Rai, Tarantola e Gubitosi al via con sconto

Tanto tuonò (il Pdl) che, finalmente, piovve (sui nuovi vertici Rai). Anna Maria Tarantola e Luigi Gubitosi, rispettivamente nuovo presidente e direttore generale della Rai indicati dal governo Monti, hanno fatto mezzo passo indietro. Dopo tante insistenze da parte del Pdl in commissione di Vigilanza e in Cda. Ieri la presidente, ex vice direttore di Banca d'Italia, ha annunciato di rinunciare al 20% del suo stipendio: da 448 a 366mila euro «rispetto all'emolumento del predecessore, Paolo Garimberti, nonostante l'aggravio di lavoro e di responsabilità». E il dg, ex amministratore delegato di Wind, ha scelto di optare per un contratto a tempo determinato (di tre anni) invece dell'incarico a tempo indeterminato preteso in un primo momento. Inizialmente sembravano sordi a ogni richiesta, ma tante insistenze hanno pagato. Sconto ottenuto.

Commenti
Ritratto di manasse

manasse

Gio, 26/07/2012 - 18:05

il fatto che abbiano fatto un minitaglio è gia qualcosa ma rispetto alla paga del presidente Usa è ancora poco,non credo che i suddetti soggetti passeranno alla STORIA come invece nel bene/male ci sarà quello del presidente Usa e allora perchè questi stipendi milionari(in lire) a gente che se fosse cosi geniale come sono pagati potrebbero tranquillamente mettarsi in proprio e meritarseli questi emolumenti,o forse sono solo degli incapaci e si mettono sotto l'ombrello della stato per succhiare il sangue agli ITALIANI

Ritratto di manasse

manasse

Gio, 26/07/2012 - 18:40

il fatto che abbiano fatto un minitaglio è gia qualcosa ma rispetto alla paga del presidente Usa è ancora poco,non credo che i suddetti soggetti passeranno alla STORIA come invece nel bene/male ci sarà quello del presidente Usa e allora perchè questi stipendi milionari(in lire) a gente che se fosse cosi geniale come sono pagati potrebbero tranquillamente mettarsi in proprio e meritarseli questi emolumenti,o forse sono solo degli incapaci e si mettono sotto l'ombrello della stato per succhiare il sangue agli ITALIANI