Quel concorso sospetto fa tremare la sindachessa

Prima solo voci da bar. Poi le malelingue si sono moltiplicate al punto da spingere il Pd locale a chiedere chiarimenti all'amministrazione retta dal sindaco di centrodestra Maria Elisabetta Tanari. Colpa di un concorso bandito dal Comune di Gaggio Montano (Bologna) per un posto da istruttore amministrativo contabile, incarico part time a tempo indeterminato da 16.500 euro l'anno. Concorso già deciso a tavolino, secondo le malelingue, con una vincitrice annunciata: una ragazza che ha già ricoperto l'incarico a tempo determinato. Il suo nome l'ha messo nero su bianco un cittadino in una lettera inviata al Comune, alla Procura e ai carabinieri. E ora?