Quei poliziotti vittime della giustizia incivile

Il tribunale di sorveglianza di Genova ha deciso di recludere dirigenti di polizia condannati per il reato di falso nella vicenda degli scontri al G8 di Genova

Tutti presi da altro - chi dalle drammatiche vicende di cronaca di questo Capodanno e chi dalle complicate questioni politiche che stanno segnando la fine del governo Letta - questa settimana abbiamo sottovalutato una notizia che ha dell'incredibile. Mi riferisco alla decisione del tribunale di sorveglianza di Genova di recludere (presso il domicilio e non in cella solo grazie all'esistenza della legge svuota carceri) dirigenti di polizia condannati per il reato di falso nella vicenda degli scontri al G8 di Genova. Si badino bene due cose. La prima: i poliziotti non sono accusati di lesioni o violenze. La seconda: la decisione degli arresti invece che l'affidamento ai servizi sociali è stata presa dallo stesso tribunale che ha concesso un permesso premio a un pericolosissimo serial killer che poi è evaso approfittando di quel beneficio.

Viene da chiedersi che tipo di Paese sia quello che nega dei benefici, solitamente concessi a tutti i peggiori delinquenti, a funzionari di polizia, solo perché questi – che sono stati assolti in primo grado, che si sono sempre dichiarati innocenti e con un ricorso pendente presso la Corte di Strasburgo - si sono rifiutati di fare le scuse pubbliche richieste dal Pubblico ministero. Quasi che, a differenza di ciò che avviene in ogni Paese democratico, alcuni magistrati politicizzati pretendano, solo per alcune categorie di soggetti, oltre alla condanna, anche una sorta di gogna pubblica, a cui esporre i malcapitati.

Evidentemente il diritto di professarsi innocente, pur accettando la condanna subita, vale solo per i delinquenti e non per dirigenti di polizia, che prima e dopo i fatti contestati non hanno mai avuto problemi con la giustizia, ma che anzi hanno contribuito alla cattura dei più pericolosi latitanti e allo smantellamento delle Brigate rosse, responsabili degli omicidi dei professori D'Antona e Biagi.

Sono sicuro di farmi portavoce di tutti i lettori del Giornale e della stragrande maggioranza degli italiani se esprimo la piena solidarietà nei confronti dei servitori dello Stato che stanno subendo questo ignobile trattamento. Così come mi fanno un certo effetto i silenzi del ministro degli Interni Alfano (che della polizia è il capo politico), del ministro della Giustizia Cancellieri (che in altre occasioni e per altri casi di malagiustizia seppe come muoversi rischiando pure il posto), del presidente Napolitano che della magistratura è il capo assoluto. Un anno che inizia con poliziotti ingiustamente agli arresti e magistrati scellerati al loro posto non promette nulla di buono. Altro che unioni civili. È più urgente pretendere subito una giustizia più civile.

Commenti

angelomaria

Dom, 05/01/2014 - 10:26

non c'e' niente da fare ecco chi sono da rottamare un giustizia che non fa' giustizia

nino47

Dom, 05/01/2014 - 11:09

E' la nostra costituzione che ha voluto i magistrati così indipendenti e inconrollabili, supponenti e prevaricatori. Per cui, visto che vi sa fatica cambiarla, teniamoceli così come sono!!!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 05/01/2014 - 15:12

...Stimat.mo Sallusti| Non voglio e non posso credere che non siano stati concessi ai poliziotti i benefici previsti dalla legge, per il semplice fatto che si siano "rifiutati di fare le scuse pubbliche richieste dal Pubblico ministero". Se così fosse si potrebbe parlare di un "ricatto di Stato". Ma da che pulpito viene la predica! Mi corregga se sbaglio! Ma Lei ha mai letto notizie di un magistrato che ha chiesto scusa a seguito di errore giudiziario che ha comportato la ingiusta privazione della libertà personale di un cittadino? Se si, me la citi!

giuseppebuzzatti

Dom, 05/01/2014 - 15:13

Bravo Direttore: ha proprio ben interpretato il pensiero di noi lettori. Mi sa però che qualcosa cambierà solo se qualche politicante (di sinistra) verrà stritolato da questi ingranaggi della mala-giustizia. Ma lei non demorda a denunciarne i danni

gedeone@libero.it

Dom, 05/01/2014 - 15:16

Mi chiedo se coloro i quali si lamentano per questa giustizia ingiusta, siano andati a firmare,come ho fatto io, per il referendum proposto dai radicali e che non raggiunto il quorum di firme necessarie!

km_fbi

Dom, 05/01/2014 - 15:26

Caro Sallusti, gli italiani sono di scarsa memoria e fan presto a dimenticare meriti e demeriti dei vari personaggi pubblici in concomitanza con gli accadimenti che dovrebbero vederne alcuni fare fino in fondo la propria parte, ed altri che non dovrebbero metterci becco ed invece sfacciatamente lo fanno. Perché - visto che si è ad inizio d'anno - non istituite un "pagellone" con il voto meritato dai vari personaggi politici, per il loro comportamento in rapporto ai singoli episodi, da aggiornare di volta in volta e sciorinare a mo' di consuntivo nelle occasioni ad hoc? Il ministro degli interni e quello della giustizia - in questa occasione solennemente bocciati - dovrebbero fare cose fantastiche d'ora in poi per raggiungere la sufficienza in futuro|

fer 44

Dom, 05/01/2014 - 16:19

Povera Italia! o meglio Poveri Italiani! La mia più ampia solidarietà a questi bistrattati "Servitori dello stato"! La foto, con manifestanti armati di mazza e piccone è quanto mai azzeccata! Bene!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 05/01/2014 - 16:19

Vecchi discorsi di una vecchia destra ormai decaduta.

cyberdog

Dom, 05/01/2014 - 16:20

La legge e' uguale per tutti non vedo perche' i polizziotti debbano avere trattamenti migliori degli altri cittadini.anche tra le forze dell ordine ci sono stati ci sono e ci sarsnno delinquenti

ro.di.mento

Dom, 05/01/2014 - 16:27

a firmare per il referendum sulla giustizia ci sono andato anche io, eccome! solo che non ce lo fanno fare perchè sanno perfettamente che ne uscirebero di nuovo sconfitti e incornati. loro non vogliono rischiare nulla!

pinosan

Dom, 05/01/2014 - 16:31

Ma non c'e dubbio che in italia comandi una magistratura fascista.quello che mi sorprende e che RE GIORGIO ,che "sblatera" tutti i giorni,al riguardo, non abbia nulla da dire

patrenius

Dom, 05/01/2014 - 16:33

Purtroppo devo ripetere quello che ho scritto ieri: per i giudici essere poliziotto e un'aggravante, essere drogato,ubriaco e possibilmente clandestino è un'attenuante. Essere No-Tav, Blackblock o comunque di sinistra è un salvacondotto.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Dom, 05/01/2014 - 16:33

Trattati non come dei delinquenti, ma come i peggiori dei delinquenti, e questo perché continuano a dichiararsi innocenti! Questo è stalinismo bello e buono! In quanto alla Cancellieri, prego Sallusti di essere meno ipocrita: pensare che possa muoversi per persone che non si chiamano Ligresti è pura illusione...

fer 44

Dom, 05/01/2014 - 16:36

La mia più ampia solidarietà a questi "bistrattati" Servitori dello stato! Povera Italia e poveri Italiani! La foto del "manifestante" armato di mazza e piccone è quanto mai significativa!!!!!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Dom, 05/01/2014 - 16:37

cyberdog: in questo caso i "polizziotti" (come scrivi tu) hanno avuto un trattamento peggiore degli altri.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Dom, 05/01/2014 - 16:39

luigipiso: spero che, la prossima volta in cui avrai bisogno di un poliziotto, tu non ne trovi nessuno. Poi ne riparliamo.

MauroP.

Dom, 05/01/2014 - 16:43

Ma perchè date queste notizie????Cosa c'è da informare??? Non fate i primi della classe...volete fare carriera??

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 05/01/2014 - 17:25

Caro Sallusti, in Italia, al posto della giustizia c'e oramai un tumore degenerato, corrotto ideologicizzato. l'unica cosa che auspico..e' che all'inaugurazione dell'anno giudiziario, li si aspetti fuori a imbrattargli quegli ermellini con uova e pomodori marci.

giulio 12

Dom, 05/01/2014 - 17:34

La legge dice sbaglia e paga. . . . trovo corretto il fare dei Gidici.

moshe

Dom, 05/01/2014 - 17:55

Una città devastata da delinquenti impuniti e poliziotti in galera; questa è l'italia che vuole la sinistra!

Zizzigo

Dom, 05/01/2014 - 17:55

Guai agli onesti! Qui tremano i giusti (quelli che dichiarano tutti i redditi e tutti gli onesti, ad oltranza), ma solo chi delinque ha veramente speranze realizzabili...

Giacinto49

Dom, 05/01/2014 - 17:58

La spiegazione è molto semplice: la sinistra, come negli anni successivi al '45, continua a far paura ai suoi adepti ed impedisce loro di comportarsi secondo coscenza.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Dom, 05/01/2014 - 18:02

C'e' bisogno di solidarieta' pratica, concreta. Altrimenti come si esce da questo imbuto infernale ?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 05/01/2014 - 18:06

Alla fine per i fatti del G8 di Genova sono stati condannati i poliziotti !?!?!? Come volevasi dimostrare ,la giustizia giusta !!!!!!!!!!!!!!!!!!!Pazzesco.Luigipiso cosa ne dici?? Hai bisogno di un estintore???

canaletto

Dom, 05/01/2014 - 18:07

PER LA MAGISTRATURA LA POLIZIA E' SACRA QUANDO SERVE PER LE LORO SCORTE MA E' CRIMINALE QUANDO COLPISCE I CRIMINALI DI ESTRAZIONE ROSSA TIPO I BLOCK GLOBAL, I NO TAV ECC ECC CHE TUTTO POSSONO FARE ANCHE UMILIARE I POLIZIOTTI TANTO SONO PROTETTI DAI MAGISTRATI, MA SE UN POLIZIOTTO LI TOCCA APPENA APPENA, ECCO IL FINIMONDO. BASTA CON QUESTO MONDO DI VERGOGNA, ODIO E CRIMINALITA' LEGALIZZATA

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Dom, 05/01/2014 - 18:09

Per me che appartengo ad una vecchia destra ormai decaduta, appare curioso, che sulla rete, dove si possono acquistare armi da guerra o vedere in diretta le prodezze copulative del vicino di casa...non si trovi manco a cercarla, un immagine, della prode dottoressa daniela verrina! Così! Tanto per capire...come mai una persona pubblica tanto ammirata e stimata dai suoi concittadini, offre solo le spalle?

bruco52

Dom, 05/01/2014 - 18:09

...siamo ormai sotto una dittatura della magistratura....i politici, ricattati e sotto scacco dei magistrati, sono impotenti perché pusillanimi e inetti. Tutti i politici sono controllati dal "grande fratello" della magistratura e non possono o non vogliono trovare soluzioni per combattere questa dittatura...a liberarci dai magistrati dittatori non saranno i politici...forse a liberarsi sarà il popolo stesso, ma ci vorrà tempo e quel tempo verrà quando anche quelli, che sono dalla parte dei magistrati non ne potranno più neanche loro, perché vittime stesse dei loro eroi togati...

clamajo

Dom, 05/01/2014 - 18:19

@luigipiso...secondo te tutto ok...ma per chi ha devastato Genova? Tarallucci e vino?...o per i compagni ci vuole più comprensione...

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Dom, 05/01/2014 - 18:32

Grande direttore!

SAMMYDAVIS

Dom, 05/01/2014 - 18:35

Ma Kebobo sara' libero compagni !

killkoms

Dom, 05/01/2014 - 18:45

@luigipiso,guarda che la sinistra è più vecchia della destra normai1

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Dom, 05/01/2014 - 18:49

Hanno guardato tutti dall'altra parte ed erano tutti affaccendati, a cominciare da Alfano. Per finire, non hanno ucciso nessuno.

killkoms

Dom, 05/01/2014 - 18:51

@ciberdog,la legge non è uguale per tutti!vatti ad informare su quali e quanti mafiosi sono usciti dal gabbio perché,stranamente(capita solo a loro!),il mancato deposito delle motivazioni delle sentenze di condanna da parte dei giudici nei tempi previsti ha comportato la prescrizione della condanna!i giudic inflessibili col cav. e poliziotti,si cxxxxo sotto davanti ai veri criminali!

NON RASSEGNATO

Dom, 05/01/2014 - 18:52

Non sono clandestini o ladri rumeni e albanesi, per loro il posto nelle carceri la nostra magistratura democratica lo trova senza fatica

Ritratto di UomoVitruviano

UomoVitruviano

Dom, 05/01/2014 - 18:59

mi associo a "cyberdog" la legge è uguale per tutti, anzi quando si porta una divisa bisogna essere i primi a dare l'esempio

'gnurante

Dom, 05/01/2014 - 19:18

Come al solito questo giornale racconta mezze verità. L'altra parte di verità è che i giudici li hanno condannati per aver falsificato le prove e i verbali per giustificare l'irruzione alla Diaz del 21 luglio del 2001. Certe cose, fatte dalle forze dell'ordine nell'esercizio del loro servizio, sono 100 volte più gravi che se fatte da un semplice cittadino.

Giacinto49

Dom, 05/01/2014 - 19:22

A quei poliziotti andava solo data una medaglia, anche tenendo conto che, a differenza di becc bocc, centri asociali e trinariciuti vari, nessuno di loro spacca una testa a cuor leggero.

Totonno58

Dom, 05/01/2014 - 19:24

Ancora a sprecare parole per questi fatrabutti che hanno infangato non solo le forze dell'ordine ma l'intero Paese?!?Devono solo ringraziare il fatto che in Italia non esista (ancora per poco, speriamo) il reato di tortura ed i benefici dell'indulto...altrimenti si sarebbero giustamente beccati 10 anni di galera...almeno non dobbiamo subire la vergogna di vederli al loro posto e spero che da quella tragica notte non abbiano mai dormito tranquilli!!

jakc67

Dom, 05/01/2014 - 19:29

almeno la prossima volta ci penseranno gli abitanti, ampiamente legittimati, dei posti devastati a far pulizia della feccia... se poi i magistrati puniranno duramente il popolo si capirà che forse gli squadrioti no globall e no trav ecc. ecc. hanno dei padroni, per qualcuno insospettabili... non per me.

jakc67

Dom, 05/01/2014 - 19:31

e pure dei registi, che poi potrebbero essere gli stessi che hanno diretto "mani pulite"...

@ollel63

Dom, 05/01/2014 - 19:37

magistrati incivili? E infami? E sarebbero già tutti defunti, scribacchini-superpagati-nullafacenti-super-stipendiati, se non ci fossero i poliziotti, pagati con tappi di gassosa, che li proteggono notte e giorno. Ma perché sopportiamo queste caste di intoccabili strafottenti!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 05/01/2014 - 19:39

In fondo se lo meritano, c'è ne sono pure alcuni che votano a sinistra,

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Dom, 05/01/2014 - 19:43

Dunque: il referendum sulla responsabilità civile dei magistrati ha detto che devono pagare; ma non pagano (loro), paga lo Stato. Quindi: impuniti e intoccabili. Il pretesto sull'indipendenza della magistratura, affinchè non sorga mai il sospetto di pressioni o interferenze del Potere, ha creato il Mostro. Già, oggi sono (solo) loro il Potere e cane non mangia cane. Chi li ferma??? Dove oseranno arrivare??? Limitare la libertà personale ai poliziotti, che muoiono per lo Stato, è un'inutile quanto arrogante dimostrazione di potere (minuscolo). Ascoltate Radio Radicale quando trasmette i processi: fanno venire i brividi.

scipione

Dom, 05/01/2014 - 20:13

Piena solidarieta' ai valorosi polizziotti, servitori dello stato.Basta con questa magistratura che da'premi a pregiudicati serial killer e mette in galera i difensori dell'ordine e della sicurezza dei cittadini.BASTA!!!!!!!!!!!!

roberto zanella

Dom, 05/01/2014 - 20:41

in che maniera Il Giornale può portare a chiedere ai suoi elettori una qualsiasi forma di solidarietà nei confronti della Polizia,perchè non si raccolgono firme tanto per non essere solo lettori ? Facciamo sentire il ns ribrezzo per la procura di genova..

PaulinDeBula

Dom, 05/01/2014 - 21:16

Cerchiamo di essere obiettivi caro Direttore. In questo caso non sono d'accordo con Te. I funzionari di Polizia non hanno fatto onore all'Italia, davanti al mondo. Ci sono i fatti testimoniati. Non ci sono stati comportamenti civili da più parti.

BeppeZak

Dom, 05/01/2014 - 21:46

la giustizia e' mamma matrigna. vogliono dimostrare divessere imparziali con i propri figli ma magnanimi con i veri delinquenti. questa e' la magistratura

Ritratto di oliveto

oliveto

Dom, 05/01/2014 - 21:54

Egregio direttore i magistrati non sono scemi vogliono essere e soprattutto dimostrare che il vero potere sulla libertà dei cittadini italiani appartiene a loro e nessun altro: la polizia non si faccia illusioni, essa è solo il braccio armato della magistratura e non conta un ca...zzo.

scipione

Dom, 05/01/2014 - 21:57

Piena solidarieta' ai polizziotti.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 05/01/2014 - 22:45

fer 44: la foto della quale parli è stata scattata molto probabilmente dopo l'irruzione alla Diaz, quando vennero sequestrate, tra le altre cose, mazze e picconi in quanto ritenute "prove del reato". Solo successivamente venne accertato che quegli arnesi erano già presenti all'interno della scuola ed erano di proprietà dell'impresa addetta a lavori di manutenzione. Il "manifestante" a cui ti riferisci è in realtà un funzionario di polizia, e lo si capisce chiaramente dalla presenza di altri suoi colleghi col casco blu.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 06/01/2014 - 00:16

L'errore di Sallusti è quello di chiamare giustizia le infamie di questi magistrati che distruggono la democrazia e le istituzioni del nostro paese. QUESTI TRINARICIUTI IN TOGA DANNO PROPRIO UN BELL'ESEMPIO ALLA POPOLAZIONE ED AI NOSTRI GIOVANI. UNA GIUSTIZIA MARCIA ASSERVITA ALL'ARBITRIO DI POCHI MAGISTRATI ROSSI.

Ritratto di gianpaolo.barsi

gianpaolo.barsi

Lun, 06/01/2014 - 01:58

Alfano, Cancellieri, Napolitano: un bel silenzio. Un bel tacer non fu mai scritto.

daniloemme

Lun, 06/01/2014 - 04:41

anche perche'solo i compagni vedono il presunto reato da parte dei poliziotti, qualcuno ben informato qua dentro( quelli del pd intendo) , sa se percaso coloro che furono arrestati dopo aver distrutto la citta"ha mai pagato un euro a mo'di riscarcimento?.

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Lun, 06/01/2014 - 09:36

luigipiso: Risposta del solito comunista a corto di argomenti.

Ritratto di onollov35

onollov35

Lun, 06/01/2014 - 09:54

Carissi Uomini in divisa, la vita è sacra e voi la mettete sempre in pericolo mentre il Magistrato di turno mai. Riflettete.

mariolino50

Lun, 06/01/2014 - 11:14

daniloemme Ma quale distruzione della città, distrutta è stata l'Aquila dal terremoto, non facciamo facciamo tragedie greche per quattro sassate, i black block non furono bloccati dalle varie polizie, ma lasciati "lavorare", il sospetto che facessero comodo è forte, poi furono invece malmenati i manifestanti pacifici e lo schifo dell'irruzione alla scuola, in altri paesi dove pure la polizia picchia duro almeno ahnno la matricola sulla divisa o sul casco, i poliziotti di New York hanno il numero sul berretto, facciamolo anche qui, perchè chi dimostra deve essere riconoscibile e loro no. Da altre parti la polizia in ordine pubblico non ha armi letali a disposizione, magari arrivano a cavallo con manganelli lunghi un metro come in GB.

Totonno58

Lun, 06/01/2014 - 12:31

daniloemme: i risarcimenti sono stati pagati eccome.. e i famigerati black block hanno avuto le loro giuste condanne...chi ancora oggi ha fegato (e ce ne vuole) per difendere questi balordi, per fortuna non più ai vertici della polizia, evidentemente vorrebbero pagare i danni ai ragazzi inermi della Diaz con i soldi propri, coprendo quella vergogna nazionale...se Lei ci tiene, faccia pure, fa parte delle Sue libertà...a me interessa solo che chi ha coperto di vergogna la nostra Polizia abbia quello che si è meritato!

ROBERTSPIERRE

Lun, 06/01/2014 - 14:24

per FER 44: un servitore dello Stato ha obblighi magiori dei semplici cittadini. Se un vigile le fa la multa stilando un verbale falso che lei non può "smontare" credo che le darebbe fastidio. Fare dei verbali falsi, che costituiscono prova fino a querela di falso (una cosa difficilissima da dimostrare, mi creda), è uno dei reati più gravi - più della concussione e della corruzione, secondo me. Specie se con detti verbali si può cagionare una condanna ingiusta verso qualcuno od ugualmente si voglia nascondere un proprio reato. Quando si rimane vittima di un tale abuso, anche un cittadino normale come lei - ne sono certo integro e osservante delle leggi e rispettoso delle istituzione - vacillerebbe parecchio... Riguardo al fatto che nello stesso Tribunale siano state adoperate due pesi e due misure (riguardo al killer col permesso premio), credo che l'errore è stato talmente chiaro e marchiano che chi ha sbagliato debba pagare stroncandogli la carriera.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 06/01/2014 - 14:30

Egregio Sallusti, mi permetto di fare notare che la prima vera domanda da porsi è come sia possibile che questa magistratura possa impiegare 13 anni per arrivare a emettere sentenze contrastate, interpretative e raffazzonate come questa. C'erano migliaia di manifestanti violenti e organizzati come un vero e proprio esercito eversivo, hanno inflitto gravissimi danni a un'intera città. Molti di loro hanno concordato una ridda di falsità in merito al trattamento delle forze dell'ordine per manipolare l'opinione pubblica; eppure la stragrande maggioranza dei fermati-arrestati (centinaia) è stata velocemente rilasciata grazie ai soliti prodi magistrati "di lotta" e alla fine, dei 24 (?!?) rinviati a giudizio solo 10 sono stati condannati. E per questi "poveri compagni che sbagliano" (si d'accordo c'erano sicuramente anche degli anarchici, ma anche questi sono guardati con benevolenza dai "cugini rossi") l'Unione, al governo nel 2007, ha portato in commissione alla Camera una proposta di Legge (LEGGE!) per l'istituzione di una commissione parlamentare d'inchiesta per i fatti di Genova del 2001, unicamente finalizzata ad indagare sull'operato delle forze dell'ordine senza prendere in considerazione quello dei manifestanti (ovviamente). La proposta fu respinta (22 voti a favore e 22 contrari) con somma rabbia di Prodi e dei compagni. Siamo in uno stato da socialismo reale dove la logica sequenza dei fatti viene stravolta e assoggettata all'ideologia politica e agli interessi dell'apparat. Una massa enorme di eversivi violenti sono calati a Genova e in modo organizzato e criminale hanno messo a ferro e fuoco una città, compiuto mille devastazioni, provocato e colpito le forze dell'ordine che OBBLIGATORIAMENTE devono difendere i cittadini per bene, le loro proprietà, le autorità internazionali riunite... e se stessi! O qualcuno pensa davvero che se questi indecenti rifiuti umani si fossero limitati a manifestare pacificamente (nelle zone permesse e previa autorizzazione a farlo) le forze di polizia li avrebbero caricati (o anche solo "sfiorati") ugualmente? Le nostre forze dell'ordine rischiano la pelle ogni giorno a causa di fatti criminali, mafiosi, di "pazzia" della gente o anche solo per incidenti stradali e hanno centinaia di "morti veri" nella loro storia. Vengono infangati, offesi, irrisi ogni giorno per strada, dentro e fuori gli stadi, sui media, nel web... ma per la gente comune tutto questo passa inosservato come una sorta di obbligatorio e normale "conto da pagare". I tagli alla sicurezza si susseguono da anni... con solo quello che si sono fregati Penati, Lusi e i partiti si potrebbe avere un poliziotto ad ogni angolo di strada e potrebbero lasciare le auto di servizio accese anche di notte. Siamo una Nazione in saldo caro Sallusti; siamo uno Stato barzelletta che non ha più dignità, onore, giustizia, ma che soprattutto non ha più né la minima logica né il minimo pudore. Le forze dell'ordine sognate a sinistra sono quelle che girano disarmate, che devono dire cento volte "altolà, chi va là", che devono sparare solo in aria e, in caso di mancata interruzione dell'atto violento, stendersi a terra - chiudere gli occhi - gridare "scusa, scusa, scusa" mentre si fanno diligentemente e democraticamente massacrare. E' più o meno ciò che il molok rosso pretende anche da tutti noi dal dopoguerra, ma oggi siamo arrivati all'indegno limite dei limiti. Provare a rialzarsi e smettere di porre l'altra guancia, le parti basse e il portafoglio, no eh? Provare a chiamare e trattare questa massa di indegni per quello che sono e fanno, no eh? Siamo veramente diventati un Popolo senza più nessuna spina dorsale o valore e ciò che stiamo passando e la fine che ci sta seppellendo ce lo meritiamo tutti.

Totonno58

Lun, 06/01/2014 - 14:34

gianpaolo.barsi..è bene che si faccia silenzio, dopo la vergogna che abbiamo provato come italiani di fronte al mondo, a causa di questi dirigenti di polizia..che, grazie a Dio, oggi sono degli ex...

Totonno58

Lun, 06/01/2014 - 14:43

ilsaturato...complimenti, bel lavoro di fantasia...le dò un consiglio: guardi la scena reale del film "Diaz" (solo quella perchè il resto è troppo violento e di parte)...è da brividi, si vede, ripresa dal vero, dai ragazzi che pensavano, poveracci, di stare nella scuola solo per dormire...qualndo quelle bestie di poliziotti stavano sfondando tutto, pieni degli ordini di quei mentecatti di dirigenti (e magari pieni anche di altre sostanze), i ragazzi dalle finestre gridano, con telefonini e telecamere tra le mani, "Fermatevi, il mondo vi sta guardando...e vi guarderà per anni!"...loro niente, perchè si sentivano coperti e, tutt'al più, avrebebro pagato, GIUSTAMENTE, i mandanti...?!?E sappia che, se ci sono voluti tanti anni per avere un minimo di giustizia, è stato per le coperture, le prove false...e con tutti i problemi che abbiamo, dovremmo preoccuparci di questa gentaglia, dopo che ci ha coperto di vergogna di fronte al mondo?!?

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 06/01/2014 - 15:39

Eh si Totonno58, sono sicuro che anche nella massa rossa che ha instaurato la dittatura staliniana c'era qualche "poveraccio" convinto di non stare facendo niente di male. Peccato che alla fine si siano resi complici di chi ha attuato ogni tipo di indicibile "violenza rivoluzionaria" condita di deportazioni, purghe e annullamento di ogni libertà individuale e della democrazia. E' la stessa strategia applicata dai terroristi eversivi di al-qaeda in SIria: colpiscono coi gas tossici la loro stessa gente e lasciano i "poveracci" anti Stato a gridare contro il governo legittimo. I "poveracci" che menziona lei sono stati niente altro che fantocci in mano a chi ha organizzato e attuato la guerriglia urbana di Genova e il bello è che, come lei, sono tuttora convinti che tutte le forze dell'ordine siano composte da brutti e cattivi e che invece dalla parte dei "pacifici dimostranti" siano tutti santi e pacifici. In tutte le persone c'è un livello di sopportazione che, se oltrepassato, può portare alla perdita di controllo... e gli agenti sono uomini come tutti gli altri e anche se sono addestrati ad innalzare quel limite, il limite esiste comunque. Ripeto, è davvero convinto che ogni possibile reazione degli agenti sarebbe avvenuta comunque se prima non ci fosse stato un pianificato, proditorio, violento e continuato attacco dei suoi "poveracci" contro di essi, un'intera città nel caos con danni immani alla proprietà privata di un sacco di gente a cui legittimamente non fregava niente né della manifestazione né del G8? In un clima di assedio continuo può capitare che qualcuno delle forze dell'ordine perda il controllo, cosa che non succederebbe (e infatti non succede praticamente mai) se l'assedio si interrompesse. Chiunque, poi, abbia davvero sbagliato deve essere punito, ma è un dato di fatto che per gente come lei, le forze dell'ordine sono sempre e soltanto da condannare a priori, offendere, denigrare, infangare e colpire. Io da parte mia li ringrazio ogni giorno per tutto quello che riescono (sempre meno, grazie alle politiche dei suoi ispiratori) a fare per proteggere tutti noi da ogni forma di crimine e violenza mettendoci la loro stessa pelle per uno stipendio da vergogna.

Totonno58

Lun, 06/01/2014 - 16:14

ILSATURATO,mi dà troppa importanza, davvero non merito di essere analizzato a tal punto (tra l'altro dicendo un'enormità di sciocchezze)...la verità è molto più banale...non c'è bisogno di fare della psicologia spicciola per rendersi conto che a Lei dà fastidio il fatto che uno descriva semplicemente la realtà, in tutta modestia, perchè questo urta il Suo voler credere nelle favole...continui pure, nessuno Le toglierà questo godimento!

Ritratto di onollov35

onollov35

Lun, 06/01/2014 - 17:46

Per l'egregio Totonno58. Secondo voi sarebbe meglio che i ragazzi in divisa non intevenissero in modo, che si possano mettere a soqquadro le città vero?

Totonno58

Lun, 06/01/2014 - 21:27

Omollov35...Secondo noi...chi?!?Non si è accorto in questi 13 anni che è stato smascherato il giochino di confondere i famigerati black block con gli inermi che dormivano nella Diaz?!?...non fa nulla, l'importante è che se ne sia accorto il resto del mondo e vado ad elencare:la stampa estera e poi quella italiana, gli inquirenti che hanno scoperto quasi tutti i colpevoli (il n.1 è meglio lasciarlo perdere, Scajola, ha già troppe pendenze), la magistratura che li ha puniti, alcuni superiori (vedi Manganelli che ha chiesto scusa e quell'altro commissario che ha parlato di macelleria messicana)ed alcuni poliziotti che, graziati dall'indulto, confessando hanno pianto e vomitato raccontando quello che avevano fatto...soddisfatto, amico?potrei continuare...ma direi che possiamo chiuderla qui... perfino Sallusti, nella sua patetica protervia, ha cambiato argomento...

mariolino50

Mar, 07/01/2014 - 20:39

ilsaturato Ma lei conosce personalmente o ha parenti nelle cosidette forze dell'ordine, io si, amici un tempo e parenti ora, se li sentisse parlare fuori dai denti cambierebbe sicuramente idea, mi hanno spiegato bene come funziona, ed è l'esatto contrario, mai sentito parlare di provocazioni artificiali, o di armi non di ordinanza, molti di quelli che vanno a fare il cosidetto ordine pubblico ci si divertono anche, tanto che il mio amico poliziotto aveva paura anche lui dei suoi colleghi della celere, che facevano le tacche sul manganello per ogni testa rotta. Il capolavaro di Kubrick ARancia Meccanica rende bene l'idea, se ti piace fare certe cose, meglio farlo al riparo della legge, e al di sopra di essa.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mer, 08/01/2014 - 21:16

x mariolino50. Diversi componenti della mia famiglia sono o sono stati nelle forze dell'ordine e ho almeno una dozzina di veri amici tra loro... ma nemmeno uno si avvicina nemmeno lontanamente al "celerino tipo" che ha in mente lei e i suoi "compagni" grazie all'inprinting ben fatto che vi hanno impacchettato nel contenitore che avete sopra le spalle, specialmente dal "glorioso '68". Ed è proprio l'ammirazione/gratitudine che meritano loro e tutte le forze di polizia (assieme a quello che avviene sotto gli occhi di tutti da decenni) una delle ragioni per cui ho scritto ciò che ho scritto. La prego, vada a fare la solita contro-informazione rossa da vecchia Pravda da qualche altra parte e, visto che c'è, si porti dietro anche gli altri "diversamente traditori dell'Italia" e "ghettizzatori ideologici" che ogni giorno vengono qui, sull'unico quotidiano (assieme a Libero, sorry!) non asservito al cancro rosso, a blaterare le indecenze di un'ideologia che (almeno tra gli Italiani che non hanno ancora buttato il cervello all'ammasso) non aveva e, a maggior ragione oggi, non ha gli argomenti per incantare nessuno... basta guardare il costante fallimento storico, economico e sociale che la marchia con l'infamia e l'indecenza che merita.