Quel fascio-comunista che agita la sinistra

L'onda lunga della vittoria di Ignazio Marino a sindaco di Roma ha creato uno tsunami politico, non solo a livello di Roma Capitale, ma soprattutto su base municipale. Tutti e quindici i municipi sono oggi nelle mani del centrosinistra, incluso quel XV municipio, che da sempre era feudo del centrodestra. In questa rivoluzione ci sono stati anche diversi cambi di casacca, il più eclatante dei quali, come riporta il sito formiche.net, è stato quello dell'ex presidente di assemblea municipale Simone Ariola (ex Fli e prima ancora Pdl, e prima ancora An e prima ancora Msi), salito all'ultimo minuto sul carro della lista Alfio Marchini ed oggi assessore al commercio del XV municipio nella giunta di Daniele Torquati, candidato presidente del centrosinistra e uomo di riferimento del Pd a Cesano. Praticamente un volo carpiato (in chiave politica) nella piscina del XV municipio dove l'ormai «fascio-comunista» Ariola pare sguazzare allegramente. Sbeffeggiato in modo molto duro dai suoi avversari, in questi giorni sono apparsi per le strade del XV municipio diversi manifesti anonimi (nella foto) che rappresentano tutti i salti politici fatti negli ultimi anni da Ariola, fino a quello, a sorpresa, nel centrosinistra di Torquati. E ora c'è chi chiede addirittura che «l'ex fascio, se ha il coraggio, prenda anche la tessera del Pd». Tanto ormai...

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 30/07/2013 - 11:15

Riprovo. Non so del "Buonanno" leghista, a me ignoto. Quanto alla Boldrini mi pare ogni giorno più inadatta al ruolo che immeritatamente riveste. Comunque l'hanno eletta e se la tengano: mi auguro solo che RAI non persista ad inondarci con le sue insopportabili "uscite". Che tristezza ….