La Rai sfiora il crac ma Gubitosi assume altri due direttori

Crolla la pubblicità, il bilancio 2012 ha un deficit di 200 milioni. Manager in arrivo da Fiat e Alitalia

Il dg Rai Luigi Gubitosi

Molto peggio di ogni previsione. A fine anno la Rai chiuderà il bilancio con una perdita di 200 milioni di euro. Una cifra astronomica, che mette la televisione di Stato in una situazione critica. A mettere nero su bianco i numeri, senza nascondersi dietro artifici contabili, è stato il neo direttore generale Luigi Gubitosi. Ieri ha presentato al Consiglio di amministrazione (che ha votato all'unanimità la relazione semestrale) i numeri, comunicandoli poi alle agenzie di stampa, con un metodo che perlomeno denota volontà di trasparenza. Però, in contraddizione con la difficile situazione dei conti, ha annunciato allo stesso cda che farà due nuovi assunzioni esterne all'azienda, tra l'altro di peso economico (probabilmente i 294mila euro annuali stabiliti dalla legge come tetto per i manager pubblici): Camillo Rossotto, come nuovo direttore finanziario, in arrivo da Fiat e Costanza Esclapon, in arrivo da Alitalia, come direttore delle relazioni esterne al posto di Guido Paglia che va in pensione. Francamente, pensare che in un'azienda culturale con 11mila dipendenti non ci sia una persona capace di fare comunicazione, pare un po' troppo. Lo sottolinea anche il consigliere Antonio Verro in una nota: «Mi duole constatare che se da una parte il dg affermi che ci sono in Rai le professionalità che ci occorrono per ribaltare il trend negativo, all'atto pratico, preferisca comunque ancora fare ricorso direttamente a professionisti esterni».

Torniamo ai numeri: la perdita che si attende per fine 2012 è dovuta al forte calo degli introiti pubblicitari (nei primi sei mesi di quest'anno sono stati raccolti solo 435 milioni di euro, 72 in meno rispetto allo stesso semestre del 2011) e al costo per i Campionati europei di calcio e le Olimpiadi (pari a 105 milioni di euro). La concomitanza della crisi pubblicitaria e delle maggiori spese ha portato la Rai a chiudere il primo semestre con una perdita di 129 milioni, in peggioramento di circa 178 milioni rispetto al risultato consuntivo dello stesso periodo del 2011. Il totale dei ricavi si è attestato sui 1.433 milioni. Insomma, numeri molto diversi da quelli che aveva prospettato il precedente dg Lorenza Lei che aveva azzardato una previsione di pareggio.

A fronte di queste cifre, dove si pescheranno i soldi visto che sono già stati fatti forti tagli? Due sono le linee strategiche che Gubitosi cercherà di percorrere. La prima: l'aumento degli introiti pubblicitari attraverso una politica più aggressiva («Quando ero amministratore di Wind - racconta il dg - nessun dirigente di Sipra mi è mai venuto a trovare»). La seconda: una più veloce innovazione tecnologica che porti a una diminuzione dei costi: («Una piccola telecamera digitale può sostituire un'intera troupe»). Operazioni già attuate in tutte le altre aziende televisive ma che in Rai sono ferme al palo. In questa strategia, rientrano scelte come mandare una sola telecamera sullo stesso evento per riprendere le immagini per tutti i Tg.

Nella relazione al cda, oltre a ribadire che la Rai mantiene la leadership nell'audience, Gubitosi sottolinea anche il costo del lavoro: un aumento di 2,5 milioni nonostante le politiche di incentivazione agli esodi e il blocco delle retribuzioni. Con un numero di dipendenti pari a 11.569 a cui si aggiungono ben 1.660 contratti a tempo determinato. Il dg sembra dire: presto ci metteremo mano, eliminando le consulenze inutili e le figure professionali che non esistono più. Questo non gli impedisce però di assumere nuovi dirigenti: saranno di sua fiducia, ma pesano ancor di più sui conti.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Gio, 20/09/2012 - 08:39

Strano, quando si parla di Fiat tutti i soloni trinariciuti da landini alla camusso passando per bonanni e angeletti (e scusate se dimentico qualche altro supereconomista) strillano perché in passato ha ricevuto soldi dai vari governi e ci puo' stare. Ma per quale arcano motivo quando si parla di Rai che soldi nostri é sempre vissuta e continua a vivere e succhia sangue anche col canone nessuno dei tanbti soloni si scandalizza?? Forse perché non ci sarebbe più farina per i super eroi tipo fazio e saviano??? o per le decine di dirigentyi che non dirigono nulla da anni ma hanno la tessera politica giusta??? Si attende risposta.

ferna

Gio, 20/09/2012 - 08:40

cosa dire dei lauti cachet accordati da Mazza & Co alla Clerici (3 milioni di euro in due anni) per condurre ''La Prova del Cuoco'' per fare un nome. Basta pagare il canone per una TV che tutto ha fuorchè essere pubblica, ma commerciale attenta allo share ed in competizione con Mediaset (anche se pochi pagano questa odiata tassa). Mentre i dirigenti e conduttori percepiscono lauti stipendi e contratti, non dovrebbero anche loro essere oggetto della Spending Review quali dipendenti pubblici???

umberto nordio

Gio, 20/09/2012 - 08:43

Certo fa specie rilevare che su 11000 dipendenti e Dio sa quanti dirigenti ,in RAI non ci sia nessuno in grado di gestire le relazioni esterne.Ma oltre a ciò ,è sorprendente che si vadano a cercare alti dirigenti in aziende che non sono propriamente al top quanto a successo nel mercato o con sane amministrazioni.

Claudio53

Gio, 20/09/2012 - 08:51

Questi incapaci si salvano solamente perché noi Italiani paghiamo il canone. Altrimenti sarebbero tutti con il C### per aria . Altro esempio di aziende che hanno contributi.

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Gio, 20/09/2012 - 09:10

QUINDI SU 11.000 DIPENDENTI(MA CHE E' LA N.A.S.A. ?)NON C'E' NE UNO CHE SAPPIA FARE COMUNICAZIONE .....IN RAI ???? MA ALLORA MANDETELI TUTTI A CASA !!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Gio, 20/09/2012 - 09:18

e certo! Avete messo quei cialtroni in passato. Ora che si apra un'inchiesta su chi ha abolito programmi come annozero che portavano soldi nelle casse della RAI e si vada ad indagare sui soldi dati a Ferrara a Sgarbi che fù un vero fallimento, ecc.. Il PDL con a capo Berlusconi ha affondato questa azienda solo perchè con determinate trasmissioni osava smascherarlo.

vacabundo

Gio, 20/09/2012 - 09:20

Già bisogna sistemare gli amici:Quà il presidente del consiglio ed il suo sponsor non possono farci niente, anzi forse, lo favoriscono.Dov'è l'austerità,sigg?Italia di bordello,sempre a scapito del povero.Bei vigliacchi.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Gio, 20/09/2012 - 09:20

C'e' una sola strada da percorrere, fare dimagrire l'azienda e tagliare di conseguenza i costi.Duecento milioni di perdita nonostante l'incasso del canone è una enormità. Undicimila persone mi sembrano un po' troppe, ma nelle aziende pubbliche si assume sempre il fglio\a ,il nipote , il parente , l'amico e via assumendo! Mi sembra che Mediaset (che non sfigura al confronto e non incassa canone) non arrivi a cinquemila addetti!!

vacabundo

Gio, 20/09/2012 - 09:25

I favoritismi, le amicizie politiche sono immuni dall'austerità,anzi più si và male e più si assume inventando incarichi su incarichi.La disonestà non ha limiti.

michele lascaro

Gio, 20/09/2012 - 09:29

Chiaro, come potrebbero giustificare il deficit di bilancio di 200 milioni a fine anno? Ma nessuno ha pensato di ridimensionare le performances dei vari conduttori di sinistra, di cui è infarcita la Rai.

Luigi Fassone

Gio, 20/09/2012 - 09:39

Toh ! Mi fa specie che la RAI,che infiora di pubblicità i suoi programmi e si autoincensa ogni piè sospinto,non abbia partecipato alla "gara" per acquistare La 7...!

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Gio, 20/09/2012 - 09:46

@umberto nordio Gio, 20/09/2012 - 08:43 - A ciò da lei scritto vorrei aggiungere che dirigenti di Fiat e Alitalia, ne capiscono di televisione?

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Gio, 20/09/2012 - 09:48

@antonio vivaldi Gio, 20/09/2012 - 09:18 - Perchè Santoro aiutava a risollevare il bilancio? Questa è una sciocchezza mostruosa.

prodomoitalia

Gio, 20/09/2012 - 09:50

antonio vivaldi ???? Ma cerca di essere più obbiettivo...almeno una volta nella vita !Dai,provaci !Non è difficile !

giovauriem

Gio, 20/09/2012 - 09:50

A me sembra tutto normale,che in queste circostanze,mettono dentro la rai i comparielli politici,(siamo quasi sotto elezioni e dunque servono delle sentinelle)e poi diciamoci la verità:nei cassetti si rovista quando il malato(la rai) è moribondo

minestrone

Gio, 20/09/2012 - 09:58

Altri panzoni da piazzare a spese nostre?

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Gio, 20/09/2012 - 10:13

Cinghiale Se in un'azienda tagli un programma come per esempio annozero, che porta profitti e tieni programmi come ad esempio qui radio londra, che ha share da far ridere, mi sembra logico che poi perdi qui e perdi là l'azienda và a cagà. Ma queste benalità le insegnano al terzo anno di superiori, non c'è bisogno della zingara, per favorire i capi del governo anzi il capo del governo sono state tagliate trasmissioni che portavano sponsor e la RAI mettetevelo in testa campa con gli sponsor non con il canone. Il nostro canone serve a malapena per pagare il carburante nelle auto della RAI. Santoro assieme ad altri portava sponsor con lui, eventi come quelli di Celentano, Beningni, Fazio, Saviano, tutta gente che a berlusconi non faceva comodo sono stati tagliati fuori. poi si andranno a vedere le spese pazze di un Minzolini, di gente che percepisce stipendi d'oro e di costi per trasmissioni inutili. Sei sempre convinto che sia una sciocchezza?

vince50

Gio, 20/09/2012 - 10:17

La RAI è gestita alla stregua dell'italia,e i risultati sono più che evidenti

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Gio, 20/09/2012 - 10:19

prodomoitalia allora dacci tu, illuminare dell'economia, la motivazione per cui un'azienda televisiva, prima in Italia, con dati di ascolto primi nel paese, abbia un deficit del genere. Aggiungo che quest'anno la RAI dopo 41 anni si è fatta soffiare l'appalto per i diritti del calcio, per intenderci 90° minuto il prossimo anno non potrà più trasmettere i goal se non verso le ore 20:00, perchè i goal della serie A saranno trasmessi da CIELO di SKY, per cui sponsor come la TIM che è un colosso migrerà a SKY. Ora compralo un obiettivo un bel 300 mm della Nikon, ti aiuterà a guardare oltre il tuo naso.

killkoms

Gio, 20/09/2012 - 10:19

tantom paga pantalone!32.000€ mensili(il doppio di un parlamentare!) alla sorella protestante per dirigere a san marino!

killkoms

Gio, 20/09/2012 - 10:21

@antoniviv aldi,e i 13.000 dipendenti rai con annesse strutture faraoniche?meiasete è equivalente con 5000 dipendenti(e senza canone)! p.s.,in quella cifra ci sarà pure la liquidazione di san bue con gli asinelli!

robylandia

Gio, 20/09/2012 - 10:27

Ma in Rai, c'è qualcuno che controlla i costi???? coma mai le certificazioni dei bilanci non vengono rese pubbliche?? come mai essendo la Rai un'emittente di stato quindi tecnicamente dei cittadini che la sovvenzionano con il canone agli stessi non venga reso pubblico su apposita pagina di quotidiano la descrizione capillare del bilancio con profitti e perdite???

guidode.zolt

Gio, 20/09/2012 - 10:40

soltanto una cura totale e' necessaria per il risanamento... privatizzazione e disinfestazione politica...! ...ma si sa che fa gola il "persuasore occulto..."

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Gio, 20/09/2012 - 10:41

la soluzione per l'immondo carrozzone rai? semplice: - Vendita ad azionariato diffuso, con proprietà massima del 10%, di due canali televisivi pubblici - Un solo canale televisivo pubblico, senza pubblicità, informativo e culturale,indipendente dai partiti,SENZA IL COSIDDETTO CANONE

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 20/09/2012 - 10:44

Vedo che eccetto #antonio vivaldi#(che fa discorsi da "partigiano" semplicista,avete detto abbastanza.Lasciatemi aggiungere:"il solito carrozzone di opportunità politiche,e di mangia soldi"(pubblici) Rendano il pagamento del canone "volontario". Chi lo paga,riceve un "codice di accesso",che gli consente "on-line",di votare per i suoi favoriti....Ne vedremmo delle belle!

cast49

Gio, 20/09/2012 - 10:46

antonio vivaldi, racconti solo balle, testa di cazzo...,santoro è andato via liberamente, nessuno, purtroppo, l'ha cacciato prima.

cast49

Gio, 20/09/2012 - 10:51

antonio vivaldi, se non c'era B. stavamo molto peggio di oggi, ma siccome tu sei un gran co....ne di mer...e ti sta sulle palle, continui a dire che B. è stato l'artefice di tutti i guai, dimenticando quanto ha fatto di buono nonostante quella opposizione del cazzo.

Rossana Rossi

Gio, 20/09/2012 - 10:56

E poi tutti a scandalizzaesi per la Polverini.......ma per favore!

Ritratto di komkill

komkill

Gio, 20/09/2012 - 11:13

Purtroppo appartengo alla categoria di quelli che pagano il canone. Della rai guardo la programmazione considerata minore, ovvero film e telefilm. E qualche volta i notiziari. Il problema sono gli spettacoli pro domo sinistra che evidentemente costano troppo. Si tagli pure radio londra ma anche il resto. Riducendo anche infine il numero di dipendenti inutili la rai potrebbe sicuramente fornire un servizio di qualità uguale o superiore a mediaset. Su la 7 si stenda un velo pietoso.

Willy Mz

Gio, 20/09/2012 - 11:20

lasciando stare la7, mi sembra che mediaset, senza canone e con molti meno dipendenti riesca ad andare molto meglio del carrozzone statale. siamo in perdita? non si prendono nuovi manager strapagati che non credo riusciranno a riportare l'azienda sui giusti binari. si cerca di risparmiare, parola che nello statale è sconosciuta, si possono anche licenziare giusto quei 2/3000 che prendono un sacco di soldi per non fare nulla. ma cosa credte succederà? lo stato ripianerà il deficit, una pacca sulla spalla, state più attenti e tutto finisce lì. ma alla fine dobbiamo proprio mantenere tutto sto ambaradan che non riesce neanche a fare programmi validi? a casa!

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 20/09/2012 - 11:25

abolire il canone rai

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Gio, 20/09/2012 - 11:26

cast49 NOTO CHE IL TERMINE CAXXO CE L'HAI SEMPRE IN BOCCA, MA TANTO CHE TI PIACE? CERCA DI NON ARRABBIARTI TROPPO CHE UN MIO CONOSCENTE E' MORTO PROPRIO COSì.

Ritratto di elio2

elio2

Gio, 20/09/2012 - 11:28

La Spending Review per loro che hanno tanti amici da mantenere con i soldi nostri, chiaramente non può esistere. Bisogna ELIMINARE IL CANONE, senza se e senza ma, poi facciano come credono, ma che il confronto debba essere con il mercato libero, non drogato dal canone.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Gio, 20/09/2012 - 11:30

killkoms, chi dice il contrario, mica il passivo della RAI è da imputare solo al governo precedente, certo che ci sono tanti sprechi ma in un'azienda si cominciano ad esaminare prima le cifre grosse e poi si finisce ai centesimi. Mi trovi d'accordo solo su una cosa, la politica Italiana deve lasciare libera la RAI, altrimenti questa azienda diventa la puttana di tutti, chiunque arriva la saccheggia e và via. Questo è un problema storico, anche se comincia a pesare in tempi di crisi

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 20/09/2012 - 11:30

E noi paghiamo, il canone, le tasse, gli idioti che affollano le trasmissioni ..............

Massimo Bocci

Gio, 20/09/2012 - 11:50

Meglio non commentare, cose che non si conoscono, il neo Prof. director potrebbe avere buone ragioni, come quella di dirci che negli 13.000 (cooptati??, figli e parentame di gerarchi del REGIME??,ecc.), non c’è ne uno che abbia quelle funzioni??? CIOE’ DI LAVORARE!!!!

Ritratto di marco_68

marco_68

Gio, 20/09/2012 - 12:00

Che questo deficit abbia qualcosa a che vedere con la passata gestione Masi/Lei, ovvero Berlusconi?

fumonero

Gio, 20/09/2012 - 12:03

se io fossi stato un dipendente di una qualsiasi azienda sarei stato subito licenziato in tronco.in un momento di crisi questo signore a subito una qualsiasi "punizione" oppure verrà per caso licenziato (per dirla alla fornero) con una paccata di milioni di euro? siamo un paese di fenomeni.

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Gio, 20/09/2012 - 12:06

@ A.VIVALDI :CHE STRANO SOLO I COMUNISTI CON I LORO PROGRAMMI PORTANO RICCHEZZA ALLA RAI....SAVIANO ,BENIGNI.CELENTANO....TUTTI MILIARDARI CHE PER DIRE 4 BANALITA' ( IO ALMENO NON HO BISOGNO CHE DEI MILIARDARI COME CELENTANO O BENIGNI MI VENGANO A RACCONTARE CHE L'ITALIA E' IN CRISI E CHE LA GENTE FA' FATICA A VIVERE.....LA GENTE NON LORO) SI PORTANO A CASA DAI 400.000 AI 500.000 € A SERA PER 3-4 GIORNI.... EVIDENTEMENTE A TE SERVE FORSE PERCHE' SE NON HAI QUALCUNO CHE TI DICE COME PENSARE E COSA DIRE NON C'ARRIVI DA SOLO....AH CI SONO ALCUNI OSPEDALI CHE STANNO ANCORA ASPETTANDO LA BENEFICENZA DI CELENTANO E BENIGNI VISTO CHE TU LI AMMIRI COSI TANTO PROVA A RICORDARGLIELO.......

mezzalunapiena

Gio, 20/09/2012 - 12:12

in italia fintanto che le società saranno partecipate dallo stato niente cambierà.basta guardare la politica che vogliono cambiare tutto per non cambiare niente.

mezzalunapiena

Gio, 20/09/2012 - 12:12

in italia fintanto che le società saranno partecipate dallo stato niente cambierà.basta guardare la politica che vogliono cambiare tutto per non cambiare niente.

Ritratto di foresto

foresto

Gio, 20/09/2012 - 12:18

Vedo che ci sono sempre i soliti distinguo partigiani che non hanno senso. La RAI, tranne un paio di occasioni, e' sempre stata in perdita fin dalla sua nascita nel 1954. Le perdite sono quasi sempre state ripianate dalla Stato e/o dall'aumento del canone. La conclusione e' ovvia: meno personale (sopratutto quello legato non alla professionalita' ma a una tessera di partito), meno programmi spazzatura costosissimi, meno pubblicita' che, il canone, dovrebbe essere piu' che sufficiente per arrivare almeno al pareggio di bilancio.

Bozzola Paola

Gio, 20/09/2012 - 12:19

Con questo meraviglioso futuro la raici alzerà il canone? Presumo sia una cosa possibile, altrimenti come faranno a pagarsi quegli stipendi stratosferici a partire da Gubitosi in testa. BENE SE COSI' SARA',se lo possono sognare che si continui a pagare il canone. Chiudano, vadano in fallimento e portino i libri i tribunale, così come accade a tutte le aziende in crisi e SOPRATTUTTO i CDA dovrà RISPONDERE DEL FALLIMENTO. Sarebbe ora che noi italiani ci ribellassimo a questo schifo!!!

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Gio, 20/09/2012 - 12:45

@Paola Bozzola,sono totalmente d'accordo con lei.La rai è un carrozzone immondo in mano ai partiti,e se noi fossimo un popolo meno bue ci saremmo già affrancati dall'odioso canone che va a riempire le tasche di gente che prende stipendi pazzeschi.Cordialità

canova.emilio

Gio, 20/09/2012 - 12:49

RAI è una realtà squallida e vergognosa ed è sotto gli occhi di tutti. Se il governo Monti si fosse occupato seriamente di questo carrozzone anomalo probabilmente molte altre restrizioni ce le avrebbe risparmiate.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 20/09/2012 - 13:02

La Rai è notoriamente un grosso polmone per la politica della casta. Gestisce un sacco di soldi che può distribuire a pioggia agli amici e compagni, con la garanzia che non ci sono problemi allo sforamento del bilancio, tanto paga pantalone. Vedrete che aumenteranno il canone a breve e gli Italiani continueranno a mantenere una marea di personale spesso di dubbia capacità professionale e talvolta che si limita a ricevere soldi senza fare nulla.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 20/09/2012 - 13:02

La Rai è notoriamente un grosso polmone per la politica della casta. Gestisce un sacco di soldi che può distribuire a pioggia agli amici e compagni, con la garanzia che non ci sono problemi allo sforamento del bilancio, tanto paga pantalone. Vedrete che aumenteranno il canone a breve e gli Italiani continueranno a mantenere una marea di personale spesso di dubbia capacità professionale e talvolta che si limita a ricevere soldi senza fare nulla.

killkoms

Gio, 20/09/2012 - 13:03

@foresto,ha ragione!fino al 1994,ogni governo doveva mettere delle toppe(monetarie)alla rai!una delle prime presidenze che si concluse senza perdite fù quella della moratti!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 20/09/2012 - 13:13

Dipendenti RAI: 11.569 + 1.660 = 13.229. Mediaset ne ha meno della metà, ha un'audience pari a quella della RAI e produce utili. Ci deve essere qualche cosa che non va. Ma ciò non interessa a nessuno che conti, tanto per fare qualche nome nemmeno a chi troneggia sul Colle. Del resto il Quirinale ci costa circa 230 milioni, in aumento dal 2013, quindi costa più della RAI.

Ritratto di echowindy

echowindy

Gio, 20/09/2012 - 13:20

... SMETTIAMO DI PAGARE IL CANONE!!! Facciamo capire a lorsignori: "basta" con le assunzione su raccomandazione...

Ritratto di echowindy

echowindy

Gio, 20/09/2012 - 13:20

... SMETTIAMO DI PAGARE IL CANONE!!! Facciamo capire a lorsignori: "basta" con le assunzione su raccomandazione...

Ritratto di gino5730

gino5730

Gio, 20/09/2012 - 13:26

la RAI è un carrozzone come era Alitalia,le ferrovie ,la posta e simili,un porto sicuro per i raccomandati dai vari partiti ,democristiani e comunisti(vedi RAI3)in testa. Questi due nuovi direttori,con mega stipendio,compensi stellari ai presentatori,programmi che costano una tombola , spreco di cibo consulenti vecchi e odiosi come Annina(vedi prova del cuoco) e programmi di quiz con premi allucinanti.Noi poveracci costretti a risparmiare,la RAI scialacqua. E se la privatizzassimo non sarebbe meglio ?

silvano45

Gio, 20/09/2012 - 13:39

altro che evasori e ladri questi sono i veri delinquenti di stato si chiede ai pensionati da 500 euro al mese di restituire indebita 14 ricevuta si blocca la contingenza ai pensionati da 1000 euro e questi fanno queste porcherie ma forse è ora di prendere i forconi e fare come i cittadini di francia alla bastiglia

eglanthyne

Gio, 20/09/2012 - 13:46

La RAI è un pozzo senza fondo ,deve essere privatizzata .

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Gio, 20/09/2012 - 13:47

PAYBACK59 CICCIO CAMBIA QUOTIDIANO, LEGGI TUTTO NON SOLO IL GIORNALE, PERCHE' TI RACCONTA LE FAVOLETTE,CELENTANO HA DONATO GIA' I SUOI RICAVI SE TU AVESSI LETTO ALTROVE LO SAPRESTI. SEI IL TELESPETTATORE IDEALE PER GRANDE FRATELLO ED AMICI, COME LO VUOLE LO SCHERMO, OTTUSO ED IGNORANTE.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 20/09/2012 - 13:53

#antonio vivaldi. Egregio, signore dal momento che lei difende programmi come annozero di Santoro, oppure come il tempo che fá di Fabio Fazio, lei lo sá come si deve condurre una TV? facendo solo calunnie e inventando infangamenti vari come hanno fatto per anni questi programmi vero?!. Vede, egregio Signore sono Bilingue e di capire molto bene il Tedesco, e mai qui in Germania ho visto alla ARD o ZDF le porcherie che Santoro, Gabanelli, Gruber, Fazio, etc... hanno proposto ogni sera ad un pubblico adulto. Dare, un intero canale in mano a dei comunisti come la Berlinguer é stata una porcheria che la RAI avrebbe dovuto evitare, é girare attorno alla polenta bollente della Giustizia Italiana che e cosi corrotta da poter comprare putt..e e mafiosi; senza mai informare la gente delle porcherie che da 20 anni fanno i Magistrati Italiani, non é degna di una TV che vuole rappresentare il Paese intero!. 29; PROCESSI A CARICO DI BERLUSCONI; CON 29 ASSOLUZIONI! E MAI C;É STATO UN PROGRAMMA ALLA RAI CHE CHIARISCA PERCHE I PM E GIUDICI POSSONO SPENDERE 500 MILIONI DI EURO PER INFANGARE UN IMPRENDITORE!. Egregio, antonio vivaldi, la verita e che la gente non si sente informata da una TV che e cieca da un occhio, lei veda che la maggioranza degli Italiani non é Comunista, e che nell,era di internet le bugie hanno le gambe corte, lei che difende santoro, lo sá lei che santoro con le calunnie inventate contro Berlusconi, qui in Germania sarebbe ridotto alla fame per i risarcimenti da dare a chi é stato calluniato da lui "Santoro". Vede, che nel Mondo le leggi si fanno rispettare, e che non tutto il mondo é come in italia!

Ritratto di scriba

scriba

Gio, 20/09/2012 - 14:12

RAI MARKET. E' il mercato libero dalle regole per eccellenza, la terra di nessuno dove tutti pescano, cacciano, rubano e piazzano dinastie di parenti e compari. La regola base è tre al posto di uno ed è applicata così alla lettera che la pletora di ciucciatori è infinita e va da presentatori, giornaslisti, registi e operatori fino ai magazzinieri manovali e facchini. E' la mucca più munta al mondo e per di più è l'unica che non produce latte ma ricicla come tale il canone-pizzo imposto per legge-pizzo. E' l'Italia a 60 pollici e schermo piatto come piatta è la kultura che diffonde quale presunto servizio pubblico. E' l'Italia dei c..i di pietra che pensa di fare ancora audience con il bisnonno Baudo guida turistica. E' l'Italia del pianerottolo dove gianfliflop pensava di dettare legge per l' interposta persona del cognato-manager. E' ciò che un tempo, e volgarmente, si diceva di quella della serva: sempre a disposizione di tutti. Un cancro tale non si riforma si elimina.

ego.plus

Gio, 20/09/2012 - 14:20

Chi paga ? Gli ex Amministratori, Quelli attuali ? NO, logicamente NOI. Con il Canone RAI e con il ripianamento dei debiti. BASTA, c'è da diventare Cattivi e Banditi

Bozzola Paola

Gio, 20/09/2012 - 14:29

@antonio vivaldi. Scus, ma quando è stato che Celentano ha fatto la famosa beneficienza? Poco tempo fa la moglie manager si era lamentata del fatto che la rai, a distanza di mesi dal festival, non aveva ancora sganciato la lira. Poi è venuta la notizia che Celentano andava su Mediaset che gli sponsorizzava il concerto da Verona. Nessuno ha mai detto e quindi scritto sui giornali che la beneficienza è stata fatta.Avrebbero dovuto farla risaltare soprattutto i giornali di parte. non trova?

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Gio, 20/09/2012 - 14:52

VEDO CHE L'EDUCAZIONE DEI SX E'SEMPRE IN PRIMO PIANO (VERO VIVALDI).....DEL RESTO CHI NON LA PENSA COME VOI VA' OFFESO ALTRIMENTI NON PROVATE GUSTO NEL COMMENTARE. TU DOVE LE LEGGI LE NOTIZIE ?? SUL FATTO,L'UNITA' REPUBBLICA,IL MANIFESTO,LIBERAZIONE???...GIORNALI NOTORIAMENTE NON DI PARTE EQUIDISTANTI NEI COMMENTI POLITICI E SENZA SECONDI FINI CHE NON SIANO LA VERITA'E L'IMPARZIALITA'.....AH OTTUSO E IGNORANTE DILLO A QUALCHE TUO KOMPAGNO VISTO CHE VI ABBEVERATE A QUEI POZZI DI VERITA DI CUI SOPRA SENZA SCORDARE RAI 3 (TELE COREA DEL NORD).....CELENTANO HA DONATO IL CACHET..... BENE COMUNQUE BENIGNI ALTRA VOSTRA ICONA NO MA QUESTO SUI TUOI GIORNALI NON LO LEGGI !!!!!!

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Gio, 20/09/2012 - 15:37

Bozzola Paola non digiti solo ilgiornale.it, vada oltre. 5 aprile 2012. Celentano dona 80.000 euro ai poveri di Cagliari Susanna Orrù, assessore comunale ai Servizi Sociali si è occupata in prima persona di inquadrare queste famiglie. troverà notizie del genere su internet, dove leggerà che i sindaci di alcune città ringraziano per il bonifico ricevuto e che hanno individuato le famiglie in forma anonima. Sempre che lei non creda che sia pubblicità.... Invece grazie a trasmissionii serie sappiamo che gli Aquilani attendono le promesse di Berlusconi, lei questo neanche lo sapeva??

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Gio, 20/09/2012 - 15:41

PAYBACK59 Se qualcuno te lo chiedesse, puoi tranquillamente rispondergli che sono di destra ho sempre votato a destra, ma a differenza di tanti come te nnon sono berlusconiano, dato che in Italia esiste per voi la destra la sinistra e berlusconi. Berlusconi ha rovinato la destra ed il mio voto nel 2008 non lo ha avuto e mai più lo avrà. Poi sappi che predico occhio per occhio dente per dente, non fare il berlusconiano con me, leggi chi inizia ad offendere per primo.. e poi parli.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 20/09/2012 - 15:58

Uno dei piu' vergognosi baracconi e poltronifici italiani. Una porcheria senza eguali mantenuta con i soldi dei cittadini. Una azienda di privilegiati, con stipendi da favola, dove i sono piu dirigenti che quelli che fanno finta di lavorare. Una casta intoccabile anche perche' infestata da sinistri che usano questo cesso come megafono per portare voti ai compagni. Andrebbe privatizzata e venduta immediatamente, in effetti c'era anche un referendum, ma la feccia adorante la costituzione se ne frega del volere del popolo.

gian paolo ledda

Gio, 20/09/2012 - 16:48

Nessuna meraviglia,tutto previsto e tutto calcolato.Un carrozzone clientelare come la Rai,ove spradoneggiano profittatori di ogni risma e qualità,ove la sana amministrazione è un miraggio mai affacciatosi all'orizzonte,si trova sull'orlo del tracollo finanziario.Cosa che accadesse per una impresa privata ci sarebbero tanti buoni motivi per metterla in amministrazione controllata,ma che nel caso della tv pubblica finirà tutto nella classica menata in cui a rimetterla in sesto saranno le solite generose donazioni,sotto la forma di quella infelice gabella di Stato posta a carico degli utenti televisivi.E' da anni che questo indecoroso balletto dei conti fuori ordine si svolge davanti agli occhi di tutti senza che i soliti poco volenterosi amministratori e la classe politica interessata a tener sù questo costosissimo baraccone abbia mai smosso un'unghia per tentare di frenare la rovinosa corsa degli sprechi.La Rai annovera un esercito di dipendenti del tutto sproporzionato alla entità e qualità dei servizi,ha quasi più direttori che uscieri,ha costose sedi regionali che andrebbero chiuse dalla mattina alla sera,ha strutture e servizi triplicati in onore della "autonomia" delle diverse reti,si concede di avere prezzolati conduttori smaccatamente orientati politicamente (in omaggio ad una falsa presunzione di par condicio!),continua a registrare un continuo calo di audience per il diminuito interesse di pubblico.Altro che ricerca di maggiori fonti pubblicitarie(ma dove? da chi?) ed innovazioni tecnologiche (dovrebbero far parte di una correta gestione imprenditoriale!).Ci vuole ben altro!

Ritratto di robert1978

robert1978

Gio, 20/09/2012 - 18:59

CAST49# che linguaggio scurrile, non è da lei,su su si calmi che adesso torna Silviuccio e ci caverà pure il canone RAI.

Ritratto di foresto

foresto

Gio, 20/09/2012 - 21:58

Vivaldi, scusa eh, ma faresti piu' bella figura se ti occupassi della Quattro Stagioni o dei concerti di Claudio Scimone. Ascolta il concerto in Do Maggiore RV 537 che ti rilassa. Pero' ammetto che hai una certa coerenza: Vivaldi era si' un Prete... ma ROSSO. :)