete marciato per anni sullo stalliere analfabeta di Arcore. Sará stato pure un mafioso ma di quelli che non valgono un soldo bucato. Il quale certo non aveva né l'intelligenza, né la cultura per interferire sui destini di una Nazione. Era solo uno stalliere, senza arte né parte. Altroché referente della mafia presso i poteri forti. Quando venne assunto Berlusconi neppure si sognava ad entrare in politica. Altroché trattative ad alto livello con le cosche. Ma va a raccogliere pantegane. Va!

bruco52

Lun, 25/06/2012 - 19:33

Gratta gratta la verità è ormai venuta fuori......Falcone e Borsellino, più tutti i caduti per mano della mafia, sono sulla coscienza della sinistra e dei suoi reggicoda (Ciampi, Conso, Scalfaro e compagnia bella)....ma nonostante tutto i sinistri ( in tutti i sensi) blaterano che Berlusconi è il referente politico della mafia.....Cretini...hanno tralasciato un particolare. Berlusconi è il capo della mafia, un suo antenato l'ha fondata 200 anni fa, e Silvio ne è l'erede legittimo e poi lascerà a uno dei figli, quale non ha ancora deciso....ci sarà da divertirsi e l'incubo Berlusconi tormenterà i sinistri nei secoli futuri...ad maiora....

viking77

Lun, 25/06/2012 - 20:01

La trattativa era fatta;ma la morte di Falcone e poi di Borsellino forse e' riconducibile al famoso, ma poco nominato ORO di MOSCA !!!!!! La storia non si puo' cambiare perche e' scritta, spesso con sangue di innocenti.