Rampolli della Roma bene trasformati in schiavi sgominata banda di bulli

Da anni terrorizzavano i coetanei costringendoli a rubare nelle case dei genitori. Realizzati video dei pestaggi. Arrestati un maggiorenne italiano e 5 minorenni stranieri

Minacciavano e picchiavano chi non dava loro soldi, smartphone, profumi, braccialetti d'oro, scarpe, giubbotti, cinture e altri oggetti griffati. Sono sei i ragazzi, un maggiorenne italiano e cinque minorenni figli di stranieri, presi dai carabinieri: bulli "spietati e violenti" che, per anni, hanno terrorizzato i rampolli della "Roma bene".

I bulli avevano reso "schiavi" alcuni ragazzini della Roma bene. Continue minacce e ripetute violenze per costringerli a rubare nelle case dei loro stessi genitori. I carabinieri della stazione di piazza Bologna hanno notificato sei provvedimenti cautelari alla gang di teppisti che, per diversi anni, hanno terrorizzato i coetanei. Attraverso minacce anche su Facebook, i bulli avevano ridotto le loro vittime in una condizione di completa sudditanza. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, la banda di sei ragazzini minacciava e pestava chi non dava loro i soldi: chiedevano dai 100 ai 300 euro, pretendevano che venissero consegnati loro smartphone, profumi, braccialetti e collanine d'oro, scarpe, giubbotti, cinture e chiedevano qualsiasi oggetto griffato o, comunque, di valore. Su minaccia dei bulli un ragazzino è addirittura arrivato a rubare due braccialetti dalla cassaforte che i genitori avevano in casa.

Le vittime si comportavano come veri e propri servi tanto da arrivare a eseguire qualsiasi tipo di ordine: accompagnavano i bulli dove e quando volevano, compravano loro da bere e da mangiare per soddisfare i loro bisogni. E ancora: i bulli umiliavano le loro coetanei assoggettandoli a subire "violenze fisiche e psicologiche, ingiurie, soprusi e vessazioni di ogni tipo nel timore di poter subire ancora più gravi conseguenze". In più occasioni i bulli hanno realizzato video dei pestaggi durante i quali le vittime erano costrette ad affermare che non valevano nulla. Questi comportamenti hanno prodotto una condizione di soggezione talmente profonda da protrarsi per anni, interrotta solo dalla decisione di presentare denuncia ai carabinieri.

Commenti

Ilgenerale

Gio, 04/04/2013 - 11:05

I Figli degli stranieri che schiavizzano i figli degli Italiani! ......Boldrini ci sei????

vince50

Gio, 04/04/2013 - 11:19

I bulli avranno senz'altro le loro colpe,ma i fessi e le cacchette ne hanno molte di più.

FeVe

Gio, 04/04/2013 - 12:16

Non se ne può più con questo bullismo!! Ho letto di questa notizia anche su Roma News e spero che diffondere queste notizie possa servire a smuovere la coscienza della gente.

hectorre

Gio, 04/04/2013 - 12:26

vince50.....mi auguro che la prossima volta capiti a suo figlio....non è una cattiveria ma non sopporto certi commenti.....ho visto all'opera questi "bulli"(delinquenti allo stato puro)e le posso garantire che non è semplice, per i nostri ragazzi, affrontare simili situazioni....questi criminali,non verranno mai puniti e potrebbero vendicarsi gia da domani......un consiglio,guardi meno film di rambo...la realtà è ben altra cosa.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Gio, 04/04/2013 - 12:38

Questi teppisti cosa sara fra qualche anno? Logicamente i bravi giudici li perdoneranno poi nel tempo leggeremo, assalti ai furgoni ai goiellieri e via di seguito...

free62

Gio, 04/04/2013 - 12:46

Ora vi spiego come funziona i italia: soprattutto i figli degli stranieri non hanno nulla da temere, nulla sarà loro fatto. Alternativa alla denuncia ai carabinieri o alle querele, avvocati, ecc. (ho potuto provare personalmente e vi giuro che funziona egregiamente): si individuano i colpevoli, si prendono isolatamente e senza testimoni, gli si spaccano entrambe le rotule con una mazza da baseball in modo che siano costretti a camminare sui gomiti. In caso di proteste da parte dei genitori, avvocati, buonisti, ecc. gli stessi dovranno essere sottoposti allo stesso trattamento (in alternativa alle rotule si possono spaccare entrambe le braccia). Questo tipo di reazione è la più temuta dai nostri governanti di mer.. perché sanno bene che non c'è peggior cosa di un buono che diventa cattivo o di un cittadino che ha perso completamente la fiducia nelle cosiddette istituzioni e decide che è ora di agire in proprio

vince50

Gio, 04/04/2013 - 13:37

Sig.hectorre,la ringrazio per l'augurio,potrei ricambiare con i dovuti interessi ma mi astengo,mi auguro ne comprenda le ragioni.

tiptap

Gio, 04/04/2013 - 15:13

Il bullismo è il risultato della scuola "buonista" del "tutti promossi", della mentalità sessantottina, della politica di "esaltazione del clandestino" (a scopo politico, ovviamente) e della "discrezionalità" delle nostre leggi (giudici rossi venduti alla politica). Bullismo ed illegalità "giustificati", quindi perché stupirsi?

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 04/04/2013 - 15:19

Il paese di pulcinella.Quello nato dalla resistenza pero .

tiptap

Gio, 04/04/2013 - 15:20

Ringrazio il Giornale per quest'articolo e chiedo di tenere in agenda la verifica delle conseguenze: per favore, fateci sapere gli sviluppi futuri! Grazie! Sarà utilissimo nel bene o nel male: se i delinquenti vengono "graziati" si faccia scandalo, se vengono "puniti" sarà un utile monito per altri aspiranti criminali. Grazie.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 04/04/2013 - 16:27

SCOMMETTIAMO che ci sarà un giudice che fra tre giorni li rimette tutti in giro???? Saludos

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 04/04/2013 - 19:55

A Trieste hanno pizzicato poche settimane fa un gruppetto analogo di bulletti, provenienti, a dire della stampa, da famiglie "normali". Uno maggiorenne, gli altri minori. Italiani. Si divertivano a dare calci nel sedere ad anziani o facevano spogliare minorati. Tutto ripreso col telefonino, naturalmente, sennò, che gusto c'era ? Non se n'è saputo più niente, almeno per il momento. Del resto, adesso ci si preoccupa di più se sia giusto o meno che i cani vadano sugli autobus o al ristorante che dell'educazione dei figli.

Ettore41

Gio, 04/04/2013 - 20:56

@hectorre Direi che vince50 e' stato troppo buono. Un tipo di educazione diversa avrebbe forse consentito forse a questi ragazzi di fare una denuncia piu' immediate e non dopo 4 anni. E questi dovrebbero essere I future dirigenti del paese? E se non e' semplice quando impareranno, mai? Cordialita'

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Ven, 05/04/2013 - 08:01

stranieri da dove?