Quelle finte "scelte di vita" solo per intascare milioni

Altro che spirito di indipendenza: da Floris a Prandelli chi cambia casacca non vuole ammettere di farlo per soldi. E la Ferilli santifica il "martire" di Raitre

I l caso è grave ma non è serio. Flaiano non immaginava che si sarebbe aperto dibattito sul trasloco di un giornalista, conduttore di Ballarò, da Rai a La7. Dopo vent'anni di onorata carriera Floris, che è anche il nome di una storica ditta londinese di profumi e articoli da bagno, Floris Giovanni sta affliggendo le anime già tormentate della sinistra. Entra in campo anche Ferilli Sabrina, ha concesso parole e pensieri a Il Fatto quotidiano, censurando la scelta della Rai che ne ha fatto una questione di denaro, vilissimo denaro, non tenendo conto, invece, della qualità, della libertà di pensiero, di parola e di azione del suddetto conduttore che non è uno scendiletto ed ha la schiena diritta.
Interpretando Ramona, ne La Grande Bellezza, la Ferilli Sabrina dice a Servillo-Jep Gambardella, riferendosi a una bambina artista di pittura e pitture: «Ma quella ragazzina, hai visto, piangeva?».
Jep: «Ma che piangeva, che stai dicendo, quella ragazzina guadagna milioni!».
Segnalo il passaggio della sceneggiatura come memoria utile alla pasionaria che ha avuto, tra i suoi amori, anche Cattaneo Flavio, ex direttore generale della Rai con salario non certo minimo però garantito.
Ma si deve andare oltre, l'affare Floris scalda il popolo delle anime pure e dure, non è un editto ma ecco un'altra vittima del sistema antidemocratico, della censura del capo del governo, cambiando il cognome del titolare del ministero il prodotto sarebbe uguale, perfido, cinico, totalitario.
Per la Ferilli e la sua orchestra, dunque, Floris non se ne è andato per denaro ma per non sporcarsi le mani, e il resto, con le idee maligne del suo datore di lavoro, la Rai Radiotelevisione Italiana. In minuti due il Floris disoccupato ha comunque trovato un nuovo posto, in cambio dell'assoluta indipendenza ma, dettaglio non marginale, di un contratto super che gli permetterà davvero di dire «ballarò, ballarò».
Una cosa analoga ha fatto Prandelli Cesare, commissario tecnico della nazionale azzurra di football, il quale Prandelli, reduce dal flop brasilero (come gli ascolti del suddetto conduttore), ha salutato l'ente di Stato, la Federcalcio e, dopo aver risistemato la valigia, è partito per Istanbul, per allenare il Galatasaray, con salario triplicato, cifra che gli consentirà di comprare molti codici etici.
Sono queste le vere scelte di vita, o di giro vita, sono queste le grandi decisioni che confermano lo spirito di indipendenza e di libertà dei lavoratori italiani dell'arte, dello spettacolo, dello sport, del giornalismo, del Paese tutto.
Floris è l'ultimo dei martiri, il suo ghigno è stato smorzato dai diktat della Rai, Cairo Urbano, padrone di La7, gli garantisce quello che Gubitosi non può più: mica i soldi, quelli sono sterco del diavolo, ma no, l'indipendenza, come per tutti gli altri finalmente liberi cittadini del canale, Gruber, Mentana, Paragone, Sottile, mentre non è da dimenticare lo strano caso di Lerner che lasciò l'emittente con l'arrivo del Cairo medesimo, dicendo di non volere invecchiare davanti alle telecamere. Come spin doctor della Boldrini è ringiovanito.
Lo sfogo, nel senso buono, della Ferilli e la sua denuncia, preoccupata e preoccupante, si sviluppa con questi concetti: «...la nomenclatura è irresponsabile e mediocre, segno di questo tempo buffo e un po' pericoloso... noi italiani abbiamo un'etica fragile... a volte ho il terrore che ci incamminiamo verso il nulla... potiamo, tagliamo, rottamiamo, seppelliamo come per segnare il punto, contribuire a innalzare il nuovo totem, largo al nuovo: e che cacchio è questo nuovo?...».
Il cacchio dovrebbe essere La7, nuova isola di approdo per i naufraghi, scaricati da astuti scafisti, in arte procuratori accolti dalla generosità del presidente del Torino calcio che, per soldi, perde però i suoi giocatori migliori, sempre per una scelta di vita, per un progetto.
La Rai madre è ormai matrigna. In verità si cambia per denaro, da un canale all'altro, da una squadra all'altra. Il resto sono balle alle quali possono credere quelli seduti sul sofà. Non Floris ma opere di bene.

Commenti

elgar

Dom, 06/07/2014 - 08:40

Ah non se n'è andato per i soldi. Se n'è andato per l'indipendenza. Ha ragione. In RAI non lo lasciavano lavorare come voleva. E soffriva. Gli si leggeva in faccia. Peccato che lo abbia fatto dopo dodici anni. Poteva farlo prima.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 06/07/2014 - 10:12

Per quanto mi riguarda LA7 non trarrà alcun vantaggio dall' "acquisto" Floris ... ma chi è costui?

MEFEL68

Dom, 06/07/2014 - 15:16

Strano che tutti quei partiti che non dormivano la notte perchè preoccupati per coloro che non arrivavano alla quarta settimana, ora dormono sonni tranquilli per questi giri di valzer di milioni. Quando i milioni girano nel loro ambiente, si dimenticano anche della ridistribuzione della ricchezza.

Gioa

Dom, 06/07/2014 - 16:16

CANTAVA BAGLIONI NEGLI ANNI 80..."e le si leggeva in faccia che soffriva"....CON QUEL PORTAFOGLIO PINEO....TANTO PIENO AL PUNTO CHE...SI VEDEVANO SCORRERE MILIONI DI EURO... POVERINO COME MI DISCIACE CHE SEI ALLL'ASCIUTTO... FORZA ITALIA NUOVA PER NON VEDERE PIU' QUESTE "SCENE"...

Gioa

Dom, 06/07/2014 - 16:19

questi EX rai cambiano TV..incassano MILIONI DI EURO...e finisco per dichiararsi al solito SANTI IN TERRA.....FLORIS LASCI TUTTO ANCHE TU....ANCHE A TE NELLA POSIZIONE ORIZZONTALE TI BASTANO 2MQ....4MILIONI DI EURO DI AVANZANO...LI LASCERAI AI POSTERI..(CONTENTI LORO)... FORZA ITALIA NUOVA PER NON VEDERE PIU' QUESTE "SCENE"...

ghorio

Dom, 06/07/2014 - 16:29

Giovanni Floris per il vero è stato santificato dalla carta stampata, con il solito, molto autelesionismo. Tutti quotidiani più importanti hanno messo la notizia in prima pagina, ma , negli annali del giornalismo, di Giovanni Floris magari ci sarà nome e cognome.

ghorio

Dom, 06/07/2014 - 16:29

Giovanni Floris per il vero è stato santificato dalla carta stampata, con il solito, molto autelesionismo. Tutti quotidiani più importanti hanno messo la notizia in prima pagina, ma , negli annali del giornalismo, di Giovanni Floris magari ci sarà nome e cognome.

Massimo25

Dom, 06/07/2014 - 16:36

Caro Dr.Damascelli,lei tocca un tema,non mi fraintenda,talmente banale che rasenta il ridicolo,ma vero. Ci si vuole sempre fare bere la solita storia della faccia pulita,della coscienza a posto,della professionalità,ma chi ci crede più a queste menate.Prandelli ha fallito in utto é stato uno dei peggiori CT che la nazionale ha avuto,incapace di scelte tecniche precise e chiare,incapace di dare un gioco a una squadra squiternata come l'armata brancaleone...un bidone insomma come ce ne sono tantissimi.E venuto in TV a raccontare la favola dei sette nani.....che lui é pulito e paga le tasse,che non é un politico...ma cosa c'entra tutto questo con il suo lavoro.Lui ha fallito in tutto e questo doveva dire..Il fatto che poi abbia scelto il "vil"denaro....poi mostra tutto.... Floris poi meglio lasciare stare.... Cari signori iil denaro e denaro e quando é tanto non c'é ragione,moglie,famiglia,rispetto..e chi più ne ha più ne metta..dunque non sparino cazzate..sono andati dove li pagano meglio e questo a tutto.Il resto solo menate!!!

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 06/07/2014 - 16:40

Perchè voi giornalisti queste cose non le fate ?

paolonardi

Dom, 06/07/2014 - 16:42

Le anime belle della sinistra fanno la morale agli altri ma per se la ricchezza non e' piu' sterco del diavolo ma diventa subito un prato di olezzanti fiori. Che individui di m.....a.

vince50

Dom, 06/07/2014 - 16:58

Avanti popolo alla ricotta...........

Ritratto di giustor

giustor

Dom, 06/07/2014 - 16:58

Eppure la signora in questione non dovrebbe avere molto tempo a disposizione per spiffererare le solite menate di sinistra. Visto che molto di questo tempo lo passa fra....... un sofà e l'altro!

ENRICO1956

Dom, 06/07/2014 - 16:59

la sinistra radical chic milioni a palate e facce di bronzo!!!

Ritratto di no_malagiustizia

no_malagiustizia

Dom, 06/07/2014 - 17:02

vi ricordate della igienista mentale, showgirl a tempo perso? Mise le mani nella bocca del vostro padrone, e a sua volta lui le mise qualcosa nella sua. Risultato? Consigliera regionale a 14k euro al mese, alla faccia di chi si era fatto un mazzo cosi. Troppo persino per chi ha sempre fatto il mestiere piu antico del mondo, guadagnando pur sempre bene.

roberto.morici

Dom, 06/07/2014 - 17:02

Dopo un mucchio d'anni questo Floris ridens si è accorto subito che la RAI lo censurava ed ha abbandonato, subito, il campo. Quando si dice combattere per l'ideale.

disalvod

Dom, 06/07/2014 - 17:04

I MERCENARI ITALIANI COLPISCONO ANCORA.VORREI SAPERE COME E A CHE TITOLO QUESTI PERSONAGGI,COME TANTISSIMI ANCHE NELLE ISTITUZIONI,,DEBBONO ESSERE PAGATI COSI' TANTO?DA DOVE ESCONO E CHI CACCIA TUTTI QUESTI SOLDI?PERCHE' NON FARE UNA MORATORIA A TUTTI I LIVELLI?MA POI DICI PERCHE' UN DISOCCUPATO,UNO CHE PRENDE UNA MISERA PENSIONE,UNO CHE NON RIESCE AD ARRIVARE A FINE MESE ECC.ECC. LEGGERE O SAPERE QUESTE NOTIZIE NON SI DEVE INCAZZARE.

pbartolini

Dom, 06/07/2014 - 17:06

scusate ma FLORIS chi? quel simpaticone di conduttore RAi che nella sua trasmissione non faceva finire di parlare nessuno....cambiando continuamente direzione e soggetto secondo come piaceva a lui. ma se andasse a@@@@@@....................

giovanni PERINCIOLO

Dom, 06/07/2014 - 17:17

marino.birocco. se gli articoli li leggessi invece di limitarti ai titoli vedresti che a metà articolo include anche i giornalisti tra gli opportunisti!

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Dom, 06/07/2014 - 17:21

Questo è un'articolo scritto da un giornalista che prende pochi soldi. È costretto a scivere aricoli contro persone odiate dal suo datore di lavoro. Se fosse un giornalista bravo prenderebbe più soldi e potrebbe scrivere cose serie ed in libertà.

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Dom, 06/07/2014 - 17:24

CALMA SI TRATTA DI TRE " RES NULLIUS"

restinga84

Dom, 06/07/2014 - 17:53

Io non capisco perche`,il Giornale, si accanisce su Floris e compagni per aver lasciato la RAI, per andare altrove a,intascare molto di piu`,loro dicono.Ma chi se ne frega di questi signoriii!! Il periodo berlusconiano e`passato e, come per tutti, e`arrivato, anche per loro,il periodo di magra.Finiranno come il dio Santoro e il suo delfino Travaglio che,da qualche tempo battono le ali,in attesa di nuove prede per inferire su di esse,perche`,solo questo sono capaci di attuare.

cakecake

Dom, 06/07/2014 - 18:06

Beh Prandelli non mi sembra che abbia scelto......

eloi

Dom, 06/07/2014 - 18:08

IO ASPETTO IL BOTTO FINALE.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 06/07/2014 - 18:15

Quello è solo un lurido schifoso vigliacco!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 06/07/2014 - 18:19

Che altro poteva fare o dire la Ferilli? Lei se non fosse un'icona della sinistra il denaro doveva guadagnarselo solo sulla Salaria, e non di certo col sudore della fronte!!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 06/07/2014 - 18:21

Che altro poteva fare o dire la Ferilli? Lei se non fosse un'icona della sinistra il denaro doveva guadagnarselo solo sulla Salaria, e non di certo col sudore della fronte!!!

dondomenico

Dom, 06/07/2014 - 18:48

Una persona che lavora dalla mattina alla sera è fortunata se il suo stipendio lordo arriva a 30.000 euro all'anno; per guadagnare 3 milioni di euro dovrebbe lavorare 100 anni ma, non per mancanza di buona volontà, non raggiungerà mai questo traguardo. Costui, con soli 3 anni, porta a casa 4 milioni di euro! Ma che mondo è questo? Mi astengo dal dire altro

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 06/07/2014 - 18:58

Figuriamoci se non scendeva in campo la Ferilli, una comunista che per denaro è arrivata a sposarsi persino uno di destra, Flavio Cattaneo. Anche lei, infatti, se non fosse un'icona della sinistra i quattrini poteva guadagnarseli solo sulla Via Salaria, e non di certo col sudore della fronte!!!

dondomenico

Dom, 06/07/2014 - 19:03

Una strada per evitare questi stipendi,che offendono chi lavora veramente, ci sarebbe; NON ACQUISTARE TUTTI I PRODOTTI CHE VENGONO SPONSORIZZATI NEI PROGRAMMI TELEVISIVI, META' DEL PREZZO E' IL COSTO DELLA PUBBLICITA'! Di riffa o di raffa, siamo sempre noi che paghiamo

LoriBadisco

Dom, 06/07/2014 - 19:31

Quando sono triste leggo Il Giornale.it, che è sempre pieno di divertenti articoli dove le cose vengono presentate in maniera sistematicamente rivolta alla tutela dell'Editore e della classe politica di appartenenza. Poco importa si parli di governo, tasse, sport: l'unico imput è denigrare gli "altri" (e lo dico da elettore NON di sinistra). Damascelli, che scrive benissimo, ha fatto un pezzo ovvio, con il solo scopo di lanciare la solita pula negli occhi di lettori forse poco lucidi. La frase spesso sentita negli stadi tipo "(metteteci voi il nome che volete) puttana, l'hai fatto per la grana!" è vecchissima, il guadagno maggiore fa turare il naso ma fa accettare tante cose. Forse che le Olgettine facevano quello che facevano non per denaro o desiderio di visibilitá, ma per solo affetto, simpatia, amore sincero per il simpatico padrone di casa?? Ma per piacere!

@ollel63

Dom, 06/07/2014 - 19:32

questi sono i comunisti: imbecilli con le tasche piene di denari estorti al popolo, compreso il loro popolo di idioti somari (gli asini sono bestie intelligenti).

Ernestinho

Dom, 06/07/2014 - 20:32

E' come per i politici. Scelgono il partito dove c'è convenienza, non per ideologia. Che poi queste persone vengono pagate a fior di milioni (compreso un allenatore mediocre come Prandelli) questa è veramente una indecenza! Uno schiaffo alle persone che soffrono!

gibuizza

Dom, 06/07/2014 - 20:35

Considero Floris un incapace e pertanto ha fatto bene la Rai a lasciarlo perdere. Chi lo considera un grande conduttore se lo prenda e gli dia quello che vuole, come ha fatto La7, l'importante è che se lo paghino loro. Chiaro Ferilli? Se siete bravi prendete una percentuale di quello che incassate e non uno stipendio a priori.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 06/07/2014 - 21:01

Figuriamoci se non scendeva in campo la Ferilli, una comunista che per denaro è arrivata a sposarsi persino uno di destra, Flavio Cattaneo. Anche lei, infatti, se non fosse un'icona della sinistra i quattrini poteva guadagnarseli solo sulla Via Salaria, e non di certo col sudore della fronte!!!

GENIUZZO

Dom, 06/07/2014 - 21:17

QUESTA E' LA SINISTRA! MEDITATE GENTE MEDITATE.ZIG

un_infiltrato

Dom, 06/07/2014 - 21:20

Ma che vergogna. Non se ne può più. Questi figuri e chi li paga offendono la povertà. Mi fanno schifo.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 06/07/2014 - 21:35

Dalle foto mi viene da dire soltanto una cosa:"ride bene chi ride per ultimo"; altro non saprei come commentare questo sfacelo di niente. Shalom

Ritratto di Izdubarino

Izdubarino

Dom, 06/07/2014 - 22:31

Poveri cani a 1000 euri al mese che si stracciano i capelli per questo mezzo busto televisivo avido e ipocrita, in buona compagnia della ferillona che a soldi non se la passerà poi così male. Capisco la difesa d'ufficio della bellona, appartiene alla stessa razza del mezzo busto.

UESSEI

Dom, 06/07/2014 - 23:30

Tanto di cappello alla professionalità, ma mi permetto di dire che per raccontare quello che accade, in italia e nel mondo, più che idee personali, basta saper scrivere in italiano. Ma forse confondo la parola cronista con giornalista. I vignettisti sono tutti impegnati e pertanto, in alternativa, si può ovviare con un bel sonetto, che piaceva tanto ad un certo Gioacchino BELLI,solo per ricordare che idee o non idee, alla fine qualcuno fa da riferimento, o l'editore reale, o l'ideologia surreale. Queste 154 sillabe, hanno il generis come destinatario, ed essendo in qualche modo figliastro di Giano, ognuno lo intenda come vuole. Scriba e conduttore Di te mero scriba | leggo pochino che tuo pensar va | dove vento tira se poi della cricca | sei paladino la tua licenza | nessuno ritira Ciò che racconti | di primo mattino son le menzogne | di chi ci rigira tu per la casta | fai sempre l’inchino se gli metti gogna | vento ti gira Per tutto l’impegno | di conduttore dell’informare | ti fai paladino sputando dov’eri | gran mangiatore La fissazione | del punger di spino che sempre reciti | come l’attore sia qua che di la | ti rende meschino

antiom

Lun, 07/07/2014 - 00:04

Ormai siamo in un epoca in cui uno più è odioso, insulso fino allo schifo totale: è più viene osannata dalla solita sinistra. In questo caso, anche, dalla bella, ma, ahimè, poco intelligente Ferilli. Il signorino per non apparire più fesso del puerile Fazio, e scaltro Santoro, si è fatto due conti ed ha capito che poteva carpire soldi alla rai e ingaggio dalla 7: Et voilà un'altro stronzo è diventato milionario.

Mobius

Lun, 07/07/2014 - 00:09

Beh, e allora? I sinistri non hanno mai detto che uno, potendo, non debba legittimamente arricchire. A condizione, beninteso, che guadagni per mezzo del suo solo operare, senza sfruttare la fatica altrui. Vale a dire: senza creare posti di lavoro.

francoberto

Lun, 07/07/2014 - 00:13

Madre Natura alla Ferilli ha dato un generoso lato B,poi deve essersi fermata...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 07/07/2014 - 00:30

Ci sarebbe da precisare che queste nullità propagandiste della sinistra non cambiano casacca. Indossano sempre quella dell'agit-prop che lavora comunque per chi lo paga meglio. PER METTERE A NUDO LA SUA INSIPIENZA BASTEREBBE CHE TUTTI I POLITICI DI FI DISERTASSERO LE SUE TRASMISSIONI. Sarebbe bello vedere come se la canterebbero solo tra trinariciuti.

beale

Lun, 07/07/2014 - 00:37

si parla del toro e non del torero.utilizzando i social networks si potrebbe provocare il crollo dell'audience di queste stucchevoli chiassate.sarebbe una rivoluzione che spaventerebbe molti.

bluprince

Lun, 07/07/2014 - 00:57

Una "scelta di vita"??? Ecco, appunto, il problema è proprio questo: perchè i sinistrati ci prendono (così facilmente) per il c... naso???? Perchè vogliono farci bere la bella favoletta che raccontano, quella che dice quanto siano bravi, belli, onesti, puri, casti, antirazzisti, proimmigrati, propalestinesi, proquantoèbelloobama, prohollandeperchèsehollandescopasonoaffarisuoi, abbassoberlusconietuttiifilistei, progiornalistedellatvconilcappottoanchesecisono40gradi e via farneticando della loro stramaledetta ideologia??? Perchè, dannazione, perchè??? Ma ce l'abbiamo proprio scritto in faccia, quanto siamo stupidi a bere le loro favolette e andare a votarli in massa??? Queste sono storie per avvinazzati del loro lambrusco, ragazzi. Non so voi, ma io ne ho proprio pieni i gabasisi, di questa gente!....

emremre

Lun, 07/07/2014 - 07:31

Scusate ma dove sta il problema? La7 e' una tv pubblica? No quindi per la legge del mercato Floris ha fatto benissimo ad andarci con un contratto milionario del genere. Scandalizziamoci per le cose serie.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Lun, 07/07/2014 - 07:33

Floris, ma chi si pensa di essere con quel suo sorrisetto ebete? Conduce con un'arroganza patetica.Qualche volta, durante una pausa pubblicitaria mi sono affacciata su rai 3 (canale rosso) e sono rimasta basita a vedere 'sto piccolo pavoncello (ecco perché il sondaggista) darsi un gran da fare per non far parlare chi dice lui. Fastidiosissimo! E lo pagano pure?

ferdinando,zambrano

Lun, 07/07/2014 - 07:47

La Ferilli è un'altra "bellezza" italiana avviata al tramonto, interprete dell'etica post comunista radical chic, del cuore a sinistra ed il portafoglio a destra.

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Lun, 07/07/2014 - 08:17

In tutto questo spero che almeno paghi le tasse come tocca a noi poveri mortali e che di quei 4 milioni la maggior parte vada allo stato così capisce come vanno le cose in questo paese ... spero inoltre che sia proprio il giornale ad informarci sulle "imprese" fiscali del Floris e dei suoi colleghi di LA7 proviamo a spulciare noi a loro .... vediamo cosa ne esce!!!!

Beaufou

Lun, 07/07/2014 - 08:21

Chissà perché questi qui come Floris protestano sempre di fare quelle scelte per chissà quali nobili motivi. Non è per i soldi, ma la dignità professionale, la libertà intellettuale, l'onestà vattelapesca e via dicendo.("La Rai non sposa le mie tesi", sembra abbia detto il Nostro). Che i soldi siano davvero, anche per loro, sterco del diavolo? A parole, sembra di sì: poi, quando si ragiona sul conto in banca...

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Lun, 07/07/2014 - 08:40

Il PD,il suo padrone, l'ha semplicemente trasferito dal luogo di lavoro RAI 3 all'altro luogo di lavoro denominato la 7. Tutto qui. Quanta gente viene trasferita da una sede all'altra della stessa azienda! Intanto sempre comunisti sono e se dovesse andare male ,c'è anche SKY.

James Cook

Lun, 07/07/2014 - 09:43

Tony Damascelli, che ci vuoi fare! Ora è il tuo turno spalare merda nel ventilatore...... magari un'altra volta farai un articolo opposto a quello che hai scritto! buon lavoro lascia perdere i guanti........

James Cook

Lun, 07/07/2014 - 09:54

Sig.ra GIOIA (si fa per dire) Forza italia per non vedere più queste scene....... Scajola in galera, Dell'Utri, in galera,Galan in galera.Il presidente ai servizi sociali..... sondaggi in picchiata la soglia del 15% è ormai vicina, il baratro del 10% entro l'anno.... Ma libero mercato....solo per le aziende del VS. partito? (si fa per dire)

marghitos

Lun, 07/07/2014 - 10:05

Grande articolo dott.Damascelli ,questa razza ipocrita non finisce mai di mostrare la faccia di bronzo che ha!E poi la Ferilli che non sa fare nemmeno due piu' due ve la raccomando ...

Renee59

Lun, 07/07/2014 - 10:11

Ecco il risultato. Pagare con soldi pubblici fino ad arricchire la gente, porta a non accontentarsi mai. Ci sono migliaia di persone che si accontenterebbero di guadagnare 2.000 euro al mese per dire due schiocchezze in TV.

marghitos

Lun, 07/07/2014 - 10:29

james cook ,secondo me non hai capito l'articolo , che non e' sul libero mercato ,ergo come tutti i compagni sei idiota !

Ritratto di federalhst

federalhst

Lun, 07/07/2014 - 10:57

I finti liberali che leggono questo giornale non hanno ancora capito che essere di sinistra non vuol dire fare voto di povertà ed essere di destra non vuol dire essere ricchi. Cosa c'entri poi il fatto che Floris sia il nome di una ditta londinese lo sapete solo voi.

liberal_123

Lun, 07/07/2014 - 11:09

Siete dei Comunisti del piffero!!! ma guarda se uno in questo mondo non è libero di fare quello che gli pare, seppur legale!!! siete incredibili voi liberali ! RIDICOLI! Ben inteso, a me il pinocchietto non piace affatto, ma lui, come il vostro padrone, è libero di fare qullo che vuole, senza infrangere le leggi, frodare il fisco o circuirre minorenni, o chiamare in questura per fare pressioni per liberare diplomamatiche (e che diplomatiche!)

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 07/07/2014 - 11:47

La Solita storia della sinistra al caviale. Fanno tanto i comunisti, ma in fondo, si comportano secondo natura umana anche loro. Se fossero veramente di sinistra, donerebbero il superfluo alla collettività. Perché a Floris non bastano 100.000 euro per campare all'anno? Che doni il resto alle famiglie bisognose "eh Floris"? A quei poveri mentecatti che ti seguivano su RAITRE (d'ora in poi su LA7) e che magari, loro sì, non arrivano alla fine del mese. Facci vedere se ti comporti da vero socialista o da capitalista invece. Ipocrita dal sorriso stampato.

James Cook

Lun, 07/07/2014 - 12:42

Ballarò dati non fregnacce, è il talk show con più ascolti di tutta la televisione italiana........ compresi quelli di mediaset, con i diversamente intelligenti, dei loro conduttori!! Floris sui meritatissimi 4 milioni ci paga le tasse! Voi italioti di destra siete ai piedi di Renzi e proni al vostro presidente cui e stato promesso un salvacondotto da tutti i suoi processi,ma la storia insegna che, ha prenderlo due volte in saccoccia sono sempre gli elettori di forza italia

squalotigre

Lun, 07/07/2014 - 12:54

James Cook- Guardi che le galere dovrebbero essere piene anche di uomini di sx e se costoro sono fuori come Penati e tanti altri è solo perché la magistratura è strabica e anziché giustizia fa i suoi interessi. Interessi che consistono nell'essere al di sopra del bene e del male, nell'avere uno stipendio intoccabile pari a quello di un deputato e nel non potere essere giudicato per i propri orrori. E questi interessi vengono garantiti da quella parte politica che riceveva alle botteghe oscure tangenti miliardarie ma che non poteva essere accusata perché non si sapeva materialmente chi avesse preso il malloppo (non ridete per favore), che riceveva miliardate di vecchie lire da uno stato estero potenzialmente nemico che puntava i suoi missili contro l'Italia e che nel suo statuto aveva come principio la dittatura del proletariato. Ora l'unica dittatura che sono disposti a riconoscere è quella del denaro ( lo facevano anche prima, solo che si vergognavano). Floris è un professionista che si è messo sul mercato e si è offerto al maggiore offerente. Benissimo. Ma non ci venga a rompere i cabasisi con la storia dell'indipendenza e la censura perché allora diventa ridicolo e ributtante.

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Lun, 07/07/2014 - 13:20

@jamesCook, il problema non sono i 4 milioni, la cosa paradossale è che questi soldi vanno ad un giornalista di parte. Mi spiego .... di personaggi come Floris ne abbiamo tantissimi sia a destra che a sinistra e si accontentano di percepire molto meno, quello che manca nel nostro paese è una figura SUPERPARTES che sia punto di riferimento, capace fare da filtro tra cittadini e mondo politico in grado di avvicinare e non dividere ... vede in questi anni gli organi d'informazione hanno avuto questa grave colpa DIVIDERE, è per colpa di giornalisti come Giovanni Floris se siamo giunti a queste contrapposizioni così "PESANTI"

elgar

Lun, 07/07/2014 - 14:45

Floris ha fatto fortuna con l'odio per Berlusconi. Ma, tolta la causa, manca l'effetto. E ci si inventa qualcos'altro. Per esempio le divergenze editoriali. Anche perché,poi non c'è nulla da mettere in tavola. E, allora, diceva Nino Taranto in Totò truffa, me ne vo via ingrullito ovvia...

Una-mattina-mi-...

Dom, 01/01/2017 - 17:29

MA NON SI CHIAMAVANO PARACULI?