Quel muro di omertà sui tre miliardi evasi

Nessuno parla della denuncia del manager Liguori: scattano solo querele e intimidazioniIl caso I soldi intascati da Beppe

Lello Liguori aveva parlato tre anni fa. Aveva raccontato al critico musicale del Secolo XIX - lui che è stato l'inventore del «Covo» di Santa Margherita Ligure e ha portato in Italia le più famose stelle mondiali di musica, cinema e televisione - che Beppe Grillo si faceva pagare in nero oltre l'80 per cento del cachet. Allora non aveva sollevato nessuna reazione, niente minacce di querele, niente smentite.
Ora le parole dell'impresario che per la prima volta fece salire Grillo su un palcoscenico sono state ripubblicate dal Giornale di sabato e confermate da un'intervista-memoriale domenica. A quasi 80 anni Liguori conserva ricordi lucidi: le date, i luoghi, le somme, i testimoni. Mai avrebbe immaginato che le sue dichiarazioni prese per buone nel 2011 sarebbero diventate oggi il pretesto per una guerra di querele e motivo di aggressioni fisiche, segno dell'intolleranza che prevale in certe frange del movimento Cinque stelle.
Se quanto sostiene Liguori fosse falso, Grillo avrebbe dovuto smentire il Secolo XIX a suo tempo. Invece tacque. Non si azzardò nemmeno a negare l'ammontare del cachet: 70 milioni di lire a serata. A metà degli Anni 80 - questo è il periodo in cui Liguori ospitava Grillo nei locali - lo stipendio medio di un operaio non si avvicinava lontanamente al milione di lire. Con quello che il comico incassava in una sola serata ci si comprava una casa.
Oggi invece Grillo reagisce con violenza. Scrive sul suo blog che l'impresario sarebbe «coinvolto, con inquietante continuità, in inchieste giudiziarie per droga e criminalità organizzata» e conclude «ci vediamo in tribunale». Anche i suoi manager, Vincenzo e Aldo Marangoni, annunciano querele dopo aver taciuto per tre anni: «Avendo seguito in prima persona tutta la carriera artistica di Beppe Grillo, siamo certi che i fatti riferiti dal sig. Liguori sono privi di ogni fondamento. Ci riserviamo ogni azione legale».
Parallelamente, una nuova pesante cappa di mutismo è calata per la seconda volta sulle rivelazioni di Liguori. Una congiura del silenzio ha circondato lo scandalo dei denari in nero pretesi e incassati dal comico. Tv e giornali, compresi quelli che vivono dei guai giudiziari altrui, hanno fatto a gara per ignorare le imbarazzanti vicissitudini delle finanze grilline.
Al silenzio si sono aggiunte le intimidazioni. Sabato Lello Liguori è stato bersagliato da decine di strane telefonate di persone che facevano squillare l'apparecchio e riattaccavano appena alzata la cornetta. Domenica mattina l'impresario è stato aggredito per la strada da un militante pentastellato. Si è barricato in casa facendo staccare il citofono. Ieri pomeriggio si è recato dai suoi legali per valutare la possibilità di querelare a sua volta il leader del M5S: l'impresario ha subìto processi ma mai è stato indagato per droga.
Nei comizi, nelle piazze, sul web la campagna contro l'evasione fiscale è un cavallo di battaglia del M5S. Ma Liguori non ha dubbi: Grillo è uno che predica bene e razzola male. «Detesto Grillo - dichiarò al Secolo XIX - perché va in giro a fare il politico, a sputtanare tutti quanti, ma quando veniva da me, carte alla mano, si faceva dare 70 milioni, dieci in assegno e sessanta in nero. Ho i testimoni».
Con il Giornale Liguori ha rincarato la dose. «Grillo avrà preso 2-3 miliardi di lire in nero. I patti erano quelli, 10 milioni in assegni e 60 in contanti a serata. Quasi tutti gli artisti pigliano una parte in nero, almeno il 30 per cento. Però solo Grillo così sfacciatamente li pigliava quasi tutti in nero».

Commenti

bezzecca

Mar, 20/05/2014 - 08:23

Uno le denunce deve farle davanti ad un magistrato , non davanti ai giornali .

edo1969

Mar, 20/05/2014 - 08:26

Liguori chi??

edo1969

Mar, 20/05/2014 - 08:35

Ma vi rendete conto almeno che a chi sceglierá di votare M5S di queste stupidaggini fangose non gliene frega niente? «ci vediamo in tribunale» è la risposta giusta: le condanne non le fanno i gironali specie se intossicati di malafede... Perchè non parlate di cose serie? ZOMBIIIEE

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 20/05/2014 - 08:39

Chi ha incrociato Grillo per motivi di lavoro,la pensa come Liguori.

francesco de gaetano

Mar, 20/05/2014 - 09:06

Aspetto che la magistratura, dopo queste rivelazioni,intervenga sul caso Grillo per verificare la veridicità dei fatti.Che la stampa italiana, con qualche eccezione,non abbia dato molto spazio alle dichiarazioni di Liguori dimostra quanto è condizionata da una eventuale vittoria del M5S e tenersi caro il loro capo significa continuare a lavorare a servizio.Per loro questa è libertà di stampa.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mar, 20/05/2014 - 09:21

Attaccate pure Grillo e cospargetelo di fango. Lui è il parafulmine del movimento ma sappiate che noi non votiamo Beppe Grillo ma i candidati del M5S .....contro di loro non avete nessun potere.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 20/05/2014 - 09:35

Due - tre miliardi. Li ha pagati lui, non dovrebbe essere difficile dimostrare che Grillo è un evasore della peggior specie no? Ma perché ce lo viene a raccontare qui sul Giornale e non lo fa davanti ad un Magistrato. Tra voi bananas non c'è qualche avvocato che sarebbe disposto a supportarlo? Fatti per cortesia che di cazzate ne abbiamo sentite allo sfinimento. Vada a denunciare Grillo davanti ad un Magistrato!

gustavodatri@vi...

Mar, 20/05/2014 - 09:53

E la magistratura cosa fa, niente.

Beaufou

Mar, 20/05/2014 - 09:54

Bella Italia. Il più sano ha la rogna, come si suol dire. Di quelli che concionano in televisione, si può fare un mazzo e gassificarli seduta stante, non si sbaglia mai. Non mi si dica che faccio d'ogni erba un fascio: lo so. Ma è un fatto che in Italia chi calca le scene della politica lo fa per farsi i fattacci suoi, altro che senso civico...

KARLO-VE

Mar, 20/05/2014 - 10:16

Anche tempo fa Grillo venne accusato dai soliti giornaletti di partito di aver preso soldi in nero a spettacoli al festival dell'unità, salvo poi doversi scusare ad ammettere con ricevute alla mano che non era vero, adesso si vorrebbe fare un nuovo scandalo a pochi giorni dalle elezioni

pittariso

Mar, 20/05/2014 - 10:22

Da visura catastale Grillo risulta nullatente!strano.

Paul Vara

Mar, 20/05/2014 - 10:26

Chissà perchè non è andato a denunciare il fatto all'epoca...

xgerico

Mar, 20/05/2014 - 11:11

Processo dei casino' : tredici condanne ----------------------------------------------------------------- Processo dei casino' : tredici condanne Dopo aver annullato 2 volte i verdetti della corte d' Appello di Milano, la Cassazione ha convalidato le condanne (da uno, a sette anni e 6 mesi) a 13 imputati - tra i quali amministratori locali e imprenditori, come Lello Liguori, del Covo di Nord Est di S. Margherita Ligure - che 16 anni fa tentarono di ottenere, illecitamente, la gestione del casino' di San Remo e il controllo di Campione e S. Vincent.

Rossana Rossi

Mar, 20/05/2014 - 11:47

Certo che ci vuole la faccia di c..o dei sinistronzi che scrivono qui per poter difendere ancora grillo. Il problema non è Liguori, ma sarebbe accertarsi dell'evasione fiscale del suddetto figuro visto che vi siete dati tanto da fare per appioppare colpe improvate a Berlusconi. Come mai le solite prefiche non scattano a gracchiare? Lo capisce anche un cretino che LA LEGGE NON E' UGUALE PER TUTTI...........

T.J

Mar, 20/05/2014 - 11:49

Ormai abbiamo capito che il m5 sarà primo alle europee, tra arresti a dx e a sx non è che potrà essere diversamente. Certo che l'esisto delle europee vedranno veramente il M5 in testa (o quasi), l'italicum non lo vedremo mai.

supertop

Mar, 20/05/2014 - 12:05

Ma smettetela di scrivere cazzate, la gente è stufa di vedere il vecchio metodo di spargere fango sotto le elezioni,siete solo dei giornalai,cambiate mestire e andate a vendere con la bancarella prodotti nostrani, così siamo sicuri che vendete un prodotto sano e reale.

eddiemund

Mar, 20/05/2014 - 12:10

Ma dai Grillo è un duro e puro, non metterebbe mai in tasca l'80% del suo "cachet in nero"...., ma non scherziamo con il comico lui non la farebbe mai... una ruberia del genere, ma cosa dite??? Ahh.... ahh... anche Grillo preso con le mani nella "marmellata"; non ci venga a far prediche proprio lui. Il testimone che cita il fatto il suo impresario non credo che si sia inventato tutto, anche Grillo: beccato a fare il furbetto, ma se glielo dici si incaxxxa. Ci credo anche lui, chissà quante volte non ha denunciato dei compensi, ma lui nega; il bello che sta facendo paternali a tutti su onestà di qua onestà di la; ma ci faccia il piacere, signor comico.

agosvac

Mar, 20/05/2014 - 12:19

In tutto questo baillame chi tace è l'agenzia delle entrate.hanno perseguito pavarotti, valentino Rossi, anche Fisichella e tanti altri, perchè non aprono una bella inchiesta su grillo??? In fondo la Guardia di Finanza ci starebbe poco e niente ad appurare se grillo è stato pagato in nero oppure no!!!Basterebbe fare un cotrollo accurato sulle sue entrate e sulle sue uscite. Se ha guadagnato "X" ma ha speso molto più di "X" allora è un evasore. Mica ci vuole molto!!!!!!

agosvac

Mar, 20/05/2014 - 12:24

Egregio goldglimmer, mi sbaglio oppure lei ha una specie di foto di hitler a fianco al suo nickname??? Evidentemente lei apprezza il nazismo fuori le righe di grillo!!!!!

agosvac

Mar, 20/05/2014 - 12:28

Egregio xgerico, e questo che c'entra con l'eventuale evasione fiscale di grillo?????

agosvac

Mar, 20/05/2014 - 12:31

Egregio paul vara, all'epoca grillo era un artista come tanti altri, non era un politico che tuona contro la disonestà "altrui"!!!

Raoul Pontalti

Mar, 20/05/2014 - 12:37

Nessuno ne parla? ne parlo io se oggi mi pubblicate il commento sulla materia (tre commnenti segati nei giorni scorsi di cui uno in risposta a xgerico e dintorni). Er sor Lello ha, come tutti gli anziani, la memoria selettiva con riguardo il passato remoto, si ricorda infatti puntualmente di presunti reati caduti in prescrizione (anche per lui) e afferma che le prove in forma di ricevute sui compensi le avrebbe l'ex agente di Beppe, il quale agente sarebbe anche testimone...Io per divertirmi potrei dire di aver visto quarant'anni fa Beppe mentre commetteva sodomia con animali, vilipendio di cadavere e adulterazione del latte...E affermare anche di avere le prove...

peppe1944

Mar, 20/05/2014 - 12:40

Questi attacchi meschini e puerili sono molto utili per il MoVimento 5 Stelle. Ci portano un sacco di voti e un po' di soldini dalle varie querele ... Forza forza giornalistelli miei avanti cosi che andate bene... SI andate bene per noi... hahahahahahah

xgerico

Mar, 20/05/2014 - 13:03

Lello liguori il cognato di Michele Zaza!

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mar, 20/05/2014 - 14:13

agosvac ...... forse tu non hai visto bene la foto del mio nick ....prova ad ingrandirla e vedrai di chi si tratta

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 20/05/2014 - 14:32

Il nervosismo serpeggia tra le file grilline.....L'anima pura e bella che si fa pagare in nero....no, non è un'anima bella è un sepolcro imbiancato.... oppure è come il Trota.

gedeone@libero.it

Mar, 20/05/2014 - 15:55

Grillo è un milionario (in euro), un furbo di tre cotte, nonché, da buon genovese, un tirchione. Ci tiene eccome alle "palanche", e più ne ha e più vorrebbe raggranellarne. Il racconto di questo Liguori, non smentito nel 2011, può essere veritiero.

Leo Vadala

Mar, 20/05/2014 - 19:58

Ma, pagare in nero non e' un reato?