Rapina finisce nel sangue: carabiniere ucciso a Caserta

Conflitto a fuoco a Maddaloni. Intervengono due carabinieri: uno viene ucciso, un altro ferito. Presi due dai rapinatori. Adesso si cercano i complici

Nel Casertano una rapina si trasforma in far west. Un carabiniere è stato ucciso in una sparatoria durante un tentativo di rapina a Maddaloni, un altro militare è rimasto ferito. Subito è partita una vasta battuta per mettere le mani sui rapinatori.

Due dei rapinatori che hanno ingaggiato il conflitto a fuoco sono rimasti feriti e sono stati arrestati dai militari dell’Arma. Portati in ospedale sono piantonati dai carabineiri. Nel Casertano sono in corso battute per catturare due complici dei rapinatori che sono riusciti a fuggire. Nella sparatoria è rimasto ferito anche un maresciallo che era intervenuto insieme a Tiziano Della Ratta, il carabiniere ucciso. Quest’ultimo era un appuntato di Sant’Agata dei Goti, in provincia di Benevento. Lascia moglie e un figlio di circa un anno. Lavorava al Nucleo operativo della compagnia dei carabinieri di Maddaloni ed era stato chiamato quando era arrivata una segnalazione di una rapina in corso alla gioielleria "Ogm Momenti Preziosi" di via Ponte Carolino. Nei primi anni di servizio aveva lavorato a Roma, poi era si era spostato in provincia di Caserta per stare più vicino alla famiglia ed era stato assegnato alla stazione carabinieri di San Felice a Cancello. Da poco era stato trasferito in maniera definitiva al nucleo operativo di Maddaloni. Da poco aveva, infatti, deciso di  costruire la sua nuova casa a Sant’Agata dei Goti, paese della provincia di Benevento sul confine con la provincia di Caserta, e di trasferirsi nell’appartamento con tutta la famiglia.

Commenti

Ilgenerale

Sab, 27/04/2013 - 19:18

Ma quanto sacrificano questi servitori dello stato per quella miseria di stipendio che gli danno?! Avessi mai sentito Grillo dire che bisogna aumentare lo stipendio a questi signori !!

silverio.cerroni

Sab, 27/04/2013 - 19:24

@- Al fine di impedire la reiterazione del delitto: Identificare, già avvenuto in parte, processare, condannare e sopprimere.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 27/04/2013 - 19:42

Durante una rapina, un carabiniere morto ed uno ferito. I due rapinatori, invece, solo feriti ed ora amorevolmente assistiti in ospedale a nostre spese. Ora mi domando: cosa aspettano i carabinieri che piantonano i due rapinatori a far passare immediatamente alla camera mortuaria quei due maledetti assassini?? Ancora non hanno capito che la prossima volta potrebbe toccare proprio a loro?

moshe

Sab, 27/04/2013 - 20:02

In altre occasioni, quando invocavo la pena di morte per delinquenti simili, mi avete censurato; lo farete anche questa volta?

Ritratto di roberto sarzi

roberto sarzi

Sab, 27/04/2013 - 20:49

Da quelle parti della Campania c'è gente estremamente violenta, roba da far paura! Peccato veramente che le forze dell'odine debbano pagare con la vita la protezione dei cittadini. Sembra una vera guerra! Resta comunque il fatto strano che l'Italia che conta ca. 60 milioni d'abitanti abbia il doppio delle forze di polizia della Germania che di abitanti ne ha 80 milioni! Siamo forse un paese criminale?

Ritratto di roberto sarzi

roberto sarzi

Sab, 27/04/2013 - 20:49

Da quelle parti della Campania c'è gente estremamente violenta, roba da far paura! Peccato veramente che le forze dell'odine debbano pagare con la vita la protezione dei cittadini. Sembra una vera guerra! Resta comunque il fatto strano che l'Italia che conta ca. 60 milioni d'abitanti abbia il doppio delle forze di polizia della Germania che di abitanti ne ha 80 milioni! Siamo forse un paese criminale?

vince50

Sab, 27/04/2013 - 20:59

Quello che fa incazzare è che alcuni per pochi soldi rischiano la pelle e li ammazzano pure,al contrario chi incassa migliaia di Euro al mese!!!!non rischia assolutamente nulla.Preferisco non aggiungere altro.

killkoms

Sab, 27/04/2013 - 21:38

almeno siamo sicuri che le varie protestanti antiforze dell'ordine questa volta non avrann nulla da dire!

forbot

Sab, 27/04/2013 - 22:03

Gratitudine e onore ai nostri Carabinieri. Sempre.

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Sab, 27/04/2013 - 23:47

tu guarda iddio..quello magari, per avvicinarsi a casa avrà dovuto smuovere pure i santi..e sto paese lo chiamiamo ancora casa?..macchè..e mo la famiglia chi se la piange?..tu guarda mi viene da smadonnare

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 28/04/2013 - 00:39

>roberto sarzi< Si, abbiamo un altissimo tasso di criminalità,specialmente in alcune regioni che non nomino per non innescare polemiche.Tasso che viene alimentato da contributi copiosi che ci arrivano dall'estero grazie ad una miope politica di accoglienza.Da considerare poi che le nostre forze dell'ordine in casi come questi ,per legge, non possono sparare per prime! Prima devono farsi colpire e poi, se ci riescono,rispondere al fuoco. Siamo iper garantisti sopratutto con i delinquenti. Non è ora di cambiare?

sorciverdi

Dom, 28/04/2013 - 08:02

Il titolo recita "Due banditi feriti e catturati". Davanti all'evidenza del loro crimine non capisco perché siano stati solo feriti: adesso dovremo pagare loro le cure, il processo sarà impostato alla pietà per chi sbaglia fregandosene delle vittime e delle loro famiglie e, dulcis in fundo, dopo una morbida condanna chiederanno la grazia che sicuramente non verrà negata fra il tripudio delle anime belle. E così tutti felici e contenti, vero?! A mio parere sarebbe stato meglio finirla subito e nell'unico modo che i delinquenti riescono a capire e che sarebbe servito d'esempio per altri come loro. Capite bene cosa intendo. Condoglianze alla Famiglia Della Ratta!